Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 10-01-2003, 12.58.44   #1
Giorgio
 
Messaggi: n/a
Due chiese

Ciao a tutti
Vorrei domandarvi cosa ne pensate della differenza tra chiesa cattolica e quella ortodossa.
In che cosa consiste questa differenza?
Io non ho in vista le questioni superficiali (i sacerdoti ortodossi hanno le barbe ecc.), ma solo il CUORE di ogni professione.
M'interessa davvero
 
Vecchio 10-01-2003, 17.54.17   #2
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
cattolici ortodossi

nn hanno solo la barba,
nn credono nell'assunzione della vergine maria,
nn credono nella figura del Papa come capo della Chiesa e rappresentante di ns. Signore sulla terra,
osservano il digiuno,
predicano la Bibbia dall'antico testamento, e i Vangeli degli apostoli,
venerano le icone, dopo averle benedette e dopo quaranta giorni, possono sposarsi, ma non diventano vescovi,
gli osservanti ortodossi possono risposarsi, dopo un divorzio o vedovanza o scioglimento, fino ad un max di tre volte. Pur credendo nell'indissolubilità del sacramento del matrimonio ammettono che esso debba esistere in nome dell'amore reciproco.
Nascono circa nel 280/290 d.c. con la divisione dell'impero romano d'occidente e d'oriente e si staccano dalla Chiesa di Roma. La chiesa Madre per eccellenza è stata la Russia. Nel 1500 ca. la Chiesa cattolica li stacca definitivamente, con tutto ciò che ne è seguito fino a circa 1997 si sono praticamente sgretolati e tentano in tutti i modi di ricostruire un punto di riferimento per tutte le varie dislocazioni dei loro fedeli, in Italia e all'estero.
Se vuoi saperne di più: www.chiesaortodossa.it
Per quel che ne sò il loro professare la parola di fede viene dall'essere profondamente credenti e osservanti dei loro precetti mettendo in pratica alla lettera la Bibbia e il Vangelo.
Ciao Giò Giò
tammy is offline  
Vecchio 10-01-2003, 23.37.46   #3
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211

"venerano le icone... mettendo in pratica alla lettera la Bibbia "

Deuteromio 4,15
Proibizione dell'Idolatria-poichè dunque non vedeste alcuna figura, quando il Signore vi parlò sull' Oreb del fuoco, state ben in guardia per la vostra vita, perchè non vi corrompiate e non vi facciate l'immagine scolpita di qualche idolo, la figura di maschio e femmina, la figura di un uccello che vola nei cieli... ecc.
Willow is offline  
Vecchio 11-01-2003, 00.40.18   #4
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
può darsi

che mi sia espressa male, ma comunque a Milano ti assicuro che c'è una scuola gestita dagli ortodossi dove ti insegnano a creare dalla stuccatura del legno e dalla mescolanza dei colori alla prospettiva le icone. Le icone, specialmente quelle russe, o in genere ti dicono nulla? Mai vista una mostra?
Tutto il resto basta leggerlo in qualsiasi sito attinente l'argomento.
I cattolici non hanno i Cristi in croce e le statue della vergine Maria e tutti i santi in ogni dove? Gli ortodossi hanno le loro icone che rappresentano cristi, santi e madonne alle quali si rivolgono con fede e preghiera, nè più nè meno dei cattolici.
Ed anche leggendo qualcosina su internet o qualche libretto in casa che mi hanno dato l'impressione di essere molto più "aperti" dei cattolici (meno praticanti e osservanti, ma sicuramente di Chiesa più ricca e potente).
Per quanto riguarda il "digiuno" mangiano solo legumi, bè per questo mi affido alla mia collega di lavoro "ortodossa" che nel periodo di Natale, che mi pare inizi primi del ns. e termini il sette di gennaio, mangiava solo legumi e verdure per l'esattezza: patate e fagioli e niente alcool, al contrario di milioni di cattolici che il venerdì anzichè mangiare in bianco mangiano carne e ciucciano vino a volontà.
Insomma neanche a farlo apposta in ufficio s'è parlato di loro e del perchè festeggiassero il natale proprio il sette di gennaio, (così avevamo sentito in TV), leggendo il post di giò m'è sembrato bello dire quel che sapevo ed anche dove ho letto successive informazioni alla mia collega.
Se c'è qualcosa di sbagliato ringrazio sempre per l'eventuale correzione. Se non fossi curiosa nn imparerei niente e se nn fossi umile, rimarrei probabilmente ignorante.
Sapere di altre culture attraverso il loro modo di vivere, di mangiare, di pregare, di vestire, ecc. m'incuriosisce molto quindi, se qualcun'altro volesse aggiungere qualcosa di più azzeccato e di più profondo, gliene sarò infinitamente grata.

A proposito: Giò, ma avevi mica scritto da qualche parte che eri cristiano-ortodosso!?
tammy is offline  
Vecchio 11-01-2003, 09.26.01   #5
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
Il mio non voleva essere un attacco, ma ho trovato questa incongruenza tra segiure le parole della Bibbia e l'idolatria delle icone. se qualcuno mi può illuminare....
Willow is offline  
Vecchio 11-01-2003, 12.11.24   #6
david
Ospite abituale
 
L'avatar di david
 
Data registrazione: 09-10-2002
Messaggi: 143
sull'ortodossia...

Interessante, a mio parere, è la rappresentazione simbolica che ricollega le tre grandi correnti cristiane ai tre “migliori” discepoli del Cristo: il cattolicesimo a Pietro – l’ortodossia a Giovanni – il protestantesimo a Paolo. Tra il sentimentalismo di Pietro e del cattolicesimo e la razionalità di Paolo e del protestantesimo troviamo la spiritualità e il misticismo di Giovanni e dell’ortodossia orientale.

