Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 12-03-2007, 14.35.43   #11
giovanni
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-08-2004
Messaggi: 464
argomentazione

Si potrebbe magari guardare ai filosofi, alle persone concrete che hanno generato riflessioni e visioni del mondo, più che alla <filosofia> come disciplina, che di fatto si sostanzia proprio nel modo in cui le persone decidono di interpretarla.
Relativamente all'oggi, credo che l'influenza che il filosofo aveva in passato sia stata sostituita da quella dell'opinionista, con una formazione solitamente umanistica in generale e giornalistica in particolare. Non credo che ciò sia necessariamente un male, mi basterebbe che colui che si fa tramite per interpretare e divulgare il sapere abbia, al di fuori del curriculum formale, anche informali competenze interdisciplinari e rispetti le regole dell'argomentazione astenendosi dal ricadere (se possibile) in fallacie.
A proposito, avrei una curiosità: le università, come curano l'educazione all'argomentazione?
giovanni is offline  
Vecchio 12-03-2007, 15.13.27   #12
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
Riferimento: filosofia oggi

Personalmente la concepisco cosí: di fronte a tante pretese di veritá (dal senso comune alla scienza), la filosofia puó mettere a posto e in ordine i presupposti di queste pretese, e i concetti in esse implicati, cosí da esibirne perspicuamente i limiti e le possibilitá.

Non so cosa leggete voi, ma se si vanno a prendere i libri giusti questa cosa viene fatta continuamente. Purtroppo si legge e si insegna ben altro in universitá, e la cosa alimenta la credenza che la filosofia sia diventata una sorta di autocelebrazione di sé stessa.
odos is offline  
Vecchio 12-03-2007, 21.36.05   #13
Dylan
Ospite
 
Data registrazione: 07-03-2007
Messaggi: 6
Riferimento: filosofia oggi

Ecco, appunto,
ecco una delle tante forme di stupidità. Ovvio su cosa sia la filosofia? Allora comincia ad usarla per la tua, di stupidità. A parte che l'ovvio non è affatto da spregiare, questa domanda non ha affatto una risposta ovvia, INTENTIO.

Sono d'accordo sulla utilità della filosofia. Credo che quelli che se ne occupano siano più o meno di quest'avviso. La mia era una domanda che voleva far riflettere: io la vedo ridotta a merce per aumentare posti di lavoro, spesso. Il sistema in cui essa viene trattata è lo stesso di ogni altra disciplina. Non c'è tempo e spazio per pensare...e non sto parlando di speculazione o metafisica dell'essere. Pensare, non solo "lavorare".
Dylan is offline  
Vecchio 13-03-2007, 20.19.44   #14
Intentio
Ospite
 
Data registrazione: 10-02-2007
Messaggi: 14
Riferimento: filosofia oggi

Una risposta del genere me la aspetto da una matricola, al massimo da chi non ha mai "fatto" filosofia.
E' inutile che te la prendi sul personale.
Da quando in qua far parte del mondo filosofico accademico è in identità col fare filosofia? E perchè mai dovrebbe esserlo?
A pensare non ti insegna nessuno, tantomento una facoltà. Tenendo conto poi che la maggior parte delle facoltà italiane (tolte Pisa, Padova, Milano per qualcosa e poco altro, e con tutte le riserve del caso) oltre che semplicissime sono pure qualitativamente penose.
Voi far filosofia? Falla. Vuoi chiederti cos'è fare filosofia? E' inutile. Falla.
Questa istanza metafisica di un senso omnicomprensivo, di una teleologia inscritta in una parola, è di una mediocrità disarmante.
Ed è di mediocrità che le nostre università non hanno bisogno.

