Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 17-12-2003, 15.13.44   #11
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
Escludo che tu realmente non comprenda il termine "intenzioni", applicato al caso di specie. E se così fosse, non posso aiutarti a comprendere.
Francamente l'atteggiamento di "povertà spirituale" non mi interessa e lo allontano. A me non serve. Rimango pertanto nella mia trionfale "inconsapevolezza" autoproclamata.
Per quanto concerne il tuo esempio, la mia egotistica ed egocentrica individualità mi conduce a rilevare che la persona che transumana, "muore", mentre io sono vivo. La differenza? Se il primo vuole fare o dire alcunchè, ha un disperato bisogno di me.
Vuoi condurre questa riflessione all'estrema conseguenza?
Io dipendo dal Principio, ma il Principio senza di me continua a dormire il Suo eterno sonno incosciente.
L'etimologia delle parole, che spesso nasconde un mistero, ma che più spesso viene forzata per avallare le proprie deduzioni, in questo caso ha più accezioni.
Ex-stare significa (anche e soprattutto) "emergere" "elevarsi sopra". Io Esisto.
Tutto sta nel capire cosa sia il mio "Io"
giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 17-12-2003, 15.30.23   #12
Dynamo
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-12-2003
Messaggi: 54
Non c'è problema

Fai come credi. Sei libero di comportarti di vivere e di pensare come credi. Non sarà certo l'efficacia o meno delle mie parole a farti cambiare punto di vista. E' un problema dopotutto personale. Mi chiedo solo cosa potrai mai trarre dal "fenomenico" di liberatorio o di soteriologico con tali presupposti.
Il tuo sogno è mantenere la tua evanescente forma umana precipua in vita per l'eternità in questa miseranda porzioncina di cosmo? Non c'è problema! E' dignitoso anche questo per certe individualità. Impegnati nella stereochimica o nella biochimica degli antiossidanti, nella criogenica o in astrofisica.
Ma non cercare "liberazioni spirituali" tramite il "Kit del piccolo chimico"..O peggio al seguito di qualche strana "filosofia della scienza"...
Dynamo is offline  
Vecchio 17-12-2003, 15.52.31   #13
Dynamo
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-12-2003
Messaggi: 54
Mai dire mai...

(...)Vuoi condurre questa riflessione all'estrema conseguenza?
Io dipendo dal Principio, ma il Principio senza di me continua a dormire il Suo eterno sonno incosciente (...)

E questa modo di procedere ti pare logicamente coerente?
Quali estreme conseguenze???
Conosci appena sensibilmente la più infima parvenza del tuo "io" e pretenderesti di assegnare "stati o meno coscienza" a ciò che ti trascende sovrastandoti di gran lunga...
Dynamo is offline  
Vecchio 17-12-2003, 15.58.02   #14
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Re: Non c'è problema

Messaggio originale inviato da Dynamo
Citazione:
Mi chiedo solo cosa potrai mai trarre dal "fenomenico" di liberatorio o di soteriologico con tali presupposti.

...non vedo come puoi cercare oltre il fenomenico...oltre tutto ciò che ti si presenta...

...per quanto riguarda "liberatorio", credo sia intuibile che possa essere trovato...(basta non essere schiavo "del fenomenico").

...per quanto riguarda "soteriologico",se ti riferisci a qualcosa oltre la morte, non credo valga la pena porsi il problema in quanto non risolvibile...se ti riferisci alla "liberazione dell'uomo" e alla "salvezza" che vede metafore negli scritti cattolici, si ritorna al "non essere schiavo del fenomenico"...

Ciao, .
Marco_532 is offline  
Vecchio 17-12-2003, 16.01.35   #15
Lucifero
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-12-2003
Messaggi: 179
Re: Cercate bene...Cercate meglio

Citazione:
Messaggio originale inviato da Dynamo
Non credo vi sia molto da aggiungere.
Gentile Lucif..è sconcertante constatare i tassi "ipermentali" di certe tue elucubrazioni sulla presunta "coscienza" o mente che sia contenute nell'intervento: "le dimensioni della coscienza".

La mente...mente.

Tutte le indicazioni possibili hanno avuto un loro proemio per cosi dire adatto alla forma "razionale dei contemporanei" in alcuni threads quì presenti. Ogniuno resta libero di fare di testa sua.
Anzi...Pare che per la maggioranza le cose debbano restare in qualche modo proprio così: ma il maestro tanto agognato e la disciplina sono tutt'altro. E lì che si misurano i tassi di coerenza o incoerenza di alcune tendenze della propria anima.
A Dreide consiglio un testo di Gerhard Dorn: Filosofia Meditativa, Alchimia e Meditazione"...La dottrina Alchemica porta lontanissimo e distante dai "guantini di velluto"...I "maestri" esistono anche per lei magari in una prospettiva esoterica molto lontana dal suo linguaggio e dalla sua prospettiva tipicamente occidentale fortemente connotata da elementi occultistici . Permettimi un commento personale: da sola non arriverai molto distante.


