Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 04-09-2006, 16.59.01   #1
debo2210
I am what i am
 
L'avatar di debo2210
 
Data registrazione: 27-01-2006
Messaggi: 27
Unhappy Il mondo di oggi si può davvero definire "evoluto"?

Sono davvero inca...ta nera!
Questo mondo è davvero evoluto? Le persone non fanno altro che lavorare come pazze tutto il giorno e spesso trascurando la propria famiglia ed i propri amici (questi ultimi a volte non se ne accorgono perchè indaffarati anch'essi). Tutto è in funzione dei soldi, tutto è in funzione di che?
Una volta che hai dei soldi da spenderne vorrai trovarne degli altri, sempre da spendere. Non è questa una tossicodipendenza? Si tossica! Perchè il denaro (anche se fa gola a tutti, me compresa) è secondo me la droga, il veleno più letale che possa esistere. Un vero e proprio cancro.
La società di oggi ci imposta fin da piccoli un concetto "Se non hai denaro non sei nessuno, se non hai denaro non sei nulla, se non hai denaro non puoi essere" e così fin da piccoli ci mettiamo a pensare che da grandi faremo il dottore, l'avvocato, l'astronauta....perchè? Perchè hanno stipendi a quattro zeri come minimo!
Non abbiamo più il senso di noi stessi, non capiamo più cosa è meglio per noi.
Pensateci bene....
Vi sembra gratificante fare per tutta la vita la stessa cosa, e a fine mese prendere dei soldi che in gran parte spenderemo?
Vi sembra gratificante lavorare fino a 60 e passa anni per poi morire?
Vi sembra gratificante vivere una vita in funzione di tutto questo e magari nella speranza di avverare un sogno*, che, nel 80% dei casi non si avvera? (*tipo...girare il mondo, avere una bellissima casa...ecc...)
A me NO!
NO! NO! NO!
Io non voglio essere schiava di nessuno!Non sò se mi ripeto (magari ve ne ho già parlato), ma io credo che tutti abbiano diritto ai beni di prima necessità come: una casa, del cibo e qualcosa da indossare. TUTTI! Appena nascono!Poveri o ricchi che siano! In qualsiasi parte del mondo siano!
POi...se uno vuole un extra, allora che se lo compri lavorando. Ma il lavoro, porca eva, è un diritto non un dovere!!!!!! Ma che se lo sono dimenticato tutti!!!????
Io darei una casa, adeguata al numero di persone della famiglia,a tutti. Davanti o dietro la casa un piccolo fazzolettino di terra x poter coltivare qualcosa e dare la possibilità di avere una produzione propria che consenta l'approvviggionamento.Il resto è in più!! Ma a che ci serve tutto il resto!!!! E poi se stiamo a guradare, in realtà potremmo essere tutti più che benestanti, se le ricchezze non fossero concentrate in pochi "eletti". (eletti da chi?poi!)
Non so se avete mai visto il programma "the fabulus life of". Davvero assuro, uno sputo alla povertà e alla gente che si fa un culo tanto per "tirare a campare".
Fanno vedere le case possedute da varie celebrità americane e non: attori, politici,cantanti ecc..
Tutta gente che non fa un ***** dalla mattina alla sera e ogni tanto, due foto, un'intervista e via! Milioni e milioni che scorrono nei conti correnti.
Calcolate che un minchione di repper si è fatto costruire un joystik della play st. tutto coperto di oro e diamanti e i vari comandi X O ecc.. sono di pietre preziose a seconda del colore, che sò rosso rubini, verde smeraldi ecc...Quel mer..so joystik vale 550.000$ ovvero 427.782,3091€
Praticamente ci sfama una regione dell'Africa!!! Per non parlare degli sprechi!!
Questi esseri, hanno minimo 5/6 case, 8/9 auto, gioielli su gioielli, e regalano ai loro figli cose come una ferrari in miniatura del valore di 480.000$, feste di compleanno da 1milione di dollari!
E udite udite! Sapevate che Jhon Travolta regala alla figlia un milione x ogni anno che compie? Ebbene si! "Piccolina compi 4 anni? Eccoti 4 milioni di $"
Era meglio che non me lo guardavo quel programma...già sono incavolata col mondo...mi ci mancava!
D'ora in poi, quando vedrò una celebrità fare beneficenza non dirò più "Ooooh! che brava persona! ora la ammiro di più", ma mi limiterò ad un "Hai fatto il tuo dovere! Mi pare il minimo!"
Capite? Questo programma lo mandano in onda per influenzarci, per farci sentire frustrati dal nostro strato sociale e spingerci a produrre di più nella speranza di diventare più ricchi. Ma questa speranza è destinata a restare tale...un mio amico dice sempre "Se non dai il c..o non salirai mai in alto, sono zone riservate", sarebbe a dire che se non ti corrompi non potrai mai raggiungere conti in banca simili.
Ma a che serve averli? Certo, ti puoi godere tante cose belle della vita, puoi avere cose lussuosissime e fare viaggi incredibili...ma puoi fare tutto questo anche senza...il mondo non è stato creato come una proprietà privata...prima era tutto "suolo pubblico", era di tutti! E lo è ancora! Anche se abbiamo creato confini,tasse ecc..il mondo è di tutti.
Ed è scientificamente provato che per vivere l'uomo ha bisogno solo di cibo ed acqua, e per il divertimento abbiamo un Signor Cervello che ci permette di fare milioni di cose e di inventarne altrettante.
Perchè abbiamo complicato tutto?
Perchè dobbiamo sempre farlo?
Perchè non sappiamo mai accontentarci? E goderci quello che il buon Dio ci ha regalato?
Perchè? Perchè soffrire e creare sempre altre sofferenze?
Sono amareggiata, frustrata e combattuta per tutto questo. Non voglio essere schiava della società, non voglio fare le cose "perchè è così che va" NO! Chi l'ha detto che uno a 18 anni è maturo? Chi l'ha detto che uno deve "guadagnarsi" da vivere? Chi l'ha detto che uno povero non vale niente e non ha diritti?
Non è logico no? "guadagnarsi da vivere"....ma che significa? Devo pagare per poter vivere?
E chi l'ha chiesto? Ho forse mai richiesto questo "servizio"? è si, perchè se la mettiamo così allora la vita non è altro che un servizio. Io credevo fosse di più...mi hanno sempre fatto credere che la vita fosse "un bene prezioso, che non ha prezzo". Mi hanno mentito? Mi hanno ingannato forse?
Come faccio a ribellarmi a tutto questo? Devo ridurmi in miseria per essere libera davvero? Chi vuole la libertà, in questa società e costretto a diventare un "miserabile"? Un barbone?
Chi si ribella alla società non ha diritto ad una vita dignitosa?
Questa allora Signori miei è una dittatura. O una schiavitù.
Ma io credevo che le dittature e la riduzione in schiavitù fossero reati contro l'umanità.
Voi no?
Perchè nessuno si ribella? Perchè nessuno dice nulla? Perchè siete tutti disposti a fare una vita prestabilita?
Sapete che è prestabilita vero?
Nasci, giochi qualche annetto (perchè non avresti la forza per essere produttivo), vai a scuola per poter diventare produttivo, lavori tutta la vita (spesso gran parte delle soddisfazioni non te le togli) e poi crepi.
Bellissimo!!!! Il tutto "nella speranza di diventare ricco". Perchè è quello l'obbiettivo comune a tutti. Nessuno escluso. Ed è per questo che ci scanniamo da secoli. Se tutti vogliono lo stesso giocattolo, prima o poi qualcuno finirà col litigare per averlo.
Sò che questo intervento non è coerente con quello scritto sul mio blog qualche giorno fa (work work work), ma anche io sono vittima di tutto questo, anche io dipendo dal denaro e anche io desidererei averne quantità tali da garantirmi tutta la vita in sarenità. i soldi sono utili, ma così sono davvero mal gestiti. Se suddividessimo bene le ricchezze tutti potrebbero vivere serenamente la loro vita.
Ma non è così purtroppo. Ci sono delle divisioni ovunque: fra ricchi e poveri, fra neri e bianchi, fra religioni, fra etnie, fra etero e omo, fra destra e sinistra....milioni e milioni di divisioni. Basterebbe la divisione fra destra e sinistra...le altre non servono a nulla, siamo tutti uguali.
Invece niente...guerre, morti, popolazioni che muoiono di fame e persone che pur essendo fortunate perchè non colpite direttamente da tutto questo (noi occidentali intendo) sono frustrate e isteriche.

Questo è il mondo evoluto e civilizzato di cui tutti parlano?
Bella cagata!
debo2210 is offline  
Vecchio 04-09-2006, 23.24.28   #2
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
Riferimento: Il mondo di oggi si può davvero definire "evoluto"?

Possesso e potere ci accumona agli animali , l'inghippo sta nell'intelligenza e la parola , mentre l'individualità ci differisce con miliardi di combinazioni . Negli animali nei quali si riconoscono , istinto , astuzia , vedi i primordiali "giochi" ai quali dobbiamo sottostare solo per "essere" e partecipare al carosello della vita....del vivere. Negli annali dell'umanità , secoli e millenni , sempre vi sono stati i "rigettanti" , gli "irriconoscenti" , gli "asociali" , dai primi si iniziò a definirli......eremiti!! , quindi non è con le parole che si possono demolire usi e costumi , vantaggi e svantaggi , ma solo appartandosi definitivamente dalla società che si condanna . Con la nascita , la società ci carica di obblighi e doveri , i diritti sono sempre più insignificanti. Gli incoscenti sono i genitori che non si domandano se generare ne vale la pena quando nel processo esistenziale è sempre più un suplizio "esistere" dovendoci pagare anche l'acqua purificata , e presto anche l'aria.......comunque non è giusto pretendere di avere e di godere ciò che fa l'uomo per diritto!! , per diritto ci dovrebbe appartenere solo ciò che la natura ha disposto.....gratuitamente e che qualcuno un giorno vantando proprietà sua ciò che appartiene a tutti , si arroga il diritto di barattare , un vero e proprio sopruso. Dandoci leggi ci siamo dati ordine?? , sicuramente sì!! , altrimenti l'animale uomo dovrebbe vergognarsi di apparire sulla terra!!. Tutti , dalle leggi , ne godiamo protezione , e nel loro rispetto produciamo col lavoro il diritto a subordinarci dei suoi proventi , sta in noi capacitarne la misura e il valore per noi come per gli altri.....ci vuole coraggio!! , il coraggio di essere ciò che si vuole , nel rispetto delle persone e cose altrui. Coraggio!! , coraggio!! , coraggio!!.......
svirgola is offline  
Vecchio 05-09-2006, 17.31.38   #3
Vale
Ospite abituale
 
L'avatar di Vale
 
Data registrazione: 06-11-2004
Messaggi: 191
Riferimento: Il mondo di oggi si può davvero definire "evoluto"?

Citazione:
Originalmente inviato da debo2210
Tutto è in funzione dei soldi.....
non credo che sia il denaro il padre di tutti i mali.
Anche nelle società più antiche a struttura più collettivistica, c'era comunque un qualche criterio di corrispettivo.
Il male oscuro della nostra società cosiddetta evoluta è l'aver interiorizzato alcune leggi fondanti la struttura dei paesi occidentali come se fossero leggi di natura, valori assiomatici, indiscutibili e da diffondere (anche con guerre sante ).
La nostra società si fonda sul MERCATO. Che non sarebbe nemmeno un gran male forse se, come dicevano gli antichi economisti, esistesse davvero "la mano invisibile" che aggiusta tutto, che dà equilibrio a tutto, in un'ottica di equità. Ma poi venne Pareto e dimostrò che nella legge del mercato l'equilibrio non corrisponde all'equità.
Ma anche qui non ci vedo ancora "il male oscuro"........
Il vero cancro della nostra società così evoluta è che l'ottica del mercato è penetrata anche nei rapporti tra le persone e nella individuazione di ciò che ha veramente valore.
Anche l'uomo è diventato una merce ed è soggetto alla domanda e all'offerta; chi non si adegua resta fuori dal mercato, un out-sider, praticamente un fallito.
Così come la salute dell'azienda si evidenzia dalla differenza tra profitti e perdite, così il valore dell'uomo si misura dal suo conto in banca.
Per la cronaca...io sono una out sider convinta e soddisfatta
Vale is offline  
Vecchio 12-09-2006, 19.04.15   #4
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Il mondo di oggi si può davvero definire "evoluto"?

