Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 17-11-2002, 21.00.04   #21
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Per Morfeo

forse stiamo imparando a cavalcare la tigre. O almeno ci stiamo provando, anche se disorientati da mille luci brulicanti e disorientati dal fatto che il potere ci ha dato una tigre da cavalcare.
Ma forse questa cosa non è poi così negativa in funzione del valore.
Tra migliaia di righe dobbiamo imparare a riconoscere il valore, (rischiando di non trovarlo perché siamo nel posto sbagliato) e poi una volta trovatolo dobbiamo imparare a comunicarlo. Cosa non così facile perché il linguaggio è convenzionale e non sempre una parola ha identico significato per chi la dice e per chi l’ascolta.

Imparare a comunicare significa rendere il nostro io più “sottile” in favore di una maggiore evidenzia del messaggio. Non è poco come crescita.

La Buona Novella piaceva molto anche a me…… è stata una grande interpretazione di De Andrè, ma è passata anche lei e forse ora occorrono parole nuove, almeno io la penso così.

Un lettore l’hai avuto, spero di averti letto anche con attenzione….
Ciau.
VanLag is offline  
Vecchio 17-11-2002, 21.54.52   #22
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
allora

ma che scrivete a fare su un forum o vari forum se vi manca così tanto l'espressione di un volto o la gestualità di un corpo. Non è la stessa cosa e fin qui ci arrivano tutti. Che si scrivano messaggi che poi non vengono nemmeno letti, va da sè l'interesse che ognuno di noi pone nella lettura del messaggio stesso. Non ho esperienze virtuali oltre a questo forum e un'altro, frequentato solo con tre o quattro messaggi, perchè nn me ne fregava niente se non per passare del mio tempo, chiunque si sia avvicinato a questo mezzo di comunicazione l'ha fatto secondo propria coscienza, ma non sicuramente scienza fintanto che non ha capito "l'andazzo" e "l'andazzo" sapete qual'è? Che siamo TUTTI e nessuno escluso degli emeriti ipocriti! Come al solito si predica bene e si razzola male. Si scrivono dei post, sperando che qualcuno legga, MA PERCHE' UNO DEVE SPERARE CHE VENGA LETTO, è solo una forma di comunicazione: IO SCRIVO E CHI VUOL LEGGERE LEGGA. Se voglio comprensione in quel che dico NON VENGO A CONFIDARMI SU UN FORUM, personalmente non vi conosco (o quasi) e NON ME NE FREGA NIENTE DI CONOSCERVI FISICAMENTE SCRIVENDO. Rimane solo un SEMPLICE scambio d'opinioni che un individuo "normale" dovrebbe fare a tempo perso, per curiosità o perchè si "sente" di comunicare un qualcosa che probabilmente non verrà nè letto nè compreso. Dov'è il dramma? Nel nostro narcisismo? Se l'abito non mi piace, cambio sarto! La sostanza è la stessa: ipocrisia e nient'altro. Vedete tutto questo non è differente dalla realtà. Si chiacchiera, ci si fa "belli", ci si fa "edotti", ci si sente degli "eroi", ci si prende in "giro", non ci si "considera", non ci si "ascolta", ci si scrive in privato, ci si fa i complimenti o gli insulti a vicenda. Tutto questo come nella realtà che tanto si è discussa: nessuno ascolta, nessuno comprende, chi ha il predominio su un altro, chi è razzista, chi parla troppo e chi troppo poco. Pensate! Tutto questo schifo su un forum senza vedere la faccia dello ******* che ci prende per il culo! Guarda te che fortuna! Eppoi mi lamento se non leggono un post o se non vedo l'espressione del viso o del corpo?....ma fatemi il piacere! Se aveste voglia solo di comunicare, anche solo una stupidata per altri, ma per Voi importante lo fareste. Lo continuate a fare e questa capacità di trasmette pensieri o piccole, grandi, emozioni lo riscontrate indubbiamente anche nella vostra realtà quotidiana, forse qui un pò di divismo e applausi li raccogliete meglio.
Oh mamma! siete riusciti a farmi incazzare.
Tanto lo sò che non ve ne frega niente, ma a me... ancora meno. Ciò che ho voluto esprimere l'ho espresso. Condiviso o meno, mi può importar un sega, ciò che conta è il MIO pensiero....VERO???
Ma, a..... rifatemi il piecere!
E' tutto un bel discorso "astratto" che lascia il tempo che trova. Non si parla di DATI TECNICI o SCIENTIFICI, ma solo teorici e nemmeno di dati. Meglio sarebbe che ogni discussione avvenga nel confine e limite della discussione stessa e più precisa o specifica, guai ai "ragionamenti teorici" guarda te dove portano: al delirio
notte
tammy is offline  
Vecchio 17-11-2002, 22.40.38   #23
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
mha!

