Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 04-07-2003, 17.18.02   #1
chievo
Ospite abituale
 
L'avatar di chievo
 
Data registrazione: 05-02-2003
Messaggi: 53
..Veline .. personaggi TOP

...
Le Veline sono delle bellissime ragazze con tutti gli attributi al posto giusto, niente da dire...
ma che dire sul fatto che si e' fatto di queste ragazze, il punto di arrivo o la meta a cui ambire per migliaia di ragazze...
Non Vi pare che siano ben altre le cose a cui dobbiamo aspirare...
dare una carezza ad un bambino ammalato in ospedale...
aiutare qualcuno in difficolta'...............
ma e' vero... questo a chi potrebbe interessare ?
chievo is offline  
Vecchio 06-07-2003, 10.12.33   #2
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Come dire...
credo che stai mischiando due mondi completamente diversi: il mondo dell'immagine e dell'apparire ed il mondo di chi, con i piedi per terra, cerca di rendersi utile agli altri traendone giovamento anche per se stesso (di solito chi aiuta si sente molto più gratificato di chi viene aiutato).

Comunque l'immagine che ci viene data delle "cose importanti della vita" dai mass media è pressochè squallida.
Pieno di telenovelas e programmi di storie vere dove se non hai una fidanzata/moglie e dei figli non sei normale, se non hai un lavoro tradizionale non sei normale, se non vai in discoteca e non ti compri sempre i vestiti alla moda non sei normale, se non hai voglia di partecipare a quegli stupidissimi indovinelli che vanno in onda alla sera (stimola l'intelligenza... bha!) non sei normale.

Così non sanno che se uno arriva a casa alla sera e non guarda la tv ma si impegna in altre attività, magari socialmente utili, impara molto di più che in 10 anni di stupidi programmi.

Spero che ci si renda conto del fumo che ci stanno buttando negli occhi.
Attilio is offline  
Vecchio 07-07-2003, 10.15.07   #3
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
La tv sono io

Ci sono alcuni programmi in tv che ancora sopravvivono in maniera pervicace alla dilagante banalità.
Un pugno di palinsesti mantiene vivo quello che potremmo definire l'arte dell'intrattenimento, seguendo il motto: imparare divertendosi ( e non parlo di documentari).
Mi ricorda il generale Custer circondato dagli indiani.
Sono molto pochi ed a ore impossibili.
Non bisogna stupirsi comunque, è semplicemente l'espressione del nostro tempo, dei nostri infiniti modi di essere.
Da sempre l'uomo ha vissuto in maniera superficiale, chi ha approfondito il significato di questa esistenza è stato sempre una minoranza, una singolarità, bistrattata e derisa.
Così e sempre stato.

La maggior parte dei nostri simili vive (come diceva Leonardo) come semplici apparati digerenti e riproduttivi.

Io in questo non vedo niente di stano, ognuno ha le sue priorità, chi cerca se stesso, chi invece cerca la gazzetta dello sport.
Forse una persona normale non ha quelle angoscie che lo fanno ricercare in direzioni diverse, ha il suo lavoro, la sua bella famigliola, la macchinina, le ferie pagate e la vita è tutta lì...

Arrivera per tutti il momento di risvegliarsi, se non altro nel momento della nostra morte, allora e solo allora si capirà se si è veramente vissuto, ma sarà troppo tardi per un cambio di rotta.

Ho riflettuto ultimamente (stavo scendendo le scale di casa) sull'origine della mia depressione (ebbene si sono depresso anche io) e sono giunto alla sorprendente rivelazione (solo per me naturalmente) che è generata dalla aridità del cuore.
Il fatto che non sappiamo/vogliamo vivere con maggiore calore (per paura, per egoismo?) ed allora a furia di chiudere le porte e le finestre viviamo come bambini spaventati in una stranza buia.

