Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 23-10-2015, 21.25.59   #21
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Come può un insieme di incoscienze produrre una coscienza?

** scritto da Garbino:

Citazione:
E se la coscienza di sé si è manifestata, questo implica che la materia doveva necessariamente averla in potenza fin dall'inizio. Ma questo non vuol dire che possa sussistere senza chi la genera e cioè un uomo evoluto.

Questo "implica", scusa la mia pedanteria, è già comprovato empiricamente, scientificamente, o è solo una teoria derivante dall'esperienza e dall'intuito?

Citazione:
Perciò se la mia mente mi dice che ciò che è in potenza deve avere necessariamente un atto che la abbia, come Aristotele declamava, è ovvio che, sempre a mio avviso, solo un animale che acquisisce l' uso della ragione può avere in potenza il fatto di divenire anche cosciente di sé stesso ed arrivare alla consapevolezza di esistere.

Anche per questo "acquisisce", non vorrei sbagliarmi, ma siamo sempre nel campo delle congetture, del secondo me, giacché sarebbe dovuto essere il Caso a comporre questo puzzle animale+ragione.


Dunque, se così dovesse essere, la tua fede non è basata, inizialmente, sulle capacità razionali ed espositive, ma, come tutti i terrestri, su qualcosa di assurdo però possibile grazie alla fiducia nella speranza che è e sarà così.


Grazie per agevolare le mie riflessioni.


Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 24-10-2015, 19.54.26   #22
Garbino
Garbino Vento di Tempesta
 
L'avatar di Garbino
 
Data registrazione: 13-05-2014
Messaggi: 147
Riferimento: Come può un insieme di incoscienze produrre una coscienza?

Come può un insieme di incoscienze....

X Duc in Altum

Non ti preoccupare nessun disturbo. Non bisogna dimenticare che stiamo sempre parlando di metafisica, e ciascuno elabora le sue conoscenze e raggiunge delle conclusioni che in rapporto al pensiero altrui diventano opinioni.

Se si ritiene che Aristotele avesse elaborato una teoria accettabile, mi riferisco all' atto e alla potenza, mi sembra ovvio che il fatto che qualcosa diventi atto implichi necessariamente che dovesse averlo in potenza fin dall' inizio. E' ovvio che è e rimane teoria, congettura, come ogni altra opinione o fede, ma a mio avviso, sempre più accettabile di una origine diversa.

E anche il fatto di acquisire qualcosa da parte dell' uomo, è in linea con la teoria evoluzionistica. Che è e rimane, sempre a mio avviso, ciò che a livello probabilistico contraddistingue la vita.

Ho appena riiniziato a leggere per l' ennesima volta un classico di P.K.Dick: Le tre stimmate di Palmer Eldritch. Se non l' hai letto, te ne consiglio vivamente la lettura, è un vero capolavoro.

Garbino Vento di Tempesta.
Garbino is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it