Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 13-07-2003, 19.00.17   #11
Laurablu
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2003
Messaggi: 84
Ciao Tammy. Fragola ma che dici? Perchè dovrei evitarti? Mi sei pure simpatica. Io non evito nessuno e neppure l'ho con te. Neppure mi importa delle veline o velone. Non sono una ragazzina e non ho la minima mira al velinaggio. Quello che intendevo dire è che esistono persone incapaci di vivere serenamente, dolore o no. E che anche in situazioni di dolore (io ho perso il padre da bambina), una certa forza di carattere, anche un sorriso, dopo lo sconforto, possono e devono aiutare a vivere meglio. Non sempre l'allegria è superficialità. Ma aiuto per continuare ad andare avanti.
Laurablu is offline  
Vecchio 13-07-2003, 19.14.02   #12
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
concordo

il sorriso fà bene alla salute.
per tutti.

Laurablu...delusione! io volevo partecipare alle velone con tè!
scommetti che vinciamo i 250.000 euro?

tammy is offline  
Vecchio 14-07-2003, 09.57.51   #13
Laurablu
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2003
Messaggi: 84
Ciao Tammy..ahhhh!!!! Buon montepremi però...acc...i 60 anni sono ancora MOLTO lontani....

un bacio
Laurablu is offline  
Vecchio 14-07-2003, 20.54.32   #14
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
per Laurablu

Citazione:
[i]Fragola ma che dici? Perchè dovrei evitarti? Mi sei pure simpatica. Io non evito nessuno e neppure l'ho con te. Neppure mi importa delle veline o velone. Non sono una ragazzina e non ho la minima mira al velinaggio. Quello che intendevo dire è che esistono persone incapaci di vivere serenamente, dolore o no. E che anche in situazioni di dolore (io ho perso il padre da bambina), una certa forza di carattere, anche un sorriso, dopo lo sconforto, possono e devono aiutare a vivere meglio. Non sempre l'allegria è superficialità. Ma aiuto per continuare ad andare avanti.

Beh, sai, una risposta che inizia con "ma come ce la tiriamo! Non ho mai potuto sopportare chi..." sembrava proprio una questione personale. Anche perchè a me non sembrava di avere scritto quello di cui mi sentivo accusata. Se non è così ne sono felice.
Sai, un un messaggio di poche righe non si più dire tutto quello che si pensa. Io credo al fatto che la chiamata alla ricerca della felicità giunga dal dolore ma questo non significa che il dolore sia un valore in sè. E' solo una stimolo. Non va cercato ma non va nemmeno negato, secondo me. E non mi sembrava di essermela tirata. E soprattutto mi sembrava di non aver giudicato proprio nessuno. Non giudico le scelte degli altri. Sono una ... "fanatica" del non giudizio. Posso non condividere. Questo me lo concedi?
Non giudico nemmeno le veline. Una può fare la velina e poi essere la persona migliore del mondo, non vedo perchè no. Quello che posso permettermi di giudicare e il messaggio che i media mandano attraverso le veline. E io credo che di questo si stesse parlando. Della contrapposizione tra il superficiale a tutti i costi e un atteggiamento di ricerca di profondità. Ricerca che non esclude l'ironia, l'umorismo e anche l'allegria. Ma una cosa è un'allegria che nasce dalla gioia di vivere, dalla profondità, un conto, per me, l'evasione totale nell'esteriorità vissuta come fuga da se stessi.
Insomma, non è che se uno un un messaggio parla di dolore allora pensa solo a quello.
Hai ragione sul fatto che ci sono persone incapaci di vivere serenamente, o che ne sono incapaci in una certa fase della loro vita. Tutti abbiamo la nostra strada da fare e non tutti le stesse risorse. Non più o meno valide, solo diverse. Questo sarebbe un argomento interessante.
Ciao
Fragola is offline  
Vecchio 15-07-2003, 22.36.49   #15
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Re: ..Veline .. personaggi TOP

Citazione:
Messaggio originale inviato da chievo
...
Le Veline sono delle bellissime ragazze con tutti gli attributi al posto giusto, niente da dire...
ma che dire sul fatto che si e' fatto di queste ragazze, il punto di arrivo o la meta a cui ambire per migliaia di ragazze...
Non Vi pare che siano ben altre le cose a cui dobbiamo aspirare...
dare una carezza ad un bambino ammalato in ospedale...
aiutare qualcuno in difficolta'...............
ma e' vero... questo a chi potrebbe interessare ?

Stasera ho guardato il programma ed è stata proclamata "velona" una nonnetta 83enne...ganza, bella e piena di vitalità! Non ci trovo niente di male e ci "leggo" una gran voglia di divertirsi come quando avevano 20 anni (ammesso che ci fosse tempo per il divertimento) personalmente non mi danno fastidio nè loro nè le veline (esticamente più belle solo perchè giovani, ma il bello è cmq soggettivo). Se mi sono "piaciute", per coraggio ed ironia, non posso nemmeno lamentarmi con canale 5 che ha fatto questo programma a mezza sera.
Se la mia mammina bella volesse partecipare... le regalerei una giarrettiera......"povera donna" (in senso molto buono della parola) diamogli almeno questo, io sarei cmq orgogliosa.
Per le veline, ragazze stupende ed intelligenti, è solo un "momento" della loro vita, non il loro futuro. Se "dietro" non ci sono , soprattutto le mamme, per loro è solo un'esperienza fatta di loro iniziativa è cmq consapevoli della estemporaneità del momento. La continuità la vedo come un lavoro e, come tale, sarà dura per tutti (forse qui m'illudo, ma diamogli tempo)
Oltre il "lavoro" o lo "studio" non è nemmeno vero che i giovani (non solo ragazze!) si prodighino per il volontariato...sei informato male chievo o hai dei pregiudizi o il paraocchi.....
I Ragazzi vanno seguiti e, per quel che mi riguarda, sono ottimi collaboratori ed entusiasti "architetti" di loro stessi, non sono così pessimista.