Ho iniziato stamattina a salutare chi incontro con maggiore attenzione e sentimento....Vedremo, se riesco a sollevare questo velo che è un pò più spesso di una velina.
visir is offline  
Vecchio 07-07-2003, 10.59.58   #4
Laurablu
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2003
Messaggi: 84
Io non me la prenderei con le veline, sono normalissime ragazze, non ci crederete, ma io le trovo molto normali, anche fisicamente, carine, ma come ce ne sono tante, che sfruttano un'opportunità che viene loro offerta. Il problema non sono loro , ma chi le manovra. La nostra televisione, audience maledetta, è ormai completamente asservità ai pubblicitari, comandano loro e niente va in onda, forse a tarda notte, se non si fa un minimo di share (si chiama cosi?). E allora via, cosa tira l'italiano medio? tette, culi. sport, telenovelas seriali per le donne. L'informazione è completamente drogata, i ragazzi poi mi fanno pena, per loro solo le insulse mtv e retea, in mano alle case discografiche che trasmettono sempre gli stessi video e canzoni, con l'idea che a furia di sentirla una musica ti viene voglia di acquistarla. Non esiste un approfondimento , di qualunque tipo, dedicato a loro.
Per gli adulti poi il massimo del programma "colto" sembra Piero Angela che io trovo inguardabile, pure lui, di una noia mortale.
Non si riesce a vedere un film d'autore decente, anche passato prossimo, forse registrandolo a tarda notte.
E allora veline mie..in questo panorama..fate bene..cercate di cavare piu' soldi che potete a tutti....
Laurablu is offline  
Vecchio 08-07-2003, 19.09.50   #5
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
Realtà "reale" e realtà "televisiva"

Il dolore fa paura non solo a chi lo viva in prima persona,ma anche a chi gli passi al fianco.
Chi soffre è lo specchio della nostra stessa fragilità,della nostra stessa debolezza,della nostra stessa precarietà esistenziale...Trovarsi di fronte un malato terminale,o un tossico,o un cerebroleso,è inquietante perchè ci pone violentemente a tu per tu con ciò alla cui analisi cerchiamo di sottrarci nella presunzione di stare "bene".
Molto più semplice,e consolatorio,chiudere gli occhi,tirare dritto,e perdersi nelle immagini patinate della tivù.Dove sono tutti belli,eleganti e ridanciani...sigillati in una e in una sola dimensione ,piatta,immutabile,e,dunque,ra ssicurante.

Ultima modifica di irene : 08-07-2003 alle ore 19.16.20.
irene is offline  
Vecchio 10-07-2003, 21.49.05   #6
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Non credo ci sia niente di male nel desiderare e fare la velina.

Il guaio è considerare realizzata la propria vita facendo la velina!

A volte sono proprio le mamme a spingere le figlie sul palcoscenico dove loro stesse vorrebbero salire.

Un tempo i padri stavano lontano dai figli da mattina a sera perché dovevano portare a casa da mangiare. E le madri dovevano badare ad una nidiata, e portare avanti la casa.
Oggi tutti (o quasi) hanno il cellulare ma i genitori sono sempre lontani dai figli, per potersi permettere un cellulare ogni sei mesi e quant'altro il consumismo imponga.
Quanti sono i genitori (anch'io ho commesso i miei grossi errori) che stanno con i figli e li ascoltano? e prestano loro attenzione? e sono capaci di amare?

Se per me è importante l'auto nuova, la pelliccia (che io detesto perché sono ecologista sfrenata), i gioielli, la vacanza alla moda,
il potere, il prestigio, il conto in banca, la notorietà pensate che miei figli seguirano qualcosa d'altro?!

I figli (me ne accorgo solo ora) sono come spugne. Assorbono tutto quello che tu sei e lo trasformano, lo metabolizzano a secondo delle loro vite.

Vedo me stessa in loro. E vedo quello che io non ho detto, quello che non ricordo di aver fatto!

Pensavo fossero più importanti le mie parole, invece di me stessa. Invece contava quel che facevo non quel che dicevo. Anche se mi sono sforzata di essere coerente il più possibile.

E' il nostro esempio, l'esempio di ciascuno di noi che contagia gli altri. E gli altri contagiano noi, anche senza la nostra piena consapevolezza.

Per questo essere il meglio di noi stessi è un dovere verso l'intera collettività.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 12-07-2003, 13.39.06   #7
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: La tv sono io

Citazione:
Messaggio originale inviato da visir

La maggior parte dei nostri simili vive (come diceva Leonardo) come semplici apparati digerenti e riproduttivi.

