Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 31-07-2006, 18.37.40   #1
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Inventare E Scoprire.

Hare krishna,
un errore comune in tutti i forum di spiritualità che io frequento,è il confondere la parola Invenzione con la parola Scoperta.
Ad esempio,Cristoforo Colombo non si è Inventato l'America, ma l'ha scoperta.
Newton non si è inventato la legge di gravità ,ma ne ha scoperto le leggi.
Nel campo della scienza dunque non esiste confusione fra le due parole ma nel campo della spiritualità la confusione è totale.
Quando si va alla scoperta di qualcosa non si può sapere già prima cosa si troverà ,altrimenti non sarebbe una scoperta.
Lao Tzu non si è inventato il Tao,ma ha scoperto che la vita è Una e l'ha chiamata Tao.
Buddha non si è inventato la legge che governa l'Universo e l'uomo ,ma l'ha scoperta e l'ha chiamata Dhamma.
Gli dei delle religioni occidentali invece non sono stati scoperti ,ma inventati dall'uomo.E,dal momento che non erano convincenti,sono stati imposti con la forza.
Inoltre un Dio inventato non può mai rappresentare il Monoteismo, ma il politeismo o,al massimo la Monolatria.
Il Dio "scoperto" è invece sempre Uno e rappresenta il Monoteismo assoluto.
Ad esempio il Dio di Maometto è Uno sia per i Musulmani,sia per i Cristiani,sia per gli Indù ecc. ma il Dio dei Musulmani non corrisponde al Dio dei Cristiani,il quale non corrisponde al Dio degli Indù ecc.ecc.
Ciò significa che il Dio dei fondatori delle religioni è Uno,mentre quello dei seguaci è diverso a seconda della religione e della nazionalità.
Possiamo concludere dicendo che la religione cattolica è una religione politeista? Certamente,perchè Gesù non è certamente figlio di Allah e neppure di Brahman, ma di uno specifico Dio di una specifica nazionalità.

Precisazione:quando Maometto parla dei Kafirun (i miscredenti) si riferisce a coloro che non credono in Dio,non a coloro che non credono in Allah.
Nel Corano Maometto chiama"buoni muslim"(buoni credenti) i Cristiani dell'Egitto in quanto credono in Cristo (e non in Maometto.)
Oppure:
Maometto chiama Gesù,Inviato di Allah,perchè esiste un solo Dio,che in lingua araba è chiamato Allah e pertanto Gesù è l'Inviato di Allah.
Sempre nel Corano, Maometto spiega che Mosè ricevette le tavole della legge da Allah sul monte Sinai.

Poteva aver successo la religione monoteista di Maometto? Impossibile!
Poteva solo trasformarsi in fondamentalismo islamico ,secondo il quale non è peccato uccidere un cristiano in quanto,essendo egli un kafirun,è praticamente già morto.

Inch'Allah !

kant von Rosenheim.
kantaishi is offline  
Vecchio 31-07-2006, 22.44.09   #2
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Inventare E Scoprire.

Condivido pienamente.

E se l'umanità oggi non ritrova il Dio universale, nella consapevolezza che ciascuno può chiamarlo come vuole, l'Apocalisse non farà sconti a nessuno.

I tempi sono maturi per una religione universale, ovvero ciascuno prende liberamente la propria strada senza la pretesa di trascinarsi dietro tutti gli altri.

Noi creiamo continuamente il nostro mondo, le nostre esperienze. Ma siamo rimasti intrappolati nelle nostre stesse ragnatele. Ci stiamo divertendo da pazzi. Siamo come bambini entrati in un negozio di cristalli e pensiamo che rompere tutto sia il più grande dei divertimenti. Padroni del mondo intero. E troppi credono persino di aver sottomesso Dio. Credono di poterLo usare impunemente per gonfiare il loro Ego.

Le religioni sono diventate catene che intrappolano i ricercatori del vero.

ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 09-08-2006, 09.22.11   #3
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Smile Riferimento: Inventare E Scoprire.

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Condivido pienamente.

E se l'umanità oggi non ritrova il Dio universale, nella consapevolezza che ciascuno può chiamarlo come vuole, l'Apocalisse non farà sconti a nessuno.

I tempi sono maturi per una religione universale, ovvero ciascuno prende liberamente la propria strada senza la pretesa di trascinarsi dietro tutti gli altri.

Noi creiamo continuamente il nostro mondo, le nostre esperienze. Ma siamo rimasti intrappolati nelle nostre stesse ragnatele. Ci stiamo divertendo da pazzi. Siamo come bambini entrati in un negozio di cristalli e pensiamo che rompere tutto sia il più grande dei divertimenti. Padroni del mondo intero. E troppi credono persino di aver sottomesso Dio. Credono di poterLo usare impunemente per gonfiare il loro Ego.

Le religioni sono diventate catene che intrappolano i ricercatori del vero.

ciao
mary


Apocalisse vuol dire rivelazione e quindi rivelazione della verità
e se la verità è l'interconnessione di tutti gli esseri viventi in una unica
via e vita tutti lo sapranno.......quanto agli sconti.... è sempre una visione
punitiva che non mi sento di condividere
paperapersa is offline  
Vecchio 09-08-2006, 13.44.12   #4
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Riferimento: Inventare E Scoprire.

Citazione:
Originalmente inviato da kantaishi
Hare krishna,
un errore comune in tutti i forum di spiritualità che io frequento,è il confondere la parola Invenzione con la parola Scoperta.
Ad esempio,Cristoforo Colombo non si è Inventato l'America, ma l'ha scoperta.
Newton non si è inventato la legge di gravità ,ma ne ha scoperto le leggi.
Nel campo della scienza dunque non esiste confusione fra le due parole ma nel campo della spiritualità la confusione è totale.
Quando si va alla scoperta di qualcosa non si può sapere già prima cosa si troverà ,altrimenti non sarebbe una scoperta.
Lao Tzu non si è inventato il Tao,ma ha scoperto che la vita è Una e l'ha chiamata Tao.
Buddha non si è inventato la legge che governa l'Universo e l'uomo ,ma l'ha scoperta e l'ha chiamata Dhamma.
Gli dei delle religioni occidentali invece non sono stati scoperti ,ma inventati dall'uomo.E,dal momento che non erano convincenti,sono stati imposti con la forza.
Inoltre un Dio inventato non può mai rappresentare il Monoteismo, ma il politeismo o,al massimo la Monolatria.
Il Dio "scoperto" è invece sempre Uno e rappresenta il Monoteismo assoluto.
Ad esempio il Dio di Maometto è Uno sia per i Musulmani,sia per i Cristiani,sia per gli Indù ecc. ma il Dio dei Musulmani non corrisponde al Dio dei Cristiani,il quale non corrisponde al Dio degli Indù ecc.ecc.
Ciò significa che il Dio dei fondatori delle religioni è Uno,mentre quello dei seguaci è diverso a seconda della religione e della nazionalità.
Possiamo concludere dicendo che la religione cattolica è una religione politeista? Certamente,perchè Gesù non è certamente figlio di Allah e neppure di Brahman, ma di uno specifico Dio di una specifica nazionalità.

Precisazione:quando Maometto parla dei Kafirun (i miscredenti) si riferisce a coloro che non credono in Dio,non a coloro che non credono in Allah.
Nel Corano Maometto chiama"buoni muslim"(buoni credenti) i Cristiani dell'Egitto in quanto credono in Cristo (e non in Maometto.)
Oppure:
Maometto chiama Gesù,Inviato di Allah,perchè esiste un solo Dio,che in lingua araba è chiamato Allah e pertanto Gesù è l'Inviato di Allah.
Sempre nel Corano, Maometto spiega che Mosè ricevette le tavole della legge da Allah sul monte Sinai.

