Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 22-05-2002, 00.16.45   #11
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Risposta al penultimo tuo post

Mi hai fregato, ho qui la risposta al tuo penultimo post... l'ultimo lo devo ancora leggere... in un altro momento, però, ora sono come una busta di mondezza... IL LAVORO STANCA!!!


"…la differenza che esiste tra i “sedicenti” e i veri fratelli …"
(son certo che fra i tuoi ex confratelli ce ne sono moltissimi ponti a testimoniare la propria purezza in contrasto con la tua)

"… Ebbene sono riuscito a capire in che spelonca di affaristi ero capitato soltanto dopo due anni, e, “dopo aver rovesciato i loro banchi nel tempio”, ho sbattuto la porta e sono andato via rimanendo in contatto con altri fratelli che, come me, erano rimasti scottati da questa esperienza…"
(BREVE CONTEGGIO:
Sei nato nel 1977, ad ottobre; hai, oggi 24 anni compiuti; hai trascorso due anni all'interno di una confraternita formata da lestofanti; BENE!; dopodiché “…dopo aver rovesciato i loro banchi nel tempio”, ho sbattuto la porta e sono andato via…"; BENISSIMO! Sei quindi entrato a far parte di un altro "gruppo di iniziati; suppongo che la tua permanenza nel nuovo "circolo" debba essere alquanto recente, a meno che tu non voglia dirci di essere entrato nella Massoneria in fasce… Non corri un pò troppo… Hai già molte esperienze…tutte, assolutamente molto approfondite… OK! (senza offesa, puzza un pochino, ne convieni? – mi crederesti se ti dicessi che nel 1974 giocavo in nazionale?). Abbiamo, dunque, buone speranze su un tuo repentino ravvedimento?)

"…La mia seconda comparsa è stata subordinata ad una puntigliosa richiesta di informazioni (contabilità..."
(questo è veramente interessante e, me lo concederai, alquanto inedito… prima dell'ingresso di un nuovo adepto anche la contabilità… accidenti che trasparenza! Voglio aderire anch'io… me la fai avere tramite E-mail? - non prendermi sul serio!),

"…I simboli sono la formalizzazione della sostanza, quindi, se studiati e meditati, hanno l’inversa funzione di proiettare l’iniziato nella sostanza, trascendendo la forma…"
(Non riesco proprio a comprendere il significato di quanto affermi! - spiegami meglio… sono serio).

"… La diffusione della cultura su larga scala si è avuta soltanto il secolo scorso quindi dubito che nell’impero romano del 2° secolo d.c. (data di nascita dello gnosticismo “ufficiale”) vi fossero larghe fette delle popolazione culturalmente pronte a capire un messaggio del tipo…"
(comoda come scusa. Anche la chiesa cattolica sconsigliava, con veemenza, la lettura privata della Bibbia, per lo stesso identico motivo. Fu Papa Giovanni XXIII° che decretò la fine di questo "divieto" - sfumato ma sempre divieto - come vedi le cose si ripetono. Solo che per la chiesa cattolica il motivo era dettato quasi esclusivamente dalla necessità di conservare il pieno controllo di quanto professava… per gli gnostici, da una forma di "disprezzo" - non trovo proprio altri termini… mi scuserai - nei confronti del resto dell'umanità).

"… Come vedi, visechi, dal momento che la tua ricerca spirituale ti ha già portato molto in avanti, potresti autodefinirti un pneumatico…"
(NO! Questo no… ti prego! Mi trovo bene fra i perdenti, i fetusi… come li chiamate voi?… ilici… io amo i perdenti, i fetenti, i reietti, i… non sono un loro paladino, ne faccio proprio parte, se apri un cassonetto della mondezza, è probabile mi ci trovi dentro. Abbiamo sistemato i psichici – a loro il cristianesimo, l’islamismo etcc…, i pneumatici sopra tutti… ma gli ilici… ce li siamo dimenticati… numericamente insignificanti???)

