Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 01-01-2014, 10.38.57   #1
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Buon anno Riflessioni.it !

Sono giunto al termine della mia ricerca spirituale e, guardandomi indietro, vedo che uno dei più grandi doni che ho ricevuto lungo questa impervia strada è stato questo sito.

Una ricchezza tanto inaspettata quanto enorme. Uno scambio profondo, articolato, pieno di pathos; una crescita che, per onestà, mi "obbliga" a ringraziare di cuore il webmaster e tutti i partecipanti al Forum. Fino al 2008 ai vari Forum........questo sito è unico in Italia e rappresenta un prezioso aiuto per qualsivoglia ricercatore spirituale. Quale che sia il suo orientamento religioso, il suo retroterra culturale, le sue "ambizioni" spirituali. E, come diceva uno molto più grande di me, i miei familiari sono quelli che cercano Dio. Questa è la cifra del rispetto, della stima, dell'affetto che nutro per tutti voi.

La mia ricerca è finita, dicevo, perché ho realizzato che le cose stanno come tutti noi le vediamo. Come le vedevano i nostri padri e come le vedranno i nostri figli. Il fine ultimo della ricerca, almeno per quanto mi riguarda, è quello di accettare che la vita è fatta così e non ci sono santi che tengano: siamo ciechi in un mondo di ciechi.

E l'unica cosa che conta è la gioia eterna. Forse ci sarà, forse no.

Nel frattempo per orientarci in questo bailamme di pianeta bisogna affidarsi alla coscienza. E' rischioso, perché come diceva il mio antico padre spirituale ed amico caro Don Giuliano, anche Hitler sosteneva di essersi comportato secondo coscienza.........

Ma io ho fatto la mia scelta ed ho deciso di giocare con le carte che ho in mano. Quando il mazziere ne distribuirà altre fatemi un fischio. E dunque la mia coscienza mi dice di agire come mi è stato insegnato da mio padre (ONESTA') e da mia madre (AMORE).

Non mi serve e non penso ci sia altro.

Un grandissimo grazie a tutti e........ah dimenticavo buon anno!
freedom is offline  
Vecchio 08-01-2014, 20.43.01   #2
nomecomplicatissimo
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 07-01-2014
Messaggi: 1
Non ti conosco e quindi non so nulla di te, ma mi verrebbe quasi di risponderti a priori che, questo genere di "ricerca", non è mai finita. Per dirla con una stupida frase fatta: "non si smette mai di imparare".

ps. Comunque sarei curioso di capire chiaramente perché sei giunto a un "termine". Ma forse sono ottuso io... oggi mi sembra che stia complicando le cose più di quanto non siano! spero di non averti frainteso!
nomecomplicatissimo is offline  
Vecchio 09-01-2014, 22.47.31   #3
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Buon anno Riflessioni.it !

Citazione:
Originalmente inviato da nomecomplicatissimo
Non ti conosco e quindi non so nulla di te,
So che il tempo è tiranno tuttavia, se davvero le mie parole hanno suscitato il tuo interesse, forse potevi leggere qualche mio post; ne ho scritti così tanti!
Citazione:
Originalmente inviato da nomecomplicatissimo
ma mi verrebbe quasi di risponderti a priori che, questo genere di "ricerca", non è mai finita. Per dirla con una stupida frase fatta: "non si smette mai di imparare".
Sul fatto che non si smetta mai d'imparare sono pienamente d'accordo ma è un abito mentale, un modus vivendi, insomma un atteggiamento di umiltà, di apertura verso la vita e le cose. Ci sono tuttavia delle cose che mai e poi mai possono essere imparate. E sono la maggior parte delle cose! In pratica quasi tutto.......
Citazione:
Originalmente inviato da nomecomplicatissimo
ps. Comunque sarei curioso di capire chiaramente perché sei giunto a un "termine".
Prima è bene intenderci su cosa intendo per ricerca spirituale. Per me è sempre stata la ricerca di Dio, di un senso, della felicità. Forse, con gli anni, ho aggiustato il tiro e aggiungo una cosa decisiva e cioè il comprendere come stanno le cose. Non so bene perché ma mi ero convinto che fosse possibile giungere ad una risposta. Oggi so che è del tutto improbabile pervenire alla tanto agognata risposta. Dico improbabile perché non mi è dato sapere se qualcuno lo ha fatto ma mi verrebbe da dire che è impossibile.

Però la cosa più importante, il fatto decisivo che mi ha fatto concludere la mia ricerca è che qualora queste risposte arrivassero non mi interessano più. Che me ne faccio? Assolutamente nulla. E' solo un atto di superbia, vanità direbbe Paolo.

