Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 13-01-2008, 17.58.36   #11
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Esperire sempre!

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
......

“nel dubbio sull’affrontare o meno una esperienza in loco di un’altra, va scelta sempre e comunque quella dagli esiti più incerti e meno conosciuti”


Concordo.
Pur sapendo di non avere, io, una mente che sa ragionare in termini filosofici, mi chiedo - tenendo presente che si sta parlando di scelte "mondane" come le chiami tu - che senso avrebbe optare per una scelta dagli esiti anche minimamente noti. Se poi vado a pensare al significato intellettuale, morale e magari pure etico, che la scelta potrebbe avere, significa - a parer mio - che sto già condizionando la futura esperienza. Ancora mi chiedo: a che serve poi replicare la stessa esperienza o, ancora peggio, fare proprie le esperienze altrui facendosi magari condizionare da "ciò che l'altro ha provato"?
Si può forse sperimentare "per sentito dire"... ....?

La scelta "incerta e meno conosciuta" è quella certamente preferibile, quella più costruttiva che mette l'uomo veramente di fronte all'incognito. Quindi di conseguenza di fronte alle sue reali potenzialità: fisiche e psichiche. Allo stesso tempo è questo ciò che lo frena e lo blocca: la paura di ciò che non si conosce, l'incapacità di saper consapevolmente lasciarsi andare e "perdere il controllo"....
Alla fine è solo paura di farsi male. Sia fisicamente che emotivamente. E spesso, più si va avanti con gli anni, più se ne ha.
pallina is offline  
Vecchio 14-01-2008, 11.13.25   #12
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Esperire sempre!

Per rispondere a Giorgiosan e a Pallina direi che verrebbe proprio naturale pensare d’esperire novità rispetto al conosciuto!
Ciò che rafforza la tesi, nonché motivo per il quale avevo aperto la presente discussione, deriva dalla presa d’atto che esiste sempre una visione positiva post-esperienza anche qualora questa non abbia avuto gli esiti sperati o sia stata vissuta, nel momento in cui è stata vissuta, con stati d’animo negativi.
Escludendo pertanto quelle esperienze che veramente non avremo voluto fare in quanto si sono trascinate dietro effetti negativi che continuano a sentirsi o quelle ove è veramente a rischio la nostra incolumità o quella altrui, la regola matematica che ci orienta verso la scelta di una esperienza rispetto alla sua alternativa, propende sempre verso quella dagli esiti più “dinamici” e meno conosciuti.
Per aver conferma di ciò è sufficiente pensare ad una esperienza che abbiamo affrontato in loco di una che si presentava ripetitiva…ebbene, vi accorgerete appunto che, anche qualora sia accantonata tra le esperienze negative, il nostro modo di pensare sarà sempre orientato a renderci felici della scelta fatta.
Partendo da questi presupposti è possibile quindi valutare a priori, in maniera razionale, quale esperienza affrontare e ricordandoci che la nostra mente è atta a memorizzarla come “fatto positivo” questa si potrà affrontare anche con uno spirito diverso.

maxim is offline  
Vecchio 15-01-2008, 08.23.30   #13
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Esperire sempre!

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Per rispondere a Giorgiosan e a Pallina direi che verrebbe proprio naturale pensare d’esperire novità rispetto al conosciuto!
Ciò che rafforza la tesi, nonché motivo per il quale avevo aperto la presente discussione, deriva dalla presa d’atto che esiste sempre una visione positiva post-esperienza anche qualora questa non abbia avuto gli esiti sperati o sia stata vissuta, nel momento in cui è stata vissuta, con stati d’animo negativi.
Escludendo pertanto quelle esperienze che veramente non avremo voluto fare in quanto si sono trascinate dietro effetti negativi che continuano a sentirsi o quelle ove è veramente a rischio la nostra incolumità o quella altrui, la regola matematica che ci orienta verso la scelta di una esperienza rispetto alla sua alternativa, propende sempre verso quella dagli esiti più “dinamici” e meno conosciuti.
Per aver conferma di ciò è sufficiente pensare ad una esperienza che abbiamo affrontato in loco di una che si presentava ripetitiva…ebbene, vi accorgerete appunto che, anche qualora sia accantonata tra le esperienze negative, il nostro modo di pensare sarà sempre orientato a renderci felici della scelta fatta.
Partendo da questi presupposti è possibile quindi valutare a priori, in maniera razionale, quale esperienza affrontare e ricordandoci che la nostra mente è atta a memorizzarla come “fatto positivo” questa si potrà affrontare anche con uno spirito diverso.


