Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 24-02-2008, 18.15.47   #1
nuages
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-12-2007
Messaggi: 196
è giusto che i sacerdoti non si sposino?

Ancora oggi la Chiesa Cattolica di Roma sancisce che i suoi sacerdoti non possono sposarsi, allora perchè nei suoi circa primi mille anni di storia i suoi sacerdoti potevano sposarsi? Quando nel Vangelo in uno dei suoi passi Gesù chiedeva a tutti i suoi seguaci di essere fedeli alla propria moglie senza alcuna distinzione.
Come sempre sono gli interessi degli uomini a deviare troppe verità.
nuages is offline  
Vecchio 24-02-2008, 20.50.09   #2
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: è giusto che i sacerdoti non si sposino?

Secondo me è giusto dibattere per capire se la regola del celibato e della castità sia utile e applicabile o se sia giusto eliminarla.
Permanendo tuttavia questa regola, non trovo giusto che alcuni preti entrino in palese contrasto con essa attraverso i loro comportamenti.
In altre parole, finchè c'è la legge va rispettata e il prete, avendo scelto l'abito liberamente e consapevolmente, anzi per VOCAZIONE, deve attenersi alla regola pur potendola contestare dialetticamente e pur potendo operare affinchè questa venga eliminata.
Quando la legge sarà modificata, anche il prete potrà sposarsi (cosa che peraltro io non trovo in contrasto con la sua missione).
Se il prete non riesce a rispettare la regola di celibato e castità, che smetta di fare il prete: non lo obbliga mica nessuno.
frollo is offline  
Vecchio 25-02-2008, 08.24.14   #3
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: è giusto che i sacerdoti non si sposino?

Citazione:
Originalmente inviato da nuages
Ancora oggi la Chiesa Cattolica di Roma sancisce che i suoi sacerdoti non possono sposarsi, allora perchè nei suoi circa primi mille anni di storia i suoi sacerdoti potevano sposarsi? Quando nel Vangelo in uno dei suoi passi Gesù chiedeva a tutti i suoi seguaci di essere fedeli alla propria moglie senza alcuna distinzione.
Come sempre sono gli interessi degli uomini a deviare troppe verità.

Non c'è nulla di teologico che vieti il matrimonio per nessuno.

E' una scelta fatta per opportunità.

Si può discutere sui pro e sui contro.

Personalmente ritengo che sia opportuno che non si sposino.

D'altra parte chi si fa ordinare sacerdote è al corrente della disciplina che e richiesta. Non è obbligatorio farsi sacerdote.

Ad un uomo come ad una donna il matrimonio non impedisce comportamenti devianti.

Visto che è assai poco probabile che il sacerdozio ministeriale sia abolito, sarebbe meglio che questo ruolo fosse a "tempo determinato", cosicché chi ha scelto il sacerdozio possa poi lasciarlo in pace, qualora la sua coscienza esiga un diverso "stato di vita".
Giorgiosan is offline  
Vecchio 25-02-2008, 08.43.03   #4
vero
Ospite abituale
 
L'avatar di vero
 
Data registrazione: 29-08-2007
Messaggi: 89
Riferimento: è giusto che i sacerdoti non si sposino?

Citazione:
Originalmente inviato da nuages
Come sempre sono gli interessi degli uomini a deviare troppe verità.

Véro:la chiesa non è la religione,la chiesa non ha tramandato amore,ma cio' che faceva comodo a lei,che sia per ego o per volontà di possedere e o controllare i suoi fedelli...non vedo perché si dovrebbe amare come dice lei,basta amare se stesso e il suo prossimo,senza lasciarsi ingannare da "modelli" imposti,regole di vita..
Io penso che sia distante mille miglia dall'insegnamento di Gesù,dalla sua vita..
Non vedo come o perché si potrebbe pronare "l'amore universale",se non si prona l'amore per un coniuge..personalmente trovo che sia un contrasenso,una tale rinuncia imposta loro,quando non ha motivi di essere(sempre secondo me)non porta amore da spandere in ogni dove,ma puo' talvolta essere un'impedimento.
Questo è solo il mio parere,che,anche se non condiviso,rimane mio..a me non servono le chiese...servono solo le persone piene di amore che lo sanno donare,condividere..
Tutto il resto è pretesto.
vero is offline  
Vecchio 25-02-2008, 09.42.12   #5
nuages
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-12-2007
Messaggi: 196
Riferimento: è giusto che i sacerdoti non si sposino?

sicuramente non siamo qui per dettar regole o volerle cambiare, siamo qui per dibattere la regola che hanno creato gli uomini della Chiesa in un periodo storico dove gli interessi del momento tiravano da una certa parte, sicuramente in questa regola non centrano nulla gli insegnamenti di Gesù, che anzi tiravano da tuttaltra parte.
nuages is offline  
Vecchio 25-02-2008, 14.18.32   #6
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: è giusto che i sacerdoti non si sposino?

