Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 06-02-2004, 16.20.54   #31
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
VanLag
Ok forse tu non ti eri espresso completamente, io ho capito male...(è già successo mi pare) andiamo avanti.
Una mia considerazione: il bambino di tre anni e babbo natale mi trova d'accordo, invece per esempio un ventenne e forse anche meno, non bisogna tenerlo nella bambagia, comunque questo è solo un mio punto di vista, tu fai bene a fare quello che ti senti.
Sicuramente non sembra, ma probabilmente sono più reale e razionale di te, io non credo che mai (o sicuramente a breve scadenza) il mondo possa diventare un paradiso, non credo che mai si risolverà il "problema"(tra virgolette perchè potrebbe facilmente non essere un problema) della fame nel mondo etc, semplicemente non faccio il Don Chisciotte delle cause perse, ma di li a dire che bisogna lasciarsi vivere (magari tu non intendi neanche questo, boh...) ce ne corre.
Comunque credo che ormai siamo arrivati alla fine di questo discorso, come è giusto che sia tu hai le tue idee io le mie (magari in profondità non saranno neanche tanto lontane) ne abbiamo scritto punto.
Terro d'occhio ancora la discussione se devi aggiungere altro.

Ciao
Uno is offline  
Vecchio 06-02-2004, 20.46.23   #32
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
……Sicuramente non sembra, ma probabilmente sono più reale e razionale di te…..

Non è una gara di realismo. Tu sei tu ed io sono io. Di tè non so nulla tranne le poche cose che scrivi e quindi non so quale sia il tuo grado di adesione alla realtà…….

…….io non credo che mai (o sicuramente a breve scadenza) il mondo possa diventare un paradiso, non credo che mai si risolverà il "problema"(tra virgolette perchè potrebbe facilmente non essere un problema) della fame nel mondo etc, semplicemente non faccio il Don Chisciotte delle cause perse, ma di li a dire che bisogna lasciarsi vivere (magari tu non intendi neanche questo, boh...) ce ne corre…..


Di mè posso dirti che, in mancanza di informazioni, tendo a non farmi film e a non inventarmi le cose. Non mi sento ne Don Chisciotte, ne penso di lasciarmi vivere. Sono intrigato dalla vita, mi piace molto anche nei momenti difficili e sono incazzato per la piega che ha preso lo sviluppo umano che, secondo mè, non ci è più funzionale e non capisco perché lo accettiamo….. (anzi lo capisco lo accettiamo perché siamo coinvolti nella visione…. L’insana visione).

Non so se scriverò ancora in questo 3d dipende se c’è dibattito o interesse, o voglia di parlare e di stare assieme senza prendersi per il collo.

Grazie per i tuoi apporti….
Ciao

VanLag is offline  
Vecchio 07-02-2004, 00.11.36   #33
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Benedetto ragazzo o vecchio porco?

Beh, visto che ho a che fare con un personaggio equivoco di questa specie mi devo proteggere:
Van, non ho tre anni, ma se mi tocchi la Befana ti distruggo con immensi sfoggi di cultura! La Befana è una verità indiscutibile!
E, come è noto, porta dolci ai bambini buoni e carbone a quelli che hanno freddo. Lo posso dimostrare prove alla mano.

Smetto con le scemenze.

C'è qualcosa che non mi torna tanto in questa discussione, ho la sensazione che quello che volevi dire quando l'hai aperta si sia perso lungo il tragitto. O forse non lo avevo capito io.

Vorrei farti una domanda: secondo te è peggio per la vita di una persona perdersi dietro all'insana visione del modello di vita che tutti seguiamo senza prendere in considerazione l'idea di poter cambiare qualcosa o credere esista in qualche modo una via d'uscita, almeno parziale?

Mi spiego ... passiamo la maggior parte del nostro tempo a venderci, a vendere il nostro tempo, facendo qualcosa che non amiamo (leggi lavoro), che spesso va contro alle nostre convinzioni (tipo ... fare il consulente informatico alla Nestlè) per avere i soldi necessari a comperare tutto quello di cui ci hanno fatto credere di avere bisogno.
E' "lecito" o no credere di avere la forza di staccarsi a questo sistema a costo di qualche rinuncia? Come il pane e ceci del mio amico, per intendersi.
Secondo te è un'illusione dannosa cercare di cambiare le cose?
Mi interessa davvero la tua opinione.

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 07-02-2004, 01.15.22   #34
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Ciao Fragola.

Adesso mi trasformo in Van Lagh (perdonami Van... so che lo puoi fare...).

Secondo me è peggio perdersi dietro l'insana visione del modello di vita "perverso" che non cercare altre vie d'uscita, diverse ed alternative e magari incomplete ma più conformi al nostro modo di pensare.

Non a caso precedentemente ho pronunciato la frase "viva i ceci", scelgo di fare una rinuncia per seguire un mio ideale. E' quanto di più nobile potrei chiedere alla mia vita.

Perdonatemi questa mi arroganza, ma mi sento davvero molto vicino al pensiero di Van Lagh.

Ho centrati Van? Mandami pure a quel paese se ritieni sia il caso...
Attilio is offline  
Vecchio 07-02-2004, 10.04.28   #35
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Molto appetitosi i ceci e nutrienti, come tutti i legumi...