facciamo subito le debite scuse a scanso di equivoci.
Sintetizzando, per me la rete è fonte di comunicazione in qualsiasi direzione vada: sia forum, sia per questioni di lavoro on line. Parlo solo per me: di gente durante la giornata ne vedo a sfà e di dialoghi e soliloqui... altrettanto. Mi piace leggervi più che partecipare, ma questo fa parte del carattere e della socievolezza di ognuno di noi e di quel che si ha voglia di comunicare. Spero che quel che avete compreso nel mio precedente post sia solo la voglia e il piacere che ho di leggere ognuno di voi, mi spiacerebbe non continuare a farlo se questo forum dovesse chiudere. Mi rilassa, lo vedo come svago ed anche forma di infromazione, cose che evidentemente non ho durante la mia giornata, pur soddisfacente, ma carente del tempo libero per poter divagare su altre argomentazioni.
Morfeo ti leggo sempre e con molto piacere.
Cat.... il tuo sito, praticamente lo leggo quasi tutti i giorni.
Van Lag chiedo scusa per il trambusto e il divagamento sulla tua riflessione.
Anch'io come altri vorrei essere letta e compresa, ma finchè scrivo e parlo solo per me stessa sarà ben difficile trovare comprensione.
tammy is offline  
Vecchio 18-11-2002, 04.00.56   #24
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Tammy,ti do ragione.
Io in questi giorni ho perso le motivazioni che mi spingevano a scrivere su questo,sul mio,e in altri forum.Infatti ho deciso di darci un taglio.Ho chiesto al Webmaster di annullare la mia iscrizione,e sul mio sito ho fatto tabula rasa.Ho perso fiducia nel dialogo,in particolare tramite internet.Tanto,non credo che parlare con voi porterà mai ad una mia maturazione.Rimarrò sempre sulle mie idee come voi sulle vostre.E poi non ho più nemmeno quel gusto narcisista ed esibizionista che mi portava ad ostentare i miei pensieri sulla rete.Sinceramente,chi se ne frega.Dovevo già capirlo da quando mi avevano bannato.Continuare porterebbe solo a litigi inutili e,forse,a sofferenza.
Un bacio a chi mi vuole bene.
Saluti a tutti,
Catharsis.
sisrahtac is offline  
Vecchio 18-11-2002, 20.59.58   #25
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
ogni tanto è bello sdrammatizzare

Il problema è che nessuno vuole “cavalcare la tigre”, forse le tigri fanno paura, o forse c’è in giro una gran allergia al pelo di tigre…… (Sperando che sia solo a quel pelo)......

Scherzo ovviamente ....... anche a me, (pur con grandi limiti temporali), piace leggervi e partecipare. A volte si sente realmente l'interazione, mentre altre volte cascano le braccia Forse occorre trovare la giusta modulazione di frequenza. Anche in questo si cresce e si evolve.
VanLag is offline  
Vecchio 18-11-2002, 21.33.38   #26
schieppwaters
 
Messaggi: n/a
Vuoti silenzi

Citazione:
Schiepp... tu che dici?

