Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 13-10-2003, 14.15.12   #11
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Anch'io odio certi aspetti di questa società capitalista nichilista materialista ..ista ..ista e ..ista però finchè qualcuno non mi propone modelli alternativi che non siano delle mere utopie io rimarrò un suo strenuo difensore.Si è visto in cosa si è trasformato il tentativo di instaurare una società comunista..nel suo perfetto contrario,in una dittatura!

Anche perchè se vivessimo solo di spiritualità forse saremmo più rilassati (anche se questo è da vedersi..)ma il progresso umano si arenerebbe...il motore che ha sempre spinto l'uomo è il potere ed i benefici personali..

Potete cercare di cambiare la società ma l'uomo non si può cambiare.
sisrahtac is offline  
Vecchio 13-10-2003, 21.39.14   #12
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Già Cat. Che dire allora della dittatura economica? In fin dei conti è questa la così detta rivoluzione dei ricchi. Delle soluzioni ci sono. Basta voler cambiare l’ottica. Basta essere pronti a provare.
Subito dopo la caduta del muro non era possibile cambiare per lasciar assaggiare l’amaro dell’attuale “democrazia” anche a quelli che sono stati sotto il comunismo. Adesso penso che da quelle zone i tempi sono maturi (almeno dovrebbero essere).
Se vi interessa potete visitare anche questi siti:

http://www.democraziaeconomica.it/programma.html

http://www.prout.it/

Io non mi rendo conto di quanto utopistiche possono essere, comunque sono delle alternative.

Cat caro “L’uomo non nasce corrotto, è la società che lo corrompe” (non mi ricordo chi l’ha detto )
edali is offline  
Vecchio 14-10-2003, 10.45.12   #13
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Sul molo di un piccolo villaggio messicano, un turista si ferma e si avvicina ad una piccola imbarcazione di un pescatore del posto.
Si complimenta con il pescatore x la qualità del pesce e gli chiede quanto tempo avesse impiegato per pescarlo.

Pescatore: 'Non ho impiegato molto tempo'
Turista: 'Ma allora, perchè non è stato di più, per pescare di più?'

Il messicano gli spiega che quella esigua quantità era esattamente ciò di cui aveva bisogno x soddisfare le esigenze della sua famiglia.

Turista: 'Ma come impiega il resto del suo tempo?'
Pescatore: 'Dormo fino a tardi, pesco un po', gioco con i miei bimbi e faccio la siesta con mia moglie. La sera vado al villaggio, ritrovo gli
amici, beviamo insieme qualcosa, suono la chitarra , canto qualche canzone, e via così, trascorro appieno la vita.'

Turista: 'La interrompo subito, sa sono laureato ad Harvard, e posso darLe utili suggerimenti su come migliorare. Prima di tutto Lei dovrebbe pescare più a lungo, ogni giorno di più.
Così logicamente pescherebbe di più. Il pesce in più lo potrebbe vendere e comprarsi una barca più grossa. Barca più grossa significa più pesce,
più pesce significa più soldi, più soldi più barche! Potrà permettersi un'intera flotta!! Quindi invece di vendere il pesce all'uomo medio,
potrà negoziare direttamente con le industrie della lavorazione del pesce,
potrà a suo tempo aprirsene una Sua. In seguito potrà lasciare ilvillaggio e trasferirsi a Mexico City o a Los Angeles o magari addirittura a New
York!! Da lì potrà dirigere un'enorme impresa!....

Pescatore: 'ma per raggiungere questi obiettivi quanto tempo mi ci vorrebbe?'
Turista: '3, 25 anni forse'
Pescatore: '....e dopo?'
Turista: ' Ah dopo, e qui viene il bello, quando il suoi affari avranno raggiunto volumi grandiosi, potrà vendere le azioni e guadagnare miliardi!!!!!!!

