Home Page Riflessioni.it
TESTI Canzoni - Classici Country con traduzione

TESTI Canzoni
Classici Country - Indice

Testi canzoni originali con traduzione in italiano di Ermanno Tassi

 

My Woman, My Woman, My Wife - Marty Robbins

di Marty Robbins


Testo della canzone (lingua originale)


My Woman, My Woman, My Wife

 

Hands that are strong but wrinkled
Doing work that never gets done
Hair, that's lost some of the beauty
By too many hours in the sun

Eyes, that show some disappointment
And there's been quite a lot in her life
She's the foundation I lean on
My woman, my woman, my wife

Everyday has been uphill
Oh, we climb but we can't reach the top
I'm weak and I'm easily discouraged
She just smiles when I want to stop

Lips, that are weary but tender
With love, that strengthens my life
A saint, in a dress made of gingham
My woman, my woman, my wife

Two little babies were born in the spring
But died when the winter was new
I lost control of my mind and my soul
But my woman's faith carried us through

When she reaches that river
Lord, you know what she's worth
Give her that mansion up yonder
'Cause she's been through hell here on earth

Lord, give her my share of Heaven
If I've earned any here in this life
'Cause God, I believe she deserves it
My woman, my woman, my wife.



Testo della canzone (Traduzione in italiano)

Traduzione a cura di Ermanno Tassi


La Mia Donna, La Mia Donna, Mia Moglie


Mani che sono forti ma rugose
Che fanno un lavoro che non è mai finito
Capelli, che hanno perso la loro bellezza
Stando al sole troppe ore

Occhi, che mostrano delusione
E ce n’è stata molta nella sua vita
Lei è il fondamento su cui faccio affidamento
La mia donna, la mia donna, mia moglie

Ogni giorno è faticoso
Oh, ci arrampichiamo ma non raggiungiamo la cima
Io sono fragile e mi scoraggio facilmente
Lei si limita a sorridere quando voglio fermarmi

Labbra, che sono affaticate ma tenere
Per l’amore, che rinvigorisce la mia vita
Una santa, in vesti di percalle 
La mia donna, la mia donna, mia moglie

Due frugoletti nati in primavera
Ma morti nel primo inverno
Andai fuori controllo con la mente e con lo spirito
Ma la fede della mia donna ci tirò fuori

Quando raggiungerà quel fiume
Signore, tu sai quanto lei valga
Dona a lei quella casa lassù
Poiché è stata all’inferno su questa terra

Signore, donale la mia parte di paradiso
Se io non ne ho meritato in questa vita
Poiché Dio, io credo che lei se lo meriti
La mia donna, la mia donna, mia moglie.


I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - copyright©2000-2021

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT - Dove il Web Riflette! - Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo