Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 12-03-2008, 09.34.19   #11
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Cos'è un amico?

In risposta a Ornella ed a Veraluce.


I miei amici con i quali esiste una amicizia più marcata,sono tra coloro che , consapevolmente od inconsapevolmente hanno in passato agito mele nei miei confronti,e con i quali io ho mantenuto incessantemente il mio sentimento di amicizia inalterato.A mio avviso,anche se può sembrare un pò difficile, è un buon esercizio per non abbassarsi quali succubi delle debolezze umane. (Sii forte, cerca sempre di contracambiare con il bene al male).Non ricordo chi l'ha detto,ma condivido. In oltre,non mi sento di poter dichiarare un lontano sconosciuto un non amico a priori,perchè all'atto dell'incontro è già un potenziale amico.Ciò che attualmente me lo impedisce è solo la lontananza,o la non conoscienza.Le radici dell'albero dell'amicizia si nutrono nel fertile terreno dell'amore,e questo è il carburante della nostra esistenza.

Con tanta amicizia un ciao grande grande espert37
espert37 is offline  
Vecchio 12-03-2008, 09.38.00   #12
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Cos'è un amico?

Citazione:
Da Koli:
Oltre a quello che ho detto sopra, aggiungo che sono molto restio a chiamare una persona, amica. Il rapporto dovrebbe essere molto simbiotico perchè ciò accadda.

Ciao Koli!
Penso che sia così come dici... un rapporto simbiotico... ad esempio con la mia amica più "stretta" (come si suol dire) siamo molto vicine anche geograficamente... abitiamo a poche centinaia di metri di distanza, se sta male lei, sto male anch'io e viceversa (questo accade sorprendentemente anche nei periodi in cui fisicamente non ci si vede)... prima che mi sposassi ci si sentiva per telefono anche di notte se una delle due stava male (ora ci limitiamo un pò per non disturbare il sonno dei mariti)... Se capita, per circostanze della vita che per mesi non ci contattiamo, il nostro rapporto è tanto interiormente "stretto" che quando ci riincontriamo sembra che non sia trascorso neanche un giorno dall'ultima volta che ci siamo viste... mi ritengo fortunata per aver incontrato nella mia vita questa persona, una persona che mi ha sempre capita (anche se caratterialmente siamo due poli opposti)... anche quando non lo meritavo...


...e tendenzialmente anche con altre persone ho un rapporto "simile" (ma diverso allo stesso tempo) a questo, soltanto che magari per la distanza fisica sono impossibilitata a stare spesso "pappa & ciccia" con loro...

E' bello poter considerare qualcuno un "amico"... forse a giocare un ruolo importante è la "costanza" nel tempo... ovvero l'investimento di un impegno (volontario) costante in un rapporto con un'altra persona...

Citazione:
Da Koli:
L'importante, è che la gravità del gesto in questione non superi mai un certo limite. Se lo supera, l'amicizia cessa.

Certo... io credo che sia molto importante l'onestà reciproca... come si dice: si deve parlare "in faccia"... soprattutto con chi reputiamo "amico"... in modo tale che egli sappia cosa pensiamo e quali sono i gesti che possono ferirci...
...se poi poco gli importa di non averci rispettato, beh, vuol dire che noi avevamo investito energie in un rapporto che non era il rapporto che pensavamo (scusa il giretto di parole)... e pazienza, ci abbiamo provato!

Comunque andrò a fare una ricerchina specificamente filosofica appena posso... e inviterei anche gli altri pensatori di questa area del forum a dedicarsi un pò di più a questo tema che non mi sembra da sottovalutare...
...l'amicizia è importante bella gente... anche sotto il punto di vista filosofico!!!


Buona giornata a voi!
veraluce is offline  
Vecchio 12-03-2008, 10.42.36   #13
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Cos'è un amico?

Citazione:
Da Espert37:
In risposta a Ornella ed a Veraluce.


