Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 01-04-2008, 10.58.48   #11
sileno
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-07-2007
Messaggi: 128
Riferimento: Nietzsche e l'eterno ritorno

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
Ragazzi, e molto più semplice di quanto sembri, almeno il concetto di base.


L'eterno ritorno parte da questa premessa: SE la MATERIA e finita. E il Tempo e INFINITO allora TUTTO ciò che e successo ricapiterà ancora, e ancora e ancora.

Poichè per quante combinazioni ci possano essere nell'universo (e Sono veramente tante) COn un tempo infinito a disposizione e una materia finita prima o poi si ripesenterà la configurazione attuale, e ancora, e ancora all'infinito.

...spazio e tempo sono la forma di individuazione della Volontà infinita...ora se la Volontà infinita deve esplicarsi in una dimensione finita va da sè che tale esplicazione non può che essere un eterno ripetersi sempre delle stesse cose...d'altronde può passare che il tempo lo consideri infinito ma non è l'infinito della retta, ma l'infinito del cerchio, dell'uroboro
sileno is offline  
Vecchio 01-04-2008, 11.08.39   #12
sileno
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-07-2007
Messaggi: 128
Riferimento: Nietzsche e l'eterno ritorno

Citazione:
Originalmente inviato da Παρμενίδης
Ma se tutto diviene anche il divenire dovrebbe divenire..che paradosso

...sempre con 'ste argomentazioni elenctiche...
sileno is offline  
Vecchio 01-04-2008, 23.36.48   #13
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: Nietzsche e l'eterno ritorno

Citazione:
Originalmente inviato da Παρμενίδης
Ma se tutto diviene anche il divenire dovrebbe divenire..che paradosso


Non volevo arrivare a questo paradosso...lo sai sicuramente dove e a chi si va a parare
Dasein is offline  
Vecchio 01-04-2008, 23.40.14   #14
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: Nietzsche e l'eterno ritorno

Citazione:
Originalmente inviato da sileno
credo che nietzsche si riferisse proprio ad una filosofia della storia più che allo svolgersi concreto degli eventi...ciò che permane immutabilmente identico nella storia è la volontà di potenza; i singoli accadimenti della storia sono espressione della infinita serie di combinazioni cui può dar vita la volontà nella frammentzione del principium individuationis...se col cambiare delle epoche la volontà può "oggettivarsi" in funzione predominante in centri volitivi differenti, secondo una considerazione in termini assoluti è sempre la stessa volontà essenzialmente inalterata...la storia non è una creazione della volontà nel senso che, una volta creata, vive una vita indipendente dalla volontà stessa; la storia è la vita stessa della volontà, l'esplicarsi della volontà in forme sempre nuove e differenti pur rimanendo in sostanza quantitativamente e qualitativamente inalterata


Un passato che si proponesse immutabile rimane tuttavia una contraddizione, in quanto l'unico immutabile di Nietzsche è la volontà e tutto il resto è divenire, e dunque nemmeno il passato (io che mesi fa decisi di mangiare una cosa) può rimanere fisso così com'è, altrimenti la volontà risulta depotenziata, il che non è contemplabile per Nietzsche.
Che la volontà rimanga inalterata è ovvio, ma solo essa può rimanere inalterata (e il mio amico sopra sa che qui si annida la contraddizione decisiva).
Dasein is offline  
Vecchio 02-04-2008, 08.42.28   #15
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Nietzsche e l'eterno ritorno

Citazione:
Originalmente inviato da Dasein
Un passato che si proponesse immutabile rimane tuttavia una contraddizione, in quanto l'unico immutabile di Nietzsche è la volontà e tutto il resto è divenire, e dunque nemmeno il passato (io che mesi fa decisi di mangiare una cosa) può rimanere fisso così com'è, altrimenti la volontà risulta depotenziata, il che non è contemplabile per Nietzsche.
Che la volontà rimanga inalterata è ovvio, ma solo essa può rimanere inalterata (e il mio amico sopra sa che qui si annida la contraddizione decisiva).
Questi discorsi portano comunque fuori strada..
pure a volerci ragionare e disquisire su, Nietzsche non si riferisce ad una volontà personale:non c'è un io che fa qualcosa, insomma..
Noor is offline  
Vecchio 02-04-2008, 12.34.09   #16
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: Nietzsche e l'eterno ritorno

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Questi discorsi portano comunque fuori strada..
pure a volerci ragionare e disquisire su, Nietzsche non si riferisce ad una volontà personale:non c'è un io che fa qualcosa, insomma..