Per questo la mia ricerca è conclusa.

Un caro saluto
freedom is offline  
Vecchio 11-01-2014, 09.37.18   #4
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Buon anno Riflessioni.it !

** scritto da freedom:

Citazione:
Però la cosa più importante, il fatto decisivo che mi ha fatto concludere la mia ricerca è che qualora queste risposte arrivassero non mi interessano più. Che me ne faccio? Assolutamente nulla. E' solo un atto di superbia, vanità direbbe Paolo.

Per questo la mia ricerca è conclusa.


Scusami, ma è conclusa poiché quindi hai trovato, incontrato, qualcosa di appagante, o perché stanco, scocciato, arreso?!?!

Ti chiedo questo anche perché individuo una contraddizione tra la fine della ricerca e una risposta che, se arrivasse, non sai quanto potrebbe sconvolgere, scandalizzare addirittura, tutto quello che pensavi fosse già concluso.

Tutto è vanità, secondo l'Ecclesiaste, e tutta la vanità, sempre per lui, è ridimensionata soltanto con il decesso fisico, mentre tu sei ancora vivo.


P.S.= Buon Anno, anche se posticipato.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 11-01-2014, 12.21.02   #5
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Buon anno Riflessioni.it !

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
Scusami, ma è conclusa poiché quindi hai trovato, incontrato, qualcosa di appagante, o perché stanco, scocciato, arreso?!?!
Non ho trovato nulla di soddisfacente e pur stanco non è per stanchezza che la mia ricerca si è conclusa.

E' perché qualsiasi cosa si possa trovare la ritengo irrilevante. Bada che non sto parlando con superbia ma con umiltà. Credo che il mio pensiero sia molto umano e, dopo un attento esame interiore, condivisibile. Poi, per carità, è altrettanto umano e condivisibile insistere sulla ricerca sino all'ultimo respiro.

Una delle indicazioni più chiare per giungere a questa, a mio avviso, inevitabile conclusione proviene da Ignazio (Loyola) e anche da altri: "vivi ogni giorno come se fosse l'ultimo". Se ti immedesimi sul serio (e ci sono le condizioni interiori) allora affiorerà alla tua coscienza che l'unica cosa che importa è..............
Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
Ti chiedo questo anche perché individuo una contraddizione tra la fine della ricerca e una risposta che, se arrivasse, non sai quanto potrebbe sconvolgere, scandalizzare addirittura, tutto quello che pensavi fosse già concluso.
Ebbene? Quand'anche fossi rivoltato come un calzino cosa cambia? Per carità non voglio sottovalutare le cose importanti della vita ed i suoi drammi (ed anche l'immensità dell'ignoto e ciò che la scoperta di parte di esso potrebbe suscitare in un essere umano) ma.........questi sconvolgimenti, questi scandali che giustamente ipotizzi cosa cambierebbero? Se andassimo a vivere su Giove certamente cambierebbe tutto ma........dimmi, cambierebbe veramente qualcosa per te?
Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
Tutto è vanità, secondo l'Ecclesiaste, e tutta la vanità, sempre per lui, è ridimensionata soltanto con il decesso fisico, mentre tu sei ancora vivo.
Beh, adesso non so se ti riferisci alla morte iniziatica con conseguente apertura della visione interiore ma.....anche qualora tu conoscessi alcune modalità di funzionamento della realtà (mi riferisco ad un autore comunemente ritenuto uno dei massimi esperti d'iniziazione: Guènon) cosa cambierebbe? Se scopri cioè se proprio tocchi con mano l'Unicità dell'Universo, se conosci incontrovertibilmente il principio del movimento, della qualità e della quantità, insomma i principi universali che formano la realtà, cosa cambia?

Cosa cambia?!

Se invece ti stai riferendo alla morte iniziatica nella sua prospettiva di vita eterna beh........fuochino ma non è che l'Ecclesiaste (correggimi se sbaglio) e tutta la Bibbia a dire il vero fornisca 'ste gran indicazioni. Oddio, specialmente il Nuovo Testamento qualcosa dice ma chissà cosa stiamo veramente capendo. Sì, certo, bisogna accontentarsi ed io lo faccio: la Bibbia è attualmente l'unico libro che riesco a leggere e ti dirò che, specialmente in certi momenti, lo trovo meraviglioso. Comunque, per quel poco che capisco io, La Bibbia fornisce indicazioni comportamentali, dona speranza e consolazione e tante altre cose ma certamente (almeno per quelli come me) non fornisce risposte chiare e definitive alla ricerca che mi ha sospinto sino a qui.