E' davvero inutile continuare a parlare?




non lo so...ultimamente mi sento solo ogni volta che apro la bocca, mi sento solo la mattina quando mi alzo, quando saluto mia madre, quando lavoro, quando esco con gli amici...,e sento le distanze incolmabili cristo, nessuno che capisce nessuno che ascolta, nessuno che ascolto neanche io, sempre talmete impegnato a star male, da non riuscire a vedere nulla al di fuori di me


.... perche' quello che dico viene fuori storpiato da queste cazzo di parole che non riescono ad esprimere nulla, storpiate dai filtri nella testa della gente che mi circonda, che non capisce, e non vede, e non mi sente cazzo anche quando urlo..

ci sono dei giorni che sto cosi male , che avrei voglia di spegnermi e basta e non capisco come cazzo faccia la gente intorno a non vederlo che sto cosi...sono diventato talmente bravo a simulare i miei comportamenti da riuscire a sembrare allegro anche quando sto come oggi...con la faccia nel fango e lo sguardo rivolto verso il cielo e vedo solo nubi e pioggia e gli occhi sono sempre piu' iniettati di sangue e avrei solo voglia di piangere ma non si puo'...cristo non si puo'...

mi chiedi se serve parlare??ma che ne so...c'e' qualcosa che serve qui intorno???


non c'entra nulla lo so...solo un'altra voce nel vociare collettivo....
 
Vecchio 18-11-2002, 22.25.31   #27
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Piccolo piccolo, così non disturbo!

Citazione:
Si parla con gente da tutte la parti del mondo, sia con le chat che con i forum o le mailing list...
Che cavolo sono le mailing list?

Citazione:
Si parla con più gente ma si parla sempre delle stesse stupide cose...
Non mi pare che sia così … qui si parla di tantissime cose, anche piuttosto complesse, spesso per il solo piacere di scambiarsi delle opinioni

Citazione:
L'uomo di fronte alla libertà cosa fa se non girare in tondo?
Di frequente, invece, si assiste, non senza meraviglia, all'utilizzo di questa libertà. Spesso è utilizzata anche bene … così almeno mi pare … alle volte!

Citazione:
Siamo liberi di pensare ogni cosa e di credere in qualsiasi cosa, ma la maggioranza segue una religione perché è faticoso pensare di testa propria...
Alle volte, piuttosto, si sceglie e si segue una religione perché si avverte la necessità di riempire un vuoto altrimenti incolmabile col solo raziocinio, e nel scegliere ci si pongono tante, tantissime domande, alcune trovano una risposta, anche irrazionale, altre non ne trovano … è, quest'ultimo, lo spazio di competenza del dibattito, del confronto, dell'analisi, della ricerca e della discussione, qui noi lo occupiamo spesso … gratuitamente!

Citazione:
Ci sono milioni di libri pubblicati e molti dicono il contrario di ciò che dicono gli altri, a chi posso mai credere?

I politici dicono che ha ragione la propria parte mentre l'altra non capisce un cavolo di come va il mondo, a chi devo credere?
Questo spazio, questa dialettica, anche accesa e conflittuale è comunemente denominata libertà di pensiero e d'espressione … niente di strano, anzi, meno male!

Citazione:
Quanti leggeranno quello che sto scrivendo? 20 persone? 30 al massimo? Ci sono 300 iscritti è vero, ma chi partecipa è solo una piccola parte...

Di questi 30 quanti leggeranno con interesse? 10 ad essere buoni...

Di questi 10 quanti si fermeranno a riflettere su ciò che hanno letto? 3? 4?

E di questi quanti avranno capito quello che volevo dire?

Uno solo?
Carenze di chi legge o di chi scrive? Boh… forse entrambe le cose … chi potrebbe affermarlo con assoluta sicurezza?

Citazione:
Il Boss ha voluto cambiare aria al forum dall'ultima volta...

Ha messo quella bella scritta lì in alto come monito ad essere "seri"...
Già, l'ho notato anch'io; chissà perché? E' necessario essere seri? Immagino di si, anche se a me manca molto lo spazio che avevamo ritagliato e conquistato alla ricreazione, sto' compensando con lo spazio dedicato alla letteratura.

Citazione:
Ma continuo a vedere una immane marea di parole fini a se stesse.

Lasciando stare quelli che si parlano addosso o che vanno copiando le parole da qualche libro.

Anche quelli con le migliori intenzioni si ritrovano nella baraonda...

