Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  17° ANNO

TESTI Canzoni - Classici in lingua francese - Indice

Testi canzoni originali con traduzione in italiano di Ermanno Tassi

 

La Chanson Des Vieux Amants - Jaques Brel

Di: Jacques Brel

 

Testo della canzone (lingua originale)

 

La Chanson Des Vieux Amants

 

Bien sûr, nous eûmes des orages
Vingt ans d'amour, c'est l'amour fol
Mille fois tu pris ton bagage
Mille fois je pris mon envol
Et chaque meuble se souvient
Dans cette chambre sans berceau
Des éclats des vieilles tempêtes
Plus rien ne ressemblait à rien
Tu avais perdu le goût de l'eau (1)
Et moi celui de la conquête

Refrain
Mais mon amour
Mon doux mon tendre mon merveilleux amour
De l'aube claire jusqu'à la fin du jour
Je t'aime encore tu sais je t'aime

Moi, je sais tous tes sortilèges
Tu sais tous mes envoûtements
Tu m'as gardé de pièges en pièges
Je t'ai perdue de temps en temps
Bien sûr tu pris quelques amants
Il fallait bien passer le temps
Il faut bien que le corps exulte
Finalement finalement
Il nous fallut bien du talent
Pour être vieux sans être adultes

(refrain)

Et plus le temps nous fait cortège
Et plus le temps nous fait tourment
Mais n'est-ce pas le pire piège
Que vivre en paix pour des amants
Bien sûr tu pleures un peu moins tôt
Je me déchire un peu plus tard
Nous protégeons moins nos mystères
On laisse moins faire le hasard
On se méfie du fil de l'eau (2)
Mais c'est toujours la tendre guerre

(refrain)


Testo della canzone (Traduzione in italiano)

Traduzione a cura di Ermanno Tassi

 


La Canzone Dei Vecchi Amanti

 

Di sicuro abbiamo avuto momenti burrascosi
Ven’t’anni d’amore, d’amore folle
Mille volte hai fatto i bagagli
Mille volte io ho preso il volo
Ed ogni mobile si rammenta
In questa stanza priva di letto
I tuoni di vecchie tempeste
Nessuna rassomiglianza a nulla
Avevi perduto il gusto dell’avventura
Ed io quello della conquista

 

Ritornello:
Tuttavia amore mio
Mio dolce, mio temero, mio meraviglioso amore
Dal chiaror dell’alba fino al termine del giorno
T’amo ancora, lo sai, io t’amo

 

Conosco tutte le tue seduzioni
Tu conosci tutte le mie
Mi hai studiato di inganno in inganno
Io ti ho perduta di volta in volta
Sicuramente ti sei presa qualche amante
Bisognava pur passare il tempo
Bisogna pure che il corpo esulti
Finalmente, finalmente
Ce nè voluta di bravura
Per essere vecchi senza essere adulti

 

(ritornello)

 

E più il tempo ci accompagnava
Più il tempo era la cagion del nostro tormento
Ma non c’è  illusion peggiore
Per degli amanti di vivere in pace
Certamente il tuo pianto e meno subitaneo
Io mi strazio un po’ più tardi
L’aura di mistero si è affievolita
Si lascia di meno fare al caso
Non ci si lascia andare con la corrente
Ma si è sempre dolcemente in guerra

 

(ritornello)

 

NOTE

Questo è un altro grande successo di Jaques Brel, si noti che l’artista non è francese ma belga di lingua Francese.
1) E’ un modo di dire, c’è un significato emblematico dell’acqua che travolge con i suoi vortici di passione gli amanti.

2) Le fil de l’eau = stesso concetto che si ripete, la corrente che trascina e la lasciamo fare. Ma ora le cose sono cambiate, loro sono cambiati, i due amanti si muovono, agiscono, sentono in una maniera più accorta, non si affidano più all’istinto (on se méfie = si diffida).

Utenti connessi


Cerca nel sito


Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook



I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2017

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...