Debbo,
sono dovuta tornare più di una volta a leggere chi aveva scritto quelle cose lì, già perchè mi sembrava proprio di averle scritte io.
Poi mi sono detta: guarda guarda, c'è qualcuno che è il mio doppione, il mio gemello da qualche parte.

Non toglierei nessuna parola nè potrei aggiungere altro a quel che hai scritto, condivido totalmente.

Forse un giorno saremo in tanti a pensarla in questo modo e ci uniremo. Faremo una società nella società, ovviamente se non ci fanno la guerra prima e ci fannno "desaparesidos", perchè noi siamo un pericolo immenso per questa società di carnefici in guanti bianchi.

Preparano la schiavitù già nella culla. Schiavi allevano schiavi e vengono aiutati da chiesa e stato.

Per riprendere l'uso corretto della macchina uomo occorre ricordarsi che al posto di guida deve tornare la spiritualità, spiritualità non religione.

Siamo tutti esseri spirituali venuti sulla Terra per imparare e aiutare e progredire. Forse la schiavitù è una di quelle prove che bisogna superare per evolverci.

Ma non tutti superano la prova. Un salto con l'asta è sempre imprevedibile nel risultato, per questo alcuni rischiano ed altri ci passano sotto. L'asticella non cade e credono di aver vinto.

ti abbraccio
ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 13-09-2006, 21.40.35   #5
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: Il mondo di oggi si può davvero definire "evoluto"?

Non credo che tutto derivi, che tutto sia colpa di un nostro particolare sistema socio-economico, che comunque può influire sulla situazione.

Penso che la risposta sia dentro noi stessi, abbiamo bisogno di rivedere le nostre priorità come persone, abbiamo bisogno di imparare a vivere nella società, abbiamo bisogno di pensare di più con la nostra testa.

I soldi non sono il male, se non ci fossero ci scanneremmo per qualcos'altro, se avessimo un sistema diverso, di uguaglianza economica, sociale, etc. pensate che l'odio si cancellerebbe?che la voglia di prevalere su gli altri si esaurirebbe?secondo me no.

La cattiveria, la caparbietà, la voglia di fare meglio degli altri sono i motori propulsivi non solo della nostra società, ma di tutta l'umanità, venendo a mancare questi saremmo in una situazione del tutto immobile, fine della ricerca del sapere, fine di tutto, nessuno può vivere così.

Il problema è quando questi sentimenti si trasformano in egoismo, in un arrivismo fine a sè stesso.
Dobbiamo ritrovare il nostro giusto equilibrio, non siamo una società evoluta, ma siamo una società che avanza costantemente, se prendiamo la strada sbagliata prima o poi la correggeremo a nostre spese, non è facile, ma non bisogna mai fermarsi, sempre guardare avanti con fiducia

S.B. is offline  
Vecchio 21-09-2006, 09.20.07   #6
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Il mondo di oggi si può davvero definire "evoluto"?

debbo,sono totalmente daccordo con te!Questo è un mondo che si può definire in tutti i modi tranne che evoluto...
Tutti pensano ogni giorno ai soldi,esistono solo quelli e tutto si basa su quello!E ovviamente abbiamo perso la ragione,ormai siamo dei robot che ogni giorno per 40 o 50 anni facciamo la stessa vita.Pensiamoci bene alla vita che facciamo...Si nasce,all'età di 3/4 anni andiamo all'asilo,a 6 andiamo alle elementari,a 11 alle medie,a 14 alle superiori e poi c'è chi va a lavorare o continua a studiare...praticamente stiamo tutta la vita chiusi in quelli edifici a lavorare o a studiare!E tutto questo ci fa perdere contatto con la natura,non ci fa più ragionare perchè siamo come macchine...E' davvero una tristezza!
dany83 is offline  
Vecchio 21-09-2006, 10.24.29   #7
Aristippo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-10-2004
Messaggi: 365
Riferimento: Il mondo di oggi si può davvero definire "evoluto"?

Secondo me non siano per nulla evoluti...

