Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 14-02-2008, 18.34.23   #1
Fabio1985
Ospite
 
Data registrazione: 07-10-2007
Messaggi: 27
George Berkeley! La materia è pura illusione!

Cosa ne pensate del pensiero di George Berkeley? Oggi è possibile contradire ed escludere questa teoria? Vi ringrazio anticipatamente...
Fabio1985 is offline  
Vecchio 14-02-2008, 21.16.17   #2
albert
Moderatore
 
Data registrazione: 30-08-2007
Messaggi: 689
Riferimento: George Berkeley! La materia è pura illusione!

Citazione:
Originalmente inviato da Fabio1985
Cosa ne pensate del pensiero di George Berkeley? Oggi è possibile contradire ed escludere questa teoria? Vi ringrazio anticipatamente...

Puoi spiegare un po' gli aspetti del pensiero di Berkeley che vuoi discutere?
albert is offline  
Vecchio 14-02-2008, 22.12.17   #3
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: George Berkeley! La materia è pura illusione!

Citazione:
Originalmente inviato da Fabio1985
Cosa ne pensate del pensiero di George Berkeley? Oggi è possibile contradire ed escludere questa teoria? Vi ringrazio anticipatamente...

Per capire il pensiero di Berkeley bisogna partire da Lock in quanto il primo spinge il sistema lockiano alle sue ultime conseguenze, cioè all'idealismo.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 14-02-2008, 22.19.17   #4
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: George Berkeley! La materia è pura illusione!

Ho dimenticato di dire che quelli di Locke e di Berkeley sono sistemi filosofici che vogliono spiegare l'origine delle idee...
Giorgiosan is offline  
Vecchio 14-02-2008, 23.54.45   #5
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: George Berkeley! La materia è pura illusione!

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Per capire il pensiero di Berkeley bisogna partire da Lock in quanto il primo spinge il sistema lockiano alle sue ultime conseguenze, cioè all'idealismo.


Si sono d'accordo. berkeley è il precursore dell'idealismo, insieme a Locke. La teoria di Berkeley è estrema nel negare la materia, ciò comporta dunque il fatto che solo il pensiero (con l'idea) conosce la realtà, e la certezza del pensiero è realtà, dunque non esiste nessuna verità esterna al pensiero.
Per la serie, come passare dall'empirismo all'idealismo.
Dasein is offline  
Vecchio 15-02-2008, 10.16.29   #6
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: George Berkeley! La materia è pura illusione!

Citazione:
Originalmente inviato da Fabio1985
La materia è pura illusione !
...

Credo che ci sia una certa confusione intorno al pensiero di Berkeley..
La confusione è dovuta al fatto che il suo pensiero è in evoluzione: nella prima fase nega l'esistenza della materia... poi ammette l'esistenza della materia ma svalutandola quasi platonicamente con "Siris".

Il suo intento filosofico era di contrastare il materialismo e sotto la spinta di questa polemica nega l'esistenza della materia ...ma poi si ravvede
Naturalmente ciò che fa più scalpore è la negazione della materia....ma questa è solo il primo periodo del suo pensiero.

A me piace per la concretezza che attribuisce alla "sostanza" spirituale.

Ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 16-02-2008, 12.17.07   #7
sileno
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-07-2007
Messaggi: 128
Riferimento: George Berkeley! La materia è pura illusione!

non è assolutamente possibile contraddire le teorie di berkeley se con queste si intende, generalizzando, la massima dell' "esse est percipi" ....... se un domani si estinguesse la totalità dei soggetti conoscenti non rimarrebbe nessuno per sperimentare se la realtà continua ad esistere anche dopo...... perchè se così fosse quel qualcuno sarebbe un soggetto conoscente che garantirebbe in tal modo, con la sua percezione, la continuazione dell'esistenza della realtà ......
sileno is offline  
Vecchio 20-02-2008, 17.47.13   #8
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: George Berkeley! La materia è pura illusione!

Di fronte a ciò che osano dire i filosofi ci sarà sempre, credo, qualche moto di repulsione…. ”Ma come è possibile pensare questo? Ma dove vive questo filosofo? E non è un'eresia bella e buona?”….
Eppure credo che il difetto più insidioso della filosofia è di non dubitare abbastanza della saggezza comune, cioè la prudenza con cui talvolta essa ripone quella lama tagliente o quel bisturi risanatore che è il dubbio. Sarà per orgoglio, per non poter sopportare censure, per la convinzione di non poter sbagliare; sarà per il vanto di potersi permettere ogni mossa con la forza del loro pensiero, certi filosofi dissolvono senza impianti quella che in altri momenti hanno pur creduto essere “la verità”….Sì, la filosofia nasce dal dubbio e cresce col dubbio, e spesso i filosofi se ne dimenticano. Perciò, caro Sileno, non stupiamoci di quell’ “esse est percipi”: è proprio lì che vive la filosofia di Berkeley, e non là dove – come dice Giorgiosan – "si ravvede" e corregge, o volta e rivolta le sue famose parole, forse per non offendere gli altri ragionatori o non urtare le anime pie.
emmeci is offline  
Vecchio 20-02-2008, 23.30.52   #9
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: George Berkeley! La materia è pura illusione!

