Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 01-09-2007, 22.55.09   #31
wilhelmina frederika
iscrizione annullata
 
L'avatar di wilhelmina frederika
 
Data registrazione: 02-02-2004
Messaggi: 154
Riferimento: Il Comportamento Dei Nostri Amici Animali

Animali..cielo,casa mia è da sempre uno zoo.Oltre l'aver posseduta una stalla con cavalli,pecore,paperelle,galli ne,cani e gatti.I cavalli stavano all'ingrasso...come si dice in gergo.Certe volte anche per mesi.
Le mie figlie all'età di 13/14 anni andavano come gli indiani senza sella a cavallo sulla spiaggia.Erano le uniche...le ragazze una volta non andavano a cavallo da queste parti...era roba da maschietti.
Quanti puledri abbiamo visti nascere...sono momenti carico di emozioni.
Eppure noi eravamo macellai...ma non vuol dire che l'amore per gli animali non c'era.
Non è facile da spiegare...ma la trasformazione da animale in bistecca,non era visto come un atto crudele.....l'animale da ingrassare lo si considerava quello che era "un animale".
Non c'era affetto,perchè il cavallo non era stato allevato personalmente...lo si comprava già come animale "da macello"!
Mentre i cani,o gli gatti,conigli e le galline erano tutti stati allevati e cresciuti con amore...c'era un altro rapporto.Guaio a proporre di macellare un coniglio....
Non l'avrebbe mangiato nessuno in famiglia.
wilhelmina frederika is offline  
Vecchio 02-09-2007, 14.27.02   #32
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Il Comportamento Dei Nostri Amici Animali

wilhelmina frederika
Citazione:
Non è facile da spiegare...Ma la trasformazione da animale in bistecca non era visto come un atto crudele.....:L'animale da ingrassare lo si considerava "un animale".
Non c'era affetto perchè il cavallo non era stato allevato personalmente...Lo si comprava già come animale "da macello"!
Mentre i cani, i gatti, i conigli e le galline, erano stati allevati e cresciuti con amore...C'era un altro rapporto. Guai a proporre di macellare un coniglio....
Non l'avrebbe mangiato nessuno in famiglia.
katerpillar

Questo atteggiamento, velatamente contradditorio, rientra in quelle che noi chiamiamo abitudini e che fanno parte della cultura e tradizioni di un popolo.
Come è stato già affermato, in Giappone mangiano i cani, anzi li allevano come noi alleviamo i polli o i conigli. Per noi mangiare un cane è scandaloso, mentre per loro è scandaloso mangiare carne di cavallo, o per l'India mangiare carne di mucca.

Per questo molte volte ci scontriamo con quei vegetariani che sono intrasigenti al massimo, e che non tengono in considerazione le tradizioni e abitudini iniziali della nazione in cui siamo nati e vissuti; senza tener conto delle raccomandazioni mediche che consigliano di consumare carni animali, seppur moderatamente.
katerpillar is offline  
Vecchio 02-09-2007, 19.33.35   #33
akikài
Ospite
 
L'avatar di akikài
 
Data registrazione: 25-08-2005
Messaggi: 7
Riferimento: Il Comportamento Dei Nostri Amici Animali

Citazione:
Originalmente inviato da wilhelmina frederika
....l'animale da ingrassare lo si considerava quello che era "un animale".


Potresti spiegare questo concetto?

Grazie,
Eleonora.
akikài is offline  
Vecchio 02-09-2007, 19.57.57   #34
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Il Comportamento Dei Nostri Amici Animali

Mangio la carne, perché mi piace

Non è forse lo stesso motivo che muove il ladro, il criminale o lo stupratore, quando cerca il suo piacere, incurante della sofferenza che causa il suo gesto? Se bastasse il piacere a giustificare le nostre azioni tutto sarebbe lecito e il mondo sarebbe un inferno.

La nostra società materialista e superficiale ci consente di procurarci piaceri, che causano sofferenza ad altri esseri senzienti, come un tempo giustificava lo stato di sottomissione degli schiavi, ma se fossimo noi dalla parte degli oppressi sicuramente ci ribelleremmo a questo ingiusto e crudele destino, diventato consuetudine, perché le vittime, come gli schiavi, non possono ribellarsi.
L’animale predatore che cerca di uccidere per procurarsi il cibo è considerato una bestia feroce da eliminare, anche se è anatomicamente strutturato per comportarsi in tal modo, a differenza dell’uomo, che mangia la carne solo per il piacere del suo stomaco.

Rifletti sul sangue versato e fatto defluire nelle fogne, considera gli anni di disumana prigionia nella privazione della luce del sole, dell’erba, dei prati.

Confronta il tuo piacere con i coltelli, le asce, le seghe, che riducono in piccoli pezzi un animale forte e mite, che amava la vita e aveva terrore della morte.

Confronta il tuo piacere con le viscere strappate e ammassate come cenci repellenti, con le zampe segate e gli occhi divelti di tutti gli animali uccisi a causa tua che mangi la carne perché “ti piace”.