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
P.S.= Buon Anno, anche se posticipato.
Grazie!
freedom is offline  
Vecchio 11-01-2014, 13.41.04   #6
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Buon anno Riflessioni.it !

** scritto da freedom:

Citazione:
Cosa cambia?!


Le decisioni, le attitudini, le scelte, le intenzioni, l'intuito, la ragione, il senso dell'Io, la consapevolezza.


Citazione:
Se invece ti stai riferendo alla morte iniziatica nella sua prospettiva di vita eterna beh........fuochino ma non è che l'Ecclesiaste (correggimi se sbaglio) e tutta la Bibbia a dire il vero fornisca 'ste gran indicazioni. Oddio, specialmente il Nuovo Testamento qualcosa dice ma chissà cosa stiamo veramente capendo. Sì, certo, bisogna accontentarsi ed io lo faccio: la Bibbia è attualmente l'unico libro che riesco a leggere e ti dirò che, specialmente in certi momenti, lo trovo meraviglioso. Comunque, per quel poco che capisco io, La Bibbia fornisce indicazioni comportamentali, dona speranza e consolazione e tante altre cose ma certamente (almeno per quelli come me) non fornisce risposte chiare e definitive alla ricerca che mi ha sospinto sino a qui.


Dai miei commenti nei vari forum di Riflessioni.it, facilmente si deduce la mia fede, il mio credo cattolico-cristiano-apostolico-romano, quindi, a sentirti affermare che la Bibbia non fornisca indicazioni sulla vita eterna, è un poco forte, esagerato e precipitoso direi, specialmente se si pondera il fatto che la mente, la saggezza celata dentro e dietro le matite dei vari scrittori dei suoi 66 o 73 libri, è di un progetto e di una dimensione sovraumana: il Dio dell'amore eterno.

E' pur certo che il tuo: "...ma certamente (almeno per quelli come me) non fornisce risposte chiare e definitive alla ricerca che mi ha sospinto sino a qui..."; per me che leggo ogni giorno la Bibbia ed anche altri libri, distingue la tua umiltà, ma accenna anche un certo non so che di perplesso, di sfuggente di poco chiaro, ecco, di evasivo.
Quindi: ma che cerchi? di che ti sei accontentato? che indicazioni ti mancano?
Duc in altum! is offline  
Vecchio 11-01-2014, 14.15.08   #7
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Riferimento: Buon anno Riflessioni.it !

Citazione:
mi riferisco ad un autore comunemente ritenuto uno dei massimi esperti d'iniziazione: Guènon
Sino a quando c'è scissione non c'è realizzazione.. per il mio modo d'intendere..
Con tutto rispetto.. Guenon è esperto quanto uno studente di chimica in un laboratorio nucleare..
Penso che se parliamo di storici allora un occhio di riguardo lo porrei verso Danielou.. Ma i gusti son gusti..
Non è presunzione gratuita la mia ma amore per una certa trasparenza e semplicità..

Citazione:
la Bibbia è attualmente l'unico libro che riesco a leggere e ti dirò che, specialmente in certi momenti, lo trovo meraviglioso
Cambiare di tanto in tanto lettura non fa certo male allo spirito..
Se sei amante del cristianesimo penso che accostarsi a Merton possa illuminare di molto..
Citazione:
Beh, adesso non so se ti riferisci alla morte iniziatica con conseguente apertura della visione interiore ma.....anche qualora tu conoscessi alcune modalità di funzionamento della realtà (mi riferisco ad un autore comunemente ritenuto uno dei massimi esperti d'iniziazione: Guènon) cosa cambierebbe?
Tutto! [ Non è conoscere intellettualmente ma realizzare interiormente, integralmente.. Facendo i conti con la nostra mente, il nostro vissuto, i nostri pensieri, coscienti e non, la conoscenza della propria mente, non della mente in generale.. ]
Cambia se realmente vivi quel mutamento interiore.. Ma le strade per arrivarci non credo siano scritte ma da ricercare dentro di sé in un ascolto attento e fiducia di giungere a comprendere.. sapendo d’altronde che ogni visione non è che traduzione attraverso questi sensi..

La stanchezza è plausibile.. comunque..
Altro è trarre una conclusione senza considerare il peso che questa stanchezza comprensibile ed umana ha nel gioco di deduzioni..

gyta is offline  
Vecchio 11-01-2014, 18.26.10   #8
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Buon anno Riflessioni.it !

