Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 25-05-2008, 21.27.27   #31
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
D'accordo, Ornè, non ce l'hai con Billy... ma ce l'hai con tutti quelli che dispongono di molte più ricchezze di quelle che secondo te sono sufficienti per vivere. Io preferisco sperare di diventare ricco come loro....
Nulla di personale, non ho mai scritto una cosa del genere da nessuna parte, non riesco ad accettare questo sistema di cose.
In realtà mi ritengo una privilegiata ad essere nata in Europa, godo io stessa di privilegi, nella risposta ad SB ho infatti specificato confini sovranazionali. Quando sento parlare delle emergenze nel mondo e mi si chiede un contributo, penso sempre che è come voler mettere l'acqua del mare in un secchiello bucato. Si devono trovare delle risposte politiche, tento di comprendere per magari appoggiare le proposte migliori.
http://www.etanali.it/fame_nel_mondo.htm
Quando leggo le cose scritte su questo link o altri simili, mi chiedo come faccio ad essere serena senza dovermi girare dall'altra parte. Penso che già mi si stringe la bocca dello stomaco a leggere di certe cose, anche diventando ricca comunque non sarei più felice, mi dovrei comunque giarare dall'altra parte.
Mi dispiace ma a me il mondo così non piace, e non mi sembra affatto sensato
ornella is offline  
Vecchio 26-05-2008, 07.56.10   #32
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Ingenuamente io mi chiedo come mai, la gente che muore di fame, non fa qualcosa per trovare da mangiare. Insomma, non è poi così difficile procurarsi del cibo: il mare i fiumi e i laghi sono pieni di pesci, gli alberi sono pieni di frutta, la terra si può coltivare, gli animali si possono allevare. Ma evidentemente, se la gente muore, non sarà così semplice. Per me tuttavia rimane un mistero! I luoghi dove stanno quste persone sono desertici, non ci sono fiumi, non c'è acqua, non si può coltivare nulla? E che si spostassero! Mica glielo ha ordinato qualcuno di vivere di stenti. Andassero sulle coste di un lago, sulle rive di un fiume, vicino al mare, chè lì, bene o male, qualche pesce lo pescano. Coltivassero patate e pomodori, allevassero galline, pecore e conigli. Se io naufragassi su un isola deserta, sono certo che non morirei di fame. Come è possibile che con le tecnologie che oggi non solo noi, ma anche loro (gli africani) hanno a disposizione, non si elimini la fame? Non sono, secondo me, necessarie aziende multinazionali con coltivazioni transgeniche e intensive, basterebbe che ogni villaggio si curasse il suo campicello, il suo allevamento, i suoi frutteti.
Forse sarò troppo ingenuo, ma mi sembra così assurdo, pensare che questa gente dipenda SOLO da noi e dai nostri aiuti e che non sappia autodeterminarsi, magari anche col nostro aito (che invece di andare lì a costruire case e a farsi rapire, dovremmo scavare pozzi e insegnare loro un po' di agronomia)
frollo is offline  
Vecchio 26-05-2008, 08.37.52   #33
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
Originalmente inviato da frollo
Ingenuamente io mi chiedo come mai, la gente che muore di fame, non fa qualcosa per trovare da mangiare. Insomma, non è poi così difficile procurarsi del cibo: il mare i fiumi e i laghi sono pieni di pesci, gli alberi sono pieni di frutta, la terra si può coltivare, gli animali si possono allevare. Ma evidentemente, se la gente muore, non sarà così semplice. Per me tuttavia rimane un mistero! I luoghi dove stanno quste persone sono desertici, non ci sono fiumi, non c'è acqua, non si può coltivare nulla? E che si spostassero! Mica glielo ha ordinato qualcuno di vivere di stenti. Andassero sulle coste di un lago, sulle rive di un fiume, vicino al mare, chè lì, bene o male, qualche pesce lo pescano. Coltivassero patate e pomodori, allevassero galline, pecore e conigli. Se io naufragassi su un isola deserta, sono certo che non morirei di fame. Come è possibile che con le tecnologie che oggi non solo noi, ma anche loro (gli africani) hanno a disposizione, non si elimini la fame? Non sono, secondo me, necessarie aziende multinazionali con coltivazioni transgeniche e intensive, basterebbe che ogni villaggio si curasse il suo campicello, il suo allevamento, i suoi frutteti.
Forse sarò troppo ingenuo, ma mi sembra così assurdo, pensare che questa gente dipenda SOLO da noi e dai nostri aiuti e che non sappia autodeterminarsi, magari anche col nostro aito (che invece di andare lì a costruire case e a farsi rapire, dovremmo scavare pozzi e insegnare loro un po' di agronomia)

infatti, molti ascoltano il tuo consiglio e si riversano sulle nostre coste alla ricerca di un mondo migliore, con tutto ciò che ne consegue.
Purtroppo le tecnologie moderne non sono in grado di distribuire equamente alcunché, grazie anche all'egoismo che contraddistingue gli esseri umani!
Mr. Bean is offline  
Vecchio 26-05-2008, 21.32.21   #34
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
Originalmente inviato da Mr. Bean
infatti, molti ascoltano il tuo consiglio e si riversano sulle nostre coste alla ricerca di un mondo migliore, con tutto ciò che ne consegue.
Purtroppo le tecnologie moderne non sono in grado di distribuire equamente alcunché, grazie anche all'egoismo che contraddistingue gli esseri umani!

