Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 16-10-2003, 16.24.05   #21
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile io invece

se solo mi accettassero
vorrei proprio unirmi
a qualche sperduta,sperdutissima
tribù di tipo primitivo
immerso completamente nella natura
e nelle cose vere e vive
assolutamente libero
da ciò che chiamano "benessere"
ed è fondato sui motori
con tutto il male che ne consegue
libero e selvatico
anonimo,assolutamente anonimo
ed incapace
anche solo di concepire
che cosa possa essere
una vita da farmacista
e a che cosa
possano mai servire i soldi

wahankh
(in parte sto già vivendo così
ma voglio ancora di più)

Musica : This Wasn't Supposed To Happen -sugarcubes-
dawoR(k) is offline  
Vecchio 16-10-2003, 18.22.18   #22
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
ma quale primitivi???

Secondo me dopo un giorno senza internet,senza stereo...per non dire luce e sevizi igenici e acqua corrente... torni da mamma Civiltà con la coda tra le gambe...
sisrahtac is offline  
Vecchio 16-10-2003, 18.53.54   #23
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile secondo te

certamente...
secondo te & solo secondo te

in quanto a me
continuerò a frequentare
le mie isole deserte
a digiunare,a respirare
a vivere
sempre di più
sempre più intensamente
ogni singolo secondo della vita
che mi resta da vivere
e pensa che (!) quando finalmente
sarò riuscito a svincolarmi del tutto
dall'inutile che chiami "mamma civiltà"
non potrò nemmeno raccontartelo
e sinceramente parlando
nemmeno me ne fregherà più di tanto
...immagino

wahankh.
musica : Back Into Hell -meat loaf-
dawoR(k) is offline  
Vecchio 16-10-2003, 18.56.21   #24
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile Ehi !!!

ma quello era il mio messaggio n°100 !!!

arghhhh...
in che modo stupido l'ho sprecato...

vabbè -
mi rifarò al 200esimo

wahankh
musica : Shanti Mantra -nina hagen-
dawoR(k) is offline  
Vecchio 16-10-2003, 19.47.21   #25
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Secondo me,ma proprio SECONDO ME,i tuoi prossimi 100 messaggi potresti anche risparmiarteli...tanto l'hai detto tu stesso,non te ne frega più di tanto di sporcarti le mani con queste moderne tecnologie...
sisrahtac is offline  
Vecchio 16-10-2003, 20.40.57   #26
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Carissimo Catharsis

sono davvero felice di leggere quel che hai scritto.

L'errore, qualunque sia, trova una sua ragione nel momento in cui ci accorgiamo di aver sbagliato. Allora diventa una grande scuola.
Io ho imparato attraverso gli errori, le cadute, i fallimenti della mia vita. Il prezzo è alto ma quello che si ottiene ne vale.

Sono felice anche per tuo padre. Fermarsi lungo la strada e accorgersi che c'è qualcosa d'altro è uno splendido dono del cielo.

Io sono sempre stata convinta che l'AVERE è un mezzo quasi necessario per poter edificare l'ESSERE.
Chi non riesce a mettere insieme pranzo e cena non credo sia in grado di pensare al proprio spirito, al proprio essere. La fame batte tutto, la necessità di soddisfare i bisogni primari distoglie da ogni trascendenza. Lo spirito dimora in un corpo materiale con tutte le esigenze che gli competono.
E' come mettersi al volante di un'auto senza tener conto che ci vuole la benzina, l'olio, l'acqua, l'antigelo e tutto il resto. Non si va da nessuna parte se l'auto non è in grado di mettersi in moto e muoversi.

Nell'avere ciascuno deve trovare il proprio limite e le proprie necessità. Realizzarsi nel lavoro, farlo bene, con amore e impegno è importante per noi stessi ma anche per la collettività.

Un tempo, in verità volevo sfuggire ai miei problemi, invidiavo gli asceti, gli eremiti. Volevo fuggire dal mio mondo andare in Tibet, oppure fare la missionaria.
Oggi il mio lavoro mi permette di essere utile agli altri. Sono contenta di non essere andata missionaria per il mondo. Anche perché, oggi, non mi sento più cattolica.

La tanto esaltata povertà proposta dalla chiesa è solo un modo per "tenere buoni" i poveri. Per rendere loro accettabile la miseria che i ricchi (compresa la chiesa opulenta dei cardinali, vescovi, metterei anche preti) impongono necessariamente a quelli meno fortunati, meno dotati, meno ladri, meno motivati.