Ciao
Aristippo is offline  
Vecchio 25-09-2006, 22.33.54   #8
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Il mondo di oggi si può davvero definire "evoluto"?

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
debbo,sono totalmente daccordo con te!Questo è un mondo che si può definire in tutti i modi tranne che evoluto...
Tutti pensano ogni giorno ai soldi,esistono solo quelli e tutto si basa su quello!E ovviamente abbiamo perso la ragione,ormai siamo dei robot che ogni giorno per 40 o 50 anni facciamo la stessa vita.Pensiamoci bene alla vita che facciamo...Si nasce,all'età di 3/4 anni andiamo all'asilo,a 6 andiamo alle elementari,a 11 alle medie,a 14 alle superiori e poi c'è chi va a lavorare o continua a studiare...praticamente stiamo tutta la vita chiusi in quelli edifici a lavorare o a studiare!E tutto questo ci fa perdere contatto con la natura,non ci fa più ragionare perchè siamo come macchine...E' davvero una tristezza!

Sì, siamo macchine. E questo non è un male. E' una realtà, un fatto. Il corpo è solo uno strumento come tanti altri che deve essere semplicemente utilizzato. Se avvii la lavatrice ma dentro non ci metti il bucato sporco non è certo colpa della lavatrice ma di chi la sta usando.

Se viviamo come robot non è colpa del robot ma di chi ci sta dentro. Anche la mente è uno strumento come mani e gambe, ma sta all'essere che vi dimora usarlo per crescere, imparare, evolversi, amare, sperimentare, provare.

ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 26-09-2006, 09.45.49   #9
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Il mondo di oggi si può davvero definire "evoluto"?

Ma che belle parole...

E cosa state facendo di diverso rispetto a quello che fanno tutti gli altri?...
...in poche parole, voi che andate predicando questo "coraggio" di cambiare, come state vivendo?

Mary...tu che vai ideologizzando la casetta con il piccolo appezzamento di terreno per coltivare il proprio sostentamento e poi ti da fastidio la macellazione di un animale...

...e tu Svirgola...correggimi se sbaglio...mi sembra di ricordare che in uno dei tuoi primi posts tu abbia scritto di essere molto ricco...

Cioè...quello che mi interesserebbe scoprire...son solo dei bei pensieri fine a se stessi o ne possiamo individuare anche un lato un pò più pratico?

maxim is offline  
Vecchio 26-09-2006, 09.50.37   #10
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Il mondo di oggi si può davvero definire "evoluto"?

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Sì, siamo macchine. E questo non è un male. E' una realtà, un fatto. Il corpo è solo uno strumento come tanti altri che deve essere semplicemente utilizzato. Se avvii la lavatrice ma dentro non ci metti il bucato sporco non è certo colpa della lavatrice ma di chi la sta usando.

Se viviamo come robot non è colpa del robot ma di chi ci sta dentro. Anche la mente è uno strumento come mani e gambe, ma sta all'essere che vi dimora usarlo per crescere, imparare, evolversi, amare, sperimentare, provare.
mary

Che fine ha fatto la nostra anima?

A pagina 17 di Repubblica di ieri è scritto che la scuola italiana è in coda nelle classifiche internazionali.

Per il secondo anno consecutivo l'Ocse boccia il nostro sistema di istruzione per scarsi investimenti, basso numero di ore lavorate, numero di laureati. Siamo agli ultimi posti tra i 30 paesi membri, solo la Turchia è sicuramente messa peggio di noi.

Continuo a pensare che per salvare la nostra società, occorre restituire alla educazione il ruolo centrale che una comunità che sa dove andare, dovrebbe assegnarle;


Recuperare tradizioni, esperienze e maestri dimenticati troppo in fretta o con troppa solerzia censurati, cercando di inserire le esperienze in un quadro di idee che le potenzi

Dovremmo tenere molto alto il discorso, pensare modelli ideali, chiedere molto per fare poi I conti con la realtà, ma a partire da idee forti e principi elevati.


Dovremmo mantenere vivo (o fare risorgere) la passione per i libri.

Io provo un vero dolore quando vedo che una libreria viene chiusa e al suo posto nasce un negozio qualnque di abbigliamento.


Ciao
Patri15 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it