Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 13-05-2008, 15.13.38   #11
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
frollo]Usufrutto e proprietà.
Intanto c'è una questione di "status symbol": più o meno tutti possono affittare un elicottero per un'oretta di volo (qualche centinaio di euro) non tutti possono permettersi un elicottero privato a disposizione tutto l'anno (qualche milione di euro).
Per mostrare questi simboli di uno stato sociale ( E poi dicono che non ha più senso la lotta di classe) gli esseri umani smettono di comportarsi come animali sociali, ha senso mercificare i propri figli attraverso la pedofilia per mostrare oggetti di culto?Succede Frollo anche questo, se il Nostro valore di individui deriva da ciò che mostriamo, arriveranno a fare qualsiasi cosa pur di mostrare, già succede.

Citazione:
Poi c'è una questione di disponibilità del bene: se voglio farmi un voletto in elicottero e non ce l'ho, rimango soggetto alla disponibilità e alle priorità di chi me lo affitta. Magari devo inserirmi in una fila d'attesa e magari devo rinunciare perchè quel giorno non ci sono posti.
Un po' m'impressiona che ritieni il sogno di disporre di un elicottero, inalienabile, io penso a coloro che magari lavorano 14 ore al giorno in Africa per pochi dollari, e non riescono a sfamare tutta la famiglia, alla sofferenza che possono provare.
Mia madre mi raccontò di una donna durante la guerra che abitava accanto a Lei, che provò tanta disperazione nel sentire piangere i figli piccoli per la fame, da prenderne uno e scaraventarlo contro la rete di recinzione. Mia madre vide la scena e convinse mia nonna che non era sicuramente ricca a condividere un pasto. Immaginarmi questa scena mi fa venire i brividi. Un Italia lontano, che gli italiani hanno dimenticato in fretta.
Citazione:
Pensa per esempio ad un appartamento a Papeete in Polinesia: se ce l'ho posso andare nel paradiso terrestre più esclusivo del mondo quando ne ho voglia, se devo affittarlo, devo farlo per tempo e magari non trovo posti perchè altristraricconi me l'hanno soffiato
Esclusivo? perchè esclude, perchè si vuole distinguere dalla massa? Io mi voglio distinguere da chi ritiene di volersi distinguere da me Il valore monetario dei paradisi terrestri è una pura invenzione umana. Architetti che costruiscono "Serpentoni" spacciandoli per colpi di genio ecologici e architettonici, e poi vanno a vivere in ville Liberty

.
Citazione:
Capisco che anche queste ragioni abbiano scarso peso, ma tu pensa a chi di soldi ne ha quanti ne vuole e al fatto che questo cambia inevitabilmente le prospettive e i punti di vista.
Ai miei molto più modesti livelli, io preferirei avere una casa di proprietà, anzichè stare in affitto, semplicemente per una convenienza finanziaria: l'affitto sono soldi buttati, la proprietà è un investimento che si rivaluta nel tempo.
Ho avuto dei tentennamenti quando si è trattato di comprare la macchina (che è un bene che si svaluta nel tempo e non si rivaluta come la casa), quando ho pensato ad un "noleggio a lungo termine", ma anche in quel caso, semplici considerazioni economiche mi hanno fatto scegliere per un'auto usata di proprietà.
E d'altra parte il caso da manuale sono le collezioni d'arte: a che pro, uno dovrebbe spendere miliardi per collezionare opere d'arte, quando basterebbe andare nei musei per vederle? Eppure ci sono ricconi che non esitano a spendere milioni di euro per un quadro o una scultura!
L'arte è uccisa dal mercato, il genio è ucciso dal mercato.
Citazione:
Quanto all'anarchia, concetto che ritorna frequentemente e in maniera quindi "sospetta", mi chiedo come possa esistere una società anarchica in un sistema ormai proiettato verso il liberismo/capitalismo più sfrenato.
Desidero l'Anarchia perchè amo gli esseri umani, tutti.