Citazione:
Originalmente inviato da nuages
sicuramente non siamo qui per dettar regole o volerle cambiare, siamo qui per dibattere la regola che hanno creato gli uomini della Chiesa in un periodo storico dove gli interessi del momento tiravano da una certa parte, sicuramente in questa regola non centrano nulla gli insegnamenti di Gesù, che anzi tiravano da tuttaltra parte.

Certamente contingenze storiche hanno contribuito a questa disciplina, cioè al celibato dei sacerdoti.

Per la castità c'entra l'esempio e il suggerimento di Gesù: è meglio questo stato ma non è da tutti.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 26-02-2008, 17.48.15   #7
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: è giusto che i sacerdoti non si sposino?

Citazione:
Originalmente inviato da nuages
sicuramente non siamo qui per dettar regole o volerle cambiare, siamo qui per dibattere la regola che hanno creato gli uomini della Chiesa in un periodo storico dove gli interessi del momento tiravano da una certa parte, sicuramente in questa regola non centrano nulla gli insegnamenti di Gesù, che anzi tiravano da tuttaltra parte.

Condivido pienamente.

Stamattina riflettevo sulla stranezza della mente umana.
Gli islamici non mangiano carne di maiale, un tempo proibita perchè dannosa in un clima caldo, una regola igienica messa in una religiosa diveniva estremamente efficace.
Il guaio è che l'uomo corre sempre e da sempre il rischio di divenire come un uccello nel cui nido il cuculo ha deposto le proprie uova. Alleverà i piccoli del cuculo e lascerà che questi uccidano i propri.
L'incapacità del cervello, una volta impresso un determinato marchio, di liberarsi da ciò che lo uccide. Così che una regola igienica viene applicata anche quando non ve n'è più necessità. Ovvero un islamico non mangerebbe carne di maiale neppure al Polo Nord.

Che ci azzecca con il celibato dei sacerdoti? a me sembra la stessa identica cosa.
Il celibato deve essersi reso necessario in una determinata epoca visto l'andazzo che avevano preso papi, vescovi, cardinali e preti di spupazzarsi le meglio donne o quelle che venivano a tiro. E i figli che nascevano poi pretendevano, a giusta ragione, eredità, beni materiali (non certo spirituali) che la chiesa si vedeva sfuggire da sotto il naso.
E visto che il clero (tolte alcune rare eccezioni) sono piuttosto o del tutto o palesemente o meglio spudoratamente venali non potevano vedersi dissanguare in tal guisa, in tal modo. Urge porre drastico rimedio: celibato, castità.
E se per il celibato erano e sono intolleranti per la castità l'elasticità è sempre stata ed è molto ampia. Tanto da ritenere "povere vittime" quei preti che trovano sano e giusto e santo "sfogarsi" con i bambini.
Mary is offline  
Vecchio 29-02-2008, 13.44.35   #8
Valerio2
Ospite abituale
 
L'avatar di Valerio2
 
Data registrazione: 05-09-2007
Messaggi: 113
Riferimento: è giusto che i sacerdoti non si sposino?

Un Papa eccezionale, che tutti ben conosciamo per la sua profonda religiosità, in odore di santità, moderno, innovatore, vicino ai giovani come mai nessun altro, non ha mai voluto nemmeno discutere l'argomento.

Non è un principio della Chiesa che verrebbe messo in discussione, ma il suo fondamento apostolico.

Questo Papa incredibile ed eccezionale, morendo, pronunciò le famose parole rivolte alla Madonna, alla quale era particolarmente devoto.

TOTUS TUUS.

Il concetto di queste parole è alla base della scelta vocazionale del sacerdote.

Egli abbandona ogni altro interesse terreno e si dedica interamente, per sempre e con tutto sè stesso al Signore ed alla missione che Egli gli affida.

E diventa testimone dell'Amore universale che Dio rivolge agli uomini. Da quel momento, che il sacerdote ha scelto in piena libertà, tutto il suo essere sarà dedicato a Dio e ai suoi fratelli.

Questo è il concetto fondante. Esistono naturalmente tutte le deviazioni e le perversioni di cui l'uomo è capace.

Ma se il sacerdote si sposa dedica, come ogni marito, tutto sè stesso alla compagna di vita.

Chi dovrà trascurare per non mancare ad entrambe le promesse?

Dio o la moglie?

In ogni caso il sacerdote che ritiene di non poter dedicare tutto sè stesso all'impegno sacerdotale, può chiedere al Vescovo di essere sciolto dal suo giuramento. Non verrà per questo ne' punito, ne' allontanato dalla Chiesa. Prenderà solo atto che la sua non era vera vocazione.
Valerio2 is offline  
Vecchio 29-02-2008, 15.33.09   #9
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: è giusto che i sacerdoti non si sposino?

Citazione:
Originalmente inviato da Valerio2
Un Papa eccezionale, che tutti ben conosciamo per la sua profonda religiosità, in odore di santità, moderno, innovatore, vicino ai giovani come mai nessun altro, non ha mai voluto nemmeno discutere l'argomento.

