Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 28-11-2006, 23.35.10   #11
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Bulli o Robot?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
non so di quali professori parli.....
tutti gli educatori prendono provvedimenti ma cosa dovrebbero fare secondo te? Noi abbiamo costretto alcuni a lavorare per la scuola e per i compagni affiancando bibbliotecaria e segretari, ovviamente dopo averli sospesi con il
beneplacito dei genitori e con il loro accordo sui provvedimenti da prendere...
Li abbiamo condotti a seguire corsi sulla legalità, incontri con rappresentanti
delle autorità, assistenti sociali ma che altro proponi tu?


propongo di assumere insegnanti che oltre ad insegnare abbiano anche un minimo di carattere...chiedo troppo?
dany83 is offline  
Vecchio 29-11-2006, 06.32.46   #12
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Bulli o Robot?

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
ti prego di levarmi solo una curiosità: e se i genitori e/o loro stessi non fossero stati daccordo, cosa si sarebbe fatto???
Gli avremmo chiesto per cortesia o li avremmo pregati di fare i bravi???


questa è proprio bella!io sono stato testimone di fatti vergognosi!Ho assistito per un anno a un pestaggio di un ragazzo con dei problemi da parte di un gruppo di ragazzi della mia scuola e i professori facevano finta di non vedere!!e pure i bidelli e i ragazzi ovviamente...io ovviamente facendo la prima non potevo intervenire perchè sarei stato pestato anch'io e a 14 anni ero il più basso e magro della classe,avrei potuto fare ben poco...[/quote]

Il tuo non denunziare è forse più omertoso di chi faceva finta di non vedere
scusami se dico così ma vivo continuamente situazioni di "omertà"
nella mia città (Palermo) e questo atteggiamento lo combatto ogni giorno.
La paura delle ritorsioni è omertà. esistono gli adulti cui rivolgersi, le figure istituzionali (docenti e preside) e anche i carabinieri ( noi li abbiamo
fatti intervenire a volte anche solo per incutere un certo timore).
Perdona il mio giudizio ma purtroppo devi ammettere che la mafia
si è costruita sulla sulla paura e noi che ci combattiamo quotidianamente
dobbiamo smontare proprio il "non vedo, non sento, non parlo, non c'ero
o se c'ero "nenti vitti" che serpeggia continuamente in ogni ambiente."
L'atteggiamento gattopardiano del tutto cambia perchè nulla cambi
non fa parte della mia visione della vita. Io sono convinta che tutto può
e deve cambiare in meglio.
paperapersa is offline  
Vecchio 29-11-2006, 06.38.12   #13
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Bulli o Robot?

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
propongo di assumere insegnanti che oltre ad insegnare abbiano anche un minimo di carattere...chiedo troppo?

sai quanti di noi inseganti abbiamo subito furti, graffi col taglierino nelle portiere dell'auto, ruote tagliate?????
Eppure siamo ogni giorno in prima linea a volte in classi di quartieri
a rischio dove il minimo che succede sono sedie che volano
e risse fra compagni!
Il carattere!....ce lo formiamo anche in queste situazioni che ci mettono alla prova e non sempre il metodo giusto è prendere di petto il delinquentello di turno! Le strategie si studiano insieme ai colleghi, alle famiglie (quando esistono) alll'esperto psicologo che non sempre la scuola ha a disposizione.....
Dany questa è la vita!!!!!
paperapersa is offline  
Vecchio 29-11-2006, 06.45.12   #14
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Bulli o Robot?

Citazione:
Originalmente inviato da padulo
Condivido pienamente. Bisognerebbe parlare sempre con cognizione di causa e non solo per sentito dire o per slogan, sport che oggi va molto di moda.
Piuttosto volevo sapere, a proposito di ".......ovviamente dopo averli sospesi con il beneplacito dei genitori e con il loro accordo sui provvedimenti da prendere..."
ti prego di levarmi solo una curiosità: e se i genitori e/o loro stessi non fossero stati daccordo, cosa si sarebbe fatto???
Gli avremmo chiesto per cortesia o li avremmo pregati di fare i bravi???[/quote]
Ad un minore non puoi chiedere se è d'accordo sulla punizione o provvedimento disciplinare che prendi.
Il minore è affidato all'istituzione per la sua educazione.
Come un figlio è affidato ai genitori per la sua crescita sana.
Magari ti odia nel momento in cui lo privi di qualcosa alla quale tieni,
magari scalpita e ti guarda in cagnesco se lo rimproveri
ma è tuo dovere agire sempre finchè non diviene responsabile delle sue
azioni. Puoi intervenire con dolcezza e spiegargli che ad ogni azione corrisponde una reazione pari o contraria, oppure puoi mostrargli vie alternative alla violenza.
Da noi abbiamo inserito un corso di Aikido per i ragazzi difficili
e quest'arte marziale serve a trasformare la violenza in "forza interiore"
E' uno dei tanti mezzi ma ce ne sono sempre tanti ed ogni ragazzo
è un universo a sè stante con le sue problematiche e non esiste
una ricetta valida per tutti.
L'esempio rimane sempre per me un metodo migliore di qualunque
predica........ma loro vivono purtroppo in una società in cui abbondano gli esempi violenti e negativi.
paperapersa is offline  
Vecchio 29-11-2006, 09.09.06   #15
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Bulli o Robot?

