Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  17° ANNO

Enciclopedia   Indice

 

Brahman

>>> indice dizionario religioni

Come un film proiettato su uno schermo, Brahman proietta la manifestazione, gli universi, Egli dunque è immanente e trascendente.
“A ciò che è invisibile e inafferrabile, senza famiglia né casta, senza occhi né orecchi, senza mani né piedi, permanente, onnipervadente, onnipresente, sottilissimo, immutabile, i saggi guardano come matrice di tutti gli elementi.” (Muniaka Upanishad I.1.6.7)
Dal Brahman emerge l’etere, dall’etere emerge l’aria, da essa il fuoco, dal fuoco l’acqua e dall’acqua la terra. Questi sono gli elementi primordiali, che formano tutti gli aspetti materiali e gli aspetti morali dell’universo.
Il ciclo del tempo è senza fine, tutto viene proiettato sul grande schermo dell’esistenza e tutto viene riassorbito nel Brahman, o Sé, rimanendo potenziale, puro, latente, in attesa della successiva emanazione (proiezione) in un ciclo eterno.
Secondo il Vedanta l’unico scopo dell’uomo è di realizzare la sua vera natura, cioè scoprire di non essere null’altro che il Brahman.
Ovviamente il concetto non è semplice da realizzare, infatti vi è un’infinità di tecniche, testi, interpretazioni, speculazioni, ma il fascino è la sperimentabilità, è l’esperienza...
Il più alto fine dell’indù è l’idea della liberazione, o moksha, dal ciclo di nascita e morte attraverso la realizzazione, quindi l’esperienza dello stato di beatitudine, ananda.
Tutto ciò che è soggetto al cambiamento non è realtà. La realtà (il Brahman o Sé) è eterna ed immutabile.
Questo concetto può sembrare inaccettabile in quanto potrebbe portare ad affermazioni quali: “Se tutto è uno, anche uno sciocco è il Brahman?” È il Brahman che si nasconde nei panni di uno sciocco, come il sole si nasconde dietro le nuvole. Tutti noi siamo “sciocchi” a differenti gradi, finché non abbiamo distrutto il velo dell’ignoranza che ci separa dalla realtà. Siamo sciocchi finché non riconosciamo la nostra vera natura, che non ha nascita, non ha morte, che è pura, autoeffulgente, libera, ed è il Signore Supremo.

 

fonte: www.hinduism.it

link attinenti: induismo, Assoluto


Cerca nel sito


Utenti connessi

seguici su facebook



Iscriviti alla Newsletter mensile

Iscriviti alla NEWSLETTER

Riceverai Gratis la Newsletter mensile

con gli aggiornamenti di Riflessioni.it

Un solo invio al mese

IN TUTTE LE LIBRERIE

 

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

Ivo Nardi ha posto dieci domande esistenziali a più di cento personaggi della cultura, una preziosa raccolta di riflessioni che mettono in luce le prospettive della società contemporanea.

L’intento è quello di offrirti più punti di vista possibili sul senso della vita, così da aiutarti in maniera più obiettiva davanti alle circostanze della tua esistenza. Approfondisci


Leggi l’introduzione
e scarica gratuitamente l'eBook contenente gli aforismi tratti dalle risposte.

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2017

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...