Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 11-07-2007, 13.31.41   #1
Caesar
Combattente!
 
L'avatar di Caesar
 
Data registrazione: 12-05-2007
Messaggi: 83
L'italia oggi

21 aprile 753 a.C. nasce Roma destinata a divenire il più importante e potente impero della storia, con 1/4 della popolazione mondiale sotto la sua egemonia.
MedioEvo: dopo l'età dei comuni e le lotte contro Federico Barbarossa l'Italia finirà per essere sempre più divisa e soggiogata dalle altre popolazioni.
Normanni, saraceni, spagnoli, francesi, austriaci e tedeschi, una moltitudine di popoli ci hanno invaso e tenuto la testa sotto i loro piedi...
Oggi dopo l'unità e la triste parentesi del fascismo cosa siamo? chi siamo? Di un presente come quello in cui viviamo, un presente mediocre e forse meno, perchè siamo lo zimbello dell'Europa. da anni ormai, non ci resterebbe che compiangerci oppure rimanere inerti e osservare il degrado e il disfacimento della nostra patria che potrebbe essere tra le migliori; potremmo invece, alzare la testa guardare a un futuro migliore e unirci per migliorarci.

Cosa ne pensate? Cosa fareste? Unitevi a questa tavola rotonda e mettiamoci all'opera CONCRETAMENTE!
Caesar is offline  
Vecchio 11-07-2007, 15.15.13   #2
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: L'italia oggi

Citazione:
Originalmente inviato da Caesar
21 aprile 753 a.C. nasce Roma destinata a divenire il più importante e potente impero della storia, con 1/4 della popolazione mondiale sotto la sua egemonia.
MedioEvo: dopo l'età dei comuni e le lotte contro Federico Barbarossa l'Italia finirà per essere sempre più divisa e soggiogata dalle altre popolazioni.
Normanni, saraceni, spagnoli, francesi, austriaci e tedeschi, una moltitudine di popoli ci hanno invaso e tenuto la testa sotto i loro piedi...
Oggi dopo l'unità e la triste parentesi del fascismo cosa siamo? chi siamo? Di un presente come quello in cui viviamo, un presente mediocre e forse meno, perchè siamo lo zimbello dell'Europa. da anni ormai, non ci resterebbe che compiangerci oppure rimanere inerti e osservare il degrado e il disfacimento della nostra patria che potrebbe essere tra le migliori; potremmo invece, alzare la testa guardare a un futuro migliore e unirci per migliorarci.

Cosa ne pensate? Cosa fareste? Unitevi a questa tavola rotonda e mettiamoci all'opera CONCRETAMENTE!

La nostalgia dell'Impero pesa ancora, magra consolazione è che anche Francia, Germania, Regno Unito non sono più i grandi imperi di una volta e si compatiscono anche loro; l'unica pecca è che il titolo di zimbelli d'Europa non riusciamo proprio a levarcelo, forse non abbiamo più le qualità di una volta, dopotutto nessuno ha terrore di noi, nessuno ci stima come una volta per le arti e la sapienza, invece di esere un crogilo di scienza siamo coloro che preparano i migliori scienziati per usufrutto degli altri paesi.
Bisogna proprio tirarsi indietro le maniche di camicia e iniziare a restaurare questa catapecchia...
trismegistus is offline  
Vecchio 12-07-2007, 08.45.29   #3
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: L'italia oggi

purtroppo e' anche vera una cosa,cioe' che nel mondo attuale le nostre migliori caratteristiche -vedi arte,cultura,storia- vengono sempre piu snobbate da un sistema globale che vuole le persone prima di tutto consumatori e poi produttori,senza appunto ne arte ne parte,tralasciando quelle che sono le tradizioni piu classiche...a scuola,in tutte le scuole del mondo ho l'impressione che siano sempre meno gli approfondimenti umanisti a scapito di quelli tecnici e informatici mi pare..l'italia secondo me potrebbe essere il vero serbatoio per il mondo intero di un modo di vivere cosi ricco di tradizioni autentiche e millenarie che varrebbe la pena non dimenticare mai,per tutti nessuno escluso
acquario69 is offline  
Vecchio 12-07-2007, 12.34.07   #4
glorfindel
Ospite
 
L'avatar di glorfindel
 
Data registrazione: 24-05-2006
Messaggi: 19
Riferimento: L'italia oggi

Quando penso a queste cose mi vien sempre in mente il passo di adelchi in cui si parla dell'avvento dei francesi che vengono a "liberarci" dai longobardi ma che in realtà essi arrivano solo per poterci sfruttare a loro volta.
E davvero strano e preoccuapante constatare come da un impero grande come era il nostro ci siamo ridotti non solo di misura ma sopratutto di fama fino a quella attuale.Molto a causa anche della mentalità delle persone e ahimè temo che lo sarà a causa dei ragazzi.La gente non vede più quel spirito nazionalistico che dovrebbe esserci e non si rende conto che in realtà ci stiamo screditando da soli.

