Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 15-06-2007, 14.52.12   #11
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: un mondo che non va

Monica 3

Citazione:
Io ho passato un periodo della mia vita a scrivere lettere aperte a persone che occupavano posti di potere e che mi illudevo che mi ascoltassero. Qualcuno lo ha fatto e mi ha perfino risposto con scherno "ho ascoltato il tuo grido".
katerpillar

Cara Monica, sia io che Patrizia non abbiamo affermato che bisogna mandare una sola lettera, per farci prendere in giro dai capi, ma abbiamo parlato di migliaia e migliaia di lettere (anche una al giorno ciascuno, magari senza francobollo), affinché lor signori non ci possano prendere in giro, perché alla fine quello che conta sono i votanti.

Possibile che non riusciamo a far venire fuori questo lievito dai forumisti? (io l'avrei chiamate in un altro modo). Allora: perché ci lamentiamo tanto come galline scornacchiate e piagnugolanti per poi tramutarci in struzzi e nascondere la testa dove sapete voi?

A parte gli scherzi amici del web, pensate all'impatto che avrebbero queste lettere sul tavolo dei nostri amministratori, politici ecc. Nessuno prima d'ora li aveva tampinati in questo modo; sicuramente rimarrebbero sconcertati e preoccupati.

In ogni caso, se avete altre idee da suggerire al posto di questa, io sono molto recettivo e non mi tiro indietro su niente, anche se deciderete di riprendere i fucili.....Qualcosa mi deve essere rimasto in magazzino, altrimenti staccheremo quelli che sono nel museo Garibaldino di Mentana: a retrocarica.

Giancarlo.

katerpillar is offline  
Vecchio 15-06-2007, 16.45.21   #12
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: un mondo che non va

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
dany83
Katerpillar

Infatti non è stato affermato da nessuno che Il presidente Napolitano si deve preoccupare dei Bambini dell'Africa, ma di quelli italiani. Inoltre la mia è stata una proposta per far sentire la presenza di cittadini Incc..............ti, che non voglio svolgere il solo ruolo di spettatori inermi, allora, democraticamente, hanno solo due strade per apparire e dire la loro: il voto e la protesta.

Quella da me proposta la ritengo una protesta efficace, perchè raggiunge direttamente gli interessati e gli fa sentire il nostro fiato sul collo. Proviamo a mandare migliaia di lettere, anche una al giorno, che potrebbero essere: anche lettere contenenti dei consigli o strategie da attuare.

In tal senso porto un esempio: quando Martelli era ministro della giustizia (già allora si parlava del poliziotto di quartiere), gli consigliai di istituire il Giudice di quartiere, al posto del poliziotto, anche se li ritengo utili ambedue, perchè il primo dramma dell'Italia è la giustizia mancata, non applicata. E un popolo non andra molto lontano se non applica questo valore assoluto.

Mentre da quello che leggo sul tuo post, caro dany83, non ci lasci soluzioni di sorta. Ovvero: una volta compreso quello che da te specificato: cosa dobbiamo fare??????? A te l'ardua sentenza.

dany80
katerpillar

Caro dany83, prendo atto e mi fa piacere sapere che hai tanti soldi, e se per caso dovessero avanzarti mandali pure al sottoscritto, che sta passando un periodo di magra. In ogni caso, un pezzo di pane tutte le sere ed un piatto di minestra calda, se tu non ne sei al corrente, farebbero piacere anche a molti bambini e adulti italiani, sopratutto da quando è entrato in vigore il tanto decantato Euro.

Anche in questo caso, oltre a provare vergogna per tutte le ricchezze che hai, cosa proponi per distribuirle anche ai meno abbienti???? Un caro saluto e auguri........Paperone.



Giancarlo.