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
propongo di assumere insegnanti che oltre ad insegnare abbiano anche un minimo di carattere...chiedo troppo?

Dany83, capisco molto bene quello che senti, dopo aver assistito alla scena che hai descritto.
E ti do pienamente ragione.

Purtroppo (non è un discorso contro TUTTI gli insegnanti) la maggioranza del Personale scolastico non ha abbastanza autorevolezza e neppure la volontà di impegnarsi.

Nel post di C'era un ragazzo avevo scritto: (mi cito da sola)

... sembra importante notare che gli episodi di bullismo avvengono alla presenza dei coetanei e che gli altri componenti del gruppo possono assumere una varietà di ruoli diversi: cioè possono agire in parallelo al bullo, essere suoi sostenitori, osservatori e - più raramente - intervenire per fermare gli episodi di violenza.

Quindi non c'è solo il bullo, ma ovviamente la vittima, nonchè l'aiutante del bullo, il sostenitore del bullo, il difensore della vittima e l'indifferente.

In altre parole sembra che la dominanza del bullo venga rafforzata dall'attenzione e dal supporto dei sostenitori, dall'allineamento degli aiutanti, dalla deferenza di quelli che hanno paura e dalla mancanza di opposizione della maggioranza silenziosa.

Esiste una vera e proprio dinamica interna al gruppo, è per questo che mi sembra prioritario agire a livello scolastico nel suo complesso, proprio per incidere sia sulle dinamiche interne al gruppo/classe, sia sulle componenti interpersonali che stanno alla base delle relazioni negative tra compagni.

E' quindi un grande lavoro quello da svolgere, ci metterei anche la presenza di uno psicologo in gamba.
ma è un lavoro estremamente necessario.

Ciao
Patri15 is offline  
Vecchio 29-11-2006, 11.26.34   #16
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Bulli o Robot?

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15
Dany83, capisco molto bene quello che senti, dopo aver assistito alla scena che hai descritto.
E ti do pienamente ragione.

Purtroppo (non è un discorso contro TUTTI gli insegnanti) la maggioranza del Personale scolastico non ha abbastanza autorevolezza e neppure la volontà di impegnarsi.

Nel post di C'era un ragazzo avevo scritto: (mi cito da sola)

... sembra importante notare che gli episodi di bullismo avvengono alla presenza dei coetanei e che gli altri componenti del gruppo possono assumere una varietà di ruoli diversi: cioè possono agire in parallelo al bullo, essere suoi sostenitori, osservatori e - più raramente - intervenire per fermare gli episodi di violenza.

Quindi non c'è solo il bullo, ma ovviamente la vittima, nonchè l'aiutante del bullo, il sostenitore del bullo, il difensore della vittima e l'indifferente.

In altre parole sembra che la dominanza del bullo venga rafforzata dall'attenzione e dal supporto dei sostenitori, dall'allineamento degli aiutanti, dalla deferenza di quelli che hanno paura e dalla mancanza di opposizione della maggioranza silenziosa.

Esiste una vera e proprio dinamica interna al gruppo, è per questo che mi sembra prioritario agire a livello scolastico nel suo complesso, proprio per incidere sia sulle dinamiche interne al gruppo/classe, sia sulle componenti interpersonali che stanno alla base delle relazioni negative tra compagni.

E' quindi un grande lavoro quello da svolgere, ci metterei anche la presenza di uno psicologo in gamba.
ma è un lavoro estremamente necessario.

Ciao


il bello è che adesso viene fuori che è pure colpa mia che a 14 anni,al mio primo anno alle superiori dovevo denunciare il fatto,mentre invece gli insegnanti facevano bene a far finta di nulla...
dany83 is offline  
Vecchio 29-11-2006, 18.53.15   #17
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Riferimento: Bulli o Robot?

Il bullismo..sintomo giovanile di disturbi..esprimere le proprie emozioni aggressivamente e sadicamente...col problema che poi si scompensano anche le vittime del bullismo..ed i professori inetti non fanno niente!