Non c'è un io che fa qualcosa? Mah, mi sembra azzardata una cosa del genere...è proprio l'individuo il centro del fare, e solo chi dice si alla vita, chi accetta l'eterno ritorno prendenonde consapevolezza andrà oltre l'uomo, mentre agli altri non resta che il ressentiment (vedi Genealogia della Morale).
Dasein is offline  
Vecchio 02-04-2008, 14.45.29   #17
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Nietzsche e l'eterno ritorno

Citazione:
Originalmente inviato da Dasein
Non c'è un io che fa qualcosa? Mah, mi sembra azzardata una cosa del genere...è proprio l'individuo il centro del fare, e solo chi dice si alla vita, chi accetta l'eterno ritorno prendenonde consapevolezza andrà oltre l'uomo, mentre agli altri non resta che il ressentiment (vedi Genealogia della Morale).
La Volontà di Potenza è un'Energia Creatrice impersonale,che va consapevolizzata e accettata...
ma non sono io o tu a guidarla..
c'è solo da riconoscerla (da qui il Sì..).
Il ressentment tocca a chi vi si oppone a questa Forza con una propria volontà (o presunta tale) e che non può che portare alla "malattia" dell'uomo.
Questa è la Gaia Scienza.
Noor is offline  
Vecchio 02-04-2008, 15.23.47   #18
Daidalos
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 04-03-2008
Messaggi: 2
Riferimento: Nietzsche e l'eterno ritorno

Citazione:
Originalmente inviato da satiro
stando ad una mia interpretazione il concetto di eterno ritorno non dovrebbe essere inteso in senso stoicistico,ovvero come un ciclico ripetersi dellla vicenda umana,bensì sarebbe da considerare come una sorte di metafora,indicante il rapporto tra sensazione temporale e superuomo.
Salve a tutti, sono nuovo del forum!

Passo subito all' argomento. No, l' eterno ritorno in Nietzsche non è solo in senso metaforico come hai scritto tu, ma è una vera e propria teoria scientifica. Lo dimostra il fatto (veramente poco noto) che Nietzsche frequentò per ben 10 anni, a partire dal 1881, la facoltà di scienze naturali all' università di Parigi e di Vienna, alla ricerca di una dimostrazione scientifica dell' eterno ritorno; secondo il filosofo da ricercarsi specialmente all' interno della teoria atomistica.
In ogni caso non c'è dubbio che l' eterno ritorno abbia anche un fortissimo significato metaforico. Spero di averti chiarito qulcosa.
Daidalos is offline  
Vecchio 02-04-2008, 21.33.30   #19
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: Nietzsche e l'eterno ritorno

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
La Volontà di Potenza è un'Energia Creatrice impersonale,che va consapevolizzata e accettata...
ma non sono io o tu a guidarla..
c'è solo da riconoscerla (da qui il Sì..).
Il ressentment tocca a chi vi si oppone a questa Forza con una propria volontà (o presunta tale) e che non può che portare alla "malattia" dell'uomo.
Questa è la Gaia Scienza.


Senza individui ci sarebbe la volontà di potenza?
Dasein is offline  
Vecchio 02-04-2008, 22.59.18   #20
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Nietzsche e l'eterno ritorno

Citazione:
Originalmente inviato da Dasein
Senza individui ci sarebbe la volontà di potenza?
Che si manifesti ,s'individui, tramite l'uomo non spiega il punto:cioè che è una energia impersonale.
Saperla "leggere" contraddistingue l'Oltreuomo.
L'Amor fati ,è il Sì nel suo realizzarsi.
Noor is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it