PS. Non ti preoccupare, il tempo che ci vorrà per trovare una soluzione, quei tizi li tengo a bada io. Speriamo bene.


allora,innanzitutto vorrei precisare che non sono ricco,faccio parte di una normalissima famiglia italiana,che come quasi tutte le famiglie italiane NON MUORE DI FAME.io sono stato in Africa e posso dire di aver visto migliaia di persone MORIRE DI FAME,cosa che non ho mai visto qua in italia.E' inutile che ci lamentiamo,ci sono milioni di persone in tutto il mondo che muoiono di fame e stanno male davvero,non mi sembra che cio accada qua da noi!è proprio questo il male di noi italiani,pensiamo di essere poveri perchè vediamo sempre i vip in tv che non sanno come buttare i soldi e allora noi li invidiamo e vorremmo essere come loro,ma nel mondo oltre ai vip,che sono una minima parte,esistono milioni di persone che soffrono per colpa nostra e di tutti i Paesi ricchi,come gli usa!svegliatevi e lamentatevi meno!
dany83 is offline  
Vecchio 15-06-2007, 16.46.53   #13
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: un mondo che non va

Citazione:
Katerpillar

Infatti non è stato affermato da nessuno che Il presidente Napolitano si deve preoccupare dei Bambini dell'Africa, ma di quelli italiani.


questo la dice lunga su come siamo noi italiani...
dany83 is offline  
Vecchio 15-06-2007, 17.21.32   #14
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: un mondo che non va

Citazione:
Originalmente inviato da Monica 3
Ciao.

Io ho passato un periodo della mia vita a scrivere lettere aperte a persone che occupavano posti di potere e che mi illudevo che mi ascoltassero. Qualcuno lo ha fatto e mi ha perfino risposto con scherno "ho ascoltato il tuo grido". A un certo punto sono anche stata licenziata per motivi che non avevano niente a che vedere con la mia professionalità. Poi ho visto le persone a cui scrivevo cadere, una ad una, in seguito ad uno scandalo. Cadrà Bush, cadrà Putin come sono caduti altri prima di loro, ma il gioco del potere rimarrà intatto al suo posto.

Ora credo molto di più ad una azione silenziosa, al creare, lontano dai riflettori, piccole realtà funzionanti. Qui, da lontano, ogni tanto sogno che i bei paesini sui cocuzzoli dei nostri Appennini tornino ad essere piccole realtà autogestite ed umane, ma deve accadere in silenzio, perché appena c'è risonanza di successo arriva qualche politico ad appropriarsene ed a stravolgere il lavoro iniziale. E questo ovunque.

Beh! Insomma, questo è il mio pensiero di oggi.

splendida Monica

Hai dato forma ai miei pensieri. A scrivere ai potenti ho provato anch'io ma mi sono resa conto che è vano. E non solo, può essere molto pericoloso. E' come tentare di svegliare un mastino addormentato.
Rendiamoci conto che l'anima e il cuore di coloro che si sono inzuppati di potere non solo si è inaridito ma è diventato del tutto insensibile.

Più volte mi sono trovata a rabbrividire al solo pensiero di potermi ritrovare nei panni di Berlusconi, a quei livelli si perde il contatto con la realtà della propria umanità. Il potere e la ricchezza economica ubriacano la mente e l'anima facendo perdere il controllo dei sentimenti e delle emozioni. Si ha una visione distorta della vita, si perde la capacità di vedere e di relazionarsi correttamente con il mondo.
Ed è questa ubriacatura che rende i potenti insensibili davanti alla distruzione del Pianeta. Verranno travolti anche loro e il loro figli ma non riescono più a percepire il senso del pericolo. La sola apprensione che gli rimane è quella di non guadagnare abbastanza, di non riuscire a far crescere opulenza e prepotenza.

Solo coloro che sono svegli possono contribuire a spegnere l'incendio che sta dilagando su tutto il Pianeta. E devono farlo in silenzio, senza alcun clamore. Nel totale segreto mediatico. Solo attraverso l'esempio, le idee, l'amore, la fantasia. Divenire una nuova fratellanza e sorellanza, senza estremismi ma nella solidità dei sentimenti positivi e nell'accettazione degli errori propri e degli altri.