Prima o poi tutti dovranno fare il salto da qualche parte altrimenti si resta sui libri tutta la vita e i libri e ben si sa che non ce li si porta dietro [come tutto il resto] al fatidico passaggio della "porta stretta"...E allora i mal di pancia saranno davvero terribili...A buon intenditore poche parole....
E certamente io non sono certo un Maestro
ma un devoto ...molto..molto indisciplinato...heheheeeee

Saluti a tutti. Buon 2004

Dynamo, perchè non mi chiarisci tu che cos'è la coscienza? Credo che tu saprai dare delle indicazioni chiare, dirette e soddisfcenti. Ma per favore, non usare terminologie meccaniche, esprimiti come se stessi parlando a un bambino. Ti chiedo troppo?
Lucifero is offline  
Vecchio 17-12-2003, 19.49.24   #16
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
Scusami Dynamo, ma non so cosa sia la stereochimica... deduco solo che non servono le cuffie, vero?
So che ti sembrerà strano, ma l'infima parvenza del mio Io mi suggerisce di informarti che quella "miseranda porzioncina di cosmo" nella quale tu ed io viviamo, è l'unica che realmente, e solo in parte, conosci. E' l'unica che ci sostiene e da un senso alla nostra esistenza, benchè tutti noi ci comportiamo con essa come piccole cozze inutili al suo vivere ed al suo evolvere.
Il piccolo sogno di un piccolo Uomo, quale io sono, di mantenere la "evanescente forma umana precipua in vita per l'eternità", in realtà non esiste; se lo è immaginato la tua infallibile e dotta Coscienza, che mai definirei infima, al massimo confusa o complessa. O, tutt'al più ricettacolo di forze che nemmeno sospetti l'esistenza. Devo essermi spiegato male o, più probabilmente, hai compreso male, essendo probabilmente abituato a leggere ed ad intendere solo ciò che preferisci e come preferisci, per poter o voler cogliere l'intenzione di chi scrive.
Io ho detto altro: ho tentato di dire che lo studio delle scienze profane non ci condurrà mai a nessuna meta; ma chiarisco come le scienze profane siano le uniche che mi possono consentire di spiegare a coloro che nulla sanno dell'intima costituzione della materia, a coloro che sono pieni di sè e delle proprie nozioni universitarie, a coloro che hanno imbottito la propria coscienza di informazioni inutili, cosa significhi "mutare la propria natura" per trasformare la evanscente figura umana, in altro.
Vedi, tra le righe del tuo linguaggio, dotto e forse invidiabile da qualche piccola colomba, probabilmente sono velate profonde ed enormi verità; peccato che nessuno le comprenda; e questo perchè "gli umili" non posseggono la tua stessa capacità (ed il tempo) di infarcirsi la testa con tutti quei bei testi letterari la cui lettura viene da te caldamente suggerita. Prova ad esporre a chi deve guadagnarsi da vivere, senza perdere tempo su internet, spaccandosi la schiena ogni giorno, qualche tuo bel concetto sui principi dell'Ordine implicito, del mondo "fenomenico", del "soteriologico", e conta quanti di questi ti segue. Forse, uno.
Ti basta? Peccato. Il Maestro ha il dovere di smuovere le coscienze di quanti più può; non sceglie in base al rango o alla cultura, dovresti saperlo (credo). O già ti sento...chi non comprende, non è pronto. Mah!
La parte più infima del mio Io mi chiede di informarti di un'altra cosa: la Verità è degli umili; ma umiltà non significa rinnegare la propria regalità di Uomo e di "Figlio di Dio"; la Verità, come l'Universo, è semplice, molto più semplice di quanto tu lasci credere. E quando vedo qualcuno che, come te, non per ignoranza, ma proditoriamente, volutamente, deliberatamente lo descrive come complesso, mi inferocisco, perchè profana una Verità e confonde le menti di chi è già confuso.
Prima di lasciarti a vagare per tutte le altre miserande porzioni del cosmo, volevo solo dirti che ho avuto piacere nel parlare con te. Almeno fino a quando non ho ben compreso cosa in realtà ti muove.
Un'ultima cosa: Ti ringrazio per avermi autorizzato e lasciato libero di pensare ciò che voglio e di fare come credo. Avevo proprio bisogno del placet del tuo essere.
Ora, ti saluto. Mi sarebbe piaciuto conoscere il tuo nome, ma evidentemente esso appartiene ad uno stato della tua coscienza, ormai troppo lontano.
Saluti.
giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 18-12-2003, 01.21.44   #17
Dynamo
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-12-2003
Messaggi: 54
Lo specchio della mente