Citazione:
Infine... 5000 euro al mese, mi consentirebbero di accollarmi un mutuo di 2500 euro al mese, corrispondente a circa 350000 euro di prestito: qualcosa ci si potrebbe fare in campo immobiliare, non credi?
Seguiti a confrontarti senza uscire dalla logica del mercato.
ornella is offline  
Vecchio 13-05-2008, 21.02.58   #12
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Io non sto discutendo sulla moralità o l'immoralità di guadagnare un sacco di soldi, confrontando i redditi di Bill Gates con quelli dei poveri africani, sto solo cercando di immaginare quali meccanismi si instaurino nella mente di chi guadagna cifre da capogiro. Intanto non si può pretendere che chi è ricco si senta in colpa per esserlo e che scelga la via di San Francesco. Il nostro sistema evidentemente consente a qualcuno di sviluppare fortune immense e io dico: meno male! Almeno chiunque può coltivare il sogno di "svoltare".
Poi sono d'accordo con te: per un uomo normale la differenza tra un'infinità di soldi e il doppio o il triplo degli stessi soldi è solo teorica... sempre di infiniti si tratta! Evidentemente per chi ci si trova, conta anche quella e magari non ci si accontenta più di 52 miliardi di dollari all'anno, ma se ne vogliono 104! Si vede che si entra in una spirale di crescita a tutti i costi e se un anno guadagni meno dell'anno prima, vai in depressione! Oppure hai messo in moto talmente tanti meccanismi che "lavorano per te" e facendoti guadagnare ben oltre il tuo puro e semplice impegno, che passi il tuo tempo a metterne in moto altri che moltiplicano esponenzialmente la ricchezza. Nel caso di Bill Gates, pensa solo alle royalties incassate per le licenze d'uso: la microsoft ha fatto lo sforzo una volta e su quello sforzo campa di rendita per anni!
Niente male come idea!
Io da tempo mi chiedo, a proposito dei calciatori, che senso abbia cambiare squadra per 1 milione di euro in più al'anno:se giochi a Roma per 5 milioni all'anno e stai bene, ha senso trasferirsi a Milano, per 7 milioni?
Certo 2 milioni in più in se per se non sono pochi, ma già 5 rappresentano una cifra enorme che io faticherei a spendere in una vita, 7 non aggiungerebbero granchè... eppure all'ambizione e all'avidità evidentemente non c'è limite.
E d'altra parte è giusto "limitare" d'ufficio questo desiderio e questa spinta a voler diventare ricchi a voler guadagnare di più, imponendo dei tetti di reddito ed obbligando in qualche modo a "spartire il surplus"?
Secondo me no.
Io credo che se il mercato è effettivamente equo, se la competizione è leale, se è il merito e la bravura, la lungimiranza e l'inventiva, la creatività e l'ingegno, che riescono a sviluppare alti redditi, allora sia giusto per chi ci riesce, guadagnare anche cifre da capogiro. Bill Gates è pertito da un garage e in pochi anni è diventato la persone più ricca del mondo: una persona così andrebbe ammirata, imitata, studiata e non criticata e/o abborrita! Gates è un genio del nostro tempo, non un criminale sfruttatore.
E d'altra parte, per il nostro fisco è meglio una persona che guadagna 10 milioni di euro piuttosto che 1000 che guadagnano 10000 euro cadauna: nel primo caso infatti il prelievo fiscale si avvicinerà al 50% e il fisco riceverà circa 5 milioni, nel secondo caso il prelivo fiscale o è il 23% o addirittura è 0 e quindi l'introito sarà molto minore. Se vogliamo dirla in altro modo, il ricco contribuisce in misura molto maggiore al costo dello stato che non il povero (a meno che non evada, ovviamente). Quindi chi guadagna tanto, non solo dovrebbe essere ammirato per la sua capacità di guadagnare tanto, ma dovrebbe anche essere applaudito per il suo maggior contributo al benessere pubblico. E' un paradosso? Boh...
frollo is offline  
Vecchio 13-05-2008, 21.12.48   #13
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
E cosa pensi dei redditi miliardari? Per te sono assennati?


Dalla prospettiva di chi li guadagna? Assolutamente sì, coi soldi si possono fare molte cose e influenzare molte decisioni, sia in positivo che in negativo.