Pescatore:'...miliardi?....... e poi?'
Turista: 'Eppoi finalmente potrà ritirarsi dagli affari, e concedersi di vivere gli ultimi 5/10 anni in un piccolo villaggio vicino alla costa, dormire fino a tardi, giocare con i suoi bimbi, pescare un po' di pesce, fare la siesta, passare le serate con gli amici bevendo e giocando in allegria!'


... ai fessi
bluemax is offline  
Vecchio 14-10-2003, 12.45.22   #14
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Ma si,stiamo nei nostri piccoli villaggi a zappare la terra.Noi italiani siamo proprio terroni,non c'è nulla da fare.
sisrahtac is offline  
Vecchio 14-10-2003, 13.40.32   #15
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Per bluemax

Molto bella la storia . L´hai fatto tu o si può trovarla sulla rete, magari anche in inglese?

Salve
Rolando is offline  
Vecchio 14-10-2003, 14.15.43   #16
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile Sììììììììììììììì !!!

Quel pescatore sono io !!!

Respirare & Vivere dawoR
dawoR(k) is offline  
Vecchio 14-10-2003, 22.02.26   #17
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Catharsis
almeno da parte mia, non vi è alcuna ombra di invidia.
A me non manca nulla di tutto quello che ho desiderato dal punto di vista materiale. Il Cielo mi ha dato il grande dono di accorgermi in tempo che AVERE è ben diverso dall'ESSERE.

Io non sono in favore dell'eremitaggio, della povertà francescana, della penitenza, della sofferenza come mezzo di espiazione di chissà quali colpe. No, io sono per la vita ed il ben-essere di ogni essere umano (ed anche di tutto questo Pianeta).
La persona che si è fatta in quattro, in otto, in cento per arrivare ad accumulare tanti e tanti soldi è probabile che abbia perso per strada il meglio della vita. Ha perso l'immensa ricchezza di vivere nell'amore, nella comunicazione, nell'affetto verso le persone care, o almeno, le persone a lui vicino.
Tuo padre ti ha dato tutto dal punto di vista materiale ma è riuscito, allo stesso tempo, ha darti il suo amore? il suo affetto? la sua attenzione? Se ci è riuscito puoi fargli i miei più sinceri complimenti. E' un uomo davvero straordinario.

Alla fine della nostra vita quello che porteremo con noi sarà l'amore, la tenerezza, la comprenzione, la conoscenza non certo il conto in banca.
A cosa serve avere cento case se ne basta una? o due?
A cosa serve avere cento auto se ne puoi usare una alla volta?
Più di un certo limite a colazione, pranzo e cena non puoi mangiare (fa anche male alla salute!). A cosa ti servono 365 vestiti, scarpe e varie se puoi stare bene anche con molto di meno?!
A cosa ti servono i miliardi in banca se poi non trovi il tempo di utilizzarli?!
Io sono per il lavoro, io sono per un genere umano che dia a ciascun individuo che viene alla luce la dignità di essere vivente.

Dove c'è un uomo estremamente ricco vi sono moltissimi poveri.
E la povertà non è una colpa dell'individuo ma della società.
Qualche volta mi è capitato di giocare al supenalotto e non ti nascondo che l'idea di vincere i milioni in palio mi spaventava.
Chi viene imprigionato dai fili d'oro della ricchezza è facile che perda il contatto con se stesso.
La ricchezza è una terribile prigione come lo è la povertà e la miseria. Però la ricchezza è la più temibile. perché dalla povertà e dalla miseria si tenta di fuggire. E' davvero molto difficile che qualcuno tenti di fuggire dalla ricchezza.

E non è la corsa sfrenata verso la ricchezza che sta distruggendo il Pianeta Terra?!
Coloro che posseggono molto denaro difficilmente comprenderanno che anche comprare mezzo chilo di zucchine può essere un lusso per un povero pensionato.

