Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 30-09-2003, 19.27.18   #11
maurizio pierpaolo
ppm
 
Data registrazione: 13-09-2003
Messaggi: 66
ragione e reattività

cara fragola,sono contento che abbia sentito calore umano dall' e-mail.Le basi teoriche di cui parli sono ridotte al minimo e non vi è nessuna pretesa di schematizzare la filosofia da parte mia,forse così non sarebbe filosofia come aggiungi.In quattro pagine peraltro non è possibile fare di più.Ho detto fare.Anche se tu le chiami povere,quelle basi hanno alle spalle decenni di osservazione e di esperienza derivanti dagli studi tedeschi sul pensiero olistico e filosofico della reattività in omeopatia omotossicologica di H.H.Reckeweg.Un mio carissimo amico e consultante pubblica proprio oggi su "Natural style"rivista a basso costo in edicola,un articolo che esprime questa filosofia (in quel caso rivolta a pazienti del simap di bologna dove lui lavora).Ma a parte questo(fatto concreto),t'invito a riflettere sulla sistematizzazione del sapere tipica dei rinascimentali(fixa o struttura formale)tacciata di magia o negromanzia,ma di fondamentale utilità per la sistematizzazione del sapere.Cara fragola potrei parlare per ore.......il tempo però c'è e il bello,forse,sta nel rispondere a ciò che ci viene richiesto..nulla di più.La consulenza filosofica così come l'hai conosciuta( o ne hai sentito parlare) non mi interessa molto..non credo di essere un"consulente filosofico"....grazie ,a presto.ppm
maurizio pierpaolo is offline  
Vecchio 01-10-2003, 00.06.03   #12
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Carissimo Ppm:
a questo punto, visto che di un forum di discussione si tratta, ti chiedo gentilmente di spiegarmi meglio in titolo di questa discussione. Cosa vul dire Ragione e reattività?
E cos'è per te la filosofia?
Sai, a scuola si studia molto la storia della filosofia ma nessuno insegna a diventare filosofi anche se alcuni di noi, loro malgrado, lo diventano anche senza aver studiato.

Personalmente relego la ragione ad un rango "infimo" tra gli strumenti con cui entro in relazione col mondo. Jung direbbe che la mia tipologia psicologica si sviluppa sull'asse intuizione-sensazione.

Anche la parola reattività fa definita perchè altrimenti fa pensare a meccanismi quasi automatici di comportamento.

conto su una spiegazione chiara, benchè razionale!

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 01-10-2003, 19.43.36   #13
maurizio pierpaolo
ppm
 
