Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 26-07-2002, 00.22.39   #11
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Red face Così sei tu a far paura, però!

Quando avete finito di combattere a destra e a manca avete pensato bene di tornare a casa, a fare da padri e padroni. Bene ora la festa è finita! Eccheccavolo!

'azz, e sì che bastava nascere un secolo fà, ma no anche meno, molto meno: che fregatura!!
E va beh... se proprio tocca... dov'è lo strofinaccio? ?!?!

784 is offline  
Vecchio 26-07-2002, 01.53.18   #12
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
Tammi, adesso capisco perché ci sono uomini che prima di arrivare a casa si fermano per una s……a. Oggi gli uomini hanno bisogno di un movimento di liberazione. Ma questo è un argomento a parte. Ciao. Non volevo offendere.
salice is offline  
Vecchio 26-07-2002, 06.28.41   #13
alessandro
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 176
Il cambio dalle civiltà matriarcali a quelli patriarcali, ha sempre coinciso con l'avvento di culti dedicati al dio unico, antropomrfizzati guarda caso in figure maschili. Quella che definiamo, con un eufemismo, discriminazione del ruolo della donna, fu in realtà un mutamento culturale radicale, atto a favorire altre caste come quella sacerdotale e guerriera.
alessandro
alessandro is offline  
Vecchio 26-07-2002, 09.10.20   #14
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
E vero l'emancipazione femminile ha dato voce hai corpi ... e ha sicuramente spiazzato l'uomo!

(Anche se non credo che sia tutta colpa degli uomini ... già perchè a casa con loro a crescerli c'era mamma che ha inculcato a loro una educazione senza rispetto per la figura femminile!!! cmq .. questo per fortuna dovrebbe essere finito.)

Ma io continuo a non capire ... è possibile che alla base di tanto disprezzo ci sia "solo" la bibbia .. e prima .. e i popoli non cristiani e israelitici? ... e gli induisti? e le tribù africane? tanta umiliazione deriva solo dalla mancanza di uguale forza fisica e dalla maggior compassione della donna? è mai possibile?

io continuo a pensare che i motivi siano altri perchè trovo intellettualmente umiliante tutto questo!!!

E cmq .. tammy si esistono ancora paesi in Italia dove è importante la verginità di una donna per dimostrarne l'onestà.
Triste ma purtroppo è ancora così ... ma finchè ci saranno donne che predicano questo ... non finirà mai !! Sarà forse che è stata anche un poco colpa nostra? A parte i roghi a cui ci sottoponevano nel medioevo ... ma prima?

kri is offline  
Vecchio 26-07-2002, 10.22.56   #15
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Cara Kri,
ti posso dire che prima della venuta del cristianesimo c'erano popolazioni (ad esempio i Celti), dove la donna aveva un ruolo molto importante nella società.
Il culto della Madre universale è stato tramandato in diverse forme sino ai nostri giori. La grande Dea esisteva dentro ogni uomo fin dalla preistoria. Ne abbiamo la conferma nei vari rinvenimenti archeologici, statuette in terracotta o pietra i cui attributi femminili ne affermano il culto. Infatti, sappiamo che nelle società agricole, così strettamente collegate al ciclo delle stagioni e dei racolti, non esistevano divinità maschili così importanti e potenti da detronizzare la Grande Madre, certo, ve ne erano, ma avevano minore importanza. la Grande regina era dispensatrice di ogni bene, ella era il legame tra terra, cielo e mondo degli inferi. Sempre a lei veniva attribuito il legame con il fato, con la luna piena, con la morte (antitesi della vita). la gravidanza divina si riscontrava nei germogli, in primavera, quando la Grande Dea usciva allo scoperto. Per i celti (ad sempio) ella assume il ruolo di grande Maga ed incarnava la ciclicità degli eventi. In questi periodi, ovvero, prima dell'avvento del culto solare (maschile), la donna aveva notevole importanza.
Con l'avvento dei culti maschili, la donna viene estromessa dalla religione e dal governo.....

Che dire... questa cosa mi da parecchio fastidio... ma è così.
deirdre is offline  
Vecchio 26-07-2002, 12.25.11   #16
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Ma secondo te viene prima il culto di divinità maschili o l'estromissione della donna dalle attività più produttive??
784 is offline  
Vecchio 26-07-2002, 14.45.13   #17
alessandro
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 176
Il culto di divinità maschili è un progetto architettato per mutilare una parte del sentire dell'uomo, per privarlo dell'energia femminile a discapito di un "machismo"che divenne filosofia imperante; ti ricordo che solo dopo il concilio di Trento nel 1545 alle donne fu riconosciuta l'esistenza dell'anima.
alessandro
alessandro is offline  
Vecchio 28-07-2002, 02.22.05   #18
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
braccine

Il culto di divinità maschili è un progetto architettato per mutilare una parte del sentire dell'uomo, per privarlo dell'energia femminile a discapito di un "machismo"che divenne filosofia imperante

"Architettato"?? Ma da chi?
Forse è meglio ricordare che stiamo parlando di moooooooooolti annetti fà, e che una cosa simile non la decide un gruppo di malfattori, ma che "succede" pian pianino, mooooooooolto pianino, mentre cambia una intera società per eventi sconvolgenti come la rivoluzione neolitica, ad esempio....

784 is offline  
Vecchio 28-07-2002, 06.53.53   #19
alessandro
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 176
Perchè secondo te le teocrazie sono prive di progettualità?
E quando cambia mooolto piano l'intera società non vi è chi ne dirige i mutamenti?
ciao
alessandro
alessandro is offline  
Vecchio 28-07-2002, 08.59.23   #20
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Angry Porca miseria!!

Non so ancora come ma ho appena cancellato la risposta che ti stavo mandando!!
-- --

Va beh...
Dicevo: ed infatti, non mi risulta di teocrazie risalenti all'epoca, e non me lo ci vedo un uomo di diecimila anni fà (dove più, dove meno) ad architettare un nuovo piano sociale a cavallo di più generazioni per raggiungere un obiettivo di inconscia autorepressione (secondo quello che dici tu)...
Mi sembra più probabile invece che l'uomo abbia guadagnato generazione dopo generazione un crescente potere di fatto, basato sulla maggiore esperienza che andava formandosi nel campo dell'allevamento, della "neonata" agricoltura e nella guerra, tre settori di importanza crescente che conferivano un potere sempre maggiore a chi se ne occupava e prendeva le decisioni necessarie...

POI (come sempre succede) anche la società avrà lentamente preso atto del cambiamento dei ruoli, ed allora l'uomo avrà effettivamente iniziato a relegare la donna alla cura della casa dei figli e non saprei bene dire che altro.
Allora e solo allora avrà anche visto che (potendolo fare) gli conveniva che la sua donna trombasse solo lui, se voleva che i pargoletti sfornati con tanto amore fossero realmente i suoi, e poi via discorrendo...


Beh, diciamo che a rigor di logica potrebbe anche essere andata così, però questa è storia scritta a tavolino...
Non è che qualcuno avrebbe qualche informazione o teoria un pochino più sicura? O almeno un'idea su come documentarsi?
E non lo farebbe magari lui al mio posto?
784 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it