Home Page Riflessioni.it

Lettere On LineLettereOnLine  Indice

- Raccolta di lettere inviate dai visitatori

 

Il virus fatale

di Prajnaram

C'é un Virus immateriale che da sempre contagia ognuno di noi.
La sua presenza ci provoca l'identificazione con la nostra mente ed il nostro corpo.
Questo Virus ha il potere di farci dimenticare chi siamo veramente.
E' potentissimo e invisibile; colpisce solo gli esseri umani e soltanto alcuni di essi sanno di esserne colpiti e pochissimi riescono a liberarsene e guarire durante la loro esistenza.
A differenza di tutti gli altri virus fisici che colpiscono i corpi del mondo animale e vegetale e per i quali, quasi sempre, si trova la cura, questo Virus colpisce mortalmente lo spirito dell'uomo facendogli perdere il contatto con l'Essenza del suo vero Essere.
Non é possibile trovare la cura perché questo Virus, per la sua particolarità, si autoestingue soltanto quando chi ne é affetto lo riconosce e stabilisce una sincera amicizia con lui... lo accetta e lo lascia alla sua misteriosa funzione creativa.
Cosa questa non facile e arditatamente rischiosa per l'individuo non pronto...
Finora il disidentificarsi con il corpo e la mente (Libertà dall'Io) si é rivelato un evento rarissimo, anche se, fuori dalle dimensioni del tempo e dello spazio, questo processo é predestinato per ogni coscienza egoica, perché questa é la natura originaria della Non Mente (Coscienza).
Questa Coscienza é destinata, dopo essere partita per un lungo viaggio, "persa" nell'identificazioni personali di un fantasmagorico
sogno, a ritornare alla sorgente da cui proviene.
E' il ciclo delle rinascite e morti nei vari corpi (il grande Sonno) che continua fino alla cessazione di questi sogni esistenziali: é l'onda che si ritrova oceano. 
Chi non sa di di esserne affetto (ed é la maggioranza degli esseri umani) vive ogni sorta di disagio, di sofferenza e malessere senza sapere quale ne sia la causa profonda e, pur godendo o soffrendo a volte di momentanee gioie o insoddisfazioni, si attribuisce il merito o la colpa di ciò che gli accade, caricandosi illusoriamente d'orgoglio o colpa e umiliazione, aggravando con ciò la sua condizione di contagiato.

Altri (pochi in verità) invece, hanno la sensazione o la certezza di esserne colpiti e tentano di trovare un modo per sbarazzarsene e cercare, o ritornare verso, uno stato di salute psicologica e spirituale che, alcuni ex contagiati, liberati e liberi hanno costantemente indicato attraverso varie "Vie o metodi di Liberazione". 
Liberazione (Guarigione) provata e vissuta da Esseri (Mistici o Realizzati) che hanno testimoniato o che, viventi, la stanno anche adesso mostrando con la loro beatitudine, saggezza e compassione: inequivocabili segni del loro stato senza Virus, ai malati dell'anima di ogni era.
Con questo obbiettivo inizia una sensazione reale di un cammino alla ricerca di una possibile operazione o medicina salvifica. 
Per questi ricercatori della salute dello spirito, purtroppo per loro, ogni tentativo di reprimere, combattere questo Virus, in maniera violenta o sottile, non fa che renderlo più forte e subdolo; ogni volta che cercano di trasformarsi e migliorare non
fanno altro, inconsapevolmente, che farlo annidare in spazi mentali sempre più nascosti. Qualsiasi tentativo, per quanto apparentemente promettente, alla fine ed in sostanza, si rivela vano, fallimentare e insopportabilmente frustrante.
Per giunta, indagare, il domandarsi il perché questo Virus ci colpisca e da dove provenga (filosofeggiare) é sicuramente uno stimolo, un effetto proveniente dallo stesso per camuffarsi e non farsi scoprire, per sopravvivere più a lungo.
Non c'é possibilità di vittoria diretta contro questo Virus: é invincibile! 
I fatti da sempre ci dicono questa inconfutabile verità:
contro lui, noi non possiamo fare niente direttamente;
possiamo solo accoglierlo come un dono segreto datoci dalla Coscienza Cosmica per permetterci di partecipare alla Divina Danza... al Gioco Misterioso... al Meraviglioso Mistero... e questa tragicomica e indefinibile malattia é il prezzo per assaporare l'esperienza umana.
Il dichiarare o fingere (illusoriamente) di averlo sconfitto é una delle sue vittorie (forse la più grande!).
La menzogna, in tutte le sue forme, é il suo cibo quotidiano.