E’ l’aspetto più esoterico del Cristianesimo, ed anche per questo il più affascinante.

Basti ricordare come fu proprio Giovanni a scrivere il Vangelo “ribelle”, figlio della Gnosi, che non parla del piccolo Gesù e dei Re Magi ma solo dell’entità divina del Cristo. E fu lo stesso Giovanni a “vedere” l’Apocalisse, ormai centenario, proprio dalle terre di Grecia.

Alcuni mistici hanno predetto che il futuro dell’umanità non passa dall’America, come alcuni credono, impressionati dallo strapotere economici e bellico di quest’ultima, ma dalla Russia e dall’Europa Orientale, come se chi nascerà entro breve in quelle zone sarà dotato di “un qualcosa in più” rispetto a tutti noi, una sorta di sesto senso, un’intuizione particolare: la definiscono come una coscienza più profonda della nostra. Sulle orme di Giovanni e della corrente ortodossa cristiana.
david is offline  
Vecchio 12-01-2003, 16.37.46   #7
firenze
Ospite abituale
 
L'avatar di firenze
 
Data registrazione: 28-04-2002
Messaggi: 341
Chiesa cattolica ed ortodossa è la solita barzelletta raccontata da due culture diverse...
firenze is offline  
Vecchio 13-01-2003, 10.13.40   #8
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Il significato delle icone - che non vengono venerate - altro non è che una preghiera.

Nell'icona antica ortodossa e in quella moderna è sempre presente una fortissima simbologgia. Rappresentano, frasi, eventi bibblici ed evangelici.
Ritengono - e lo trovo bellissimo - che creare una icona sia una sorta di meditazione attraverso la quale si possa studiare - perchè solo una profonda conoscenza può portare ad una così elevata simbologgia - e pregare.
kri is offline  
Vecchio 13-01-2003, 13.29.49   #9
david
Ospite abituale
 
L'avatar di david
 
Data registrazione: 09-10-2002
Messaggi: 143
non c'è solo idolatria...

non tutte le immagini religiose sono un prodotto idolatrico ( anche se nel cattolicesimo è così frequente...) .
Le icone sono tra queste immagini non idolatriche, bensì meditative, atte alla preghiera e alla riflessione, addirittura terapeutiche secondo le tradizioni. Qualcosa di simile, nella nostra cultura occidentale/cattolica, è successo con le immagini sacre di Raffaello, in particolare con le sue incredibili Madonne; nel corso di centinaia d'anni migliaia di sofferenti sono corsi attraverso l'Europa fino a Dresda a vedere la Madonna Sistina, considerata una delle più grandi opere-terapeutiche della storia umana ( ancora oggi, benchè la psiche contemporanea contorta e doppia abbia inspessito la corazza della nostra anima, rendendola meno sensibile e ricettiva, è usata tale immagine a scopi prettamente medicinali ).
david is offline  
Vecchio 16-01-2003, 12.47.39   #10
Giorgio
 
Messaggi: n/a
Ciao! Vi ringrazio tutti per le vostre risposte.
Cara Tammy, alcune cose che scrivi sono davvero nuove per me. Ma alcune le sapevo esattamente. A momenti sbagli un po'.

"nn credono nell'assunzione della vergine maria"

In questo crediamo. Abbiamo anche la festa "Assunzione della Madonna".

"nn credono nella figura del Papa come capo della Chiesa e rappresentante di ns. Signore sulla terra"

E' cosi.

"osservano il digiuno"

Ma voi non l'osservate?

"predicano la Bibbia dall'antico testamento, e i Vangeli degli apostoli"

Puo' darsi, come ho gia detto, sono profano. Ma i cattolici non lo fanno?

"venerano le icone, dopo averle benedette e dopo quaranta giorni, possono sposarsi, ma non diventano vescovi"

Assolutamente vero. Veneriamo anche le icone, che fanno i miracoli, anche prima di averle benedette.

"gli osservanti ortodossi possono risposarsi, dopo un divorzio o vedovanza o scioglimento, fino ad un max di tre volte"

E' un errore tipico anche per molti ortodossi! In realta' non si puo' risposarsi e non e' accettato nessun divorzio! In via d'eccezione, una persona, che ha perso moglie o marito (per morte), se e' MALATA e non puo' rimanere sola per i motivi del salute, puo' sposarsi nuovamente DOPO DI AVER RICEVUTO IL PERMESSO DEL VESCOVO INDIGENO! UNA VOLTA! Altrimenti no!

"La chiesa Madre per eccellenza è stata la Russia"

In nessun caso! Le chiese georgiana, greca, serba, bulgara, ucraina NON OTTEMPERANO al patriarcato di Mosca. Il nostro "centro spirituale" e' monte di Afone in Grecia con il sou Monastero.

Condivido l'opinione di Davida che il cuore dell'Ortodossia e' un certo "misticismo".
Nei nostri duomi non ci sono le panche. Ecco, il 7 gennaio sono stato alla cattedrale georgiana di Mosca.
Immaginate, dalle 23.00 alle 06.00 eravamo in piedi, ascoltando le preghiere ed i canti antichi. Dopo qualche ora si raggiunge un nuovo stato di coscienza, quasi "estasi", che non permette nessun tipo di riflessione "razionale".

Questo non vuol dire che l'ordine ortodosso e' "meglio". Parliamo solo delle differenze, senza definire la "superiorita" di qualsiasi professione.
 

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it