I tempi cambiano, per fortuna. Forse che siamo un pò invidiosi ed egoisti? Per quanto riaguarda le "velone" invecchiamo tutti (almeno per me lo spero tanto) ..... chissà mai, nella vita a venire, che vi debba rilasciare autografi.

P.S. Laura... Two mejo che One

ciao a tutti
tammy is offline  
Vecchio 16-07-2003, 09.53.12   #16
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
x tammy

apparire felici o tristi che differenza fa?!
costringersi a mettersi una maschera per apparire in un modo invece che in un altro ha come unico scopo l'evitare di guardarci in faccia.
Oggi più che mai vi è un grande ricorso alla finzione. E' come se vivessimo ogni giorno in un ballo in maschera. Poi, alla fine, non ci accorgiamo più di essere in costume. Dimentichiamo di avere una nudità. Una meravigliosa nudità.

La comprensione di se stessi, la visione della propria nudità porta alla comprensione del mondo intero. Come potremmo mai comprendere gli altri se non comprendiamo noi stessi?!

Un poco come pretendere o credere di leggere una splendida poesia senza aver prima imparato l'alfabeto.

Non è tanto importante quello che facciamo ma sapere veramente perché lo stiamo facendo.

Non è facile, lo so bene. Ma se non ci proviamo diventerà impossibile.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 16-07-2003, 19.28.30   #17
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Smile Maryyyyyy

Citazione:
Messaggio originale inviato da tammy
Apparire allegri, ironici, e quant'altro di bello ci sia nel sorridere, spesso nasconde "un problema" che non tutti hanno voglia di raccontare nè come sfogo, nè come ricerca d'aiuto. Ritengo che "apparire" felici, o allegretti andanti, sia meglio che "essere ed apparire" tristi, almeno ci evitiamo la compassione altrui.

dunque:

"apparire" felici, allegretti andanti e quant'altro ci sia di bello nel sorridere e ridere NON SEMPRE E' una maschera per celare qualche tristezza, qualche dolore o qualche problema, ma A VOLTE E' una maschera che cela questi stati di malessere. (punto)


"essere ed apparire tristi" ho anteposto l'essere all'apparire quindi starebbe a significare che il soggetto NON PORTA UNA MASCHERA è (essere) triste ed appare (senza maschera agli altri) triste. punto

Ora , esaminando i due soggetti in questione ritengo di preferire chi "appare" sorridente, anche se ha il cuore che piange, al soggetto che "è" triste ed "appare"....(quindi lo vedo proprio che è triste)..... e non è la persona che vorrei avere vicino nelle giornate uggiose.

Tutte ste feste in "maschera".... non m'invitate mai! parteciperei volentieri con gli abiti invisibili del Re

Ciao Mary, se ancora non c'è chiarezza....... proponi un trhead "consapevolezza" magari è più attinente
tammy is offline  
Vecchio 01-09-2003, 22.00.26   #18
joker
Ospite abituale
 
L'avatar di joker
 
Data registrazione: 03-05-2002
Messaggi: 80
i vecchi muoiono continuamente, abbandonati e tristi...la metà di noi e dei nostri genitori farà quella fine....in questa società si dovrebbe educare al rispetto per i vecchi.....se per rivalutare la vecchiaia ci vogliono 40 vecchie rincoglionite che si fanno prendere per il culo, molto meglio la morte in solitudine

la tv e' soltanto un tutto fatto di niente.,.....ingrassa solo le cellule morte del nostro cervello
joker is offline  
Vecchio 22-09-2003, 22.18.14   #19
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
La cosa triste dello spettacolo veline e compagnia bella è che non viene guardato solo da persone che hanno la capacità di discernere, ma anche da ragazzine che non vedono alternative o non hanno altri stimoli.
In questo caso purtroppo "quello che si vede in tv" diventa una guida, un modo per pensare al proprio futuro, una scelta indotta dalle troppe immagini accattivanti, da un futuro facile che esalta come al solito l'apparenza.
cannella is offline  
Vecchio 23-09-2003, 21.40.43   #20
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
La televisione è solo uno strumento, buono o cattivo dipende solo dal modo in cui viene usato.

Se metti una mitragliatrice nelle mani di uno psicopatico e poi ti metti davanti a lui, non puoi certo pensare di restare tutto intero!

Davanti alla televisione non si resta interi. O è molto difficile non esserne contaminati.

Neppure tenerla sempre spenta è cosa saggia. E' lo specchio del mondo e ogni tanto dobbiamo guardarlo, per vedere che aria tira.

Cerchiamo di guardare la realtà per quella che è. E' l'unico modo che abbiamo per cambiarla. Gli esseri umani, a livello globale, sono diventati oggetti. Macchine utilizzati da macchine. Che quelli al vertice di un qualunque potere non sono meno macchine di noi. Non invidiamoli, non invidiamo la loro posizione che è peggiore della nostra. Loro credono di avere tutto ed invece non hanno niente.

Non sono le veline o velone il vero problema. Il problema siamo noi. Guardiamo, osserviamo, riflettiamo. Diveniamo consapevoli di quello che ci circonda e iniziamo a trasformarlo.

Se riusciremo a svegliarci gli uni con gli altri alla realtà, forse un giorno anche le ragazzine che anelano a divenire veline comprenderanno che si può fare anche la velina restando se stesse, o continuando a cercare se stesse.

E' il nostro pensiero, le nostre azioni che cambiano il mondo e non un direttore di rete televisiva o un capo di governo o un gruppo di multinazionali.

Ciao
Mary
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it