Data registrazione: 13-09-2003
Messaggi: 66
ragione e reattività-fragola-

cara fragola,la reattività è individuale,ognuno ha una sua reattività.Il fatto che tu pensi ad un sistema determinato(azione-reazione)quando pensi alla reattività fa parte della tua reattività.Con questo termine mi rivolgo invece ad una forza.Questa forza è scevra da condizionamenti quanto più siamo giovani.Col tempo e con i condizionamenti(culturali,conv enzionali,religiosi ecc)questa forza viene alterata da elementi esterni capaci di modificare la nostra considerazione dei fatti del mondo e pertanto la nostra capacità di reagire agli stimoli del mondo esterno subisce rallentamenti.Comprendo perciò la tua definizione della ragione come elemento "infimo" nella valutazione dei fatti del mondo....forse da bambina non era così(non conosco la tua età).Se vuoi un parallelo ancora più razionale possiamo pensare alla reattività come un sistema(aperto) del nostro organismo che i medici(e non solo) chiamano immunitario che,come saprai,ci protegge dagli attacchi di virus,batteri ecc..Una ragione reattiva invece ci protegge da errori di interpretazione del mondo che gli strumenti filosofici, come l'ermeneutica, possono aiutare a ridurre.In un linguaggio ancora più semplice,dato che mi ricordi con molto piacere,che a scuola non ci insegnano ad essere filosofi: restiamo svegli e attenti in modo da capire in anticipo se commetteremo un errore!Sembra magia,arte divinatoria,ma la filosofia per me è ESSENZIALMENTE QUESTA!Ciao ppm.........fatemi sapere.,................fammi sapere
maurizio pierpaolo is offline  
Vecchio 01-10-2003, 22.23.35   #14
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Caro Pierpaolo:
la ragione: da bambina era proprio così! Irrazionale! Ho 41 anni e una formazione iniziale tecnico-scientifica. Una successiva psico-filosofica. E una radicatissima di lavoro sul corpo. (danza, shiatsu, yoga, meditazione ecc.) Ho lavorato per 22 anni nell'informatica. La ragione è una strumento potentissimo che uso abbondantemente ... soprattutto a posteriori.
Si possono tenere gli occhi aperti anche utilizzando strumenti diversi dalla razionalità, io credo.
Per sapere in anticipo se commetteremo un errore però, prima bisognerebbe sapere cos'è un errore. Ho visto moltissime persone paralizzate a valutare i pro ed i contro di una scelta e quindi incapaci di scegliere. Non c'è modo di conoscere in anticipo tutte le conseguenze delle nostre azioni, delle nostre scelte.
Tendenzialmente io scelgo d'istinto e solo dopo cerco i pro e i contro. Succede che, alla luce di questo, rivaluti la scelta ma raramente per scelte di vita come di chi fidarmi, chi amare, a cosa appassionarmi, a cosa dedicare il mio tempo e le mie energie.
L'unica cosa su cui, io credo, possiamo limitare gli "errori" è nel male che ci facciamo da soli con pensieri e menate assortite.
Come ad esempio (è solo un esempio banale) pensare che se oggi un collega ci tratta in modo freddo è perchè ce l'ha con noi e non prendere in considerazione in fatto che non gli abbiamo fatto nulla e che magari ha i suoi problemi. Ma non è con la ragione che io, quando ci arrivo, limito questi danni e questo semplicemente perchè la ragione non è il mio approccio privilegiato alla realtà. Non è con la ragione che sento e comprendo le cose. Per me il canale principe di conoscenza è il corpo. Sento la qualità della sua indifferenza (per tornare la nostro esempio banale).
E' così anche nel lavoro. Sono un'intuitiva. Colgo le cose nel loro insieme, con colpo d'occhio, e solo dopo, per rendere comprensibili agli altri le mie intuizioni, costruisco una struttura razionale che le spieghi. E mi ci diverto anche. E' un bellissimo gioco.
Mi è più difficile comprendere invece il tuo concetto di reattività come forza. Perdona, credo che sia semplicemente che la parola ha un significato e, se nel tuo modello culturale assume un'accezione diversa, dovresti spiegarla un po' meglio. Immagino la forza (vettore? energia? volontà?) più come attività che come reattività. La parola reattività fa pensare proprio ad una relazione causale. C'è qualcosa a cui re-agisco. Agisco in risposta. Quindi, per tornare al mio esempio banale, litigo col mio collega! (oppure gli do una pacca sulla spalla e gli chiedo come va).
La mia idea è che la ragione può essere uno strumento per arrivare alla scelta che, nel nostro sistema di valori, è la più giusta. Ma tra tutti gli strumenti è il più lento. Richiede un lavoro conscio, di pensiero, di ragionamento. Ci permette, dopo lunghissimo tempo, di sostituire meccanismi automatici con altri meccanismi automatici, magari più funzionali ma pur sempre di una forma di condizionamento si tratta.
Ma in effetti vivere privi di condizionamenti è QUASI un'utopia. Quasi!
Ora io non voglio teorizzare che l'approccio intuitivo e la fiducia nelle proprie sensazioni e nel proprio istinto siano la cosa migliore per tutti. Ritengo che siano la cosa migliore per me. E' una consapevolezza a cui sono giunta proprio dopo aver smantellato una sovrastruttura culturale. Forse sostituendola con un'altra? Potrebbe essere.

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 01-10-2003, 22.48.11   #15
maurizio pierpaolo
ppm
 
Data registrazione: 13-09-2003
Messaggi: 66
ragione e.....-fragola-

cara fragola,
cosa ne pensi delle visioni unilaterali? Spesso derivano da intrecci pulsionali?La ragione(intesa comunemente) qui non c'entra e tantomeno il sistema chiuso del determinismo(azione-reazione..sintomo -farmaco ecc)..............riesci per un attimo a pensare diversamente da Renato Cartesio? Ciao.......................... .
maurizio pierpaolo is offline  
Vecchio 01-10-2003, 23.04.39   #16
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: ragione e.....-fragola-

Citazione:
Messaggio originale inviato da maurizio pierpaolo
cara fragola,
cosa ne pensi delle visioni unilaterali? Spesso derivano da intrecci pulsionali?La ragione(intesa comunemente) qui non c'entra e tantomeno il sistema chiuso del determinismo(azione-reazione..sintomo -farmaco ecc)..............riesci per un attimo a pensare diversamente da Renato Cartesio? Ciao.......................... .