Certo se la massima aspirazione del miliardario in questione è comprarsi yacth uno sopra l'altro la cosa non molto assennata, ma "difficilmente gli uomini vedono le cose sotto questa luce astratta e filosofica" - A.Smith, "Wealth of nations".
S.B. is offline  
Vecchio 18-05-2008, 15.49.15   #14
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
frollo]Io non sto discutendo sulla moralità o l'immoralità di guadagnare un sacco di soldi, confrontando i redditi di Bill Gates con quelli dei poveri africani, sto solo cercando di immaginare quali meccanismi si instaurino nella mente di chi guadagna cifre da capogiro. Intanto non si può pretendere che chi è ricco si senta in colpa per esserlo e che scelga la via di San Francesco.
Bill Gates è perfettamente in linea con le regole e le leggi attuali, e anzi per assurdo la libertà di cui ha goduto lo porta di fatto a raggiungere fette di mercato tali da sfiorare il monopolio. Ciò ha portato ai suoi concittadini a cercare il modo per limitare la sua crescita. Ti dirò in questo caso non è giusto.

Citazione:
Il nostro sistema evidentemente consente a qualcuno di sviluppare fortune immense e io dico: meno male! Almeno chiunque può coltivare il sogno di "svoltare".
Nel caso si annullasse il valore di mercato dei beni e servizi, e si vietasse di fatto l'accumolo di Capitali oltre una certa cifra questo "svoltare perderebbe di senso"
Citazione:
Poi sono d'accordo con te: per un uomo normale la differenza tra un'infinità di soldi e il doppio o il triplo degli stessi soldi è solo teorica... sempre di infiniti si tratta! Evidentemente per chi ci si trova, conta anche quella e magari non ci si accontenta più di 52 miliardi di dollari all'anno, ma se ne vogliono 104! Si vede che si entra in una spirale di crescita a tutti i costi e se un anno guadagni meno dell'anno prima, vai in depressione! Oppure hai messo in moto talmente tanti meccanismi che "lavorano per te" e facendoti guadagnare ben oltre il tuo puro e semplice impegno, che passi il tuo tempo a metterne in moto altri che moltiplicano esponenzialmente la ricchezza.

Vero in moltissimi casi, sinceramente non ci giurerei che a maggior ricchezza corrisponde maggior felicità, sicuramente maggior accesso al "Piacere"e qui si potrebbe aprire una discussione solo per questo.

Citazione:
Io credo che se il mercato è effettivamente equo, se la competizione è leale, se è il merito e la bravura, la lungimiranza e l'inventiva, la creatività e l'ingegno, che riescono a sviluppare alti redditi, allora sia giusto per chi ci riesce, guadagnare anche cifre da capogiro. Bill Gates è pertito da un garage e in pochi anni è diventato la persone più ricca del mondo: una persona così andrebbe ammirata, imitata, studiata e non criticata e/o abborrita! Gates è un genio del nostro tempo, non un criminale sfruttatore.
Io credo che la lealtà sia dote rara rarissima nel mercato.
E che do per vero che la ricchezza di Gates sia stata raggiunta in piena onestà e merito.
Però il senso del mio discorso è un altro, vorrei parlare in termini di felicità.
Accesso alla felicità tramite l'annullamento della disperazione dato dall'estrema povertà. E annullamento del Capitale in quanto mi pare non dia di per se accesso alla felicità.

Citazione:
E d'altra parte, per il nostro fisco è meglio una persona che guadagna 10 milioni di euro piuttosto che 1000 che guadagnano 10000 euro cadauna: nel primo caso infatti il prelievo fiscale si avvicinerà al 50% e il fisco riceverà circa 5 milioni, nel secondo caso il prelivo fiscale o è il 23% o addirittura è 0 e quindi l'introito sarà molto minore. Se vogliamo dirla in altro modo, il ricco contribuisce in misura molto maggiore al costo dello stato che non il povero (a meno che non evada, ovviamente). Quindi chi guadagna tanto, non solo dovrebbe essere ammirato per la sua capacità di guadagnare tanto, ma dovrebbe anche essere applaudito per il suo maggior contributo al benessere pubblico. E' un paradosso? Boh...
Frollo sicuramente ti sono chiari i meccanismi di questo attuale sistema, possiamo però immaginare e ragionare in altri termini. Comunque sei fra quelli che si percepisce che si mettono in gioco nelle discussioni.
ornella is offline  
Vecchio 18-05-2008, 15.54.05   #15
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
=S:B.coi soldi si possono fare molte cose e influenzare molte decisioni