In poche parole non si dovrebbe fare altro che riprendere il messaggio di Gesù e gettarsi alle spalle le false e ipocrite parole delle chiese. Gesù è stato il più grande rivoluzionario degli ultimi millenni, amore, tollerenza, condivisione, nessuna imposizione, nessuna pretesa, nessun obbligo.

Se non avessero distrutto la sostanze delle Sue parole forse ora saremmo già nell'Era della Pace.

Nel mio piccolo il mondo lo sto già cambiando, verifica dei veri bisogni della famiglia, attenzione e gentilezza verso le persone che incontro. La gente non la considero più composta da estranei, ma da compagni di viaggio.

Mettere in opera un profondo cambiamento delle abitudini e del sentire delle nostre vite non è semplice e neppure facile, ci saranno quelli che non ne vorranno sapere, e dobbiamo accettare che vivano nel loro sonno. Ma coloro che si svegliano devono darsi da fare per ricostruire un mondo nuovo per i nostri nipoti o pronipoti, non so se anche i nostri figli ne avranno beneficio.

Siamo tutti coinvolti, nessuno può tirarsi indietro e dire: io non ne sono capace. Se è sveglio ne sarà capace. L'importante è cominicare.

Non abbiamo altra via d'uscita. Possiamo farcela.
Mary is offline  
Vecchio 15-06-2007, 18.29.07   #15
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: un mondo che non va

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
splendida Monica

Hai dato forma ai miei pensieri. A scrivere ai potenti ho provato anch'io ma mi sono resa conto che è vano. E non solo, può essere molto pericoloso. E' come tentare di svegliare un mastino addormentato.
Rendiamoci conto che l'anima e il cuore di coloro che si sono inzuppati di potere non solo si è inaridito ma è diventato del tutto insensibile.

Più volte mi sono trovata a rabbrividire al solo pensiero di potermi ritrovare nei panni di Berlusconi, a quei livelli si perde il contatto con la realtà della propria umanità. Il potere e la ricchezza economica ubriacano la mente e l'anima facendo perdere il controllo dei sentimenti e delle emozioni. Si ha una visione distorta della vita, si perde la capacità di vedere e di relazionarsi correttamente con il mondo.
Ed è questa ubriacatura che rende i potenti insensibili davanti alla distruzione del Pianeta. Verranno travolti anche loro e il loro figli ma non riescono più a percepire il senso del pericolo. La sola apprensione che gli rimane è quella di non guadagnare abbastanza, di non riuscire a far crescere opulenza e prepotenza.

Solo coloro che sono svegli possono contribuire a spegnere l'incendio che sta dilagando su tutto il Pianeta. E devono farlo in silenzio, senza alcun clamore. Nel totale segreto mediatico. Solo attraverso l'esempio, le idee, l'amore, la fantasia. Divenire una nuova fratellanza e sorellanza, senza estremismi ma nella solidità dei sentimenti positivi e nell'accettazione degli errori propri e degli altri.

In poche parole non si dovrebbe fare altro che riprendere il messaggio di Gesù e gettarsi alle spalle le false e ipocrite parole delle chiese. Gesù è stato il più grande rivoluzionario degli ultimi millenni, amore, tollerenza, condivisione, nessuna imposizione, nessuna pretesa, nessun obbligo.

Se non avessero distrutto la sostanze delle Sue parole forse ora saremmo già nell'Era della Pace.

Nel mio piccolo il mondo lo sto già cambiando, verifica dei veri bisogni della famiglia, attenzione e gentilezza verso le persone che incontro. La gente non la considero più composta da estranei, ma da compagni di viaggio.