Una folla sterminata di animali hanno cessano per sempre di esistere per soddisfare i piaceri gastronomici degli umani. Se coloro che mangiano la carne dovessero uccidere con le proprie mani un animale, se vedessero gli orrori della macellazione, l’inferno di quei luoghi di tortura; se vedessero gli animali piangere come bambini davanti ai loro carnefici, se sentissero le urla disperate, forse coloro che mangiano la carne perché “gli piace” cambierebbero opinione.

Qualcuno ha detto che “se i mattatoi avessero le pareti di vetro tutti sarebbero vegetariani”.

Una persona indifferente alla sofferenza altrui giustifica e vive secondo la legge del più forte, finché i più deboli sono gli altri. Ma se la stessa sorte crudele toccasse a questa persona allora volgerebbe il suo grido disperato verso lo stesso Dio che inutilmente invocano gli animali, per essere salvati dall’egoismo dell’uomo.

Quel che l’uomo non comprende è che la società umana è solo una piccola parte della inseparabile famiglia dei viventi e che inutilmente cerca la vera pace ed il vero progresso finché continuerà a sterminare la gran parte dei componenti della sua stessa famiglia.

Questa insensata propensione impedisce al genere umano di sviluppare in se stesso quelle imprescindibili qualità morali, spirituali e civili da renderlo capace di realizzare un mondo migliore.

Ho tratto questo articolo da LiberaMente Servo e non per contraddire a livello personale, né wilhelmina frederika, né katerpillar, dei quali non potrei mai dire che non sono persone civili e sensibili.
Patri15 is offline  
Vecchio 02-09-2007, 21.42.31   #35
okuto no ken
Ospite
 
Data registrazione: 08-03-2007
Messaggi: 7
Riferimento: Il Comportamento Dei Nostri Amici Animali

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
wilhelmina frederika
katerpillar

Questo atteggiamento, velatamente contradditorio, rientra in quelle che noi chiamiamo abitudini e che fanno parte della cultura e tradizioni di un popolo.
Come è stato già affermato, in Giappone mangiano i cani, anzi li allevano come noi alleviamo i polli o i conigli. Per noi mangiare un cane è scandaloso, mentre per loro è scandaloso mangiare carne di cavallo, o per l'India mangiare carne di mucca.

Per questo molte volte ci scontriamo con quei vegetariani che sono intrasigenti al massimo, e che non tengono in considerazione le tradizioni e abitudini iniziali della nazione in cui siamo nati e vissuti; senza tener conto delle raccomandazioni mediche che consigliano di consumare carni animali, seppur moderatamente.

Per te il rispetto delle "tradizioni" delle "abitudini di un popolo, di una nazione sono più importanti della vita di un essere vivente, innocente?
Ma, dici sul serio o scherzi?
Secondo te allora dovremmo tutelare "tradizioni" "abitudini" quali infibulazione visto che sono "tradizioni" "abitudini" secolari addirittura millenarie.
Ma, le mi dirà che non si può mettere sullo stesso piano l'uomo e l'animale;
come se ci fossero due significati delle parole "rispetto della vita" come se ci fossero due tipi di "vita" 1 da "rispettare" perchè "umana" o "animale d'affezione" 1 da torturare, rinchiudere, ammazzare perchè animale non d'affezione, non umano. da uccidere nel "rispetto" delle tradizioni dell'abitudini.
Rispettiamo così anche la corrida ci se ne frega del toro; però, a volte a terra rimane il torero. Rischi del suo mestiere.
per lui lacrime per il toro no tanto era un animale èh!?
non voglio dire molto su quei dottori ,si fa per dire, che consigliano di mangiar carne perchè mi viene da ridere visto la loro scarsa conoscienza dell'alimentazione vegana.
sono rimasti con le loro vecchie conoscienze e nonostante ci siano siti come www.scienzavegetariana.it o come www.viverevegan.org o anche www.vegan3000.info dove uno trova tutte le risposte per ogni dubbio loro sono coi paraocchi non sentan ragione.
okuto no ken is offline  
Vecchio 02-09-2007, 23.06.38   #36
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: Il Comportamento Dei Nostri Amici Animali

Il mio cane (Goku si chiama!) è una sagoma! L'altro giorno stavo facendo dei lavori e sento guaire, allora mi preoccupo ed inizio a chiamarlo a gran voce, non lo trovo e sento guaire sempre più forte, mi dava proprio la sensazione del dolore.... ad un certo punto guardo verso la stalla ed eccolo la! Rannicchiato vicino ad una grata con la coda tra le gambe!

S'era intruffolato sperando di trovare chissà cosa (e chissà come c'è entrato, non l'ho capito) e poi è rimasto chiuso dentro !
Poi ovviamente appena gli ho aperto ha subito iniziato a saltar di qua e di là e a farmi feste, per poi andare a fare il grosso con le galline (perchè di oche e maiali ha troppa paura! )

Un altro atteggiamento interessante lo adotta quando gli getto qualcosa di buono da mangiare, la fissa per qualche secondo, poi alza il capo facendo un'aria sdegnosa..... poi appena mi allontanto si gira per controllare che io non lo veda e divora tutto!!

