Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 06-03-2005, 20.13.14   #1
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
filoeuropei o antiamericani?

Secondo voi perché molti si professano filoeuropei? Solamente perché convinti che l'Europa Unita sia veramente da farsi, oppure perché va bene qualsiasi organizzazione, purché antiamericana?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 06-03-2005, 22.03.13   #2
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Ma filoeuropeo è sinonimo di antiamericano?
Knacker is offline  
Vecchio 07-03-2005, 07.00.25   #3
Tommaso
Ospite
 
Data registrazione: 20-02-2005
Messaggi: 0
Per l'appunto. Se il collante dell'Europa Unita fosse il suo senso di antiteticità nei confronti degli U.S.A. credo che si sarebbe di fronte all'ennesimo gigante coi piedi d'argilla. L'unione, sia essa associativa, politica, familiare, amicale ecc. non può essere costituita in nome di una negazione ("noi non siamo questo") ma, casomai, su una positività: "noi siamo questo".
Tommaso is offline  
Vecchio 08-03-2005, 11.21.48   #4
Giuliano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-12-2003
Messaggi: 270
In Europa poi c'e' piu' democrazia che altrove , fondamentalmente,da noi non c'e' la pena di morte , non si condannano minorati e minorenni come fossero adulti responsabili delle loro azioni (vedi anche Giappone e un sacco di altri paesi ,sviluppati e no , mica solo gli States),noi abbiamo sottoscritto la validita' del Tribunale dell'AIA sui crimini di guerra,cerchiamo piu' degli altri di tenere in considerazione i protocolli di Kioto,non abbiamo prigioni private

e' che abbiamo dovuto riflettere piu' di tutti su noi stessi , dopo l'immane tragedia della seconda guerra mondiale,i drammi e le stragi portate dalle grandi ideologie portatrici di visioni assolute

abbiamo dovuto riflettere sugli effetti del colonialismo , anzi dei diversi tipi di colonialismo, perche' l'abbiamo inventato noi, noi per primi ci siamo macchiati del sangue dei colonizzati

noi abbiamo avuto le piu' devastanti guerre di religione

io parlo dei paesi "tipicamente" europei (noi italiani secondo me siamo "borderline,la Turchia ne e' al di fuori)
dove il cittadino medio e' il cittadino medio piu' informato del mondo,ha piu' sviluppato il proprio senso critico

dice bene Tommaso , dobbiamo definirci per quello che siamo , non per quello che non siamo
anche perche' ce lo possiamo permettere

Saluti
Giuliano is offline  
Vecchio 13-03-2005, 20.04.15   #5
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Citazione:
Messaggio originale inviato da Tommaso
Per l'appunto. Se il collante dell'Europa Unita fosse il suo senso di antiteticità nei confronti degli U.S.A. credo che si sarebbe di fronte all'ennesimo gigante coi piedi d'argilla. L'unione, sia essa associativa, politica, familiare, amicale ecc. non può essere costituita in nome di una negazione ("noi non siamo questo") ma, casomai, su una positività: "noi siamo questo".


Condivido quanto affermi, ma, purtroppo non posso dimenticare che non sono poche le persone che scelgono di essere contro qualcuno o qualcosa, piuttosto che a favore. A me da tanto l'impressione che molti filoeuropei siano in realtà antiamericani, per cui va bene tutto ciò che serve a combattere l'America.
Mr. Bean is offline  
Vecchio 13-03-2005, 20.28.19   #6
Tommaso
Ospite
 