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
Le decisioni, le attitudini, le scelte, le intenzioni, l'intuito, la ragione, il senso dell'Io, la consapevolezza.
Va bene. Certo. Ma cosa vuol significare Ignazio (Loyola) quando ci suggerisce di vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo? Lo dico io se no dici che faccio quello sfuggente Se alla fine di questa giornata insomma tra qualche oretta tu dovessi morire qual è l'unica cosa che ti interesserebbe (oltre alla dovuta toccata di..... )? La gioia eterna Duc! Solo quella!
Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
sentirti affermare che la Bibbia non fornisca indicazioni sulla vita eterna, è un poco forte, esagerato e precipitoso direi
La fede va bene ma sto parlando d'altro, sto parlando di fatti. Comunque mi accontento della fede. Che tuttavia, tra le sue tante funzioni, non ha quella di offrire risposte certe alla ricerca spirituale.
Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
Quindi: ma che cerchi?
Avevo appena scritto che non cerco più nulla. E poche righe prime avevo specificato quello che cercavo. E nel post d'apertura avevo affermato che l'unica cosa che conta è la vita eterna.
Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
di che ti sei accontentato?
Di nulla. Sono semplicemente e, forse seraficamente , insoddisfatto.
Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
che indicazioni ti mancano?
Quelle che conducono alla gioia eterna.
Citazione:
Originalmente inviato da gyta
Cambia se realmente vivi quel mutamento interiore..
Gyta.....amica cara.....ma quanti anni sono che ci conosciamo?

L'unica cosa che mi cambia è............LA GIOIA ETERNA!

Tutto il resto è poesia!

Un abbraccio. Ma stretto eh?
freedom is offline  
Vecchio 12-01-2014, 10.33.17   #9
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Buon anno Riflessioni.it !

Citazione:
Originalmente inviato da freedom
Va bene. Certo. Ma cosa vuol significare Ignazio (Loyola) quando ci suggerisce di vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo? Lo dico io se no dici che faccio quello sfuggente Se alla fine di questa giornata insomma tra qualche oretta tu dovessi morire qual è l'unica cosa che ti interesserebbe (oltre alla dovuta toccata di..... )? La gioia eterna Duc! Solo quella!
A me pare di ricordare che la frase completa (non so se sia di Loyola, ma non importa) dica di vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo e di pensare come se la vita non dovesse finire mai. I due momenti si sorreggono l'uno con l'altro, sempre. Vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo significa infatti vedere il valore assoluto di questo giorno, la sua totalità che si offre tutta in questo istante al nostro godimento, basta prenderla. Pensare che la vita non finisca mai significa invece pensare che ogni totalità è aperta, dunque non è totalità, ma segno che sempre allude, infinito che si dispiega a un sempre diverso e nuovo significare.
Cercare la gioia eterna può allora significare cercare il giorno di tutti i giorni, la totalità che comprende tutte le totalità così da poterla afferrare e definitivamente goderne, oppure cercare l'apertura di ogni giorno a un altro e sempre diverso giorno gioendo del presentarsi di un racconto infinito che mai trova conclusione e che pertanto mai può essere afferrato come compiuto da chi ne viene vissuto.
L'infinito stanca ed esaurisce e la totalità delude, ecco perché vanno tenute insieme rendendo ogni giorno l'uno prospettiva per l'altra e viceversa per poter umanamente vivere e umanamente gioire di questo vivere.
Ciao
maral is offline  
Vecchio 12-01-2014, 13.56.32   #10
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Riferimento: Buon anno Riflessioni.it !

Citazione:
Gyta.....amica cara.....ma quanti anni sono che ci conosciamo?
(Freedom)
Già!.. E quante cose accadute in questi (lunghi) anni..
Anche per questo forse ti ho scritto che la stanchezza è plausibile
e di non scordare che può influire sul nostro modo di trarre conclusioni..
ma l’importante francamente è quella base di serenità
sulla quale può maturare quando è di nostro interesse e necessità
ogni più chiara visione..
Citazione:
L'unica cosa che mi cambia è............LA GIOIA ETERNA!

Tutto il resto è poesia!
Ben venga la poesia.. almeno per me allieta di molto il percorso,
anzi senza quella non riuscirei a gustarlo..
Ma se devo essere sincera.. non ho compreso cosa intendi con “gioia eterna”.. sempre che ti vada di farne due parole..
Un abbraccio.. forte

Citazione:
Cercare la gioia eterna può allora significare cercare il giorno di tutti i giorni
(Maral

Mi piace questa tua sintesi..
(molto)..
gyta is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it