Certo se la massima aspirazione del miliardario in questione è comprarsi yacth uno sopra l'altro la cosa non molto assennata, ma "difficilmente gli uomini vedono le cose sotto questa luce astratta e filosofica" - A.Smith, "Wealth of nations".
Stai dicendo tramite la citazione, che persone difficilmente assennate possono influenzare molte decisioni per il fatto di avere molto denaro, e non molto senno.
ornella is offline  
Vecchio 18-05-2008, 21.24.49   #16
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Io non so ragionare in altri termini, Ornella.
Pensare di "annullare il valore di mercato di beni e servizi" e di "vietare l'accumulo di capitale", mi sembra da un lato semplicemente impossibile e dall'altro anche una sorta di "esproprio proletario" d'altri tempi, che sinceramente non solo non mi auguro, ma che rifiuto proprio ideologicamente.
Non sta a me ne a nessun altro stabilre se chi ha tanti soldi può tenerseli o deve spartirli con il resto del mondo. Io credo che se ce li ha e non li ha rubati, in qualche modo se li merita. Toglierglieli in nome di chissà quale utopia mi sembra semplicemente criminale e, pure se parte di quei soldi dovessero finire a me, ostacolerei questo esproprio con tutte le mie forze. Chi è povero deve darsi da fare per uscire dalla povertà e non coltivare rancori verso chi è ricco o sperare in un aiuto dall'alto o, peggio ancora, in un esproprio proletario.
E per quanto riguarda la felicità... dalli a me 52 miliardi di dollari e poi te lo dico io se sono felice o no!!!
frollo is offline  
Vecchio 19-05-2008, 14.12.50   #17
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
Originalmente inviato da frollo
Io non so ragionare in altri termini, Ornella.
Pensare di "annullare il valore di mercato di beni e servizi" e di "vietare l'accumulo di capitale", mi sembra da un lato semplicemente impossibile e dall'altro anche una sorta di "esproprio proletario" d'altri tempi, che sinceramente non solo non mi auguro, ma che rifiuto proprio ideologicamente.
Non sta a me ne a nessun altro stabilre se chi ha tanti soldi può tenerseli o deve spartirli con il resto del mondo. Io credo che se ce li ha e non li ha rubati, in qualche modo se li merita. Toglierglieli in nome di chissà quale utopia mi sembra semplicemente criminale e, pure se parte di quei soldi dovessero finire a me, ostacolerei questo esproprio con tutte le mie forze. Chi è povero deve darsi da fare per uscire dalla povertà e non coltivare rancori verso chi è ricco o sperare in un aiuto dall'alto o, peggio ancora, in un esproprio proletario.
E per quanto riguarda la felicità... dalli a me 52 miliardi di dollari e poi te lo dico io se sono felice o no!!!
Ho già detto che l'Anarchia è possibile come rivoluzione culturale, quindi senza espropri etc, ho anche detto che Gates potrebbe essere l'uomo migliore di questo mondo, e anzi trovo ingiusto in un sistema bandiera del libero mercato mettergli dei freni. Mi chiedevo se potevamo immaginare scenari diversi
ornella is offline  
Vecchio 19-05-2008, 21.20.09   #18
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
Stai dicendo tramite la citazione, che persone difficilmente assennate possono influenzare molte decisioni per il fatto di avere molto denaro, e non molto senno.


Se io ho un idea in mente, una grande idea, molto costosa, non per questo necessariamente immorale, molti soldi potrebbero servirmi per realizzarla.
Opere umanitarie, opere di interesse culturale, etc.

Se io ho in mente solo di comprarmi case, macchine, piscine tutto per il mio godimento allora la cosa è abbastanza inutile (chi lo fa non la penserebbe così, ma vedi la citazione di prima).

Sto dicendo che avere molti soldi in sé non è né sensato né insensato, dipende da come li usi e dipende da chi li usa (tra i ricchi ci sono anche persone piene d'ingegno!).
S.B. is offline  
Vecchio 20-05-2008, 17.07.07   #19
Pipoca
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2008
Messaggi: 89
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Due calcoli rapidi rapidi e uno schiaffo alla miseria

ho preso il reddito più alto, da dollari li ho convertiti in euro, dagli euro in lire (che per la mia vecchia mappa mentale rende meglio l'idea)

totale circa
72 mila miliardi di lire...

prima spesa:
Abitazioni : 5 regge per un totale di 2 miliardi di lire ad abitazione.