Ma quelle sono le esperienze più interessanti e costruttive, Maxim. Nel senso che, non essendo state "premeditate" , se parliamo di "sperimentatori" intelligenti costoro troveranno, al termine dell'esperienza - diciamo "forzata" - COMUNQUE qualcosa di positivo. Penso che queste siano le cose che ci fanno capire se la nostra (proprio quella di ognuno di noi) è una mente che pensa e affronta e valuta - prima, durante e dopo - in termini positivi o negativi.

Di conseguenza mi chiedo: si potrebbe risperimentare la stessa situazione facendo, finchè si può, tabula rasa della precedente - se apparteniamo a quella categoria di sperimentatori intelligenti - dato che, poichè mai nulla si ripete esattamente nello stesso modo, in essa troveremo comunque qualcosa di nuovo da sperimentare?

pallina is offline  
Vecchio 15-01-2008, 12.44.09   #14
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Esperire sempre!

Citazione:
Da Maxim:
Escludendo pertanto quelle esperienze che veramente non avremo voluto fare in quanto si sono trascinate dietro effetti negativi che continuano a sentirsi o quelle ove è veramente a rischio la nostra incolumità o quella altrui, la regola matematica che ci orienta verso la scelta di una esperienza rispetto alla sua alternativa, propende sempre verso quella dagli esiti più “dinamici” e meno conosciuti.

Citazione:
Da Pallina:
Ma quelle sono le esperienze più interessanti e costruttive, Maxim. Nel senso che, non essendo state "premeditate" , se parliamo di "sperimentatori" intelligenti costoro troveranno, al termine dell'esperienza - diciamo "forzata" - COMUNQUE qualcosa di positivo. Penso che queste siano le cose che ci fanno capire se la nostra (proprio quella di ognuno di noi) è una mente che pensa e affronta e valuta - prima, durante e dopo - in termini positivi o negativi.


Non sempre, secondo me, sono le esperienza più costruttive... ci sono persone che restano vittime di una loro esperienza per tutta la vita... ci sono persone che non riescono più mentalmente ad uscire fuori dai risvolti di una situazione in cui hanno devastato la loro psiche... non per niente alcuni ricorrono al suicidio...
non tutti abbiamo gli stessi strumenti psicologici per poter reggere il carico significativo di un'esperienza... non tutti abbiamo lo stesso approccio alla vita... ciò che può scalfire me, può distruggere un'altro e viceversa...
Per tali motivi quindi io l'eccezione alla regola matematica di Maxim la condivido.

veraluce is offline  
Vecchio 15-01-2008, 14.08.55   #15
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Esperire sempre!

Citazione:
Originalmente inviato da maxim

... direi che verrebbe proprio naturale pensare d’esperire novità rispetto al conosciuto!




Se si intendono esperienze intellettuali è ovvio, come ho già detto, che si cerchi il nuovo.

Se per naturale intendi esperienze emotive o sentimentali credo che bisognerebbe distinguere con attenzione sotto il profilo morale come si configurano: cercare l'emozione che si prova ad uccidere un essere umano potrebbe essere una novità del tutto negativa.

Se infine ti riferisci all'attività sessuale come si potrebbe dedurre dalla tua firma la valutazione dipenderà dalla tua morale personale che è solo affar tuo...se non si configura come reato, come l'abuso di minorenni o lo stupro.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 15-01-2008, 15.29.32   #16
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Esperire sempre!

