Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 09-04-2002, 11.38.27   #1
Franco1
 
Messaggi: n/a
Perché lo hanno fatto...

Sono pasati già molti mesi da quel tragico 11 settembre.

Ma una domanda continua a girarmi per la testa, una domanda che i Mass media non si sono posti.
Perché lo hanno fatto, si insomma perché questa gente ha voluto uccidersi in quel modo, uccidendo migliaia di suoi simili.
Perchè lo hanno fatto, non era un, erano in tanti.
Come può un uomo decidere di fare una cosa del genere ?
aspetto risposte.

Saluti

Franco1
 
Vecchio 09-04-2002, 13.32.34   #2
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Evidentemente si può.
A noi appare fuori del mondo e da ogni logica, ma ci troviamo in condizioni ben diverse da quelle che hanno spinto quegli uomini a farlo.
Le ragioni sono la miseria, l'odio, la debolezza l'impotenza il sogno di qualcosa di migliore....
E se sono queste le ragioni, allora avremo a che fare con questo stampo di pazzi ancora a lungo.

Comunque non mi sembra che questa domanda sia stata ignorata come dici.
784 is offline  
Vecchio 09-04-2002, 16.45.30   #3
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Una chiave di lettura.

Io credo che i tempi passino più in fretta di quanto noi ci rendiamo conto ed ognuno di noi dovrebbe, proprio per questo, farsi interprete dei tempi.

La globalizzazione non è solo la Mc Dondals che vorrebbe vendere gli amburgher nel sud dell’India, o la Coca Cola che vorrebbe crearsi mercati nell’Africa Nera. La globalizzazione sono anche le televisioni ed internet che ci portano in casa mondi lontani. La globalizzazione sono le nostre città piene di visi dai tratti somatici sconosciuti. Sono i cargo della disperazione che attraccano a Bari o a Catania. La globalizzazione in ultima analisi è il mondo che senza quasi che ce ne rendessimo conto è già diventato un piccolo villaggio dove, ciò che succede in un area si ripercuote su un’altra area senza soluzione di continuità.

Sull’onda delle esigenze petrolifere l’America ha intessuto rapporti profondi ed intensi con i popoli arabi. Quei popoli poveri sono venuti in contatto con una società ricca ed opulenta e da quel contatto sono nate delle aspettative.
Nell’incontro tra due culture così profondamente diverse, il povero ha pensato che il ricco in virtù dello scambio, avrebbe condiviso con lui un po’ del suo benessere. Mano a mano che quella gente si rendeva conto di essere tagliata fuori dai benefici della ricchezza ha iniziato a nascere in seno ai più poveri e disperati il senso di rivalsa.
Già ai tempi dell’assassinio di Sadat nel 1981 le televisioni ci mostrarono i primi roghi della bandiera a stelle e strisce da parte di gruppi estremisti egiziani. Un segno evidente di un malessere in embrione che forse andava capito ed indagato già dal suo nascere. Le due torri, a mio avviso, non sono che la logica, (ancorché tragica), conseguenza di una politica sbagliata da tutte le parti, (americana ed “araba”), che invece di promuovere in modo equo sviluppo e benessere tende comunque e sempre a creare nicchie privilegiate di ricchezza.

Questa è solo una chiave di lettura degli eventi che cerca di spiegare il tuo “perché” ma, in ultima analisi, la domanda che tu poni è quella che dovevamo porci tutti dopo quei tragici eventi. Gli americani per primi si sono gettati sul “chi è stato” e nessuno, se non qualche singolo, si è chiesto il perché si era arrivati a tanto.
VanLag is offline  
Vecchio 28-01-2006, 15.39.19   #4
Guccia
ad maiora
 
L'avatar di Guccia
 
Data registrazione: 02-01-2005
Messaggi: 275
Guccia is offline  
Vecchio 01-02-2006, 01.37.39   #5
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
L’ undici settembre è stato un spettacolo mediatico, oltre che un atto terroristico - di proporzioni inaudite. Tu Franco, chiedi perchè lo hanno fatto – e io ti rispondo che loro hanno fatto, hanno agito in modo che conoscono, con sacrificio. Uno che tiene un martello in mano – ha la tendenza di risolvere tutti i suoi problemi con esso…
Se poi aggiungi decine di vergini che li aspettavano in aldilà… non mi meraviglierei che facevano a botte per avere un posto in uno di quei aerei…

“Il sacrificio” è stato alla base della vittoria dei musulmani contro i russi in Afganistan. Loro attribuiscono a se stessi non solo la vittoria e il ritiro dei russi , ma addirittura la caduta del impero comunista. A qualcuno di loro è venuto l’idea che, se sono riusciti con i russi – avrebbero avuto successo di destabilizzare anche gli americani. (ai loro occhi gli europei non hanno futuro senza gli USA ).
Noi abbiamo visto il sacrificio di venti uomini per uccidere tremila americani e siamo rimasti scioccati, ma purtroppo abbiamo perso “lo spettacolo” dei migliaia di bambini iraniani mandati per “bonificare” terreni minati nella guerra Iran- Iraq. Purtroppo, le riprese di quei sacrifici non sono arrivati ai nostro schermi, ci potevano illuminare gia venticinque ani fa e non farci trovare scioccati oggi.
Gli arabi si sentono profondamente frustrati, avendo enormi ricchezze, concentrate in poche mani - non riescono a produrre l’aspirina. Perciò, il sacrificio è la loro rivincita, il loro modo di avvicinarsi alle origini, al dio e terrorizzare i loro nemici.

La globalizzazione che ha menzionato VanLag insidia la loro cultura e le loro tradizioni, si sentono minacciati e il dilagare del fondamentalismo e terrorismo - è la loro reazione.
Loro hanno con gli USA in quanto leader della cultura occidentale, e per molti uomini di sinistra antiamericani in Europa è comodo mettersi nella parte del spettatore pensando che la bufera risparmierà l’Europa.
Questa guerra non viene spiegata con l’ottica della “lotta di classi”, di Marx .
salice is offline  
Vecchio 07-02-2006, 17.46.50   #6
Snoop
Ospite
 
Data registrazione: 06-02-2006
Messaggi: 4
é ovvio il motivo

Semplicemente per invidia.
ciao
Immagini allegate
Tipo file: gif hawaiix.gif (4.0 KB, 119 visite)
Snoop is offline  
Vecchio 07-02-2006, 19.21.11   #7
Guccia
ad maiora
 
L'avatar di Guccia
 
Data registrazione: 02-01-2005
Messaggi: 275
Invidia? Puoi spiegarti meglio?

Guccia is offline  
Vecchio 24-02-2006, 14.13.16   #8
Pando
Ospite
 
L'avatar di Pando
 
Data registrazione: 22-02-2006
Messaggi: 17
Concordo con Van Lag.

Snoop può sembrarti strano ma la società globalizzata non è per forza la cosa migliore. Non è che xkè io vivo qui allora tutti devono voler vivere qui.
credo che il malessere sia molto più profondo.

Ma se ho frainteso il tuo "Semplicemente per invidia" dimmelo pure, sono disposto a fare un passo indietro.
Pando is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it