5 X 2 miliardi = 10 miliardi

72 mila miliardi – 10 miliardi = 62 mila miliardi

piccoli lussi
Yacht : 4 miliardi.

62 mila miliardi – 4 miliardi = 58 mila miliardi

Elicottero : 3 miliardi

58 mila miliardi – 3 miliardi = 55 mila miliardi.

Automobili : a volontà fino ad un miliardo

Tot. 54 mila miliardi

Spese di manutenzione, 1 miliardo l'anno, X 50 anni

50 miliardi

Avanzo : 4 mila miliardi ...

4.000.000.000.000 ...

Diviso 50 anni : 80.000.000.000

80 miliardi l'anno,

2.191.788.082 lire al giorno... ca. 2 miliardi di lire da spendere al giorno...

... ca. 100.000.000 euro da spendere al giorno...

IMPOSSIBILE INCREDIBILE

i conti lasciano un po' a desiderare, lo so, ma era tanto per avere l'idea...

ho postato un pensiero di un tizio nella discussione sul signoraggio,
speriamo non siano le ennesime illusioni di un mondo sottosopra.
-
L'aria, la terra e le emozioni, che altro potrebbe volere un uomo?
Che altro valore potrebbe avere la vita?

A meno che non sia già avvenuta la metamorfosi della gazza ladra.
Allorché, per chi ne sia rimasto immune, o saluta la sua nicchia ecologica o la mette in vendita o in affitto, diventando così, a sua volta, un'altra gazza ladra.

Pipoca is offline  
Vecchio 20-05-2008, 22.05.29   #20
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Certo che giusto italiano potevi insegnare perchè mi pare che la matematica per te sia un optional
Al cambio di 1 euro = 1,5 dollari, 52 miliardi di dollari sono circa 34,7 miliardi di euro che (34.700.000.000 euro) moltiplicati per 1936,27 lire fanno circa 67 mila miliardi di lire.
Questa era la premessa poi...

Citazione:
Originalmente inviato da Pipoca
Due calcoli rapidi rapidi e uno schiaffo alla miseria

ho preso il reddito più alto, da dollari li ho convertiti in euro, dagli euro in lire (che per la mia vecchia mappa mentale rende meglio l'idea)

totale circa
72 mila miliardi di lire...

prima spesa:
Abitazioni : 5 regge per un totale di 2 miliardi di lire ad abitazione.

Con 2 miliardi di lire non ci compri una reggia, ci compri un bell'appartamento. Accanto a casa mia (litorale romano) vendono una villetta monofamiliare di 230 mq, con 200 mq di giardino, garage e piccola dependance a 1.900.000 euro (i vecci 3 miliardi e 800 milioni di lire), ma dubito che Bill Gates prenda in considerazione dimore corrispondenti a un castello tipo Windsor piazzato in un isola privata con laghetto, riserva di caccia, porto, eliporto e campo da golf da 18 buche. Qualcosa vicino, diciamo ai 5/600 milioni di euro più una ventina l'anno di normale manutenzione!!!

5 X 2 miliardi = 10 miliardi OK
72 mila miliardi – 10 miliardi = 62 mila miliardi AHI AHI AHI AHI!!!
72 mila miliardi meno 10 miliardi fa 71 mila 990 miliardi!!!


piccoli lussi
Yacht : 4 miliardi.

Un 20 metri medio piccolo, forse costerà 2 milioni di euro. questo

http://www.canados.com/it/yachts_fly110_img.html

costruito da un'azienda che ha sede dove abito io, già costa più di 10 milioni di euro, ma è piccolino... Uno Yacht per Bill Gates avrà una cinquantina di membri dell'equipaggio, sarà lungo una settantina di metri e solo di carburante costerà 20000 euro l'ora!


62 mila miliardi – 4 miliardi = 58 mila miliardi

AHI AHI AHI!!! I 62 mila non erano 62 mila, ma 71.990 meno 4 miliardi fa 71.986 miliardi di lire

Elicottero : 3 miliardi

Un elixottero, ahimè, costa molto più di 3 miliardi di vecchie lire. Diciamo una decina, poi ci sono gli stipendi dei piloti, il carburante e le tasse!

