Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 10-02-2004, 10.10.33   #11
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: Ma queste stigmate,è segno di isterismo?

Citazione:
Messaggio originale inviato da wilhelmina frederika
Padre Pio ora San Pio,le sue stigmate con la morte scomparvere.Allora le produceva lui stesso,era segno di isterismo... oh no? willy

Premetto che della vita di padre Pio non so nulla, che non sono cattolica e che mi interessa poco la vita dei santi.
Il mio intervento in questo caso è di tipo puramente scientifico.

Ammettiamo per un istante che si provocasse da solo le ferite o che si trattasse di una somatizzazione di tipo isterico ... e ammettiamo che le ferite, con la morte, siano sparite ... mi spieghi quale misterioso porcesso processo di cicatrizzazione può essere messo in atto da un corpo privo di vita?

Fragola is offline  
Vecchio 10-02-2004, 11.28.27   #12
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Oserei dire che aveva più vita quel corpo dopo la cosidetta morte di tanti che credono di essere vivi, e giusto per dovere di cronaca aggiungo che senz'altro non se le è prodotte con chiodi, punteruoli o similari, perchè è stato più volte controllato da commissioni scientifiche, che hanno sigillato le bende per impedire manomissioni, comunque ognuno è liberi di "credere" quello che vuole.
Ciao
Uno is offline  
Vecchio 10-02-2004, 11.36.11   #13
Naima
Ospite abituale
 
L'avatar di Naima
 
Data registrazione: 06-10-2003
Messaggi: 672
Se proprio non fosse opera del Divino, mi verrebbe da pensare che, come le malattie, anche le stigmate potrebbero essere psicosomatiche. Quindi Padre Pio non si è piantato chiodi nelle mani, ma la sua mente ha provocato la reazione del suo corpo....
Tutti i santi uomini e le sante donne devono aver vissuto una vita di privazioni, negazioni, repressioni, anche se fatte "volentieri" per portare la parola di Dio, ma si tratta pur sempre di vite grame. La soddisfazione di fare del bene e di essere in grazia di Dio può ripagare, ma chissà quanti conflitti interiori. Ecco che mi viene da pensare ad una somatizzazione... ma ... non saprei essere specifica, è troppo complicato!
Naima is offline  
Vecchio 10-02-2004, 12.20.31   #14
wilhelmina frederika
iscrizione annullata
 
L'avatar di wilhelmina frederika
 
Data registrazione: 02-02-2004
Messaggi: 154
Conclussione...non è segno d'isterismo.
Sarebbe una forma di autosuggestione,perche se erano per cause esterne dal suo corpo,dopo la morta le ferite sarebbere rimasti,invece scomparvere.
Direi di chiudere il discorso,perche in realta non c'è risposta...o si?
wilhelmina frederika is offline  
Vecchio 10-02-2004, 13.17.00   #15
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Tanto per il gusto della discussione:
Non sarebbe rilevante causa interna o esterna ai fini della scomparsa dopo la morte.
Autosuggestione? Se definiamo autosuggestione qualsiasi cosa che decidiamo di fare di nostra volontà, esempio mi sono autosuggestionato di dovere andare a lavorare, mi va bene, anche se sfido la maggior parte delle persone ( non dico tutte, perchè c'è chi lo sa fare ) a farsi 4 buchi sugli arti con il pensiero, oppure come disse una volta un neuropsichiatra ad immaginare di essere un toro e farsi crescere le corna
Ciao

Ultima modifica di Uno : 10-02-2004 alle ore 13.19.53.
Uno is offline  
Vecchio 10-02-2004, 13.27.59   #16
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Forse stiamo campando in aria troppe supposizione e pochi fatti, io stesso.

alcuni danno per certo che al momento della morte non aveva nessun segno delle stigmate, bisognerebbe leggere i resoconti dei medici che lo hanno visitato... interrogarli, vedere se sono persone serie.

poi, io parlavo di ferite provocate, però ora ricordo di aver sentito che quei segni erano causati da una malattia, di cui non ricordo il nome, bisognerebbe interrogare un medico su questo...
capire gli effetti di tale malattia, se può simulare delle stigmate.

Secondo me l'errore più grande quando si grida " è UN MIRACOLO, è un MIRACOLO!!!!!" è l'essere chiusi in modelli mentali, senza pensare ad altre possibilità.

ad esempio il modello mentale: "prima aveva le stigmate, al momento della morte non le ha più, allora non erano normali ferite, quindi è un miracolo".
Questo tipo di ragionamento è chiuso, non si pensa ad altre possibilità e nell'ignoranza il popolino grida al miracolo.
La Chiesa poi, vedendo che il popolino apprezza Padre Pio e crede ai suoi miracoli, cambia opinione su di lui e decide di santificarlo per compiacere alla gente.