I miei amici con i quali esiste una amicizia più marcata,sono tra coloro che , consapevolmente od inconsapevolmente hanno in passato agito mele nei miei confronti,e con i quali io ho mantenuto incessantemente il mio sentimento di amicizia inalterato.

E' cosa buona... suppongo... tu non hai mai agito male verso di loro?
O soltanto loro lo hanno fatto verso te?

Citazione:
Da Espert37:
A mio avviso,anche se può sembrare un pò difficile, è un buon esercizio per non abbassarsi quali succubi delle debolezze umane. (Sii forte, cerca sempre di contracambiare con il bene al male).Non ricordo chi l'ha detto,ma condivido.

Certo... tuttavia "allontanarsi" da una persona non significa, almeno per quanto mi riguarda, ricambiare il male con il male... significa solo "allontanarsi"... sicuramente senza odio o rancore... augurandogli anche tante belle cose...

...in quanto alle debolezze degli esseri umani, credo che ci apparterranno sempre... per quanto io mi sforzi di "elevarmi" da esse, purtroppo devo ammettere che finché risiederò in un corpo fisico terrenamente "umano" non avrò alcuna possibilità di sfuggirgli.. perché anche qualora le superassi vorrebbe dire che comunque ne ho... nessuno è perfetto... credo...
...poi beato chi non è più succube delle proprie debolezze!

Citazione:
Da Espert37:
Inoltre,non mi sento di poter dichiarare un lontano sconosciuto un non amico a priori,perchè all'atto dell'incontro è già un potenziale amico.Ciò che attualmente me lo impedisce è solo la lontananza,o la non conoscienza.Le radici dell'albero dell'amicizia si nutrono nel fertile terreno dell'amore,e questo è il carburante della nostra esistenza.

In potenza anche per me abbiamo la capacità di essere tutti amici... per il resto non riesco ad incontrare i miliardi di persone che sono su questo pianeta... mi piacerebbe, certo, ma non ne ho umanamente la possibilità... per cui sarei ipocrità se dicessi che nel concreto sono amica di tutti... vorrei esserlo... e nel pensiero riesco anche ad immaginarlo... ma nel concreto, non è nelle mie umane possibilità.. purtroppo!

Citazione:
Con tanta amicizia un ciao grande grande espert37

Ciao Espert37, sei una bella persona e mi piace la tua filosofia di vita... ricambio la tua amicizia, di cuore!
veraluce is offline  
Vecchio 12-03-2008, 11.16.04   #14
Socrate78
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-05-2007
Messaggi: 107
Riferimento: Cos'è un amico?

Se si riflette sulle motivazioni che sono alla base dell'amicizia, si può notare che questo semtimento scaturisce da un fattore umanissimo:la simpatia.
Siamo naturalmente portati a fare amicizia con le persone che condividono i nostri stessi ideali e i nostri modelli di comportamento;da ciò si può notare che l'amicizia (come anche l'amore )ha una notevole componente narcisistica, perchè l'uomo ama rispecchiarsi nell'altro.
Ma proprio da ciò scaturiscono molti problemi, perchè l'individuo può provare fascino e simpatia anche per chi ha comportamenti negativi (ad esempio un deviante o un delinquente), soprattutto se la persona condivide determinati modelli violenti o trasgressivi di condotta.
In questo caso l'amicizia fa regredire l'uomo e lo porta su una strada sbagliata;di conseguenza, si impone la necessità di superare l'aspetto narcisistico dell'amicizia, per instaurare raporti più costruttivi.
E' facile a dirsi, ma estremamente difficile da attuare...
Socrate78 is offline  
Vecchio 12-03-2008, 12.29.30   #15
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Cos'è un amico?

