Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 26-11-2007, 13.18.51   #21
aile
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-04-2007
Messaggi: 169
Riferimento: Gli uomini picchiano le donne

Io vorrei dire la mia,riguardo a questa mobilitazione: posso capire e comprendere che gli uomini non vogliano essere vittime di generalizzazioni.Però capite che questo problema è difficilissimo da affrontare.Capite che per una donna,che magari non ha molti affetti,essere trattata male diventa quasi "normale".E diventa normale pensare che l'uomo sia quello e basta.
Ci sono tanti uomini ,mi auguro,che in questi giorni hanno visto la tv o letto il giornale,e hanno capito che il messaggio era diretto a loro.Uomini stupidi,forse a volte ignoranti,forse a volte repressi,insomma uomini con problemi.Che si scaricano sulla donne.A volte anche sui bambini (..!!).Il solo fatto che sia arrivato il messaggio,forte,per me è una grande conquista.Mi dispiace per chi si è sentito offeso,mi dispiace per la maleducazione di alcune manifestanti o per alcune scelte fatte durante la manifestazione,ma di fronte alla gravità della cosa...mi sembra tutto di poca importanza.
Molti degli uomini violenti,secondo me,non si rendono neanche conto di quello che fanno.Questo ,cari uomini corretti,dovete capire:questi maledetti non si rendono conto,non hanno sensibilità,non so come la pensino,e non riesco a immaginarlo.

Pur essendo tendenzialmente femminista,
non ho mai creduto che "gli uomini sono tutti uguali",nè che siano tutti dei viscidi provoloni,nè che siano oppressori dele donne.Il problema è solo questo:
quando un uomo è una di queste cose,non so per quale oscura ragione ,ne è fiero.Nel senso che non si accorge del danno che provoca.PEr questo secondo me,alla fine,un cartello malposto è il minore dei mali.
I genitori si sono dimenticati di insegnare ai figli come ci si comporta... spesso,chi malmena una donna lo ha visto fare in casa propria.


Gli uomini che ho incontrato io,per la maggior parte erano dei veri e propri amici,corretti,rispettosi,sinc eri.Questo non vuol dire che siano degli esempi di virtù e rettitudine,cosi come nessuno lo è (ne uomini,ne donne),
ma trattare le altre persone con rispetto non richiede chissà quale fatica e chissa quale estrazione sociale..

Io sarei curiosa di sapere quanti di questi uomini sono sposati con rito cattolico.Come dicevo in un altro post...una volta che sei sposato,puoi fare qualsiasi cosa,e nessuno viene a chiederti niente.Guai a toccare la sacralità,guai per la donna ammettere pubblicamente di essere in una trappola,anzichè in un matrimonio..Scusate l'ot ma la penso così...
aile is offline  
Vecchio 26-11-2007, 13.24.15   #22
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: Gli uomini picchiano le donne

Citazione:
Originalmente inviato da griago

La seconda però è ridurre la presenza del sesso in ogni dove, ad iniziare dai media dove se ne abusa a piene mani, stimolando per l'appunto all'inverosimile un normale istinto pur di vendere, ad esempio, la tazzina di caffè o per avere più spettatori del programma concorrente.

su questo mi trovi perfettamente d'accordo


Citazione:
Originalmente inviato da griago
Ma la vera maturazione si raggiunge quando si prende coscienza della interdipendenza di tutti noi. Quando si capisce che ogni cosa, ogni comportamento hanno effetti che si propagano anche molto lontano.


interessante riflessione quella sugli stadi differenti della maturità, e sulla interdipendenza di tutti noi, e molto condivisibile.
nevealsole is offline  
Vecchio 29-11-2007, 10.56.49   #23
chlobbygarl
Lance Kilkenny
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Gli uomini picchiano le donne