Il Virus però contiene, paradossalmente, anche la chiave per l'annientamento del suo potere (sterilizzazione) o la sua totale estinzione.
La Sublime chiave é la Vera Comprensione, senza un "qualcuno" che la ottenga per sé.
Il segreto é il "Realizzare" la presenza impersonale della Consapevolezza; il riconoscere che non c'é un agente personale che possa attribuirsi il senso di sentisi autonomamente consapevole attivo, sentire la piena interdipendenza con l'ambiente fisico e psichico.
Se non ci accade questa
Intuizione Essenziale saremo sempre impediti nel togliere all'Intelligenza Superiore (ultra razionale) l'ultimo velo per l'abbandono dell'IO illusorio (Il Virus personale).
La magica Pozione, il Sacro Elisir é il puro Testimoniare, il limpido Specchio cosciente non coinvolto nei suoi riflessi... lo schermo silenzioso (Consapevolezza) sul quale scorre il film della vita, fatto di atti, emozioni, sensazioni e pensieri.
La totale rinuncia a pensarsi un IO separato dal Tutto... questo é il vero distacco, il morire a se stessi, la nuova Rinascita, il Risveglio! : l'Essere nel mondo ma non del mondo.

Ma attento a non attribuirti la volontà o il merito di ottenere questo effetto, perché questo sarebbe il compimento massimo della capacità nascosta che questo Virus può avere su di te.
Sarebbe il suo impadronirsi completamente e astutamente della tua mente, facendoti sentire di operare in modo libero e arbitrario, di essere "tu" il protagonista del tuo risvegliarti. 
Ancora adesso ti sta confondendo continuamente facendoti attaccare al mondo dei fenomeni sensoriali come l'unico modo di percepire la realtà, facendoti identificare con essi e impedendoti di scorgere la Visione Reale.
Soltanto quando sei occasionalmente e profondamente molto rilassato allenta il suo potere su di te, la sua presa ipnotica, lasciandoti intuire degli scorci di luce ai quali però tu, purtroppo, ti aggrappi e quindi andandolo a rieccitare, esso ti ricaccia nel tuo sonno oscuro o luccicante, denso di aspettative e ricordi proiettati nel tempo.
Questo Virus si nutre dei tuoi desideri e paure e con queste si esalta sempre di più, fino a diventare sempre altamente
contagioso per chi ti sta attorno, influenzando e contaminando la forma stessa degli altri Virus in azione, operanti in altre menti contaminate.
Considerarlo una disgrazia é una grande calamità, la sua forza più convincente.
Ignorarlo coscientemente non si può, non te lo permette.
L'accettare ciò che é, Essere quello che sei: ordinario e perfettamente imperfetto va contro la sua crescita e perciò in questo non ti favorisce, anzi lo vive come la sua possibile agonia. 
Sebbene sia contro il suo interesse, solo un'unica cosa ti concede di fare: sognare (nella tua mente) di intraprendere un modo, una possibilità, di cercare di salvarti da lui... domani, in futuro... e non lì ed ora, dove adesso ti stai trovando. 
Quando un giorno, però, al tuo cuore, per Grazia ricevuta o perché sarà così totalmente sincero, affaticato nel aver fatto tutto il possibile, spossato da questa infruttuosa ricerca,gli accadrà di arrendersi... di accettare la sua totale impotenza, lui improvvisamente ti abbandonerà o si dissolverà, regalandoti la un miracoloso Risveglio che ti rivelerà tutta l'illusione che ha prodotto in Te.

E riderai !!... riderai... da solo (pazzamente) e con gli altri allegramente... gioirai... dentro di Te e Amerai te stesso ed il Tutto sentendoti un tutt'UNO con l'esistenza!
Questa Guarigione istantanea da alcuni é chiamata "Illuminazione" e da altri in modo diverso. Ciò non ha importanza perché questa dimensione é autoevidente e non ha bisogno di conferme. Solo gli "svegliati" possono riconoscere chi é nelle loro condizioni, senza dubbio. 
Solo allora, "Illuminato" comprenderai il perché di questa Divina malattia.
Solo allora, senza questo Virus sarai veramente sano: non ci sarà più il Virus ma non ci sarai nemmeno "tu".
C'é e ci sarà solo la Coscienza... come c'é sempre stata... solo che tu pensavi di esserci al suo posto o che fosse una tua proprietà.
Molti uomini la "Grande Coscienza" preferiscono chiamarla DIO, Amore, UNO ect... é una questione di parole che piacciono a chi si sente loro affezionato o per una comoda convenzione linguistica e
culturale di chi ancora la ritiene fondamentalmente utile. 
Il silenzio compassionevole é molto più eloquente... per chi sa di non sapere... di non poter spiegare.
In questa nuova Libertà alcuni restano tranquillamente ordinari... altri Amano... altri fanno quello che Sentono di fare... altri... e poi gli altri chi sono, se non sempre Te (Coscienza), nascosta dal fatale Virus? 
Il nome di questo Virus fatale é: Ego.

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2018

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...