Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.


Vecchio 10-12-2006, 20.47.35   #11
angelot
Ospite
 
L'avatar di angelot
 
Data registrazione: 10-12-2006
Messaggi: 16
Riferimento: Chi la fa la storia?

Citazione:
Originalmente inviato da odissea
Sono i grandi uomini e le grandi donne, dotati di carisma e degli strumenti necessari?
O è la gente comune, le masse che vivono nel loro quotidiano?

saluti
La storia la fanno tutti gli uomini e le donne, ma poi sui libri di storia tutto il merito va in genere agli statisti e ai condottieri.
angelot is offline  
Vecchio 11-12-2006, 00.49.21   #12
PAOLODIB
Ospite
 
L'avatar di PAOLODIB
 
Data registrazione: 02-12-2006
Messaggi: 6
La Storia Siamo Noi

.......La storia viene portata alla "luce" da pochi individui,
la grande massa silenziosa, "scavalca" i suoi condottieri,
e si erge come testimonianza concreta
della storia dell'umanita'..........
.......LA STORIA SIAMO NOI, NESSUNO SI SENTA ESCLUSO.......
PAOLODIB is offline  
Vecchio 13-12-2006, 11.50.44   #13
Catone
Ospite abituale
 
Data registrazione: 10-01-2006
Messaggi: 193
Riferimento: Chi la fa la storia?

Tento di rilanciare questo topic e di chiarire la mia posizione. Il grande problema della storia sta nell'impossibilità di ricostruire davvero un certo periodo o un certo avvenimento. Tutto si svolge contemporaneamente: chi la studia lo scinde in aspetti e settori. Sarà anche indispensabile ma è comunque arbitrario.
Ancora più importante è capire perchè si studia la storia: i motivi apologetici si spiegano da sè. Quelli scientifici un pò meno: ma davvero sapere cosa faceva Cesare nel 50 a.c. può aiutare a capire il mondo attuale o quello futuro? Davvero la storia è maestra di vita visto che si commettono sempre gli stessi errori? In realtà la storia è pura letteratura, pura accademia che soddisfa un'esigenza dell'animo umano e non una vera utilità. E' l'esigenza di fuggire dalla realtà che spinge uno studioso a chiudersi negli archivi e descrivere un certo periodo. Soprattutto il non aver vissuto un periodo storico dà l'opportunità di costruirlo a proprio piacimento, in modo che appaghi le carenze dello scrittore. Il tutto ammantato da esigenze scientifiche del tutto infondate. Quando poi si passa dalla descrizione all'analisi storica si entra sul terreno della masturbazione mentale. Non per nulla è nel mondo occidentale post-rivoluzione industriale (mondo nostalgico per eccellenza) che si affema e diffonde lo studio scientifico della storia.
Capitemi bene, anche a me piace la storia, ma questo non mi impedisce di vederne tutti i limiti.
Catone is offline  
Vecchio 13-12-2006, 13.28.36   #14
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Chi la fa la storia?

Citazione:
Originalmente inviato da Catone
Tento di rilanciare questo topic e di chiarire la mia posizione. Il grande problema della storia sta nell'impossibilità di ricostruire davvero un certo periodo o un certo avvenimento. Tutto si svolge contemporaneamente: chi la studia lo scinde in aspetti e settori. Sarà anche indispensabile ma è comunque arbitrario.
Ancora più importante è capire perchè si studia la storia: i motivi apologetici si spiegano da sè. Quelli scientifici un pò meno: ma davvero sapere cosa faceva Cesare nel 50 a.c. può aiutare a capire il mondo attuale o quello futuro? Davvero la storia è maestra di vita visto che si commettono sempre gli stessi errori? In realtà la storia è pura letteratura, pura accademia che soddisfa un'esigenza dell'animo umano e non una vera utilità. E' l'esigenza di fuggire dalla realtà che spinge uno studioso a chiudersi negli archivi e descrivere un certo periodo. Soprattutto il non aver vissuto un periodo storico dà l'opportunità di costruirlo a proprio piacimento, in modo che appaghi le carenze dello scrittore. Il tutto ammantato da esigenze scientifiche del tutto infondate. Quando poi si passa dalla descrizione all'analisi storica si entra sul terreno della masturbazione mentale. Non per nulla è nel mondo occidentale post-rivoluzione industriale (mondo nostalgico per eccellenza) che si affema e diffonde lo studio scientifico della storia.
Capitemi bene, anche a me piace la storia, ma questo non mi impedisce di vederne tutti i limiti.

