Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 08-05-2006, 22.18.11   #1
marcoli
Ospite
 
Data registrazione: 11-03-2005
Messaggi: 14
L'assalto al campanile di San Marco

Ciao a tutti, mi chiamo Marco, e vorrei porre l'attenzione su un episodio quasi insignificante della storia recente: l'assalto al campanile di San Marco: quali prospettive avevano quel gruppo di leghisti che si inventarono di sovvertire l'ordine costituito con un azione a dir poco suicida? Quali accordi sotterranei c'erano e a che cosa miravano veramente? Esiste ancora una LINEA DURA della LEGA?
Ciao
marcoli is offline  
Vecchio 21-05-2006, 15.36.23   #2
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
L'assalto al campanile "Paron" di San Marco è stata l'ennesima offesa alla dignità del popolo veneto.
Mentre i Serenissimi (non leghisti per quanto la Lega li abbia poi lodati) appartenevano a un altro gruppo di separazionisti veneti che contestano (a buona ragione) il plebiscito di annessione del Veneto al Regno d'Italia e l'atto di abdicazione del Maggior Consiglio dopo l'occupazione napoleonica, venivano processati e chiusi in carcere, un gruppo di noti mafiosi (condannati) veniva rilasciato.
Le autorità sapevano dell'attacco prima che questo avvenisse e hanno atteso che i serenissimi salissero sul campanile per poter dareuna dimostrazione (esagerata) di forza e dimostrare che il veneto è un sottomesso, polentone, lavoratore che non deve permettersi di alzare la testa. Altro?
SebastianoTV83 is offline  
Vecchio 07-08-2006, 19.53.36   #3
Oasis
Ospite
 
L'avatar di Oasis
 
Data registrazione: 01-08-2006
Messaggi: 7
Riferimento: L'assalto al campanile di San Marco

Che pena sentire parlare ancora di un atto di inutile turbativa che sembrava più una burla goliardica che una cosa seria: un trattore trasformato in "tanketa", una nottata sul campanile a castagne e vino ... ma anche dei mitra sottratti e alcune minacce ... per protestare su fatti uno della fine del 1700, l'altro del 1866 ... ma sarà poi stato così ?
Credo che i Veneti (non conosco "serenissimi"...) debbano andare orgogliosi di ben altro: il loro attaccamento al lavoro in Italia e nel mondo, il loro essersi sparsi per tutta Italia (tutta!) lasciando solo buone opere e comportamenti, il loro contributo alla Resistenza per mantenere unita l'Italia e cacciare i Tedeschi, il loro tributo di sangue nella Prima G.M. per difendere il suolo italiano e ricacciare gli Austro-Ungarici (altrochè protesta sull'annessione del Veneto dall'Austria al Regno d'Italia ... questa è STORIA, caro TV83).
E' vero che abbiamo problemi tra di noi in Italia, ma non si possono andare a ricercare casus-belli nei secoli passati, come pure non credo sia utile creare un mondo virtuale dove si inventi l'esistenza di una qualche "Padania" con, addirittura, relativa "razza" di una qualche origine "celtica" (???).
Pur nel rispetto di tutte le idee, ho sentito l'esigenza di scrivere questa "voce dal sen fuggita" e mi sento anche di scusarmi con TV83 se posso essere stato involontariamente offensivo, ma mi guardo attorno e penso che siamo un grande Paese e che dobbiamo lottare per restare uniti.
Mandi (è friulano, non veneto, ma penso vada ugualmente bene).
Oasis is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it