Io sono per una vera libertà di scelta: a me va bene una bicicletta a te una macchina. Io voglio fermarmi alla scuola media tu vuoi andare all'università. Libertà di seguire le proprie inclinazioni.
Io conosco giovani che hanno dovuto abbandonare gli studi perché in casa non c'erano soldi sufficienti, costretti a lavorare in nero per portare qualche soldo a casa. Questa è libertà?! Questa è civiltà?
Io non ritengo di appartenere ad una società civile e neppure democratica.

Penso diventerai un vero essere umano ne hai le doti e le capacità.
Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 16-10-2003, 21.13.12   #27
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Sul diritto allo studio ti do ragione.Una società basata sulla competitività deve almeno garantire la stessa base di partenza per tutti.La scrematura dovrebbe avvenire solo sulla base dei reali pregi del singolo individuo,ma spesso non è così...infatti io odio le scuole private,oltre perchè gestite da pretacci,anche perchè sono un insulto alla società!Che capre vengono fuori da quegli istituti?Io ho sempre fatto scuole statali,pur potendomi permettere scuole più privilegiate,e sinceramente me ne vanto.
sisrahtac is offline  
Vecchio 16-10-2003, 22.11.16   #28
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Sì, Cat
hai davvero di che vantarti. Ti ammiro per questo.
Io non potevo permettermi una scuola privata, a malapena sono riuscita ad arrivare alle scuole medie superiori. Ho interrotto gli studi, con mia infinita tristezza, per andare a lavorare consapevole di essere di peso (economico) per la mia famiglia.
Uno che nasce in una famiglia ricca può paragonarsi ad uno nato nella povertà?! Dove sta il suo merito?! Dove costruisce la sua presunzione?!
La scuola privata è solo un modo per riportare la suddivisione in classi. Per ghettizzare i poveri e lasciare i ricchi nella loro bella prigione di oro e diamanti.

Come è possibile che una scuola privata che si definisce cristiana possa dirsi anche seguace del Cristo?! Cristo era per l'amore, la carità, la solidarietà. Era in favore dei poveri, degli emarginati.

Nella chiesa ci sono i cardinali e vescovi che non solo hanno ricchezze materiali notevoli, ma possiedono anche un potere temporale non indifferente. Come quotazioni valgono molto di più dei politici. Esempio?! una raccomandazione vescovile vale più di cento onorevoli!

Allora, per lavorare, per fare carriera, per guadagnare, per arricchirti devi avere amici degli amici, devi conoscere tizio e caio, devi sottostare alla legge di "una mano lava l'altra", ovvero devi entrare "nel giro". Le tue capacità servono a ben poco se non hai gli "agganci" giusti. E se in più sei una persona onesta è davvero difficile.

Io vivo al Sud e qui è la regola in ogni settore, in ogni campo della vita lavorativa e produttiva.
E quando vedo che i ladri, i furbi, i disonesti vivono (economicamente) meglio e sulle spalle di quelli onesti mi vergogno tremendamente di appartenere a questa società.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 16-10-2003, 23.07.44   #29
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
E come può il mio amore essere limpido se è la mia nazione che l'inquina?

Io l'ho sempre detto.In Italia prima comanda la Chiesa,poi la Mafia,e solo in ultimo lo Stato.E tutti e tre questi apparati sono marci da fare schifo.Anch'io mi vergogno profondamente di essere italiano.
Cmq qui funziona così,o si soccombe o si partecipa al grande circo dell'ipocrisia delle cose all'italiana.Ed in un futuro non sarò certo io a farmi problemi morali.
sisrahtac is offline  
Vecchio 21-10-2003, 15.49.22   #30
Naima
Ospite abituale
 
L'avatar di Naima
 
Data registrazione: 06-10-2003
Messaggi: 672
dawoR(k) non è che mi prenoti un posto sulla tua nave o aereo che siano verso un mondo migliore?? (l'aereo mi inquieta un pò... ma per un viaggio senza ritorno farò uno sforzo). Io però vorrei un'esistenza meno alienante qui e ora senza bisogno di andare alle Fiji (quelle 25 ore di aereo proprio.....). Bellissima la storia del pescatore messicano, la farò leggere stasera al mio amato.. .chissà ache non gli si accenda una lampadina e decida di farmi un pò più compagnia, anche se non ci spero... è un esempio diretto di "esisto perchè lavoro", cioè di quell'uomo che si identifica nel suo lavoro e viene da tutti tenuto in gran considerazione per questo anche se trascura se stesso e i suoi affetti. Mi dispiace perchè scoprirà cosa conta nella vita, come tutti quelli come lui, soltanto poco prima di terminarla. Gli auguro di capirlo almeno nella prossima.
Naima is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it