Ed invece che riflessioni io sento solo il vociare disarmonico di molteplici individualità.

Ognuno dice o urla la propria verità.

In un forum le parole sono l'essenza del dialogo o confronto, quindi, sono assolutamente indispensabili. Anche parlarsi addosso, alle volte, è utile se non risulta offensivo nei confronti del prossimo e se, chi si parla addosso, lo fa solo per soddisfare il proprio piacere di esserci; agli altri, se infastiditi, il compito di saper discernere. Anche il copia-incolla, se porta un valore aggiunto alla Riflessione, può essere utile, anzi, spesso, utilissimo… che c'è di male? Un forum è una baraonda e tutti sono compartecipi del medesimo caos e coattori nella medesima rappresentazione. Il dialogo o confronto fra le persone è frutto dell'incontro (spesso non riconducibile a sintesi) delle molteplici individualità … perché stupirsi? E' naturale, fra l'altro, che ciascuno di noi esprima la sua verità, l'importante che nessuno voglia imporla o spacciarla per assoluta

Citazione:
E la parole o le urla si uniscono all'immenso flusso di informazioni che ci invade ogni singolo giorno...

Ed anche la parola più bella perde il suo valore.
Le parole, sono parole e tali resteranno; al più sono utili per trasmettere emozioni, sensazioni, pensieri … non penso che vi sia alcunché di particolarmente sgradevole in parole espresse al solo fine di comunicare le proprie emozioni, i propri sentimenti, il proprio pensiero, purché le stesse si mantengano sempre all'interno di determinati canoni d'educazione e rispetto, che non travalichino nell'aggressione o nella prevaricazione. Il tutto rientra nelle regole del gioco … sarebbe piuttosto difficile immaginare una comunicazione in un forum che pretenda di far a meno delle parole scritte. Un forum, come una chat, serve solo per comunicare e ciascuno si relaziona nei confronti del prossimo in base alla propria indole personale, spesso, questa indole, tende al conflitto piuttosto che al confronto

Citazione:
Ma credo che il vociare stia diventando davvero insopportabile.
Il vociare? Se alludi, qui, a scontatissime diatribe, sempre, peraltro, ricondotte su un livello accettabile, credo che anche questo sia un fatto abbastanza scontato e da mettere nel conto, come in una qualsiasi comunicazione verbale fra persone che, alle volte, si lasciano trasportare dalla passione … niente di male, quindi, sempre che questa passione non sfoci in una gratuita aggressione.

Citazione:
Io non so come uscirne Boss se no te lo direi, ma il forum annega in tante parole, belle o brutte che siano...
Un forum, per sua costituzione genetica, non può che 'annegare' in un fiume, un mare di parole … belle, brutte, dipende da chi le pronuncia e da chi le ascolta (ops… da chi le scrive e da chi le legge) … alquanto inevitabile, oltreché auspicabile … credo!
Non vi è alcuna via d'uscita, pena la morte del forum.

Citazione:
Ma quelle parole non potranno significare mai per nessuno di voi quello che significano per me...
Ci mancherebbe altro! Ognuno percepisce i messaggi in base alla propria sensibilità, alla propria cultura … ciascuno di noi è diverso dagli altri e nessuno può auspicare che gli altri partecipanti si omologhino alle opinioni di chicchessia. Constatazione alquanto scontata … non pensi?

Citazione:
E da lì ho pensato allora come sia impossibile comunicare agli altri la propria esperienza di vita.
Continua a scrivere; probabile che qualcuno riesca a recepire il tuo messaggio, ma non è detto che, se anche recepito, sia anche intimamente accolto … credo nella diversità delle opinioni e del 'sentire' che, a parer mio, deve essere preservata e mai osteggiata.

Citazione:
Ogni vita è frutto di un cammino unico ed irripetibile, ed è inutile che io vengo qui a consigliare libri da leggere o musica da ascoltare, non avrebbero lo stesso effetto che hanno avuto su di me...
Indiscutibile la considerazione finale, non condivido la prima parte … io, quando sento di farlo, ritengo sia giusto provare a consigliare un qualcosa che ho ritenuto fosse utile per me … poi, ciascuno vive quell'esperienza come più gli aggrada … dove sta' il problema?