Gentile "SonoGiorgio" dopo le tue proclamazioni di piena autonomia devo dedurne che evidentemente i termini preliminari e il fine della tua "cerca" sono stabiliti comunque da te a priori e secondo le modalità che "oggi" sono più gradite al tuo attuale modo di definirle "ragionevoli".
Vedi, ahinoi, purtroppo le cose non stanno esattamente così...
Spesso la strada inizia esattamente dal versante a noi più sgradito, meno profumato, quello che più ci solleva indignazione
perchè soltanto così s'impara che l'umiltà non solo è un valore ma è l'anticamera di una comprensione più ampia.
Mi chiedi cosa sia la coscienza. Più che citarti una degna bibliografia di scienziati che si adattano perlopiù al tuo modo di intendere un'eventuale e gradita risposta non saprei sinceramente che aggiungervi.
Non troverai comunque la risposta nemmeno dal più erudito di questi specialisti poiché più che esporre "modelli teorici di intelligenza artificiale" sono solo in grado di "definirla per via negativa" un pò come fanno certi filosofi odierni dell'ecclesia magari ablando un pezzo quì un pezzo là stimolando elettricamente un'area di broca oppure un'altra limitandosi a constatarne gli effetti sul suppliziato a volte sconcertanti: benefici in taluni casi, nei peggiori, terribili...
Ma alla fin fine ad esser sinceri non ne sanno granchè di più dei comuni mortali per loro stessa ammissione. Qualunque tentativo di definire la sua intima natura sfugge ad ogni tentativo chirurgico, matematico, fisico, psicologico, neurofisiologico o a qualsiasi interdisciplina a carattere scientifico indagativo.
Ti dovrebbe quindi risultare lapalissiano che non sono in grado di darti quella risposta che tu cerchi.

E' un pò come chiedere agli occhi di "osservare se stessi."...E quì, se hai inteso bene, torniamo quindi alle "tre goccie d'inchiostro nella glicerina" ma con uno sguardo diverso, direi... panoplico mosso da ben altri intenti.

Sarai quindi tu e la tua mente a darti la risposta che più si adatta al tuo modo di vedere il mondo, la vita, le relazioni distinguendo bene "la pula" dal resto. Ecco vedi, la mente è un pò come lo sguardo divino (panopticon) ma limitato nelle sue potenzialità a un piano definito a priori: il nostro "reale".

Ma spesso questo "reale" non è tale perchè il meccanismo della visione e la stessa "mente" che riceve le informazioni dall'esterno elaborandole in molti casi si rivela fallace. E' il caso ad esempio di molte illusioni ottiche o di certe distorsioni della percezione. Nell'insieme l'organo che gli fa da supporto [alla mente] è composto di ramificazioni dendritiche molto sofisticate ed estremamente plastiche. Insomma il cerebellum cambia forma (ma sarebbe meglio dire che le sue ramificazioni s'infittiscono o diminuiscono) a seconda della qualità degli stimoli che riceve: visivi, emotivi, affettivi, motori, meditativi. Putroppo spesso certi suoi circuiti neuronali tenuti a regimi abitudinari per così dire si cristallizzano insediando "molto poco coscientemente" comportamenti o reazioni altrettanto ripetitive che possono essere definite cattive abitudini, consuetudini, manie, fobie, nevrosi a sfondo differenziato e chiaramente psichico. Non c'è molto di più da aggiungere a parte che, in genere, chi se ne occupa professionalmente gode di enorme prestigio e considerazione ma spesso manca di cuore. Ovviamente non tutti! ...A parte quelli che somigliano al Patch Adam della cinematografia.
Dynamo is offline  
Vecchio 18-12-2003, 07.40.12   #18
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
Sai che inizio a sospettare che tu non sappia leggere.
Cerca da qualche parte dove Io abbia chiesto direttamente a Te cosa sia la Coscienza...e poi fammi sapere se lo trovi.
L'ho chiesto al Forum, non certo a te. La tua coscienza probabilmente sta vagando in qualche miseranda porzione del cosmo lontano da qui. Forse nella Costellazione della Sassicaia.
Senti, mi sono abbastanza divertito con te...penso che per una amena discussione serale innanzi ad un bel bicchiere di Cardinal Mendoza saresti anche un interessante interlocutore; almeno, guardandoti, sarei anche in grado di ripeterti le parole che non senti, o che non vuoi sentire, o che non comprendi.
Adesso ti lascio, Mr.X, se passi per Andromeda, sta attento. C'è lo sciopero dei mezzi.
Un'ultima cosa: non so se lo hai notato, ma da quando sei arrivato tu e l'altro tuo amico di merende, nessuno interviene più.
Chiedi il perchè alla tua Coscienza illuminata; la parte più infima del mio Io, tenacemente aggrappata a questa vacua figura evanescente di Uomo mi consiglia di dirti di farti un bel giro largo, ma molto largo.
Ciao Dynamo. Bello pseudonimo.
Giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 18-12-2003, 08.50.10   #19
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Ho seguito attentamente la discussione che è nata e, mio malgrado, (essendo comune mortale e non plurilaureata)..devo ammettere che non riesco, dopo diversi sforzi, a comprendere il fine, lo scopo di Dynamo. Posso capire il desiderio personale d'apparire, d'attirare l'attenzione altrui con terminologie ricercate che solo ai pochi sono comprensibili, posso accettare la libertà d'espressione che nasce dalla volontà d'interagire con il mondo, ciò che persevera nell'oscurità, purtroppo, è l'estrema necessità d'apparire erudito ricercatore, sublime pensatore e onorevole maestro di vita. In teoria, chi giunge a taluni obiettivi non necessita di conferme da ricercarsi presso varie menti profane, dubbiose e per usare una terminologia che spesso ho sentito negli ultimi passaggi, evanescenti (mi sovviene la canzone bring me to life, per lo meno, è bella e rilassante).