Non è un principio della Chiesa che verrebbe messo in discussione, ma il suo fondamento apostolico.

Questo Papa incredibile ed eccezionale, morendo, pronunciò le famose parole rivolte alla Madonna, alla quale era particolarmente devoto.

TOTUS TUUS.

Il concetto di queste parole è alla base della scelta vocazionale del sacerdote.

Egli abbandona ogni altro interesse terreno e si dedica interamente, per sempre e con tutto sè stesso al Signore ed alla missione che Egli gli affida.

E diventa testimone dell'Amore universale che Dio rivolge agli uomini. Da quel momento, che il sacerdote ha scelto in piena libertà, tutto il suo essere sarà dedicato a Dio e ai suoi fratelli.

Questo è il concetto fondante. Esistono naturalmente tutte le deviazioni e le perversioni di cui l'uomo è capace.

Ma se il sacerdote si sposa dedica, come ogni marito, tutto sè stesso alla compagna di vita.

Chi dovrà trascurare per non mancare ad entrambe le promesse?

Dio o la moglie?

In ogni caso il sacerdote che ritiene di non poter dedicare tutto sè stesso all'impegno sacerdotale, può chiedere al Vescovo di essere sciolto dal suo giuramento. Non verrà per questo ne' punito, ne' allontanato dalla Chiesa. Prenderà solo atto che la sua non era vera vocazione.

La teoria è una splendida cosa, la realtà, la pratica, il quotidiano è altro.

Fino a quando trattiamo teorie e concetti va tutto bene, come un viaggio progettato a tavolino. Gli ostacoli si superano in un nonnulla. I guai cominciano quando si passa alla pratica. E qualsiasi progetto deve sempre inevitabilmente fare i conti con la realtà.

Così l'uomo o la donna che si privano dell'altro sesso sono monchi, incompleti.
Nella mia esperienza ho incotrato SOLO suore che avevano nell'animo una concentrazione terribile di crudeltà, freddezza, intolleranza.

Solo una giovanissima suora mi ha mostrato per un solo istante l'essere umano dolce e caritatevole.

La cosa che oggi mi colpisce subito di questa gente "votata al signore" è la falsità della loro voce. Uguale, come se prima di indossare l'abito avessero indossato anche un microfono che le rende tutte uguali. Non ci avevo mai fatto veramente caso. E lo stesso vale per i sacerdoti.

La loro castità li conduce inevitabilmente ad un freddezza umana spiegabilissima e compensibilissima ma che alla gente che va in cerca di Dio non serve.

L'individuo, chiunque egli sia, che decida di dare tutto se stesso al Signore deve vivere la propria castità come scelta quotidiana e libera da qualsiasi imposizione esterna. Deve, se vuole e può, riuscire a trasformare l'energia sessuale in energia ugualmente creativa, e non è roba che possono fare tutti.

La realtà è semplice: per un motivo pratico e venale si è imposto il celibato facendolo passare per qualcosa che non è. E il danno è stato irreparabile.

Io vedo solo una forma di egoismo superlativa, un egoismo che niente ha a che vedere con la Parola di Gesù.
Mary is offline  
Vecchio 29-02-2008, 18.34.41   #10
Valerio2
Ospite abituale
 
L'avatar di Valerio2
 
Data registrazione: 05-09-2007
Messaggi: 113
Riferimento: è giusto che i sacerdoti non si sposino?

Cara Mary,

ho letto, in quello che scrivi abitualmente, un'infinità di amore che vuoi dare a piene mani.

Perchè lasci che alcune esperienze negative che anche tu, come me ed altri, abbiamo vissuto nel rapportarci con "preti e suore" prevalgano sulla tua indole?

Il fatto di indossare il saio non ne fa dei santi. Il loro percorso può essere estremamente arduo e se vivono la loro vocazione in maniera diversa da quello che dovrebbe essere, non è difficile che si avveri tutto quello che hai detto.

Altre confessioni cristiane ammettono che il pastore possa sposarsi. Tu ritieni forse che la loro dedizione alla missione sia totale? Sarà perchè sono cattolico, ma ho sempre visto con un certo disagio la loro opera.

Tornando a noi cattolici: mi risulta che Francesco e Chiara si amassero, e non dell'amore cristiano, almeno per quanto riguarda Chiara.

Eppure in entrambi l'amore per nostro Signore ha superato il desiderio che potevano avere l'uno dell'altro.

E' ovvio che la rinuncia ad una componente essenziale dell'essere umano possa essere un enorme sacrificio, a volte insostenibile. Ma perchè escludere che l'amore per Dio e per il prossimo sia altrettanto appagante?

Fra l'altro si è sempre parlato di chiamata. Io non l'ho mai ricevuta ed infatti non sono prete e le donne mi piacciono un sacco. (non fraintendere)
Valerio2 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it