58 mila miliardi – 3 miliardi = 55 mila miliardi.
Nooo! Allora lo fai apposta! 58 mila miliardi meno 3, fa 57 997 miliardi di euriiiii!!!

Automobili : a volontà fino ad un miliardo
Quindi, più o meno solo una Ferrari... Povero Bill Gates

Tot. 54 mila miliardi
Noneee!

Spese di manutenzione, 1 miliardo l'anno, X 50 anni
Credo che tra stipendi, materiali di consumo e manutenzioni ordinarie e straordinarie, i miliardi all'anno siano parecchi di più. Per esempio solo lo Yacht e solo di manutenzione costa circa il 10% del costo d'acquisto all'anno. Uno Yacht tipo quello dell'AgaKahn costerà (per difetto) 250 milioni di euro... ecco che spendi 25 milioni di euro l'anno per la manutenzione. Poi ci sono i posti barca gli stipendi del personale e il carburante... mica bruscolini!
50 miliardi

Avanzo : 4 mila miliardi ...
Veramente, se teniamo buoni i tuoi conti, ti sono avanzati 71 mila 932 miliardi di vecchie lire... 71.932.000.000.000!!! che diviso 50 anni fa quasi 1500 miliardi all'anno ovvero 4miliardi di vecchie lire al giorno... infatti hai sbagliato pure l'ultima divisione

4.000.000.000.000 ...

Diviso 50 anni : 80.000.000.000

80 miliardi l'anno,

2.191.788.082 lire al giorno... ca. 2 miliardi di lire da spendere al giorno...

... ca. 100.000.000 euro da spendere al giorno...

Mettiti d'accordo! Capisco che certe cifre fanno girare la testa, ma 80 miliardi l'anno, diviso 365 giorni, fanno 219 milioni 178 mila e 808 lire (229 milioni di vecchie lire al giorno) e non 2 miliardi...

IMPOSSIBILE INCREDIBILE

i conti lasciano un po' a desiderare, lo so, ma era tanto per avere l'idea...
sbagliata

ho postato un pensiero di un tizio nella discussione sul signoraggio,
speriamo non siano le ennesime illusioni di un mondo sottosopra.
-
L'aria, la terra e le emozioni, che altro potrebbe volere un uomo?
Che altro valore potrebbe avere la vita?

A meno che non sia già avvenuta la metamorfosi della gazza ladra.
Allorché, per chi ne sia rimasto immune, o saluta la sua nicchia ecologica o la mette in vendita o in affitto, diventando così, a sua volta, un'altra gazza ladra.


A parte gli scherzi sui conti, qui state ragionando con parametri normali per valutare qualcosa che evidentemente normale non è. A certi livelli perde completamente senso quello che per noi può essere una vita "esagerata" e subentrano altri parametri. Ma non solo nelle "spese" spicciole per il lusso sfrenato. Io credo che certa gente "voglia" controllare le economie, indirizzare le politiche o persino fare i "filantropi". Non so se sapete ma il prossimo traguardo della Microsoft sarà quello di realizzare PC a 100 dollari in modo da raggiungere chiunque (a quel prezzo lo potranno comprare tutti), anche per diffondere un mezzo "orizzontale" di comunicazione. Questo io lo trovo meritorio. Microsoft finanzia centinaia di progetti di ricerca di ogni tipo e anche questo lo trovo meritorio. Ma soprattutto, se non fosse stato per Bill Gates, avremmo il PC oggi? Potremmo usarlo come lo stiamo usando? Forse voi non vi ricordate quando per scrivere un programma bisognava perforare le schede, quando il mouse non esisteva, quando invece di un click bisognava scrivere: C://dir p
Avremmo per ricaduta tanti PLC nell'industria? Tanti sofware che semplificano la vita di ingegneri, architetti, commercialisti, musicisti, ecc?
Secondo me, anzichè combatterlo con i boicottaggi risibili di quelli che preferiscono Apple McIntosh o Mozilla invece che Explorer, bisognerebbe fargli un monumento e studiarlo a scuola: uno che in pochissimi anni dal nulla diventa l'uomo più ricco del mondo è fenomenale!!!
Ed è altrettanto fenomenale il fatto che, con tutti quei soldi che ha, non si sia ritirato a vita privata, ma che ancora "trotti" in giro per il mondo a promuovere le sue idee.
frollo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it