Ti auguro ogni bene
Mary
Mary is offline  
Vecchio 14-10-2003, 22.18.40   #18
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
edali
hai ragione.
Io penso che i "ricchi" non sono solo quelli con il conto in banca con molti zeri. Ricco, nel termine più terribile, è colui che vuole diventare a tutti costi ricco. E si rode non riuscendo nel proprio intento. Chi vuole raggiungere questo traguardo crede che lì sia la soluzione a tutti i propri mali.
Crede di poter sfuggire alla solitudine, alla paura, all'insicurezza.
Ma è solo una delle tante illusioni.
Chi riesce a fermarsi in tempo, a comprendere che quel che vede non è un'oasi ma solo un miraggio ha buone probabilità di trovare una vera oasi.
L'esempio più facile da comprendere è quello della principessa Diana. Sembrava avesse tutto. Tutto quello che un po' tutti sognano. Ma quel TUTTO per lei era, è stato NIENTE.

Il denaro è necessario in questa nostra epoca ma da solo non basta.
Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 14-10-2003, 22.37.01   #19
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
bella storia bluemax

Il pescatore ha compreso il senso delle cose, ma gli esseri umani oltre a comprendere il senso devono evolversi.

50 anni fa i contadini lavoravano dalla mattina alla sera per un tozzo di pane. Non avevano certo il tempo per meditare, leggere, navigare in internet!!!!!! Lavoravano per sopravvivere fra gli stenti e le malattie.
L'uomo deve costruirsi un mondo in cui c'è lo spazio ed il tempo per lavorare, divertirsi e meditare.
Oggi la tecnologia ci ha offerto molte ore libere ma noi non facciamo altro che intontirci in mille modi.
Un po' come un tale che fa tanto per risparmiare un milione e poi lo getta in mare.

Il progresso tecnologico non è stato seguito dal progresso spirituale degli esseri umani.

Abbiamo costruito macchine ma noi stessi siamo diventati macchine.
Macchina è qualcosa che non è in grado di dedurre l'esito delle proprie azioni, anche se oggi si tende a costruire computer capaci di imparare dai propri errori.

Tutto quello che ci circonda è stato costruito da esseri umani.
Non ci è piovuto dal cielo o dall'inferno.
Se gli economisti, politici, industriali ecc. ecc. ecc. non sono capaci di uscire dalla prigione di quella che si chiama economia di mercato, interessi economici internazionali e via dicendo vuol dire che siamo proprio in trappola. Forse tocca agli "ignoranti" trovare una soluzione.

La rivoluzione dei ricchi non ci porterà mai verso una società degna di essere chiamata civile ed evoluta.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 16-10-2003, 13.03.50   #20
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
"Il Cielo mi ha dato il grande dono di accorgermi in tempo che AVERE è ben diverso dall'ESSERE."

Hai pienamente ragione.Guai a non essere,e ad avere solamente.E' forse l'errore che ha fatto mio padre,che sta correggendo negli ultimi anni.Sta ritagliando,come ha fatto il pescatore di blumax,un angolino per se stesso,si sta togliendo tutti gli sfizi che non si è mai tolto.Peccato che in una società come la nostra ciò si può fare solo se si ha il cash.Io infatti non voglio seguire le sue orme,voglio portare avanti la mia crescita spirituale in parallelo a quella economica.Se non dassi importanza all'essere non perderei ore su questo forum o nei miei svaghi e mi dedicherei solo allo studio ed ai miei obblighi...però così finirei per consumarmi...Come in tutte le cose ci vuole equilibrio,non solo essere,non solo avere,ma entrambe le cose!

E poi...non potrebbe darsi che l'AVERE sia il mezzo per raggiungere il fine di ESSERE?Uno può benissimo realizzarsi nella propria professione,e sentirsi soddisfatto guadagnando tanti quattrini.

Io non sto studiando solo per diventare farmacista ed AVERE tanti soldi(questo è cmq da vedersi...),ma anche per ESSERE farmacista, ESSERE qualcuno,e non un anonimo pescatore di un villaggio sperduto...certo non è molto però è già qualcosa...

Ultima modifica di sisrahtac : 16-10-2003 alle ore 13.06.14.
sisrahtac is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it