Mettere in opera un profondo cambiamento delle abitudini e del sentire delle nostre vite non è semplice e neppure facile, ci saranno quelli che non ne vorranno sapere, e dobbiamo accettare che vivano nel loro sonno. Ma coloro che si svegliano devono darsi da fare per ricostruire un mondo nuovo per i nostri nipoti o pronipoti, non so se anche i nostri figli ne avranno beneficio.

Siamo tutti coinvolti, nessuno può tirarsi indietro e dire: io non ne sono capace. Se è sveglio ne sarà capace. L'importante è cominicare.

Non abbiamo altra via d'uscita. Possiamo farcela.


sono perfettamente daccordo con te,a che serve scrivere lettere ai potenti?loro sanno gia perfettamente come va il mondo,no?lo hanno voluto loro questo mondo...loro basano la propria vita nello sfruttare gli altri e arricchirsi sempre di più.E' l'anticristo (o satana) che li fa fare queste cose.Ho scritto questa discussione per mettere al corrente le persone normali come me e te di come sta andando il mondo,per far capire a tutti la situazione mondiale attuale.E spero che questo ci serva a riflettere,visto che il sito si chiama appunto riflessioni.
dany83 is offline  
Vecchio 15-06-2007, 19.55.21   #16
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: un mondo che non va

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
sono perfettamente daccordo con te,a che serve scrivere lettere ai potenti?loro sanno gia perfettamente come va il mondo,no?lo hanno voluto loro questo mondo...loro basano la propria vita nello sfruttare gli altri e arricchirsi sempre di più.E' l'anticristo (o satana) che li fa fare queste cose.Ho scritto questa discussione per mettere al corrente le persone normali come me e te di come sta andando il mondo,per far capire a tutti la situazione mondiale attuale.E spero che questo ci serva a riflettere,visto che il sito si chiama appunto riflessioni.

E' chiarissimo Dany su cosa ci vuoi far riflettere: sappiamo cosa sia il POTERE e cosa siano le persone che lo detengono.

Però stiamo vivendo un periodo pericoloso, mi sembra quasi che si avvicini un colpo di stato (buffo, no in Italia?)

Hai sentito dei leghisti e della loro bagarre? - qualche giornale li ha chiamati i celoduristi.

Era probabilmente una "occupazione" preparata e ORGANIZZATA.

E il nostro cavaliere? Non c'entra proprio niente?

Non dico che scrivere al Napolitano sia la trovata del secolo, ma in un periodo simile e con uno scontento simile, tante lettere - non una- come ben dice Katerpillar è un fare qualcosa.

Non servirà? Possibilissimo, ma almeno proviamo.
Nel frattempo, come dice Monica, si può lavorare in silenzio: unire i due sistemi dovrebbe essere fattibile però.

Certo noi in Italia non moriamo di fame o di freddo, a parte qualche barbone di cui neanche si ha notizia.

Ma dobbiamo rinunciare a tanto e siamo esposti a pericoli non indifferenti, v. le epidemie che potrebbero scoppiare nel Napoletano per via dei rifiuti, il nucleare, le guerre di pace in cui da anni siamo coinvolti, le pensioni.

Prova a pensare ad un anziano con 750 Euro di pensione che deve pagare l'affitto della casa in cui vive.

Certamente se scrivo solo io, e chi mi legge? Ma se le lettere fossero tante, chissà ..FACCIAMOCI SENTIRE, almeno questo.

Perché abbiamo i Parlamentari che prendono più soldi di tutti in Europa?
Perché tutti i politici se ne vanno in giro scortati sulle loro auto blu, mentre in altri paesi europei sono persone normali che si possono incontrare al supermercato, al cinema e via di seguito?

Va bene, continuiamo a riflettere e speriamo.