Citazione:
Originalmente inviato da Socrate78
Se si riflette sulle motivazioni che sono alla base dell'amicizia, si può notare che questo semtimento scaturisce da un fattore umanissimo:la simpatia.
Siamo naturalmente portati a fare amicizia con le persone che condividono i nostri stessi ideali e i nostri modelli di comportamento;da ciò si può notare che l'amicizia (come anche l'amore )ha una notevole componente narcisistica, perchè l'uomo ama rispecchiarsi nell'altro.
Ma proprio da ciò scaturiscono molti problemi, perchè l'individuo può provare fascino e simpatia anche per chi ha comportamenti negativi (ad esempio un deviante o un delinquente), soprattutto se la persona condivide determinati modelli violenti o trasgressivi di condotta.
In questo caso l'amicizia fa regredire l'uomo e lo porta su una strada sbagliata;di conseguenza, si impone la necessità di superare l'aspetto narcisistico dell'amicizia, per instaurare raporti più costruttivi.
E' facile a dirsi, ma estremamente difficile da attuare...
Mi sono posta il problema del narcisismo, e in amicizia può essere narcisismo, nel caso non ci si ponga ad un vero scambio, ma ci si pone a modello.
Il rispecchiarsi di cui parlavo io, è sentirsi compresi, e questo è possibile in maggiore misura da chi ci è simili. Io credo che persone adulte dovrebbero comportarsi in maniera responsabile . Narcisistico è colui che ritiene di dover essere amato, senza riamare.
Caro espert37, ci vuole la buona volontà da entrambe le parti, se una persona non mostra interesse a capire le ragioni del mio disagio dimostra disinteresse per me.
Un caro saluto a tutti
ornella is offline  
Vecchio 12-03-2008, 14.04.10   #16
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Cos'è un amico?

Carissimi Veraluce,Socrate ed Ornella. Mi è caro ricordarvi che la strada che porta alla Verità,a volte ha dei tratti molto erti e faticosi, ed è la fede ferrea che ce li può far superare,anche se a volte possono sembrare assurdamente ed umanamente insuperabili. La costanza in ciò è quanto ci fa distinguere, è quanto ci rende egregi. Proviamo almeno a cercare di assimilare e convincerci a tanto,altrimenti rimarremo sempre fermi allo stesso livello morale,spirituale e sociale, continuando così con lamentele e critiche inproduttive.
Spero di essere riuscito a farmi intendere.
Con tanta amicizia un ciao da vero amico.espert37
espert37 is offline  
Vecchio 12-03-2008, 15.31.59   #17
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Cos'è un amico?

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
Carissimi Veraluce,Socrate ed Ornella. Mi è caro ricordarvi che la strada che porta alla Verità,a volte ha dei tratti molto erti e faticosi, ed è la fede ferrea che ce li può far superare,anche se a volte possono sembrare assurdamente ed umanamente insuperabili. La costanza in ciò è quanto ci fa distinguere, è quanto ci rende egregi. Proviamo almeno a cercare di assimilare e convincerci a tanto,altrimenti rimarremo sempre fermi allo stesso livello morale,spirituale e sociale, continuando così con lamentele e critiche inproduttive.
Spero di essere riuscito a farmi intendere.
Con tanta amicizia un ciao da vero amico.espert37

Ciao Espert37!
Non ti sei fatto intendere molto bene, a dire il vero (parlo per me ovviamente)... intendi dire che hai visto critiche e lamentele in questa discussione? Allora, per rispetto verso le persone cui ti riferisci, e a cui vuoi ricordare quel che tu reputi cosa giusta, riporta anche le frasi specifiche in cui ci sono le critiche e le lamentele improduttive per cortesia... le tue risposte generiche alcune volte sono troppo dispersive per me... Dico questo solo per capire, perché resto sempre un pò in dubbio su alcune tue risposte che, sinceramente, non riesco a collocare chiaramente nel seguito del discorso in atto... poi, ovviamente, non è detto che io debba sempre capire per forza tutto quello che qui si dice...