Devo avergli trasmesso qualche nozione di dignità sociale!
S.B. is offline  
Vecchio 03-09-2007, 02.09.40   #37
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Il Comportamento Dei Nostri Amici Animali

okuto no ken
Citazione:
Per te il rispetto delle "tradizioni" delle "abitudini di un popolo, di una nazione sono più importanti della vita di un essere vivente, innocente?
katerpillar

Ma chi mai ha affermato questo?

Ad essere sincero sono stanco di perdere tempo con chi legge ed interpreta quello letto in un modo molto "personale", solo perché ha dei preconcetti su coloro che non sono vegetariani; sono circa un paio d'anni che sto tentando di diventarlo, visto che non mangio quasi mai la carne, senza dichiararmi tale, ma per problemi di salute non posso attuarlo fino in fondo.

Dico io: volete parlare dei problemi degli animali? Aprite una discussione in proposito e fatelo in santa pace senza aggredire chi non la pensa come voi che, tutto sommato, a non mangiare la carne su sei miliardi di umani saremo, si e no, quattro gatti.

Inoltre: che senso ha inserirsi in un thread che vuol parlare delle prodezze dei nostri amici animali, per parlare dei maltrattamenti agli stessi o altro?
katerpillar is offline  
Vecchio 03-09-2007, 11.46.55   #38
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Il Comportamento Dei Nostri Amici Animali

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
okuto no ken
katerpillar

Ma chi mai ha affermato questo?

Ad essere sincero sono stanco di perdere tempo con chi legge ed interpreta quello letto in un modo molto "personale", solo perché ha dei preconcetti su coloro che non sono vegetariani; sono circa un paio d'anni che sto tentando di diventarlo, visto che non mangio quasi mai la carne, senza dichiararmi tale, ma per problemi di salute non posso attuarlo fino in fondo.

Dico io: volete parlare dei problemi degli animali? Aprite una discussione in proposito e fatelo in santa pace senza aggredire chi non la pensa come voi che, tutto sommato, a non mangiare la carne su sei miliardi di umani saremo, si e no, quattro gatti.

Inoltre: che senso ha inserirsi in un thread che vuol parlare delle prodezze dei nostri amici animali, per parlare dei maltrattamenti agli stessi o altro?

Non credo proprio ci sia in corso un attacco personale a te, Katerpillar: se tu non amassi gli animali non avresti aperto un thread su di loro.

Ma non è neppure pre-giudizio parlare delle sofferenze degli animali che vengono uccisi senza aver vissuto (v. allevamenti intensivi e torture varie) per imbandire le nostre tavole.

A volte è meglio non sapere, una volta che però vieni a conoscenza del trattamento a cui sono sottoposti quei poveri esseri, è difficile tornare indietro.
"La mente che si apre a una nuova idea - diceva Einstein - non torna più alla dimensione precedente"

Il senso di inserirsi in questo tuo 3d, è quello che ci accomuna, no?
L'amore verso i Nostri Amici Animali.

Patri15 is offline  
Vecchio 03-09-2007, 17.17.32   #39
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Il Comportamento Dei Nostri Amici Animali

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15

A volte è meglio non sapere, una volta che però vieni a conoscenza del trattamento a cui sono sottoposti quei poveri esseri, è difficile tornare indietro.


Guarda che ai nostri animalisti amici non credo interessi molto il metodo di allevamento. Il tirare in ballo in continuazione gli allevamenti intensivi è una palese strumentalizzazione.
Mi ricordo che un giorno chiesi opinione sull'allevamento degli animali per scopi familiari...per intenderci, quelli che nascono e vivono liberi in mezzo un campo e finiscono sopra una tavola dopo 9 mesi di vita...ebbene, non mi pare che il parere fosse molto differente e più accondiscendente! Ergo...è una radicata forma mentis che non accetta nessun tipo di dialogo o opinione! Piuttosto...meglio non farli neanche nascere quegli animali!

maxim is offline  
Vecchio 03-09-2007, 18.22.43   #40
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Il Comportamento Dei Nostri Amici Animali

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Guarda che ai nostri animalisti amici non credo interessi molto il metodo di allevamento. Il tirare in ballo in continuazione gli allevamenti intensivi è una palese strumentalizzazione.
Mi ricordo che un giorno chiesi opinione sull'allevamento degli animali per scopi familiari...per intenderci, quelli che nascono e vivono liberi in mezzo un campo e finiscono sopra una tavola dopo 9 mesi di vita...ebbene, non mi pare che il parere fosse molto differente e più accondiscendente! Ergo...è una radicata forma mentis che non accetta nessun tipo di dialogo o opinione! Piuttosto...meglio non farli neanche nascere quegli animali!


Hai ragione, Maxim: non per la strumentalizzazione, perché non credo che tu possa accettare, senza alcuna reazione emotiva di vedere gli allevamenti intensivi.
E' vero invece che, una volta che ci si comincia a pensare agli animali e ad osservarli, sentendo una specie di comunicazione muta con loro - non si riesce più a tornare indietro. Almeno io non ci riesco.
Patri15 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it