"…Appare quindi ovvio che lo gnosticismo si rivolgesse a pochi, dal momento che pochi avevano quel minimo d’istruzione necessaria per comprendere di cosa si parlasse…"
(Poco convincente:
“…In questo momento si scopriranno i serbatoi contenenti il numero [fisso] delle anime dei giusti: esse uscivano e, in un’unica concorde assemblea, apparirà la moltitudine delle anime…” Apocalypse di Baruch.
“…domanderemo che il creatore dell’universo custodisca intatto il numero contato dei suoi eletti nel mondo intero a causa del suo fanciullo prediletto, Gesù Cristo…” I^ Epistola di Clemente
“… se non fossero stati annientati gli arconti degli eoni e gli arconti del destino e della sfera, tutti i loro luoghi, tutti i loro cieli e tutti i loro eoni, le anime avrebbero avuto bisogno di molto tempo, avrebbero trascorso lungo tempo fuori, quaggiù, si sarebbe protratto il compimento del numero delle anime perfette che – attraverso i misteri – sono state annoverate per l’eredità dell’atto, e saranno nel tesoro della luce…” Pistis Sophie.
Potrai constatare che il corpus gnostico è pervaso da questa vocazione elitaria… Innatismo Platonico???… Il motivo non è quello che riferisci tu.)

"… Certamente diverse persone iniziano a “svegliarsi” ed a comprendere che dietro i dogmi si nasconde una realtà interna (o esoterica) che non è mai stata rivelata…"
(Vedi, io per predisposizione genetica o culturale, scegli tu, non gradisco troppo i dogmi – pensa un po’, neanche a scuola ero troppo disciplinato – non tollero le regole imposte ed irrazionali… o meglio, certi dogmi… anzi, ora che ci penso, non riesco a figurarmi un dogma in cui riesca a credere… forse Dio? Non so! Più che altro, un graditissimo pensiero?)

"…Questo risveglio altro non è che “l’iniziazione”, ovvero la morte nell’apparenza e la nascita nella sostanza. Da questo punto di vista molti iniziati (anche massoni) non sono tali e molti non iniziati, come tu, Morfeo ed altri appartenenti a questo forum, sono in realtà già iniziati senza essere passati attraverso alcun “ridicolo rito esoterico”..."
(Non so gli altri, ma ti prego io no! Io sono un bestemmiatore rispetto al tuo "spiritismo" - spiritualità… scusa - e credimi ho tanto, tanto sonno, sono passate le 24,00 - ironia per sdrammatizzare e per impedire di prenderci troppo sul serio)

"… Per quanto riguarda i testi proverò ad inviarti un messaggio privato per non appesantire troppo il forum…"
(Attendo con sincera impazienza! Grazie)

"… Hiram777…"
(il numero 7, in ambito cristiano, se non sbaglio è simbolo di perfezione - l'uso ripetuto del numero 7 - 777 - sempre in ambito cristiano, dovrebbe essere letto in contrapposizione al numero 666 - quello della bestia dell'Apocalisse di Giovanni)

CONCISO VERO… UNA VOLTA TANTO CI SONO RIUSCITO ANCH'IO… FORSE MI STA MANCANDO LO STIMOLO
Ciao
visechi is offline  
Vecchio 22-05-2002, 09.59.08   #12
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Normali o regolari?

Hiram777 queste tue parole: - In breve in Italia esistono solo due strutture massoniche ufficiali, che hanno regolari rapporti con il ministero degli interni. - mi suonano come una “stonatura” in tutto il discorso. “Regolari rapporti”, infatti, fa pensare a rapporti continuativi, privilegiati, quasi di connivenza.

Ne so troppo poco di massoneria per entrare in merito al “contenzioso”, però posso assicurarti che un cittadino normale, quale io mi reputo, ama pensare che un "Ministero degli Interni", intrattenga “regolari rapporti” con organi istituzionali, quali: altri ministeri, prefetture, comuni, camere di commercio e quant’altro faccia parte del variegato panorama delle istituzioni.