Citazione:
Originalmente inviato da kore
consiglio di leggere il libro, uscito in edizione einaudi, dal titolo: Molestie morali. La violenza perversa nella famiglia e nel lavoro.
Marie-France Hirigoyen, psichiatra, psicanalista, psicoterapeuta familiare ed esperta in vittimologia, disciplina per la quale in Francia è stata istituita una cattedra universitaria, descrive la tipologia dell'aggressore e della vittima nell'ambito della violenza all'interno della coppia o sul luogo di lavoro. Identifica l'aggressore in una persona affetta da "perversione narcisistica" e sottolinea il fatto che questi individui non sono persone affette da un disturbo psichiatrico, ma sono piuttosto caratterizzate da una fredda razionalità associata all'incapacità di considerare gli altri come esseri umani.

interessante la parte in cui parla della comunicazione omessa ("il ciclo del broncio") e usata come forma di controllo o di vera e propria manipolazione per cui diventa impossibile decalcificare, rendere dinamico e dunque dotare di senso un rapporto, fino a casi in cui l'altro arriva a sentirsi colpevole per il solo fatto di avere messo qualcuno in condizione di tenergli il "broncio".

Omettere di parlare in sostanza è una forma ultima ed estrema, sottile e formidabile di manipolazione e certo di molestia.Esistono rapporti parentali gestiti nella loro durata pluridecennale da non più di 7/8/10 scambi verbali a loro volta poi strumentalizzati a dovere e sublimati nella successiva omissione forzosa e imposta del contatto verbale.Il diritto giuridico prima o poi dovrà prendere in esame tali fattispecie.


Citazione:
Se chiede scusa per un attimo di debolezza, non credo che per una palpatina passerà guai seri.
questa non è male....
chlobbygarl is offline  
Vecchio 29-11-2007, 12.24.15   #24
padulo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-10-2006
Messaggi: 64
Riferimento: Gli uomini picchiano le donne

Citazione:
Originalmente inviato da chlobbygarl
interessante la parte in cui parla della comunicazione omessa ("il ciclo del broncio") e usata come forma di controllo o di vera e propria manipolazione per cui diventa impossibile decalcificare, rendere dinamico e dunque dotare di senso un rapporto, fino a casi in cui l'altro arriva a sentirsi colpevole per il solo fatto di avere messo qualcuno in condizione di tenergli il "broncio".

Omettere di parlare in sostanza è una forma ultima ed estrema, sottile e formidabile di manipolazione e certo di molestia.Esistono rapporti parentali gestiti nella loro durata pluridecennale da non più di 7/8/10 scambi verbali a loro volta poi strumentalizzati a dovere e sublimati nella successiva omissione forzosa e imposta del contatto verbale.Il diritto giuridico prima o poi dovrà prendere in esame tali fattispecie.

....

Cioe' scusami, fammi capire, stai proponendo una legge che preveda un numero minimo di scambi verbali in una definita unita' di tempo? Al di sotto di tale livello che dovrebbe succedere...scattare una accusa di "tentativo di manipolazione" o qualcosa di simile??
padulo is offline  
Vecchio 29-11-2007, 14.53.46   #25
chlobbygarl
Lance Kilkenny
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Gli uomini picchiano le donne

Sto dicendo che, nella traccia di quanto suggerito dall'autrice del libro citato, imporre la non-comunicazione in modo non-episodico a coloro con i quali si abbiano rapporti strutturati di qualunque genere, quindi umani o professionali, è una molestia e come tale potrebbe essere formalizzata nel codice civile oppure riconosciuta implicitamente attraverso istanza prima e sentenze dopo.

ad esempio, dove nel diritto di famiglia si parla di assistenza morale come di un dovere verso gli altri, ecco mi pare difficile rinvenirne in chi ripetutamente, sistematicamente e strategicamente eviti, ometta, si rifiuti di ascoltare sua moglie/marito/figlio.Gli episodi di scambio verbale citati in numero di sei sette sono evidentemente un esempio che abbia un senso di media statistica per spiegare quanto sopra.Potrebbero essere pure troppi e non causare carenza per difetto in determinati rapporti.Il termine implicito e non scritto era evidentemente che qualcuno prima se ne lamentasse.
chlobbygarl is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it