Naturalmente io parlavo di altre coste, di altri laghi e di altri fiumi. Il corno d'Africa, per esempio, passa per una delle regioni più povere del pianeta, e invece potrebbe essere un paradiso terrestre.
Solo col turismo riuscirebbero a vivere. Se poi si mettessero in testa di rendere fertile anche la terra...
Dove si investono soldi è dimostrato che la fame sparisce: Dubai, gli Emirati Arabi, sono pezzi di deserto che oggi stanno richiamando turismo e investimenti da tutto il mondo.
Non c'è bisogno di scappare in Italia per sopravvivere, o meglio... ci si viene se non ci si organizza, perchè resta la via più immediata e più facile per cambiare vita. La vita però, dovrebbero essere in grado di cambiarla in casa loro, esclusivamente per il loro bene
frollo is offline  
Vecchio 26-05-2008, 22.07.23   #35
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

http://www.repubblica.it/2007/10/sez...e-operaio.html
dopo questo gesto ha aumentato il fatturato del 30%
Buonista? Va bene anche il buonismo allora
ornella is offline  
Vecchio 27-05-2008, 23.00.20   #36
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
Per me è il terzo pianeta, perchè l'intelligenza è un dono, quando la stupidità non lo è. Potrebbe quasi essere una doppia ingiustizia. La differenza di profitto fa si che molti furbi non necessariamente più intelligenti ma forse assenti di qualsiasi valore Etico, occupano per i soldi e non per talento ed impegno posti che meriterebbero intelligenza ed impegno L'Italia ne è l'esempio lampante.
Comunque mi basterebbe questo oltrepassando i confini Nazionali.


Vedi tu dici ingiustizia dove io vedo solo 'invidia'. Una volta che tutti hanno di che vivere agiatamente non dovrebbe importare che qualcuno riesca ad arricchirsi più degli altri, altrimenti reinserisci gli stessi valori di mercato che avevi buttato fuori dalla finestra.

L'Italia, non funziona così, ma si trova in una condizione accettabile più o meno. Il sistema mondo, invece non solo non funziona così, ma si trova in una condizione inaccettabile che non potrà reggere a lungo.
S.B. is offline  
Vecchio 28-05-2008, 12.07.26   #37
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
Originalmente inviato da S.B.
Vedi tu dici ingiustizia dove io vedo solo 'invidia'. Una volta che tutti hanno di che vivere agiatamente non dovrebbe importare che qualcuno riesca ad arricchirsi più degli altri, altrimenti reinserisci gli stessi valori di mercato che avevi buttato fuori dalla finestra.

L'Italia, non funziona così, ma si trova in una condizione accettabile più o meno. Il sistema mondo, invece non solo non funziona così, ma si trova in una condizione inaccettabile che non potrà reggere a lungo.
Avendo quotato questo tuo passaggio:
Citazione:
Lo stato perfetto dovrebbe dare una base minima per tutti e lasciare il resto ad una distribuzione più o meno meritocratica, senza porre limiti alla ricchezza. Avremmo uno stato che coniuga il meglio di liberalismo e socialismo!
E avendo scritto che mi trovavo d'accordo su questo, mi dai dell'invidiosa? Questo tuo giudizio che azzera ogni dignità alle mie parole, e interrompe bruscamente il Nostro dialogo credo rappresenti più te che me. E non sto dicendo che sei invidioso, non mi permetterei mai........io. Si rappresenta il modo in cui ti sei rapportato a me, e non voglio aggiungere altro che non sia già evidente.
ornella is offline  
Vecchio 28-05-2008, 15.17.12   #38
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
Avendo quotato questo tuo passaggio:
E avendo scritto che mi trovavo d'accordo su questo, mi dai dell'invidiosa? Questo tuo giudizio che azzera ogni dignità alle mie parole, e interrompe bruscamente il Nostro dialogo credo rappresenti più te che me. E non sto dicendo che sei invidioso, non mi permetterei mai........io. Si rappresenta il modo in cui ti sei rapportato a me, e non voglio aggiungere altro che non sia già evidente.


No, guarda, mi hai frainteso, probabilmente perché non ho spiegato adeguatamente ciò che intendevo. Non avevo alcuna intenzioni di offendere, né di attaccarti, lungi da me un comportamento simile.

Tu avevi scritto che il terzo esempio poteva sembrarti ancora più ingiusto, io volevo dire che se in un sistema simile a quello descritto chi possiede di meno (ma comunque tutto il necessario per una vita serena) volesse asserire che la situazione è ingiusta in realtà la sua sentenza sarebbe mossa più che altro da invidia.

Ti prego, perdonami, a volte è facile incorrere in fraintendimenti scrivendo su un forum.
S.B. is offline  
Vecchio 28-05-2008, 17.39.55   #39
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Quanto serve ad un uomo per vivere?

Citazione:
Originalmente inviato da S.B.
No, guarda, mi hai frainteso, probabilmente perché non ho spiegato adeguatamente ciò che intendevo. Non avevo alcuna intenzioni di offendere, né di attaccarti, lungi da me un comportamento simile.

Tu avevi scritto che il terzo esempio poteva sembrarti ancora più ingiusto, io volevo dire che se in un sistema simile a quello descritto chi possiede di meno (ma comunque tutto il necessario per una vita serena) volesse asserire che la situazione è ingiusta in realtà la sua sentenza sarebbe mossa più che altro da invidia.

Ti prego, perdonami, a volte è facile incorrere in fraintendimenti scrivendo su un forum.
Ho riletto meglio forse nessuna delle tre, forse il giusto è dove nessuno ha bisogno e tutti possono esprimere le proprie potenzialità.
Mi sembrava strano, è stato solo un fraintendimento
ornella is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it