Forse questa discussione sarebbe stata più adatta da aprire nel forum di "scienza e misteri" oppure nel forum di psicologia, perchè parte subito ponendo padre Pio come un isterico,
poi entrano in scena tutti i credenti e si sentono offesi a sentirsi dire da me che il popolino è ignorante quando si chiude in circuiti mentali chiusi....
che posso dirvi? non voglio offendervi singolarmente, ritengo che quando non si pensa ad altre alternative possibili, si sbaglia, a partire da me stesso che ero partito dicendo che le stigmate erano sicuramente provocate da ferite volontarie.
Dunadan is offline  
Vecchio 10-02-2004, 13.32.27   #17
basil
Ospite abituale
 
L'avatar di basil
 
Data registrazione: 16-08-2003
Messaggi: 242
Non discuto della levatura spirituale di Padre Pio (non amo questo genere di valutazioni); riguardo le stimmate in generale, viene da pensare che entri in gioco una certa componente psicosomatica: l'empatia con il Cristo è tale da produrre (o contribuire a produrre) certi effetti...
Quello che in effetti contribuisce a far pensare che vi sia una componente soggettiva molto forte è un piccolo particolare: si dà ormai per certo che Cristo sia stato inchiodato alla croce all'altezza dei polsi, mentre tutti gli stigmatizzati (se non erro) presentano ferite all'altezza dei palmi delle mani, caratteristica comune all'iconografia tradizionale del Crocifisso sulla quale tali persone devono essersi a lungo 'focalizzati' (con la preghiera, ecc.). Se fosse un fenomeno totalmente 'oggettivo', fedele all'originale, non avrebbe dovuto riprodursi aderente all'evento reale?
A ogni modo, per i credenti immagino siano altre le virtù che fanno di un uomo un santo.

bye
basil is offline  
Vecchio 10-02-2004, 14.09.42   #18
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Secondo me l'errore più grande quando si grida " è UN MIRACOLO, è un MIRACOLO!!!!!" è l'essere chiusi in modelli mentali, senza pensare ad altre possibilità.

ad esempio il modello mentale: "prima aveva le stigmate, al momento della morte non le ha più, allora non erano normali ferite, quindi è un miracolo".
Questo tipo di ragionamento è chiuso, non si pensa ad altre possibilità

Dunadan, non so, qualcuno ha fatto questo ragionamento? Non io.
Bisognerebbe, appunto, saperne qualcosa. Mentre non ne so nulla. Semplicemente non mi torna scientificamente il ragionamento contrario: "prima della morte aveva le ferite, dopo no le aveva più e quindi era isterico" Perchè una lesione di origine psicosomatica non scompare a causa della morte.

Del resto, se si consederano le stigmate come un segno di grande fede ... l'autoinduzione psichica (e quindi non volontaria) che cosa altro sarebbe se non fede? Quindi da un punto di vista di una religione per cui la fede è il valore più alto... indubbiamente è un santo.
Dal mio ... beh, io non sono cristiana. Stimo moltissimo alcuni santi cristiani ma di padre Pio non so nulla e quindi non mi va di entrare nel merito. E comunque, come dice Basil, discutere la levatura spirituale di una persona non ha molto senso.

Basil: normalmente gli antichi romani non inchiodavano alla croce i condannati a morte. Li legavano.
Ho letto uno dei tanti tentativi di ricostruzione storica in cui si ipotizzava che, come gli altri, fosse stato legato per i polsi e che i chiodi sulle mani fossero ... un sovrappiù. E' possibile, perchè i chiodi sui polsi avrebbero potuto troppo facilmente recidere le vene e provocare una morte molto più rapida di quella per soffocamento causata dalla crecefissione. Non erano molto gentili gli antichi romani! Anche la ferita sul costato in realtà pare che servisse a far sopraggiungere la morte più lentamente.

Ma se consideriamo le ferite di Cristo non come un dato storico ma come un simbolo, non ha molta importanza dove sono poste.

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 10-02-2004, 14.29.59   #19
basil
Ospite abituale
 
L'avatar di basil
 
Data registrazione: 16-08-2003
Messaggi: 242
La Sindone (considerata generalmente autentica dai Cattolici) presenta le ferite all'altezza dei polsi... sbaglio?

Ma forse ci stiamo allontanando dal discorso di partenza....

Ultima modifica di basil : 10-02-2004 alle ore 14.34.32.
basil is offline  
Vecchio 10-02-2004, 14.47.11   #20
viandanteinattuale
Ospite abituale
 
L'avatar di viandanteinattuale
 
Data registrazione: 15-07-2003
Messaggi: 131
autosuggestione???

volevo tutti i capelli come un tempo...mi sono sforzato tanto...ma non ci sono riuscito! perchè???
acc!!
viandanteinattuale is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it