(Diverso ovviamente è per le persone che lavorano al Ministro dell’Interno che essendo uomini prima che ministri o funzionari, hanno il diritto di associarsi con qualsiasi organizzazione essi ritengano, ancorché legale e purché mantengano il loro interesse privato fuori dagli incarichi istituzionali).

Forse tu volevi dire che le due strutture massoniche ufficiali che hanno “rapporti normali”, (normalizzati), col Ministero degli Interni. Cioè che sono perfettamente conosciute e legali ed equiparabili a qualsiasi altra associazione.
VanLag is offline  
Vecchio 22-05-2002, 11.46.38   #13
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Per Hiram777

"…L'edizione in mio possesso del Corpus Ermeticum é della BUR, il costo è abbastanza accessibile (circa 22.000 delle vecchie lire) anche per i poveri disgraziati che prendono 1.000 euro al mese…"
"… é un tipo di conoscenza intuitiva e non razionale. Tale conoscenza intuitiva si esprime attraverso una specie di "illuminazione" (in pratica la buddhità della tradizione orientale) che é concessa solamente alle persone che conducono una vita in stile "pitagorico", ossia scevra da eccessi, ritirata e dedicata allo studio delle cose divine ed all'amore per il prossimo…"
(Grazie per la dritta. Ho provveduto ad ordinare il libro da te segnalato. Spero di riuscire a leggerlo quanto prima… Certo che avrei da leggerne anche qualche altro… ho recentemente acquistato il Profeta di Gibran… sempre segnalato da un partecipante a questo Forum (grazie anche a lei).

Credimi, ho trovato molto interessante la spiegazione che dai dell'"illuminazione" gnostica (la buddhità).
Leggerò il corpus hermeticum.
Non potrai negare che l'adesione alla spiritualità gnostica, ha portato, nel corso della storia, a comportamenti contrastanti. Da una parte individui, organizzati in circoli (non ho utilizzato il termine setta per non offenderti), che conducevano "… una vita in stile "pitagorico", ossia scevra da eccessi, ritirata e dedicata allo studio delle cose divine…"; dall'altra, individui organizzati in sette (qui mi sarà concesso… non parlo certo di te), che conducevano vita dissoluta e, spesso, molto spesso, dediti ai piaceri (innegabili) della carne (intesa come sesso). Ciò in virtù della radicata convinzione, insita nello gnosticismo, che lo spirito, incorruttibile, non può in alcun caso essere contaminato dall'empietà del corpo.
Questo diverso modo di rapportarsi con la realtà, con il vissuto quotidiano, testimoniato dalla copiosa letteratura storica che si è occupata del problema, era conseguente alla visione che gli gnostici avevano della vita e della propria spiritualità. In ogni caso, credo che tale circostanza non possa minimamente inficiare quanto da te asserito. Evidentemente, lo gnosticismo contempla anche - soprattutto (diresti tu) - questo diversa tensione al divino cui fai riferimento (credimi, ci credo - ma non provare a pensare d'inserirmi di diritto fra i tuoi adepti - io sono un fetente).

"…Comunque non c'è bisogno di andare a ravanare nei vangeli gnostici per trovare la suddivisione di uomini in "gerarchie spirituali". Nei vangeli ufficialmente accettati c'è una frase del Cristo rivolta agli apostoli…"
(Anche in questo caso non avrei alcun argomento per darti torto, e di conseguenza ometto qualsiasi altro commento che, mi auguro, pervenga da fonte più direttamente coinvolta - sarebbe un gran bel chiacchierare - non richiamo il piacere della chiacchiera a caso… son certo che comprendi)