Io in questo non vedo niente di stano, ognuno ha le sue priorità, chi cerca se stesso, chi invece cerca la gazzetta dello sport.
Forse una persona normale non ha quelle angoscie che lo fanno ricercare in direzioni diverse, ha il suo lavoro, la sua bella famigliola, la macchinina, le ferie pagate e la vita è tutta lì...

Sono perfettamente d'accordo con te. Molta gente non ha interesse a cercare al punto che in molti casi anche chi sembra essere in ricerca se lo sta solamente raccontando. Una sorta di "materialismo spirituale" come lo chiamava Trungpa Rimpoche.
E sono convinta che la chiamata alla ricerca abbia inizio dal dolore. E' una chiamata impegantiva, a cui spesso non è facile rispondere. Anche perchè, diciamolo, ciò che ci circonda non aiuta. Ciò che Chievo mette in evidenza e quanto, per noi, sia più importante apparire che essere.
ciao
Fragola is offline  
Vecchio 12-07-2003, 16.14.28   #8
Laurablu
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2003
Messaggi: 84
Ma come ce la tiriamo!!! Non ho mai potuto sopportare chi giudica gli altri sempre e solo dalle apparenze e dal proprio spocchioso punto di vista. Certo le persone non sono tutte uguali, ma tutte ugualmente soffrono, lottano, tirano a campare, insomma vivono. E d'accordo che il dolore (al quale nessuno sfugge) è una delle "chiamate" piu' impegnative della vita, ma questo non ci obbliga a considerare importante ed impegnativo solo questo. Non scherziamo! Lo è molto di piu' l'allegria, la gioia, anche superficiale a volte, non becera. Ogni situazione ha il proprio momento e quando si tratta di divertirsi, facciamolo, alla faccia di chi crede che l'intellighenzia sia solo consolatoria e noiosa.
Laurablu is offline  
Vecchio 12-07-2003, 21.18.13   #9
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Pannello di controllo - utenti da ignorare. GRAZIE!!!

Laurablu, che bellissima risposta!
Guarda, se vai sul pannello di controllo del tuo profilo utente c'è una voce che ti permettere di scegliere gli utenti da evitare, così, leggendo il forum, non vedrai cosa hanno da dire. Fallo, per favore, per favore, mettimi lì così mi evito queste rispostine!
Alla gioia si arriva dopo, mia cara, se ci si arriva.
Quella superficiale, sempre che si possa chiamare gioia, a me non diverte nemmeno. Se tu ti accontenti, fai pure. Sarà che sono invidiosa perchè sono troppo vecchia e brutta per fare la velina... sarà che se non la pensassi così sarei su una chat e non su un sito che si chiama "riflessioni"...

Ma poi, dove lo hai visto il giudizio? Il fatto che uno non abbia voglia di cercare qualcosa che per me è importante cercare... diciamocelo, sono proprio fatti suoi.
Che, è obbligatorio?
No!!!
Però qui, mi pare, si parla di questo tra persone che sono interessate a questo.

ciao e divertiti.
Fragola is offline  
Vecchio 13-07-2003, 14.59.18   #10
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Talking ci sono anche le velone!

oltre alle veline anche le velone...belle direi....hanno coraggio ad esibirsi in pubblico, ma quel che credo è che abbiano l'ironia dello scherzo, del gioco... che c'è di male?
Apparire allegri, ironici, e quant'altro di bello ci sia nel sorridere, spesso nasconde "un problema" che non tutti hanno voglia di raccontare nè come sfogo, nè come ricerca d'aiuto. Ritengo che "apparire" felici, o allegretti andanti, sia meglio che "essere ed apparire" tristi, almeno ci evitiamo la compassione altrui. La tanto "chicchierata ricerca di noi stessi" (è proprio necessaria?)la si può fare anche col sorriso sulle labbra, per ognuno di noi è di tipo univoco non standarizzato.

Ciao, ciao

Visir: io cerco la gazzetta dello sport è più interessante specie ora che c'è il Tour de France
tammy is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it