Molto potrebbe essere migliorato e cambiato e prima fra tutte la politica e la gerarchia italiana.Ormai è fatta quasi esclusivamente di nipotismi e molta gente che poco capisce sale al potere mentre quella che merita non trova il modo di mettersi in luce.Quello che incredibilmente manca in questo momento è un leader carismatico che ci faccia sentire nuovamente sicuri e ci inviti ad alzare nuovamente la testa non solo come popolo ma anche come immagine all'estero!
glorfindel is offline  
Vecchio 14-07-2007, 13.09.04   #5
Mati
Ospite
 
Data registrazione: 22-01-2006
Messaggi: 35
Riferimento: L'italia oggi

Io credo ancora che un paese che va avanti è un paese che sa essere giusto. E non che sa essere giusto per tutti ma giusto e basta. Un paese non è composto solo dai suoi rappresentanti ma soprattutto dal popolo, che per vivere bene ha bisogno di considerazione. Io mi impegnerei per combattere le ingiustizie e le vecchie tradizioni. Il problema dell'Italia è che è troppo vecchia.
Mati is offline  
Vecchio 18-07-2007, 11.01.41   #6
sileno
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-07-2007
Messaggi: 128
Riferimento: L'italia oggi

lo zimbello d'Europa no dai......ci sono campi in cui ancora primeggiamo non solo in Europa ma addirittura nel mondo ( moda, motori, vini, cucina, etc. ).....l'eccellenza ancora c'è in Italia, il problema è che abbiamo dei cialtroni parassiti come rappresentanti politici che sviliscono invece di incrementare le spinte al progresso e allo sviluppo.....tuttavia essendo un inguaribile ottimista penso che si ritornerà a splendere.....forse tra molto ma la storia è fatta di ascesa e caduta.....e chi adesso nuota nell'oro domani si troverà con un pugno di mosche......l'impero romano ci insegna questo: non importa quanto grande sei, quanto potente sei economicamente e militarmente......la dialettica della storia procede secondo leggi immutabili.....ogni civiltà è segnata da nascita, fioritura, sviluppo e decadenza......
sileno is offline  
Vecchio 18-07-2007, 19.29.53   #7
Caesar
Combattente!
 
L'avatar di Caesar
 
Data registrazione: 12-05-2007
Messaggi: 83
Riferimento: L'italia oggi

Citazione:
Originalmente inviato da sileno
lo zimbello d'Europa no dai......ci sono campi in cui ancora primeggiamo non solo in Europa ma addirittura nel mondo ( moda, motori, vini, cucina, etc. ).....


wow! a livello internazionale e di orgoglio essere i primi o tra i primi nella moda sinceramente non mi importa; nella cucina... certo si mangiano tanti soldi che dobbiamo inventarci nuovi piatti per non cadere nella routine.

Citazione:
Originalmente inviato da sileno
l'eccellenza ancora c'è in Italia, il problema è che abbiamo dei cialtroni parassiti come rappresentanti politici che sviliscono invece di incrementare le spinte al progresso e allo sviluppo.....tuttavia essendo un inguaribile ottimista penso che si ritornerà a splendere.....forse tra molto ma la storia è fatta di ascesa e caduta.....e chi adesso nuota nell'oro domani si troverà con un pugno di mosche......l'impero romano ci insegna questo: non importa quanto grande sei, quanto potente sei economicamente e militarmente......la dialettica della storia procede secondo leggi immutabili.....ogni civiltà è segnata da nascita, fioritura, sviluppo e decadenza......

ma per caso sei un attendeista? bisogna agire, basta parlarne, ora si discuta e si passi all'azione... siamo derisi dal mondo intero. I francesi non tolsero la monarchia guardando alla ciclicità della storia, ma con la rivoluzione (anche se poi prese vie diverse, è importante ciò che contribuì a fare). se si sta a guardare e non si agisce si finisce nel caos
Caesar is offline  
Vecchio 18-07-2007, 21.03.42   #8
sileno
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-07-2007
Messaggi: 128
Riferimento: L'italia oggi

Citazione:
Originalmente inviato da Caesar
wow! a livello internazionale e di orgoglio essere i primi o tra i primi nella moda sinceramente non mi importa; nella cucina... certo si mangiano tanti soldi che dobbiamo inventarci nuovi piatti per non cadere nella routine.