Davvero mi è arduo comprendere il motivo di tanta insistenza, di presumere l'evoluzione del pensiero altrui, non solo, l'ignobile presunzione di poter andare oltre la rispettabile opinione. Ammetto, non ho forse capacità tali da poter affrontare menti cosi erudite, cosi colme di bellissime ed arzigogolate frasi ad effetto. Questo, con mio sommo rammarico, mi porta ad essere tagliata fuori da un discorso che, se preso con le giuste precauzioni potrebbe divenire di grande interesse.

Non nego neppure la reazione che parole quali le somme espresse da Dynamo, possono avere in persone che sono alla ricerca di risposte non "preconfezionate" da grandi scienziati o spiritualisti o chi che sia, trarre spunto, è lecito, seguire alla lettera, presumo sia stupidità che si tramuta in fideistica ossessione.

Mi accorgo della desolazione che lascia nel mio animo l'osservazione di tanta arrogante presunzione, una sorta di sfida..forse? un macigno da scagliare in attesa che le acque, passata l'onda anomala, tornino alla calma. Supposizioni, le mie. Null'altro che supposizioni.

L'ipotesi d'esser circondata da menti troppo negative nella loro somma sapienza, giunge come un bagliore nella notte, innescando reazioni a catena che a nul'altro conducono se non al desiderio di abbandonare il campo, attendere che giungano tempi migliori, ove per migliore s'intenda una condizione tale che permetta a chiunque di porre in essere domande, magari giudicabili banali ma non sottovalutabili poichè espresse con la disarmante sincerità di chi ha ancora desiderio di confronto su piani che non siano scale mobili.

Forse erro nelle mie valutazioni, forse la realtà è ciò che noi vogliamo essa sia, forse, ancora, il presumere sublimato dall'ego lanciato verso vette altissime... è la via che conduce alla conoscenza, ma se cosi è, non mi serve divenire qualcosa che va contro ogni mio ideale di consapevolezza. Mentire a se stessi è il peggior torto che l'uomo può fare.

Certo è affascinante l'umana natura, con i suoi voli, le sue peripezie, le sue esplosioni di furore che si riducono ad un nulla scritto su fogli elettronici.

Quanto vorrei trovare una persona che sappia essere ciò che comunemente può esser definito "maestro", quanto desiderio arde celato da mille dubbi, quanta voglia di comprendere. Eppure, la negazione di tutto questo pare essere una morbosa conseguenza delle letture occulte (non perchè oscurate, bensì tramutate in tetre e sconcertanti verità da chi annega nel proprio io e cerca salvagenti da immergere nel mare delle ipocrisie per trarre in salvo il proprio ego ammalato).

Ringrazio Giorgio per aver messo in luce ciò che in molti avevano intuito. Ringrazio e torno nella bara di Lestat, dolce vampiro che inebria la mia fervida fantasia, unica arma di difesa contro un mondo di assurde presunzioni.

Buona giornata

Ultima modifica di deirdre : 18-12-2003 alle ore 08.54.20.
deirdre is offline  
Vecchio 18-12-2003, 09.33.40   #20
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
mumble

... sarebbe interessante poter leggere solo del vostro essere ...

... sarebbe istruttivo, ma probabilmente è molto più istruttivo questo ...

... quindi, grazie cmq!!!


(scusa deirdre, ma mi piace troppo rotolare... tu non mi gurdare ... hehe)
kri is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it