Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  17° ANNO

Testi per riflettere

Testi per Riflettere

Indice

 

I Versi gemelli dal DHAMMAPADA

Dhammapada il libro più amato dal canone buddista

Edizioni: Demetra Srl - Bussolengo (VR)

1) Siamo ciò che pensiamo. 
Tutto ciò che siamo è prodotto dalla nostra mente.
Ogni parola o azione che nasce da un pensiero torbido è seguita dalla sofferenza, come la ruota del carro segue lo zoccolo del bue.

2) Siamo ciò che pensiamo.
Tutto ciò che siamo è prodotto dalla nostra mente.
Ogni parola o azione che nasce da un pensiero limpido è seguita dalla gioia, come la tua ombra ti segue, inseparabile.

3) "Mi ha insultato, mi ha aggredito, mi ha ingannato, mi ha derubato." 
Se coltivi questi pensieri vivi immerso nell'odio.

4) "Mi ha, insultato, mi ha aggredito, mi ha ingannato, mi ha derubato." 
Abbandonando questi pensieri ti liberi dell'odio.

5) In questo mondo l'odio non può porre fine all'odio.
Solo l'amore è capace di estinguere l'odio.
Questa è la legge eterna.

6) In questo mondo tutti siamo destinati a morire. 
Ricordandotene, come puoi serbare rancore?

7) Con la stessa facilità con cui il vento sradica un fragile albero 
le tentazioni trascinano chi è alla ricerca del piacere, chi è avido, pigro e debole.

8) Ma, come il vento non riesce ad abbattere una montagna, nessuna tentazione scuote chi è desto, energico, fiducioso e vive semplicemente.

9) Se la tua mente non è limpida, se sei insincero e incapace di controllarti, invano indossi l'abito giallo.

10) Se la tua mente è limpida, se sei sincero e padrone di te, ben ti si addice l'abito giallo.

11) Confondendo l'essenziale e l'inessenziale perdi di vista la tua vera natura e coltivi vani desideri.

12) Riconoscendo l'essenziale come tale e l'inessenziale come tale ritrovi la tua vera natura e arrivi all'essenza.

13) Come la pioggia penetra in una capanna il cui tetto non è ben impagliato, così le passioni si insinuano in una mente inconsapevole.

14) Ma una mente consapevole è come una capanna dal tetto ben impagliato.

15) Chi fa del male soffre in questo mondo e nell'altro.

16) Chi fa del bene gioisce in questo mondo e nell'altro.

17) Chi fa del male soffre in questo mondo e nell'altro. 
Soffre contemplando il male che ha fatto e ancora di più soffre
scendendo nell'oscurità.

18) Chi fa del bene gioisce in questo mondo e nell'altro. 
Gioisce contemplando il bene che ha fatto e ancora di più gioisce
innalzandosi nella luce.

19) Chi recita a memoria le scritture, ma non le mette in pratica,
è come un mandriano che conta le vacche altrui. 
Costui non è partecipe della vita dello spirito.

20) Ma se, pur conoscendo solo una piccola parte delle scritture, 
pratichi il dharma, abbandoni le passioni, l'odio e le illusioni, coltivi la saggezza e la serenità, non hai desideri né in questo mondo né nell'altro, allora veramente sei partecipe della vita dello spirito.

 


I Versi gemelli dal DHAMMAPADA

Dhammapada il libro più amato dal canone buddista

 

Indice Testi per Riflettere

Utenti connessi


Cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook



I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2017

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...