Poteva aver successo la religione monoteista di Maometto? Impossibile!
Poteva solo trasformarsi in fondamentalismo islamico ,secondo il quale non è peccato uccidere un cristiano in quanto,essendo egli un kafirun,è praticamente già morto.

Inch'Allah !

kant von Rosenheim.

Io ho scoperto la pace interiore e va al di la di Allah, Buddah e il Dio occidentale...
Le religioni stanno prendendo sempre più una piega soggettiva e ciò non fa altro che confermare ed evidenziare l'onnipresente individualità umana...
Poi da sempre si sa che la religione e quindi la coltivazione della fede è una cosa estremamente intima, quindi non vedo perchè ognuno non possa vivere una religione propria, interiore, basata su proprie "scoperte"...
Una religione individuale....
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 09-08-2006, 18.20.27   #5
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Inventare E Scoprire.

Citazione:
Originalmente inviato da MocassinoH2O
Io ho scoperto la pace interiore e va al di la di Allah, Buddah e il Dio occidentale...
Le religioni stanno prendendo sempre più una piega soggettiva e ciò non fa altro che confermare ed evidenziare l'onnipresente individualità umana...
Poi da sempre si sa che la religione e quindi la coltivazione della fede è una cosa estremamente intima, quindi non vedo perchè ognuno non possa vivere una religione propria, interiore, basata su proprie "scoperte"...
Una religione individuale....

perchè come dice papa Ratzinger questo è "relativismo" e alla Chiesa ufficiale il relativismo dà fastidio
paperapersa is offline  
Vecchio 09-08-2006, 19.54.13   #6
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: Inventare E Scoprire.

Nessuno a risposto in difesa della propria religione.

Il discorso di kantaishi ha spiazato chiunque con la sua logica semplice e intuitiva

Prima o poi la ragione viene meno, quando poi occorre rispondere all'impossibile, la ragione ha solo due strade: il silenzio o la follia.
alessiob is offline  
Vecchio 09-08-2006, 20.45.33   #7
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Inventare E Scoprire.

Citazione:
Originalmente inviato da MocassinoH2O
Io ho scoperto la pace interiore e va al di la di Allah, Buddah e il Dio occidentale...
Le religioni stanno prendendo sempre più una piega soggettiva e ciò non fa altro che confermare ed evidenziare l'onnipresente individualità umana...
Poi da sempre si sa che la religione e quindi la coltivazione della fede è una cosa estremamente intima, quindi non vedo perchè ognuno non possa vivere una religione propria, interiore, basata su proprie "scoperte"...
Una religione individuale....

Ci potresti parlare in maniera un pò più approfondita di questa tua intima religione?
maxim is offline  
Vecchio 09-08-2006, 21.13.15   #8
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: Inventare E Scoprire.

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
Nessuno a risposto in difesa della propria religione.

Il discorso di kantaishi ha spiazato chiunque con la sua logica semplice e intuitiva

Prima o poi la ragione viene meno, quando poi occorre rispondere all'impossibile, la ragione ha solo due strade: il silenzio o la follia.

Alessio non fare i trucchi da prestigiatore alla Casanova, se vedi bene quelli che si professano appartenere (o professare) a religioni sono in ferie, comunque per accontentarti rispondo io a Kanta anche se non avevo molta voglia di farlo, premettendo che non professo nessuna religione ma riconosco i valori di tutte, e alla fin fine le professo tutte .
E' corretto il ragionamento di Kant non è un invenzione Dio, c'era già... il fatto è che l'invenzione è della religione, Cristoforo colombo non ha inventato l'America che già esisteva, non ha inventato neanche la strada per andare a trovarla, però l'ha fatta e tornando ha raccontato.
Oggi migliaia (o centinaia.. non vorrei che qualcuno si attaccasse a questa parola) di navi fanno quella strada durante l'anno questa è l'invenzione di Cristoforo Colombo neanche il fatto di andare in America, per quello che ne so altri potrebbero esserci andati prima
Devo fare il parallelo con tutto il resto? No... sei abbastanza intelligente