La moda è una forma d'arte e muove parecchi soldini.....lo stesso dicasi per il resto.....fammi capire tu in che cosa vorresti primeggiare? sul piano militare?


ma per caso sei un attendeista? bisogna agire, basta parlarne, ora si discuta e si passi all'azione... siamo derisi dal mondo intero. I francesi non tolsero la monarchia guardando alla ciclicità della storia, ma con la rivoluzione (anche se poi prese vie diverse, è importante ciò che contribuì a fare). se si sta a guardare e non si agisce si finisce nel caos

non sono un attendeista.....semplicemente mi baso sull'osservazione dei fatti storici da millenni a questa parte......chiaro che poi sono sempre gli uomini che determinano gli eventi......ma la storia secondo me non è un contenitore di eventi.....la storia è la legge che determina le scelte degli individui e indirettamente determina gli eventi.....non pigliarla come una incitazione all'inazione.....è solo una maniera diversa dalla tua di considerare gli eventi....e poi a volte è meglio aspettare che i tempi siano maturi per certi cambiamenti radicali: parli della Rivoluzione Francese.....io credo che se non si fosse arrivati a una condizione come quella che gravava sugli animi dei contadini e borghesi progressisti alle soglie del 1789 la rivoluzione potrebbe anche non aver avuto il successo che indubbiamente ha avuto ( anche se poi l'avvento di Napoleone ha spento ogni entusiasmo )

attenzione poi anche a richiamarsi a vecchie nostalgie di un passato remoto ( impero ) o prossimo ( regime fascista ) perchè molte volte il passato può diventare un luogo idilliaco in cui ci si rifugia per compensare la mancanza di soddisfazione del presente.....in tal modo potrebbe trasformarsi in una tomba.....altro che attendeismo.....
sileno is offline  
Vecchio 19-07-2007, 10.56.51   #9
Caesar
Combattente!
 
L'avatar di Caesar
 
Data registrazione: 12-05-2007
Messaggi: 83
Riferimento: L'italia oggi

Citazione:
Originalmente inviato da sileno
attenzione poi anche a richiamarsi a vecchie nostalgie di un passato remoto ( impero ) o prossimo ( regime fascista ) perchè molte volte il passato può diventare un luogo idilliaco in cui ci si rifugia per compensare la mancanza di soddisfazione del presente.....in tal modo potrebbe trasformarsi in una tomba.....altro che attendeismo.....

infatti, questo modo di apportarsi alla realtà guardandolo come una reliquia era definito da Nietchet come l'atteggiamento dell'antiquario. Tuttavia non la penso così, dico solo che determinati eventi storici devono spingerci a grandi azioni, o più semlicemente a vivere in una società il più giusta possibile... se paragoniamo l'Italia ad altre nazioni (es. Svizzera) si noterà una grande differenza... alcuni dicono che è impossibile arrivare ad essere come loro o altri perchè <<qua è così>>, questo mi manda in bestia!
Aspetti i tempi maturi, ma questi non arriveranno mai se non si sensibilizzano le coscenze e non si da un avvio.
Caesar is offline  
Vecchio 19-07-2007, 11.20.27   #10
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: L'italia oggi

Citazione:
Originalmente inviato da Caesar
infatti, questo modo di apportarsi alla realtà guardandolo come una reliquia era definito da Nietchet come l'atteggiamento dell'antiquario. Tuttavia non la penso così, dico solo che determinati eventi storici devono spingerci a grandi azioni, o più semlicemente a vivere in una società il più giusta possibile... se paragoniamo l'Italia ad altre nazioni (es. Svizzera) si noterà una grande differenza... alcuni dicono che è impossibile arrivare ad essere come loro o altri perchè <<qua è così>>, questo mi manda in bestia!
Aspetti i tempi maturi, ma questi non arriveranno mai se non si sensibilizzano le coscenze e non si da un avvio.

Non è impossibile, come dici te manca una sensibilizzazione delle coscienze, ma purtroppo quando uno prende l'iniziativa è deriso o non è preso in considerazione e quindi c'è da pensare che in Italia ci sia un senso di conservatorismo misto ad una voglia di cambiare, ingabbiata nel non cambiare.
Cosa vogliamo allora?
trismegistus is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it