Inoltre non hai neanche risposto alla mia domanda diretta (proprio perché hai risposto in modo troppo generico): tu non hai mai agito male verso qualcuno? Puoi anche non rispondere, capisco... comunque non mi sembra un bel gesto eludere le domande dirette (sono una sensibilona io)... o almeno non mi sembra un gesto da vero amico!

Ciao Espert con rinnovato affetto!
veraluce is offline  
Vecchio 13-03-2008, 15.14.25   #18
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Cos'è un amico?

Rispondo a Veraluce:
E' cosa buona... suppongo... tu non hai mai agito male verso di loro?
O soltanto loro lo hanno fatto verso te?

Carissima Veraluce,Se è tanto forte in mè il desiderio di contracambiare con il bene coloro che con mè hanno agito male,reputo alquanto insensato da parte mia agire male con chi mi dà del bene,non ti pare? Ho avuto una incomprensione assurda con un signore negli ultimi cinque anni, questi si era impadronito abusivamente di un mio terreno, poca roba,circa trecento metri quadrati,poi pretendeva di vendermelo.Io avrei lacsiato perdere, ma siccome ho tre figli ed una moglie che non sono riuscito a convincere,ho dovuto fare azione legale,ebbene,nonostante avessi la piena convinzione che avrei avuto ragione,ho trascorsi 5 anni di sofferenza solo per il fatto di avere una persona non amica,ma oltre a ciò, la sofferenza maggiore l'hò provata la settimana scorsa quando il lagale ci ha annunciato che avevamo vinto la causa,tanto che per questo mio modo di pensare ho avuto un diverbio con i miei famigliari.
Ti potrà sembrare assurdo,ma è la sacrosanta realtà. Forse è per questo che tè spesso non mi capisci.

A mio avviso solo il fatto di allontanarsi da un amico è già un male. Al contrario,tu avvicinati maggiormente ed anche se sarà faticoso,donagli il tuo bene e ti accorgerai che in poco tempo lui stesso entrerà in tè con più grande e rinnovata amicizia.
Ho l'impressione di continuare a ripetermi con sempre le stesse cose, non so più come fare per farmi intendere. Ma speriamo in bene. Ciao

A Socrate 78:
Ma proprio da ciò scaturiscono molti problemi, perchè l'individuo può provare fascino e simpatia anche per chi ha comportamenti negativi (ad esempio un deviante o un delinquente), soprattutto se la persona condivide determinati modelli violenti o trasgressivi di condotta.
In questo caso l'amicizia fa regredire l'uomo e lo porta su una strada sbagliata;di conseguenza, si impone la necessità di superare l'aspetto narcisistico dell'amicizia, per instaurare raporti più costruttivi.
E' facile a dirsi, ma estremamente difficile da attuare...

Carissimo Socrate, A mio avviso è proprio in questi frangenti che chi è forte nella fede non abbandona, anzi,anche a costo di sacrificio duro,si adopera per trasmettere ciò che ha di sano,divenendo lui stesso un deviante,ma verso il bene. Tanti cari saluti espert 37

Quanto sopra vale anche per Ornella.

Tanti saluti ed auguroni di una buona Pasqua espert37
espert37 is offline  
Vecchio 13-03-2008, 18.19.16   #19
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Cos'è un amico?

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
Rispondo a Veraluce:
E' cosa buona... suppongo... tu non hai mai agito male verso di loro?
O soltanto loro lo hanno fatto verso te?

Carissima Veraluce,Se è tanto forte in mè il desiderio di contracambiare con il bene coloro che con mè hanno agito male,reputo alquanto insensato da parte mia agire male con chi mi dà del bene,non ti pare? Ho avuto una incomprensione assurda con un signore negli ultimi cinque anni, questi si era impadronito abusivamente di un mio terreno, poca roba,circa trecento metri quadrati,poi pretendeva di vendermelo.Io avrei lacsiato perdere, ma siccome ho tre figli ed una moglie che non sono riuscito a convincere,ho dovuto fare azione legale,ebbene,nonostante avessi la piena convinzione che avrei avuto ragione,ho trascorsi 5 anni di sofferenza solo per il fatto di avere una persona non amica,ma oltre a ciò, la sofferenza maggiore l'hò provata la settimana scorsa quando il lagale ci ha annunciato che avevamo vinto la causa,tanto che per questo mio modo di pensare ho avuto un diverbio con i miei famigliari.
Ti potrà sembrare assurdo,ma è la sacrosanta realtà. Forse è per questo che tè spesso non mi capisci.