Qualcuno dirà:" Ma Gesù, Buddha etc non volevano fosse inventata una religione"
Può essere, ma comunque io ringrazio quelli che le hanno portate avanti altrimenti Alessio non saprebbe che fare dato che non potrebbe convincermi su quanto pericolosa è una cosa che non esiste, io non saprei molte delle cose che so e dovrei iniziare come se fossi il primo uomo della terra.

Uno is offline  
Vecchio 09-08-2006, 22.10.45   #9
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Inventare E Scoprire.

Citazione:
Originalmente inviato da MocassinoH2O
Io ho scoperto la pace interiore e va al di la di Allah, Buddah e il Dio occidentale...
Le religioni stanno prendendo sempre più una piega soggettiva e ciò non fa altro che confermare ed evidenziare l'onnipresente individualità umana...
Poi da sempre si sa che la religione e quindi la coltivazione della fede è una cosa estremamente intima, quindi non vedo perchè ognuno non possa vivere una religione propria, interiore, basata su proprie "scoperte"...
Una religione individuale....
Di fatto il rapporto con lo spirito è un rapporto con noi stessi individuale. Se stiamo praticando qualsiasi forma di religione dall’ascoltare una messa al fare delle asana yoga, nessuno di noi conosce cosa stia provando un altro, sebbene sembri impegnato nella stessa pratica, sebbene, confrontandosi dopo si può condividere un’esperienza chiedendo, ad esempio, se anche l’altro, praticando, prova un senso di pace? Ma il sentire intimo dell’altro rimane qualche cosa che non conosciamo ne potremo mai conoscere.
I maestri le religioni servono ad indirizzare ma il cammino spirituale è estremamente solitario. Il rapporto con Dio, se c’è un Dio, (questo non lo so e non mi interessa), è diverso per ciascuno di noi perché ciascuno di noi è diverso.
Sarebbe drammatico se la pace dipendesse da Budda o da Cristo o da Allah o dal maestro….. La pace deve essere parte della nostra natura, qualsiasi altra pace che possiamo sperimentare ha il valore di un’esperienza.
Un’esperienza è provare pace, provare beatitudine ed estasi, un’esperienza è provare paura durante un temporale o un terremoto che sembra minacciare la nostra stessa esistenza, un’esperienza è assumere dell’acido……. Tutte sono solo esperienze che sono caratterizzate dall'essere transitorie e secondo me, non andrebbero mai confuse con il conoscere spirituale autentico che si qualifica proprio dal fatto di non essere un’esperienza transitoria ma dal portare alla luce ciò che è sempre stato e sempre sarà in noi e con noi, cioè la nostra vera natura, la natura spirituale.

Nessuno ha idea e può conoscere dove sia VanLag, o Uno, o Kantaishi o Mary o Paperapersa o MocassinoH2O in relazione alla consapevolezza, in relazione alla conoscenza. Lo scemo del villaggio, un barbone, un beota che sembra inciampare in ogni passo, possono essere più avanti nella consapevolezza, del più sicuro e scaltro e brillante personaggio, che a discapito della sua lucentezza rimane lontano eoni dall’illuminazione.

VanLag is offline  
Vecchio 09-08-2006, 22.21.52   #10
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: Inventare E Scoprire.

Eppure Van i Grandi, quelli che anche tu riconosci come grandi non sono poi stati tanto in isolamento, non per tutta la vita... anzi solo per periodi ben precisi e determinati.
come fai a Conoscere lo Spirito se non Conosci gli Altri? (quante maiuscole... )




(prima o poi finisci nell'inferno di riflessioni nel girone dei fuoritema )
Uno is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it