se mi permetti ti faccio una domanda che forse potra sembrarti molto banale...secondo te la storia non e' legata comunque al nostro passato collettivo e poi individuale per ognuno di noi?...non trovi che sia fondamentale confrontarsi con quello che siamo stati per capire meglio il presente al di la delle manipolazioni sicuramente esistenti adoperate da scrittori compiacenti?
acquario69 is offline  
Vecchio 13-12-2006, 14.46.14   #15
aurora
.
 
L'avatar di aurora
 
Data registrazione: 03-07-2006
Messaggi: 250
Angry Riferimento: Chi la fa la storia?

"la storia puo' avere parto difficle ma non abortisce mai", lessi questo aforisma e lo trovai giusto.
la storia la fanno i capi o se i capi vengono abbattuti solo per qualche secondo la massa.
alcune persone , con il loro grandissimo carisma , hanno cambiato la storia o la fame puo' cambiare la storia.
noi possiamo impegnarci, avere le nostre opinioni, ma solo se arriviamo in alto possiamo cambiare l'ordine degli eventi.
cosi' la penso.
aurora is offline  
Vecchio 13-12-2006, 15.55.59   #16
Catone
Ospite abituale
 
Data registrazione: 10-01-2006
Messaggi: 193
Riferimento: Chi la fa la storia?

Non ho mai parlato di manipolazioni. Io descrivo uno studioso che, in piena buona fede, scrive la "sua" storia. Mi viene in mente Sant'Agostino e il "presente della memoria": in questo caso il discorso è solo un pò più ampio: ciascuno storico dà la sua storia, diversa da quella di un altro: nessuno dei due manipola. Il risultato è che ciascuna è falsa a suo modo e che in realtà il passato sfugge ad una reale possibilità di conoscenza.
Catone is offline  
Vecchio 13-12-2006, 19.26.07   #17
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Riferimento: Chi la fa la storia?

Citazione:
Originalmente inviato da Catone
Non ho mai parlato di manipolazioni. Io descrivo uno studioso che, in piena buona fede, scrive la "sua" storia. Mi viene in mente Sant'Agostino e il "presente della memoria": in questo caso il discorso è solo un pò più ampio: ciascuno storico dà la sua storia, diversa da quella di un altro: nessuno dei due manipola. Il risultato è che ciascuna è falsa a suo modo e che in realtà il passato sfugge ad una reale possibilità di conoscenza.

Ciao Catone, intelligente e informato come sempre.
Vorrei fare un'osservazione, abbi pazienza
Direi che nemmeno il presente è passibile di una vera conoscenza, in quanto se chiedi a ciascuno di noi di descrivere il periodo storico attuale,ognuno descriverà un panorama diverso. Se saliamo tutti su un pulman e andiamo a visitare Firenze, ognuno al rientro descriverà Firenze in modo personale e unico. Firenze però c'è, è lì. Non esistono dei parametri entro i quali gli storici (confrontando le varie fonti)pensano di riuscire a stabilire la veridicità di un determinato fatto, o la realtà di un certo periodo storico?
odissea is offline  
Vecchio 13-12-2006, 23.09.56   #18
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Chi la fa la storia?