Data registrazione: 20-02-2005
Messaggi: 0
A questi punto (del quale, ahimé, non posso fare a meno di riconoscere una buona fetta di verità) non abbiamo che agire in coscienza: se prevarrà l'Europa degli europei saremo di fronte alla realizzazione del sogno che è stato della cristianità medievale come di Napoleone di un Vecchio Continente unito sotto un'unica bandiera. Da notare: c'erano riusciti solo i romani (e a forza di sberle); noi potremmo riuscirci pacificamente.
Altrimenti, se prevarrà l'Europa dei non-americani, proprio questi si vedranno realizzata la dicitura, di alcuni scrittori satirici americani, secondo cui essa è "un nano economico e un verme militare". Staremo a vedere.
Tommaso is offline  
Vecchio 08-04-2005, 10.32.24   #7
vongudden
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-03-2005
Messaggi: 41
Chi si professa antiamericano, lo fa sull'onda di un rsentimento, basato sull'inevitabile esposizione politica e militare dello stato egemone, che certo agisce spesso come un padrone un po' brutale e talvolta spaventa con le sue ondate di oltranzismo religioso, per il suo ritorno ciclico e storico di grandi stagioni spirituali puritane che si riflettono anche nella politica estera: gli europei che hanno pagato sulla loro pelle nei secoli le guerre di religioni che li hanno fatti scannare per idee di fede sanno bene quanto questa materia sia delicata, specie nei rapporti con l'oriente arabe.
L'europa ha fatto troppe crociate per non sapere quali sono gli effetti di una politica estera aggressiva nell'area: l'europa ha paura dellos contro di civiltà più degli americani perchè l'ha già sperimentato, magari anche per propria colpa, anche religiosa, con apparati come quelli eccclesiastici che le bandirono. L?europa non ha voglia di replicare l'esperienza di urbano II, credo.
vongudden is offline  
Vecchio 12-04-2005, 18.46.47   #8
pikappa
Ospite
 
L'avatar di pikappa
 
Data registrazione: 09-04-2005
Messaggi: 6
Ragazzi non dimentichiamo però di chi è figlia l'attuale UNIONE EUROPEA:
fu COMUNITA' EUROPEA DEL CARBONE E DELL'ACCIAIO e successivamente COMUNITA' ECONOMICA EUROPEA.
E' nata insomma per unirci tutti sotto la stessa banconota...
Se però questa mega fusione finanziaria tra Stati creerà, come pare stia facendo, un senso di appartenenza tra i cittadini che quindi potrà portare a una reale unione politica, a formare un'unica NAZIONE, ben venga. Sarebbe bellissimo.
Ma l'idea originale era un'altra, diversa da quella di Napoleone...
Per il resto condivido tutto.
Anche secondo me l'europeo medio ha uno spirito più critico rispetto allo statunitense medio.
Mi spiace, ma mi pare che vedano solo stelle e strisce...

PiKappa
pikappa is offline  
Vecchio 12-04-2005, 23.03.21   #9
vongudden
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-03-2005
Messaggi: 41
Citazione:
Messaggio originale inviato da vongudden
Chi si professa antiamericano, lo fa sull'onda di un rsentimento, basato sull'inevitabile esposizione politica e militare dello stato egemone, che certo agisce spesso come un padrone un po' brutale e talvolta spaventa con le sue ondate di oltranzismo religioso, per il suo ritorno ciclico e storico di grandi stagioni spirituali puritane che si riflettono anche nella politica estera: gli europei che hanno pagato sulla loro pelle nei secoli le guerre di religioni che li hanno fatti scannare per idee di fede sanno bene quanto questa materia sia delicata, specie nei rapporti con l'oriente arabe.
L'europa ha fatto troppe crociate per non sapere quali sono gli effetti di una politica estera aggressiva nell'area: l'europa ha paura dellos contro di civiltà più degli americani perchè l'ha già sperimentato, magari anche per propria colpa, anche religiosa, con apparati come quelli eccclesiastici che le bandirono. L?europa non ha voglia di replicare l'esperienza di urbano II, credo.


Certo gli Stati Uniti sono assai diversi dall'Europa, e tratto fondamentale della personalità collettiva americana è forse proprio la propensione a rappresentare il mondo con eccessiva semplicità e passionalità;per gli europei la realtà è più complicata, sempre, di come appaia.
Non dimenticate però che agli americani i massacri religiosi, l'espansionismo militare e economico, la politica della guerra preventiva, l'areroganza da superpotenza l'abbiamo insegnata noi, che l'abbiamo inventata. Loro hanno inventato Topolino e l'atomica, noi gli strumenti per usarli. Le crociate, Urbano Secono, Enrico Dandolo e Goffredo di Buglione sono parenti nostri, non loro!
vongudden is offline  
Vecchio 12-04-2005, 23.39.33   #10
pikappa
Ospite
 
L'avatar di pikappa
 
Data registrazione: 09-04-2005
Messaggi: 6
Forse perchè quelli che noi oggi chiamiamo americano sono i figli degli europei che occuparono con la forza una terra già abitata.
Toppo pochi sono coloro che riflettono sul termine senza significato "indiano d'america"...

PiKappa
pikappa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it