Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 27-09-2002, 20.55.41   #11
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Sul Lazzaro di Gibran

Perché Gibran non aveva pubblicato lui stesso questo scritto? Penso che poteva farlo vista la sua notorietà anche durante la sua vita?
Può darsi perché era solo una riflessione sulla morte e dopo la morte in un certo momento della sua evoluzione. Perché per una persona depressa, per una persona arrabbiata, per una persona che non ha capito il significato della vita e che la vita è un dono, per questo genere di persona ciò che ha scritto Gibran può essere pericoloso.
Ma sarà vero che dopo la morte incontri l’anima gemella? Che vuol dire questa? Se siamo tutti le gocce dello stesso oceano, se siamo tutti parte di Dio, significa che prima o poi diventeremo tutti anime gemelle. Tanto che Gesù a insistito di amarci qua ed ora, di comprenderci fino ad arrivare a sentire ciò che sente il nostro prossimo. Gesù sapeva che è oltre la morte e non si è suicidato. Lui si è sacrificato per dare peso a ciò che diceva. Dalla lettura di questo scritto risulta che Lazzaro non aveva capito nulla. E non è così.
Anche le “Lettere d’amore del profeta” (Coelho) sono state pubblicate adesso. Ma Gibran riteneva queste lettere per la sua Mary degne da essere pubblicate?
edali is offline  
Vecchio 04-11-2002, 13.02.48   #12
carlostogi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 01-09-2002
Messaggi: 63
Perdonami, ma non la trovo un gran ché... Non vibra nulla, in me almeno, nel leggere i dialoghi di quest'opera. Mi sono un interessato, però, su una tua risposta a nonricordochi riguardo la reincarnazione, dove dici che nessuno ne ha memoria delle vite passate, quindi non possono essere raccontate. Già, vero... Ti do pienamente ragione, ma...ma... ma... Sbaglio o stiamo parlando di spiritualità? Quindi, come è possibile ridurre in razionale ciò che si sente? come è possibile narrare sull'intimo? come si può soiegar la luce ad un cieco?... O gli si dà la vista o niente... Con la vista comprenderà da solo...
Ti chiedo nuovamente scusa se la mia risposta ti suona come una voce fuori dal coro, ma proprio...
Permettimi comunque di inviarti un saluto.
carlostogi
carlostogi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it