"…E gli altri sono poveri idioti tu dirai ? (scusa se faccio le tue veci ma i forum sono frustranti e sono costretto a chiarire il mio discorso con questi barbari trucchi...) "
(Complimenti! Senza saperlo, in quanto il tuo post è precedente al mio (gli ilici… ricordi?), hai già fornito una risposta logicamente sostenibile - in cui non credo per effetto di una sorta di fede in negativo - che, dunque, non ti autorizza ad annoverarmi fra gli iniziati)

Assolutamente interessante la conclusione del tuo intervento. Un po’ presuntuosetta come dottrina. Come tutte del resto.
Mi rendo conto che non ho apportato alcun valore aggiunto alla discussione. Continua tu secondo il tuo estro. Mi riserverò d'intervenire se stimolato dai tuoi appassionati contributi.


Ciao
visechi is offline  
Vecchio 22-05-2002, 15.29.55   #14
Hiram777
Ospite
 
Data registrazione: 24-04-2002
Messaggi: 10
Per Van Lang

Domando scusa, ovviamente hai ragione in merito hai rapporti regolari...mi sono espresso male.

Per visechi

Ho problemi con internet quindi probabilmente per un po' non mi farò vivo. Comunque sono sempre disponibile al dialogo.

Salve a tutti ed a presto
Hiram777 is offline  
Vecchio 22-05-2002, 18.37.35   #15
Hiram777
Ospite
 
Data registrazione: 24-04-2002
Messaggi: 10
Certamente, come ogni dottrina che tenti di "inquadrare" in un discorso logico cose che logiche non sono, le mie ipotesi non possono che apparire presuntuosette. Ovviamente la mia tesi non è altro che una delle tante possibilità, di certo non l'unica e sicuramente sottoponibile a "rettifiche" di ogni genere...

Per quanto riguarda le tue perplessità sul simbolismo esoterico ti dirò che mi riesce difficile trovare delle espressioni adatte a descrivere questo genere di cose (mi rendo conto che una descrizione é limitante perché, appunto, "descrive" un limite e rendere solo imprecisamente la vera "sostanza")
Il simbolo, in quanto tale, é la rappresentazione fisica di un concetto astratto.
Ad esempio i teschi con i femori incrociati vengono spesso utilizzati come simboli di "pericolo di morte".
In questo caso il concetto astratto di "pericolo di morte" é stato reso graficamente attraverso il simbolo di cui ho detto pocanzi.
La stella a cinque punte,ad esempio, é simbolo dell'uomo/microcosmo così come quella a sei punte simboleggia l'universo/macrocosmo.
La meditazione e lo studio dei simboli diventa quindi un modo per decrittare i tanti significati che questi celano...
Riferendomi sempre alla stella a 5 punte, nella tradizione alchemica essa simboleggia i quattro elementi fusi con la quint'essenza spirituale divina che pervade tutta la materia (i quattro elementi rappresentano la forma mentre il quinto è la sostanza che compenetra tale forma e le da vita...)
Tante tradizioni utilizzano questa stella (i pitagorici la scelsero come simbolo della loro confraternita), per le proprietà di geometria sacra che cela nella sua struttura.
I simboli si prestano ad essere quindi delle vere e proprie porte su realtà spirituali...sono la cristallizzazione di un qualcosa di vivo ed indefinito che però può essere intuito e vissuto interiormente, ma non espresso con l'ausilio delle parole...
Mi rendo conto di essere stato criptico ma meglio di così non mi riesce d'esprimermi...
A presto...
Hiram777 is offline  
Vecchio 25-05-2002, 01.19.48   #16
Luca
Ospite abituale
 
L'avatar di Luca
 
Data registrazione: 24-05-2002
Messaggi: 71
Il termine "materialismo" e' spesso inteso come termine negativo, una persona dedita troppo alla materia e ai piaceri che ne derivano. Ma e' meglio essere felici di quello che si possiede o essere gelosi di quello che possiedono gli altri?
"Esoterismo" invece dovrebbe indicare pratiche o verita' segrete che vengono rivelate solo a pochi eletti o iniziati all'interno di una setta o di una religione.
Luca is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it