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Se si intendono esperienze intellettuali è ovvio, come ho già detto, che si cerchi il nuovo.

Se per naturale intendi esperienze emotive o sentimentali credo che bisognerebbe distinguere con attenzione sotto il profilo morale come si configurano: cercare l'emozione che si prova ad uccidere un essere umano potrebbe essere una novità del tutto negativa.

Se infine ti riferisci all'attività sessuale come si potrebbe dedurre dalla tua firma la valutazione dipenderà dalla tua morale personale che è solo affar tuo...se non si configura come reato, come l'abuso di minorenni o lo stupro.


Tutte le esperienze sono intellettuali…si fanno con il corpo ma nutrono l’anima e si depositano nella memoria…in questa vivranno solo intellettualmente ma saranno pronte a servire il corpo qualora questo chiedesse loro consiglio.
Nella scelta da fare mi riferivo comunque a esperienze che portano esiti a breve-medio termine, che non mettano seriamente a repentaglio la vita propria e quella altrui (sia fisica che psichica) ovverosia esperienze che si presentano innanzi a noi e che solitamente rifiutiamo più per pigrizia che per disinteresse o paura.

maxim is offline  
Vecchio 15-01-2008, 17.25.18   #17
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Esperire sempre!

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Tutte le esperienze sono intellettuali…si fanno con il corpo ma nutrono l’anima e si depositano nella memoria…in questa vivranno solo intellettualmente ma saranno pronte a servire il corpo qualora questo chiedesse loro consiglio.
Nella scelta da fare mi riferivo comunque a esperienze che portano esiti a breve-medio termine, che non mettano seriamente a repentaglio la vita propria e quella altrui (sia fisica che psichica) ovverosia esperienze che si presentano innanzi a noi e che solitamente rifiutiamo più per pigrizia che per disinteresse o paura.


Se vuoi dire che memoria ed intelletto sono integrati sono d'accordo, se vuoi dire che spirito e materia ossia anima e corpo, sono integrati ancora sono d'accordo, ed infine se vuoi dire che tutto nasce dall'esperienza, intesa nel senso più ampio, sono d'accordo.

ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 16-01-2008, 08.35.19   #18
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Esperire sempre!

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Non sempre, secondo me, sono le esperienza più costruttive... ci sono persone che restano vittime di una loro esperienza per tutta la vita... ci sono persone che non riescono più mentalmente ad uscire fuori dai risvolti di una situazione in cui hanno devastato la loro psiche... non per niente alcuni ricorrono al suicidio...
non tutti abbiamo gli stessi strumenti psicologici per poter reggere il carico significativo di un'esperienza... non tutti abbiamo lo stesso approccio alla vita... ciò che può scalfire me, può distruggere un'altro e viceversa...
Per tali motivi quindi io l'eccezione alla regola matematica di Maxim la condivido.


Forse stiamo iniziando a sconfinare nella psicologia....
Vorrei dire solo un'ultima cosa: stiamo parlando si "scelte" che si fanno, non di "esperienze" che arrivano "non richieste". Nello "scegliere" di affrontare una situazione che può essere anche carica di pericoli o di pesanti risvolti psicologici deve essere sottintesa tutta la nostra libertà di scelta.
Agire tenendo bene a mente che niente e nessuno ci ha obbligato. Prendendoci ovviamente tutte le nostre responsabilità.
E' per questo che io la definisco "esperienza più interessante e costruttiva di altre": perchè so di andare incontro a qualcosa di non facile ma lo faccio consapevolmente.

pallina is offline  
Vecchio 17-01-2008, 19.42.46   #19
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Esperire sempre!

Esperire sempre!

Starebbe bene anche in bocca a Nietzsche questa esclamazione, voce dello spirito dionisiaco. Però, secondo Nietzsche, lo spirito dionisiaco culmina nella tragedia.
L' Oltreuomo ...pover uomo!

Tutti desideriamo la potenza, tutti abbiamo questa volontà....ma non c'è un'altra strada?
Giorgiosan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it