Citazione:
E da qui la mia critica verso le vie preconfezionate tipiche per esempio del Buddhismo e delle religioni convenzionali...
Ciascuno è libero di scegliere la via che più gli si confà … come ciascuno è libero di rifiutare qualsiasi strada 'preconfezionata'. Viceversa, non sarebbe corretto giudicare o ridicolizzare il percorso spirituale o culturale che ognuno di noi ha ritenuto giusto seguire … questo contegno è normalmente definito rispetto del prossimo!

Citazione:
E' davvero inutile continuare a parlare?
Immagino di no! Infatti, per quel che mi riguarda, anche se di scarsa importanza, fintanto che lo riterrò utile, necessario, funzionale alle mie esigenze, continuerò a parlare, scrivere e leggere; non so gli altri, ma io la penso così!

Ciao
visechi is offline  
Vecchio 18-11-2002, 23.20.29   #28
Morfeo
 
Messaggi: n/a
Visechi non meriti risposta... neanche questa.



Schiepp perché non si può piangere?

Ogni volta ci riesco un po' di più, dura ancora troppo poco per poter sfogare tutto.

Dura solo finché non ho paura (vergogna più che altro) che mi sentano i vicini allora accendo la radio, ma nel frattempo è già passato e non ci riesco più...

Tutto qui.
 
Vecchio 18-11-2002, 23.34.18   #29
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Citazione:
Messaggio originale inviato da Morfeo
Visechi non meriti risposta... neanche questa.

Non mi era parso di essere stato eccessivamente scortese, sgarbato o cafone... Mah! vivendo s'impara...
Grazie per la tua consueta cortesia!

Ciao!
Ma, in ogni caso, te ne potrà fregar qualcosa (come a me del resto), ti saluto cordialmente!


Nient'altro da aggiungere... naturalmente!
visechi is offline  
Vecchio 19-11-2002, 19.27.11   #30
firenze
Ospite abituale
 
L'avatar di firenze
 
Data registrazione: 28-04-2002
Messaggi: 341
per Tammy

Capisco il tuo punto di vista che ha del vero, ma quello che volevo dire è l'uso eccessivo del mezzo, l'esagerazione che se ne fa, tanto che bambini lasciati liberi nell'uso sono stati addirittura ricoverati.
Tutto ciò che esiste in questo mondo è paragonabile ad una medaglia dove vi è un rovescio ed un diritto. Purtroppo non vi è un'autocoscienza troppo sviluppata che sappia dare uno stop al momento giusto.
Non voglio demonozzare la rete, non vorrei passare per un conservatore bigotto, quello no davvero!
E' vero che l'anonimato facilita l'espressione e provoca la totale libertà di espressione, ma cosa accade quando siamo con gli altri? Riusciamo sempre a mantenere questa schiettazza, senza aver paura dello scontro? Ecco che lo zucchero attira il debole verso la più facile sponda, così da rubare ore ed ore al relazionamento diretto.

E poi mia signora... vuoi mettere il piacere di un buon bicchier di vino rosso bevuto in sana e gioiosa compagnia?

Io non sono più un ragazzo, ed ho conosciuto la rete già adulto, e ti posso garantire che l'uso che ne faccio è una minima frazione di quanto ne avrei fatto se avessi avuto una trentina di anni in meno.
Posso dire che l'uso della rete nella ricerca è però un vero piacere e divertimento. Oggi l'informazione è alla portata di tutti, basta vedere quanti più giornali ci sono adesso in edicola che non anni addietro.
Io sono un introspettivo e quando mi incasino cerco sempre di capire dove ho sbagliato, senza dare troppe colpe agli altri, così posso affermare che la migliore informazione che esista è proprio quella che si ha di se stessi, cosa che sembra oramai superata dalla folle corsa dell'apparire. E come è possibile fare questo davanti ad un computer? Dove metti la scuola della vita diretta? Lo schiaffo preso da essa? E l'impossibilità di sparire o cambiare identità con solo click?

firenze is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it