Tenderò ad odiare il prossimo in modo gratuito, ma certi professori che non hanno evitato certe situazioni per me molto squilibranti per lunghi anni li metterei alla gogna o alla graticola... parassiti statali degni delle peggiori torture..
sisrahtac is offline  
Vecchio 29-11-2006, 22.24.53   #18
padulo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-10-2006
Messaggi: 64
Riferimento: Bulli o Robot?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
ti prego di levarmi solo una curiosità: e se i genitori e/o loro stessi non fossero stati daccordo, cosa si sarebbe fatto???
Gli avremmo chiesto per cortesia o li avremmo pregati di fare i bravi???
Ad un minore non puoi chiedere se è d'accordo sulla punizione o provvedimento disciplinare che prendi.
Il minore è affidato all'istituzione per la sua educazione.
Come un figlio è affidato ai genitori per la sua crescita sana.
Magari ti odia nel momento in cui lo privi di qualcosa alla quale tieni,
magari scalpita e ti guarda in cagnesco se lo rimproveri
ma è tuo dovere agire sempre finchè non diviene responsabile delle sue
azioni. Puoi intervenire con dolcezza e spiegargli che ad ogni azione corrisponde una reazione pari o contraria, oppure puoi mostrargli vie alternative alla violenza.
Da noi abbiamo inserito un corso di Aikido per i ragazzi difficili
e quest'arte marziale serve a trasformare la violenza in "forza interiore"
E' uno dei tanti mezzi ma ce ne sono sempre tanti ed ogni ragazzo
è un universo a sè stante con le sue problematiche e non esiste
una ricetta valida per tutti.
L'esempio rimane sempre per me un metodo migliore di qualunque
predica........ma loro vivono purtroppo in una società in cui abbondano gli esempi violenti e negativi.[/quote]

No scusa, forse non mi sono spiegato bene.
Io sono rimasto colpito dalla tua affermazione ".......ovviamente dopo averli sospesi con il beneplacito dei genitori e con il loro accordo sui provvedimenti da prendere..."[/quote]. Intendevo dire: avete fatto tutto ciò con l’accordo loro e dei loro genitori?? E perché, è necessario l’accordo??? E se si rifiutano che facciamo??
Pertanto sono pienamente daccordo sul fatto che “Ad un minore non puoi chiedere se è d'accordo sulla punizione o provvedimento disciplinare che prendi” [/quote] e direi neanche alla famiglia.
padulo is offline  
Vecchio 30-11-2006, 10.44.24   #19
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Bulli o Robot?

Citazione:
Originalmente inviato da Catharsis
Il bullismo..sintomo giovanile di disturbi..esprimere le proprie emozioni aggressivamente e sadicamente...col problema che poi si scompensano anche le vittime del bullismo..ed i professori inetti non fanno niente!

Tenderò ad odiare il prossimo in modo gratuito, ma certi professori che non hanno evitato certe situazioni per me molto squilibranti per lunghi anni li metterei alla gogna o alla graticola... parassiti statali degni delle peggiori torture..


quoto in pieno...
dany83 is offline  
Vecchio 30-11-2006, 10.49.10   #20
Florio
Ospite abituale
 
L'avatar di Florio
 
Data registrazione: 16-03-2006
Messaggi: 45
Riferimento: Bulli o Robot?

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15
Dany83, capisco molto bene quello che senti, dopo aver assistito alla scena che hai descritto.
E ti do pienamente ragione.

Purtroppo (non è un discorso contro TUTTI gli insegnanti) la maggioranza del Personale scolastico non ha abbastanza autorevolezza e neppure la volontà di impegnarsi.

Nel post di C'era un ragazzo avevo scritto: (mi cito da sola)

... sembra importante notare che gli episodi di bullismo avvengono alla presenza dei coetanei e che gli altri componenti del gruppo possono assumere una varietà di ruoli diversi: cioè possono agire in parallelo al bullo, essere suoi sostenitori, osservatori e - più raramente - intervenire per fermare gli episodi di violenza.

Quindi non c'è solo il bullo, ma ovviamente la vittima, nonchè l'aiutante del bullo, il sostenitore del bullo, il difensore della vittima e l'indifferente.

In altre parole sembra che la dominanza del bullo venga rafforzata dall'attenzione e dal supporto dei sostenitori, dall'allineamento degli aiutanti, dalla deferenza di quelli che hanno paura e dalla mancanza di opposizione della maggioranza silenziosa.

Esiste una vera e proprio dinamica interna al gruppo, è per questo che mi sembra prioritario agire a livello scolastico nel suo complesso, proprio per incidere sia sulle dinamiche interne al gruppo/classe, sia sulle componenti interpersonali che stanno alla base delle relazioni negative tra compagni.

E' quindi un grande lavoro quello da svolgere, ci metterei anche la presenza di uno psicologo in gamba.
ma è un lavoro estremamente necessario.

Ciao


Ho visto, non so su quale canale, un professore deriso e sbeffeggiato da un gruppo di allievi ed uno cercava di rovesciargli addosso la cattedra e questo rimaneva immobile e timoroso sulla sedia!
Da non credere. Se fosse capitato a me avrei preso una sedia a l'avrei rotta sulla schiena di questi emeriti delinquenti. E tutti sospesi.
Poi avrei invitato, nelle lezioni successive, un giornalista con telecamera nascosta a documentare il comportamento di questi bulli e svergognarli sia sui giornali che in TV.
Fin che avremo insegnanti così pavidi e senza palle non possiamo pretendere di avere ordine in classe.
Florio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it