Un abbraccio a Monica e a Mary.
Patri15 is offline  
Vecchio 15-06-2007, 21.50.10   #17
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: un mondo che non va

dany83

Citazione:
allora, innanzitutto vorrei precisare che non sono ricco, faccio parte di una normalissima famiglia italiana che, come quasi tutte le famiglie italiane, NON MUORE DI FAME. Io sono stato in Africa e posso dire di aver visto migliaia di persone MORIRE DI FAME, cosa che non ho mai visto qua in italia. E' inutile che ci lamentiamo, ci sono milioni di persone in tutto il mondo che muoiono di fame e stanno male davvero, non mi sembra che cio accada qua da noi! E' proprio questo il male di noi italiani, pensiamo di essere poveri perchè vediamo sempre i vip in tv che non sanno come buttare i soldi e allora noi li invidiamo e vorremmo essere come loro, ma nel mondo oltre ai vip, che sono una minima parte, esistono milioni di persone che soffrono per colpa nostra e di tutti i Paesi ricchi, come gli usa! Svegliatevi e lamentatevi meno!
katerpillar

Veramente caro/a dany83 chi si è lamentato per primo, tanto da aprirci un thread, sei stato/a tu; caso mai il sottoscritto si è prodigato per trovare delle soluzioni pratiche alla lamentele portate da te e da altri, anche perché questo tema era stato già trattato in un altro 3D, dal titolo, Andiamo a riprenderci la nostra dignità, se mai l'abbiamo mai avuta insistente nella seconda pagina di cultura e società.

In ogni modo, dopo dopo che tu ci hai svegliato, cosa dobbiamo fare per invertire la rotta? Ancora aspetto le tue proposte. Ciao.
katerpillar is offline  
Vecchio 15-06-2007, 22.34.30   #18
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: un mondo che non va

Mary

Citazione:
splendida Monica

Hai dato forma ai miei pensieri. A scrivere ai potenti ho provato anch'io ma mi sono resa conto che è vano. E non solo, può essere molto pericoloso. E' come tentare di svegliare un mastino addormentato.
katerpillar

Cara Mary, mi sembra che ora si stia esagerando nel descrivere i nostri politici.
Va bene che li riteniamo dei ladri, truffatori, mafattori, intrallazzatori, qualunquisti, depistatori e chi più ne ha più ne metta, ma addirittura che bisogna averne paura mi sembra veramente esagerato.

E' vera la sottolineatura che qualcuno ha fatto sul mio modo di scrivere, ritenendolo molto scarno, quasi elementare, ma essendo un tecnico la mia mentalità usa soffermarsi sulle soluzioni che servono a risolvere i problemi, poiché i tecnici a questo sono delegati.

Addirittura ritieni pericoloso scrivere ai cosidetti potenti della terra? Personalmente ho diverse lettere di risposta da personalità importanti come, per esempio: dell'allora Ministro della Giustizia Claudio Martelli, con il quale si stava vagliando la possibilità di instaurare il"Giudice di quartiere",oppure della famosa giornalista Oriana Fallaci che, bontà sua, mi ha risposto dall'America con una lettera che tengo incorniciata, e non per ultimo da Silvio Berlusconi ecc ecc.

Ad essere sincero sono ancora incolume, ma dopo le vostre paure dovro far cambiare la serratura al portoncino di casa. A parte gli scherzi, credo che una lettera possa lasciare il tempo che trova, ma migliaia di lettere potrebbero avere tutto un'altro impatto.

Per esempio: se ci mettessimo d'accordo, un giorno scriveremo tutti al presidente della repubblica, un'altro a quello del senato e della camera, un'altro ancora al Berlusca o al cardinale Ruini e al papa e così via, tanto da formare la protesta delle lettere senza francobollo. Cosa ne pensate? La domanda è rivolta a te, a Monica, a dany83 e a tutti coloro che leggeranno questo thread. Un saluto e fatemi sapere. Per il momento sulla linea di partenza ce solo Patri15 e Katerpillar, ma speriamo in molte altre adesioni: tentar non nuoce.....Almeno spero.
katerpillar is offline  
Vecchio 16-06-2007, 09.36.28   #19
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: un mondo che non va

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
dany83

katerpillar

Veramente caro/a dany83 chi si è lamentato per primo, tanto da aprirci un thread, sei stato/a tu; caso mai il sottoscritto si è prodigato per trovare delle soluzioni pratiche alla lamentele portate da te e da altri, anche perché questo tema era stato già trattato in un altro 3D, dal titolo, Andiamo a riprenderci la nostra dignità, se mai l'abbiamo mai avuta insistente nella seconda pagina di cultura e società.