Non prendertela sul personale, in fondo per me sei una manciata di pixel, e viceversa.
Intentio is offline  
Vecchio 13-03-2007, 23.41.03   #15
Jade_de_Montaigne
Ospite abituale
 
Data registrazione: 21-02-2007
Messaggi: 131
Question Riferimento: filosofia oggi


Penose la maggior parte delle facoltà italiane? Mha, beato te che le hai visitate dalla prima all'ultima. Evidentemente, dalle mie parti non sei ancora stato
Jade_de_Montaigne is offline  
Vecchio 13-03-2007, 23.55.32   #16
Dylan
Ospite
 
Data registrazione: 07-03-2007
Messaggi: 6
Riferimento: filosofia oggi

Chi ha inserito un commento personale sei stato proprio tu, anche se velato da una frase citata che poi hai spiegato successivamente. Io sono una manciata di pixel, non mi conosci: tuttavia mi hai messo in bocca aspirazioni metafisiche che lascerebbero trasparire mediocrità. Tutto questo non mi basta affatto per avere un'idea di te, non c'è nulla di personale. E lo stesso dovrebbe valere per te. La mia era una domanda precisa, perchè filosofia può voler dire tutto e niente, oggi. Dove sta scritto che la facoltà deve indirizzare a pensare?? Da questo punto di vista dalla gente così non c'è nulla da imparare che non lo si possa imparare da un vecchio libro di secoli fa, e che per questo non ha alcuna utilità oggi, se lasciato nella sua storia ormai tramontata. Questo è già pensare. E finchè ci sarà chi fa del pensiero una merce per i sistemi universitari al servizio della logica del produrre, ci sarà anche chi in una semplice domanda vede cose assurde senza nemmeno utilizzare un modo rispettoso per sottolineearlo.


Non penso che un giornalista-opinionista esaurisca quello che potrebbe dirsi un filosofo...meglio uno storico della filosofia, se proprio bisogna accostarvi una figura. Per parlare, bisogna prima sapere, e oggi gli opinionisti non mi sembrano proprio il massimo.
Dylan is offline  
Vecchio 14-03-2007, 00.00.30   #17
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
Riferimento: filosofia oggi

Citazione:
Originalmente inviato da Intentio
Una risposta del genere me la aspetto da una matricola, al massimo da chi non ha mai "fatto" filosofia.
E' inutile che te la prendi sul personale.
Da quando in qua far parte del mondo filosofico accademico è in identità col fare filosofia? E perchè mai dovrebbe esserlo?
A pensare non ti insegna nessuno, tantomento una facoltà. Tenendo conto poi che la maggior parte delle facoltà italiane (tolte Pisa, Padova, Milano per qualcosa e poco altro, e con tutte le riserve del caso) oltre che semplicissime sono pure qualitativamente penose.
Voi far filosofia? Falla. Vuoi chiederti cos'è fare filosofia? E' inutile. Falla.
Questa istanza metafisica di un senso omnicomprensivo, di una teleologia inscritta in una parola, è di una mediocrità disarmante.
Ed è di mediocrità che le nostre università non hanno bisogno.

Non prendertela sul personale, in fondo per me sei una manciata di pixel, e viceversa.


Beccato ancora.....ma non ti accorgi che con questo velo di arroganza ti esponi troppo?

Sembra che tu abbia in testa solo due cose: le cose metafisiche e le cose non metafisiche. E' come suddividere il mondo degli oggetti in colorati e non colorati. Una forma di riduzionismo come un'altra.

Ancora una volta non hai risposto alla domanda in questione, e forse non ne hai capito neanche il senso. Hai solo esplicitato la prima immagine che ti passava per la mente mentre leggevi la domanda, e nei successivi interventi ripetuto al mondo la tua più grande scoperta filosofica.

Ora prova a rileggere la domanda, e vedi se puoi fare meglio

Citazione:
Originalmente inviato da Dylan
Salve, io sono uno studente laureato in filosofia, e mi chiedevo cosa risponderebbero delle persone interessate alla domanda su cosa sia oggi la filosofia, come ci si può occupare di essa, in che modo se ne può "fare"....

non prendertela sul personale, ma oltre ad una manciata di pixels, sei anche una persona dietro un monitor, che fraintende le scoperte filosofiche più geniali del 900
odos is offline  
Vecchio 14-03-2007, 21.18.44   #18
Dylan
Ospite
 
Data registrazione: 07-03-2007
Messaggi: 6
Riferimento: filosofia oggi

ODOS,
credo che tu non c'è l'abbia con me, ma con chi mi ha risposto così bruscamente. Questo, tra l'altro, è vero. Ed è proprio ciò che non rende affatto ovvia la risposta alla mia domanda su cosa sia o cosa possa essere oggi la filosofia: non essendo possibile ridurre quest'ultima alla mera scelta tra 2 sole alternative metafisica-non metafisica, risulta ben più difficile la questione. E visto che alla base della medesima c'è la probabilità di una scelta che riguarderebbe il mio futuro, non ho accettato quelle risposte colorite.