A mio avviso solo il fatto di allontanarsi da un amico è già un male. Al contrario,tu avvicinati maggiormente ed anche se sarà faticoso,donagli il tuo bene e ti accorgerai che in poco tempo lui stesso entrerà in tè con più grande e rinnovata amicizia.
Ho l'impressione di continuare a ripetermi con sempre le stesse cose, non so più come fare per farmi intendere. Ma speriamo in bene. Ciao

A Socrate 78:
Ma proprio da ciò scaturiscono molti problemi, perchè l'individuo può provare fascino e simpatia anche per chi ha comportamenti negativi (ad esempio un deviante o un delinquente), soprattutto se la persona condivide determinati modelli violenti o trasgressivi di condotta.
In questo caso l'amicizia fa regredire l'uomo e lo porta su una strada sbagliata;di conseguenza, si impone la necessità di superare l'aspetto narcisistico dell'amicizia, per instaurare raporti più costruttivi.
E' facile a dirsi, ma estremamente difficile da attuare...

Carissimo Socrate, A mio avviso è proprio in questi frangenti che chi è forte nella fede non abbandona, anzi,anche a costo di sacrificio duro,si adopera per trasmettere ciò che ha di sano,divenendo lui stesso un deviante,ma verso il bene. Tanti cari saluti espert 37

Quanto sopra vale anche per Ornella.

Tanti saluti ed auguroni di una buona Pasqua espert37
Cao espert37
la cosa è molto complessa, perchè non sono in grado di vederne i confini.
Considera però l'affetto e il dolore che provo dopo un mese e mezzo, può far rendere conto che la mia decisione non è stata facile, consideralo un gesto di dignità. Ho donato davvero tutta me stessa come impegno, solo ho paura visto ciò che è successo, che questa amicizia così preziosa sia stata una mia proiezione.
ornella is offline  
Vecchio 13-03-2008, 21.26.16   #20
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Cos'è un amico?

Ornella:
Cao espert37
la cosa è molto complessa, perchè non sono in grado di vederne i confini.
Considera però l'affetto e il dolore che provo dopo un mese e mezzo, può far rendere conto che la mia decisione non è stata facile, consideralo un gesto di dignità. Ho donato davvero tutta me stessa come impegno, solo ho paura visto ciò che è successo, che questa amicizia così preziosa sia stata una mia proiezione.

Carissima Ornella, ti comprendo benissimo,ma cerca di convincerti che eventi come il tuo,purtroppo,nella mentalità materialistica odierna,con i valori morali ai minimi storici, dobbiamo saperli ritenere quasi nella normalità.Tantissime persone oggi vivono eventi anche peggiori. Nell'umano è il libero arbitrio,ma è anche dotato di intelletto per raggiungere la consapevolezza di saper distinguere il bene ed il male ed agire al fine di raggiungere il maggior grado di felicità, e questa la si raggiunge non nel ricevere ma nel donarsi,ed in oltre se per fare questo incontri delle avversità,maggiore felicità otterrai nella consapevolezza di averle superate. ti voglio ricordare quella bella storia che la tradizione ha fatto giungere fino ai giorni nostri. Di quell'uomo che hanno chiamato Gesù che è riuscito a donare tutta la sua vita per salvare coloro che lo stavano uccidendo.Penso che difficilmente un altro riuscirà a godere di tanta felicità.

spero di non averti annoiata CIAO espert37
espert37 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it