Citazione:
Originalmente inviato da Catone
Non ho mai parlato di manipolazioni. Io descrivo uno studioso che, in piena buona fede, scrive la "sua" storia. Mi viene in mente Sant'Agostino e il "presente della memoria": in questo caso il discorso è solo un pò più ampio: ciascuno storico dà la sua storia, diversa da quella di un altro: nessuno dei due manipola. Il risultato è che ciascuna è falsa a suo modo e che in realtà il passato sfugge ad una reale possibilità di conoscenza.

si d'accordo su quello che dici ma cosi facendo non si rischia un certo relativismo,insomma da qualche parte bisogna pure avere dei punti di riferimento,o mi sbaglio?..in questo senso io interpreto i vari studiosi proprio in base al loro punto di vista,prendendo in considerazione il periodo in cui essi sono vissuti,le varie influenze che la societa di quel momento poteva avere ecc..poi prendendo un po da uno un po da un altro mi faccio un idea io stesso,anche se so gia che alla fine anche questa e' solo una mia interpretazione,a me sembra comunque interessante cercare di conoscere le cose,provare a capirle almeno,sapere certe cose fa comunque la differenza secondo me..credo tu sia un appassionato di storia,anche a me piace molto e allora quale sarebbe per te il motivo di questa tua passione?..che senso daresti al tuo bisogno di conoscenza storica se poi pensi a priori che il passato (giustamente) sfugge a una reale possibilita di conoscenza?
acquario69 is offline  
Vecchio 14-12-2006, 10.40.04   #19
Catone
Ospite abituale
 
Data registrazione: 10-01-2006
Messaggi: 193
Riferimento: Chi la fa la storia?

Cara Odissea, i tuoi complimenti mi fanno sempre arrossire. E' vero, gli storici tentano di partire da dei dati numerici. Ma questi non sono mai condivisi:hai mai fatto caso a quanti litigi ci sono intorno a tali dati? Oggi ne abbiamo un esempio: dopo la morte di Pinochet tutti stanno mostrando i dati sul "miracolo economico cileno": alcuni per esaltarlo e altri per confutarlo. Ti dirò che sono perplesso, ancora non ho capito se il Cile si sia arricchito o meno in quegli anni.

Caro Acquario, la storia si studia perchè è bella. Perchè fa sognare. Perchè ci porta a contatto con persone che non ci sono più e di cui leggiamo le gesta, il pensiero. Studiamo dei regimi politici appassionanti e diversi dai nostri. Vediamo un modo di vita ed un'economia sempre sorprendenti.
Ma in questo non c'è nulla di realmente scientifico. E le conclusioni variano a seconda di chi scrive. O, come nel caso personale da te prospettato, di chi legge.
Soprattutto c'è un mito che mi sembra necessario sfatare: la storia che spiega il presente e insegna il futuro. La storia non spiega un bel niente: gli insegnamenti li traggono le classi politiche a loro uso e consumo.
La storia risponde ad una necessità di conoscenza propria dell'animo umano. Soprattutto delle persone nostalgiche. E la nostra società è profonda nostaligica: e quindi tanto amante della storia.
Catone is offline  
Vecchio 17-12-2006, 14.56.57   #20
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Chi la fa la storia?

Citazione:
Originalmente inviato da odissea
Sono i grandi uomini e le grandi donne, dotati di carisma e degli strumenti necessari?
O è la gente comune, le masse che vivono nel loro quotidiano?

saluti


La storia è quel rimane dal passato di verdure.

Dentro c’era di tutto, poi l’hai cotto e stracotto, e rimestato ben bene.
Infine l’hai strizzato nel Mulinex. Il succo è andato via e sono rimasti i frammenti più coriacei e delle briciole commestibili, intrappolate fra questi.

Seccati dal tempo, e da infiniti pregiudizi, le pagliuzze ed i piccoli semi ormai asciutti sono guardati da uno, lo storico, stipendiato da qualcun altro, il politico.

E diventano testo per tutti.
Lucio Musto is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it