Come esempio di una terza alternativa, citavo gli storici della filosofia. C'è chi si assilla a ripetere, tra loro: "qui non si fa filosofia, si fa storia. Tra i filosofi e noi c'è la stessa differenza che esiste tra farfalle e collezzionisti di farfalle". Niente da dire...ma io intravedo la "deformazione professionale filosofica" nelle loro esposizioni, interpretazioni, lezioni...non credo sia possibile leggere senza interpretare, e fin qui sarebbe anche banale. Di più, però, non credo sia possibile interpretare senza essere presi da ciò che si interpreta: ciò che si studia lo si cerca, in qualche modo. Raccontatemi di qualche eccezione che confermerebbe la regola: conoscete studiosi di Schopenhauer che potreste definire "buonisti"? Interpreti di Freud per nulla inclini al sospetto? Esegeti di Wittgenstein o Russel che pensano all' Iperuranio metafisico?
Anche qui il confine tra filosofia e storia della medesima si assottiglia...dunque,
LA MIA DOMANDA: secondo voi, persone riflessive che scrivono su un forum di filosofia non per rabbia repressa ma per vedere cosa PENSANO i colleghi, oltre a tutto questo e alle solite vecchie cose cosa può essere oggi la filosofia?

Le citazioni le conosciamo tutti. Ho apprezzato molto la risposta che sostituiva ai filosofi gli odierni opinionisti: anche se non ero proprio d'accordo almeno è un pensiero di chi ha scritto.
Dylan is offline  
Vecchio 15-03-2007, 10.21.06   #19
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: filosofia oggi

Citazione:
Originalmente inviato da Dylan

LA MIA DOMANDA: secondo voi, persone riflessive che scrivono su un forum di filosofia non per rabbia repressa ma per vedere cosa PENSANO i colleghi, oltre a tutto questo e alle solite vecchie cose cosa può essere oggi la filosofia?


La filosofia moderna è anche un ottimo mezzo per sostenere tesi a favore di argomentazioni complesse (non sempre genuine) e che abbisognano di una buona impalcatura di vocaboli, prima di essere date in pasto a coloro che le dovranno accettare per buone…opinione pubblica in primis.

Mi sovviene un recente dibattito filosofico inerente l’embrione e la nascita della vita. Il “gioco” del filosofo in questo caso è quello di trovare valide argomentazioni che, partendo da un ambito metafisico, riescano a calarsi nel reale fino a trovare una conclusione a sostegno della posizione iniziale che, a mio avviso, era già premeditata in partenza e frutto di un accordo con una determinata ideologia piuttosto che un’altra.
Una specie di sofistica ancora più raffinata che può contare sull’apporto di altre dottrine.

Essenziale supporto alle ideologie politiche, scientifiche…haimè, religiose…la figura del filosofo assume un aspetto fondamentale ogni qualvolta si debbano “giustificare” azioni materiali che riguardano però aspetti più profondi come ad esempio l’etica e la morale.
La battaglia su un più ampio impiego delle cellule staminali è esclusivamente filosofica. Nomi illustri da una parte, a sostegno dell’uso, hanno formato un pool ove scienza e metafisica a-biblica si scontrano duramente con una filosofia cristiana che, nulla da dire, ha saputo trovare in quella “fides et ratio” il mezzo per poter essere ancora creduta da un occidente sempre più scettico da un punto di vista religioso.

Oramai..gli unici filosofi "genuini" che rimangono a tenere viva, vera e pulita la filosofia socratica sono proprio quelli che di filosofia, non se ne occupano minimamente.

maxim is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it