In ogni modo, dopo dopo che tu ci hai svegliato, cosa dobbiamo fare per invertire la rotta? Ancora aspetto le tue proposte. Ciao.


non mi sono lamentato,ho solamente aperto una discussione per far vedere anche statisticamente come va il mondo,tutto qua.e so anche che appena qualcuno cerca di far vedere le cose come stanno si creano sempre polemiche,perchè ormai conosco la mentalità della gente,specialmente da noi in italia.io non ho la soluzione per risolvere questi problemi,si figuri,ma credo che mettere in chiaro come vanno le cose nel mondo e non solo in italia sia una cosa sensata,perchè almeno ci rendiamo conto di chi siamo e cosa stiamo facendo.se gli africani vengono da noi ci sarà un motivo,no?evidentemente da noi c'è più ricchezza...la mia discussione non è un lamento,ma è una risposta alle lamentele degli italiani che credono di essere gli unici a star male nel mondo.
dany83 is offline  
Vecchio 16-06-2007, 09.40.21   #20
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: un mondo che non va

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
Mary

katerpillar

Cara Mary, mi sembra che ora si stia esagerando nel descrivere i nostri politici.
Va bene che li riteniamo dei ladri, truffatori, mafattori, intrallazzatori, qualunquisti, depistatori e chi più ne ha più ne metta, ma addirittura che bisogna averne paura mi sembra veramente esagerato.

E' vera la sottolineatura che qualcuno ha fatto sul mio modo di scrivere, ritenendolo molto scarno, quasi elementare, ma essendo un tecnico la mia mentalità usa soffermarsi sulle soluzioni che servono a risolvere i problemi, poiché i tecnici a questo sono delegati.

Addirittura ritieni pericoloso scrivere ai cosidetti potenti della terra? Personalmente ho diverse lettere di risposta da personalità importanti come, per esempio: dell'allora Ministro della Giustizia Claudio Martelli, con il quale si stava vagliando la possibilità di instaurare il"Giudice di quartiere",oppure della famosa giornalista Oriana Fallaci che, bontà sua, mi ha risposto dall'America con una lettera che tengo incorniciata, e non per ultimo da Silvio Berlusconi ecc ecc.

Ad essere sincero sono ancora incolume, ma dopo le vostre paure dovro far cambiare la serratura al portoncino di casa. A parte gli scherzi, credo che una lettera possa lasciare il tempo che trova, ma migliaia di lettere potrebbero avere tutto un'altro impatto.

Per esempio: se ci mettessimo d'accordo, un giorno scriveremo tutti al presidente della repubblica, un'altro a quello del senato e della camera, un'altro ancora al Berlusca o al cardinale Ruini e al papa e così via, tanto da formare la protesta delle lettere senza francobollo. Cosa ne pensate? La domanda è rivolta a te, a Monica, a dany83 e a tutti coloro che leggeranno questo thread. Un saluto e fatemi sapere. Per il momento sulla linea di partenza ce solo Patri15 e Katerpillar, ma speriamo in molte altre adesioni: tentar non nuoce.....Almeno spero.


guarda che anch'io ci ho pensato tantissime volte di scrivere al presidente della repubblica,però non l'ho mai fatto perchè ho sempre pensato che fosse inutile.se vuoi posso cominciare a farlo,non c'è problema,ma sono convinto che non mi prenderà neanche in considerazione.
dany83 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it