Non penso come Cartesio, anche se cerco di esporre le cose in modo chiaro e, se possibile, semplice per tentare di essere capita.
Le parole, caro Pierpaolo, sono convenzioni. Hanno un significato comune e poi, a volte, uno specifico in relazione ad un modello. E qui sopra possiamo usare solo le parole per comunicare e quindi dobbiamo usarle il meglio possibile.
Se ti parlo di ombra o di persona senza introdurre un contesto specifico tu immagini delle cose. Che so, l'ombra di un albero o una specifica persona. Ma se sono ad un convegno di analisti Junghiani queste parole assumono un significato preciso e ben diverso da quello comune e se tu non conosci le teorie di Jung non capisci di cosa parlo. Per questo ti ho chiesto che significato tu dai alle parole Ragione e Reattività. Dalla tua risposta deduco che non ho capito la tua spiegazione
Hai due possibiltà:
lasciar perdere perchè ritieni che non sono in grado di capire
spiegare in modo più chiaro

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 02-10-2003, 18.22.03   #17
maurizio pierpaolo
ppm
 
Data registrazione: 13-09-2003
Messaggi: 66
ragione e reattività-fragola-

cara fragola..........mostri molta sicurezza.Cartesio ha contaminato l'intera nostra cultura(dualismo) e tutti ne abbiamo subito l'influenza e le conseguenze.Come puoi negare l'influsso dell'inconscio(del passato e del rimosso)Jung lo definiva colletivo con un suo processo formativo(archetipo).......... .a parole,come dici tu,con le convenzioni come dici tu,tutti possiamo estrometterci da questa famiglia....e i fatti..la nostra vita?Ciao.....................
maurizio pierpaolo is offline  
Vecchio 02-10-2003, 22.16.12   #18
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: ragione e reattività-fragola-

Citazione:
Messaggio originale inviato da maurizio pierpaolo
cara fragola..........mostri molta sicurezza.Cartesio ha contaminato l'intera nostra cultura(dualismo) e tutti ne abbiamo subito l'influenza e le conseguenze.Come puoi negare l'influsso dell'inconscio(del passato e del rimosso)Jung lo definiva colletivo con un suo processo formativo(archetipo).......... .a parole,come dici tu,con le convenzioni come dici tu,tutti possiamo estrometterci da questa famiglia....e i fatti..la nostra vita?Ciao.....................

Viviamo immersi in una cultura, che non è fatta solo da cartesio, e dalla quale certamente sono stata, come tutti, influenzata. Ma da questo a dire che penso come Cartesio ce ne passa! Chissà, magari pensava molto meglio di me! Non credo di essere rimasta ancorata a quelle strutture di pensiero. Anche in ambito filosofico è passata un sacco di acqua sotto i ponti dal '600 ad oggi!

Rimane il fatto che non hai spiegato quello che ti ho chiesto di spiegare. E certo, junghianamente parlando, il dualismo cartesiano non è un archetipo. Per quanto riguarda il concetto di inconscio collettivo ti rimando alla lettura di Jung stesso. Ho l'impressione che tu abbia le idee confuse sull'argomento.

Tornando a bomba: si può capire cosa intendi per ragione e per reattività o è chiedere troppo? Visto che parli di vita e di fatti, se ti è difficile un'esposizione teorica fai degli esempi. Ma senza permetteti di attaccarmi etichette o di giudicarmi.
La discussione l'hai aperta tu, manifestando grande disponibilità a spiegare, a faci capire. Non vuoi?

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 02-10-2003, 23.53.18   #19
maurizio pierpaolo
ppm
 
Data registrazione: 13-09-2003
Messaggi: 66
ragione e reatt...fragola

cara fragola, non so se riuscirò a spiegarmi a questo punto.Giudicare?.......Jung?.. ...Cartesiana?................ ..La reattività della ragione è la "salute della ragione".La salute si basa su equilibri dinamici di flussi d'energia(il respiro ,il battito cardiaco,l'andirivieni dei pensieri ecc) la vità è oscillazione.Quanto alla forza non è vettoriale, è energia di flusso in un sistema aperto(dovrei "rimandarti a Von Bertalannfy"e non a jung che in questi casi serve a poco........).Se però non possiamo parlare la stessa lingua il discorso diviene complicato,pertanto per non etichettare nessuno rinvio il tutto a temi più comprensibili dove cioè predominano le visioni unilaterali(bello-brutto,cattivo-buono,bravo-somaro ecc.......)buona notte......................
maurizio pierpaolo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it