katerpillar/Enrico Baccarini
Citazione:
Non è sorprendente – sorprendente per chi mette in dubbio l’esistenza di un mondo esterno – che tutti vedano essenzialmente lo stesso “phaneron”? Percorriamo le stesse strade delle stesse città. Troviamo gli stessi palazzi negli stessi luoghi. Due persone possono vedere le stesse galassie a spirale attraverso un telescopio. Non solo: vedono la stessa struttura a spirale. L’ipotesi che esista un mondo esterno, non dipendente dalla mente umana, fatto di qualcosa, è così ovviamente utile e così fortemente confermata dall’esperienza che si può dire senza timore di esagerare che si tratta dell’ipotesi più confermata in assoluto tra tutte le ipotesi empiriche. […] Si noti che non ho detto nulla a proposito della natura di questo mondo esterno; ho solo affermato che qualcosa è in agguato dietro il “phaneron” per assicurare la sua complessa regolarità. Nemmeno Berkeley lo dubitava. Dubitava solo che questo “qualcosa” fosse materiale, qualcosa di più simile ad un sasso che ad una materia di sogno. Questi dubbi sono condivisi dalla moderna fisica. Sappiamo che la materia non è affatto composta da qualcosa di rigido come i sassi. E’ più simile alla matematica pura. Ogni particella può essere vista come un’onda probabilistica in uno spazio astratto multidimensionale. Non è osservabile direttamente, come un albero. Le sue proprietà sono conoscibili soltanto tramite complicati esperimenti. Nessuno al giorno d’oggi sa che cosa sia un elettrone al di là delle sue proprietà. Quello che Berkeley intendeva rifiutare era l’idea che dietro la nostra percezione di pietre, alberi ed acqua ci fosse qualche sostanza materiale simile alle pietre, agli alberi o all’acqua – forse fatta di piccoli frammenti rigidi, come affermavano gli atomisti greci – e che questa sostanza esistesse per conto suo senza la necessità di essere percepita, al limite da un dio. Inoltre Berkeley non vedeva alcuna ragione per cui Dio avesse dovuto fare l’inutile fatica di creare prima la materia, in grado di esistere da sé, e solo in seguito di dotarla di una speciale struttura che permettesse e causasse il “phaneron” di ognuno.

Al centro della visione di Berkeley c’è la profonda avversione emotiva della nozione per cui possa esistere qualcosa senza una mente che lo percepisca. E’ un’avversione che molti hanno – io stesso la provo – sebbene non tutti. Cerchiamo di capirla. Immaginate un universo che consista in una pietra sospesa nello spazio-tempo e null’altro. Nessuna mente di sorta esiste, nemmeno la mente di un dio. C’è solo una pietra solitaria. Non sarebbe irragionevole, assurdo, ridicolo, insignificante, superfluo (sostituite qui qualunque parola possa esprimere la vostra avversesione).
katerpillar

Uno studente durante il corso di filosofia di Morris Cohen chiese al professore: “Come faccio a sapere di esistere?”. Il professor Cohen rispose: “Chi sta facendo questa domanda?”

Se George Berkeley fosse un nostro contemporaneo e vedrebbe come gli esseri umani prelevino un organo da un cadavere per trapiantarlo su un essere vivente- perché malato- e questi continui a vivere grazie all'organo impiantato, probabilmente avrebbe qualche problema in più per sostenere la sua tesi.
Infatti: come possiamo far continuare a vivere un essere malato prelevando un qualcosa che sia pià illusione?

Saluti.
giancarlo.
katerpillar is offline  
Vecchio 20-02-2008, 23.44.42   #10
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: George Berkeley! La materia è pura illusione!

katerpillar

Credo che anche questa citazione possa interessare l'argomento.

j.E. Charon
Citazione:
I sintomi dello Spirito e delle sue potenzialità trasformative dovevano pur essere nascosti da qualche parte nelle materia, e questa ricerca rappresentò la missione ossessiva delle speculazioni di Charon. Egli pensa di aver individuato nell’Elettrone l’elemento materiale portatore di tali sintomi.

Gli elettroni, che entrano nella costituzione fisica del nostro corpo, sono simili a minuscoli buchi neri, e racchiudono un tempo e uno spazio diversi ma complementari rispetto a quelli che conosciamo normalmente. Questo spazio-tempo memorizza, medita, ragiona dimostrando così di possedere caratteristiche di tipo spirituale.

Da Galileo in poi la ricerca scientifica ha ricusato il concetto "qualità" cercando di ridurre e spiegare il mondo cosiddetto reale in termini di "quantità" e il processo è proseguito ininterrottamente fino a quando, per rendere conto del bizzarro mondo delle "interazioni deboli", hanno cominciato a ricomparire nei laboratori le tanto aborrite "qualità".

Accanto ai loro disintegratori nucleari, si sente comunemente i fisici parlare delle particelle di Materia da loro osservate come di entità dotate di "stranezza", "fascino", "colore" o "che sanno scegliere tra destra e sinistra": perché allora, osserva Charon, " per spiegare ulteriori proprietà della materia non si dovrebbe parlare di Spirito ? "

Le categorie principali dello Spirito sono la Conoscenza, la Riflessione, l’Amore e l’Atto. "Tutte quattro - sostiene Charon - sono in effetti proprietà che dobbiamo attribuire al gas di fotoni neri che riempie l’infinito spazio di quel microscopico buco nero che è l’elettrone. Questo gas di fotoni costituisce il supporto fisico delle attività Spirituali". In virtù di queste qualità Charon sostiene che gli eoni portano in sé la memoria di tutta la storia dell’UniVerso.
katerpillar

ho fatto questo copia incolla e ho sottolineato quello che da anni sostengo: che l'Universo è una immensa memoria, e se noi sappiamo amare anche l'universo deve saper amare. Non comprendo perché si dovrebbe accettare la trasmissibilità dei geni tra padre e figlio e non quelle tra universo e figli.
katerpillar is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it