Non credo sia un'illusione cercare di cambiare qualcosa...
in fondo l'umanità qualche passo in avanti lo ha fatto!

Abbiamo avuto miglioramenti in alcuni casi e peggioramenti in altri.
Però non vedo il bilancio globale come negativo.

Certo sarebbe più 'comodo' assumere l'atteggiamento.... 'tanto visto che non serve a niente cercare di migliorare... aiuto a buttare tutto allo sbaraglio...'.

Sarà che trovo buoni i ceci...


rodi is offline  
Vecchio 07-02-2004, 13.44.07   #36
maxemil
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-01-2004
Messaggi: 96
parere personale

Nella frase riportata dal Master nella pagina di apertura si legge: "Possiamo dare infinite interpretazioni...ma l'immagine che... è soltanto una".
E' mia opinione, (sottolineo) leggere in queste parole il fatto che ogni argomento ed ogni discussione di questo forum sono collegati da un filo conduttore e se non riusciamo a capirlo, ci troveremo sempre a girare in tondo.
Qual'è? Niente altro che "colui che tutto muove", ovvero il nostro infantilimo. (Discussione aperta in argomento "psicologia")
Quello che dice "il vecchio porco" è anche la mia visione (sperando non sia insana e che non si sia riaddormentato altrimenti...fraintende di nuovo), dico inoltre che il passo successivo dovrebbe stimolarci a prendere atto del suo potere altrimenti rischiamo di ritrovarci "marionette asservite al suo volere".
Se non saremo capaci di far crescere dentro di noi la capacità (attraverso la ragione) di guidare questo bambino (troppo spesso viziato), saremo sempre in balia del nostro istinto.
Ammetterlo non significa negare la sua importanza, ma provare a gestirlo (per quanto possibile) nel migliore dei modi.
Quindi ben venga il "sogno se serve ad affrontare la realtà", ma quando il sogno vogliamo trasformarlo in realtà, tutto si fa più difficile e...pericoloso. (Trasformandosi nell'insana visione)
Per questo mio modo di pensare, qualcuno mi accusa di essere "negativo"; io credo invece che possa essere soltanto positivo "provare" a tirar fuori la testa dalla sabbia. (Perchè, come si dice, è inutile soprattutto quando la sabbia è poca)
Ammetto che tutto non sia nè facile, nè divertente e che talvolta abbiamo più bisogno di sognare e di farci una sana risata, ma se per quello che penso debbo venir accusato di "essere lugubre",(oltretutto in argomento Psicologia) vuol dire che ogni che avrò qualcosa da dire cercherò anche di essere divertente.
Dunque...
"Sapete che differenza passa tra un arrosto bruciato e una donna in cinta? Nessuna. In tutti e due i casi...bisognava toglierlo prima!"
Va bene così? (per Deirdre)
Nessuno dunque tocchi la "Befana",(per Fragola) ma a me piace crederci soltanto il 6 Gennaio mentre ad altri...tutto l'anno. (De gustibus...)

"Chi vuol girare in tondo in tondo, in tondo vada. Io preferisco abitar la mia contrada."

Saluti,saluti. Maxemil
maxemil is offline  
Vecchio 07-02-2004, 14.56.56   #37
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Maxemil, spiegami bene, per te il problema è il sogno o il tentativo?
Perchè si può anche cercare di cambiare qualcosa senza per forza sognare. Si può tentare con la consapevolezza che si potrebbe anche non riuscire.
Credo che dal mio intervento risulti abbastanza chiaro che mi riferisco a cose contingenti, pratiche, non a voli pindarici, anche se probabilmente tutti noi coltiviamo, chiuso da qualche parte, un sogno irraggiungibile.
Ma per i sogni credo basti sapere che sono sogni, che basti cullarli con lo stesso spirito con cui ci leggiamo un bel romanzo o guardiamo un bel film.
Poi ... chissà, alcuni miei sogni si sono realizzati anche se non lo credevo possibile.

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 07-02-2004, 18.36.53   #38
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Quanta carne al fuoco

Per Fragola, come avrai visto io ho messo in discussione babbo natale non la befana…. Hai fatto bene a mettere i puntini sulle iii pensa che a mè c’è gente che mi vuole fare credere che i bambini, non li porta la cicogna….. Ehmmm cofh cofh smetto anche io con le scemenze….

Vorrei farti una domanda: secondo te è peggio per la vita di una persona perdersi dietro all'insana visione del modello di vita che tutti seguiamo senza prendere in considerazione l'idea di poter cambiare qualcosa o credere esista in qualche modo una via d'uscita, almeno parziale?

Come ho già detto da qualche altra parte in forum, non ritengo una visione combattere per un obbiettivo esistente, come un lavoro più remunerativo, (anche psicologicamente), una casa più bella, un compagno più amabile….Lottare per qualche cosa che esiste non è da visionari…..
Il problema nasce quando l’obbiettivo diventa “ideale”, intendendo con ideale una cosa che può esistere solo come idea, come ad esempio, un uomo realizzato, (l’illuminato) o una vita senza dolore, (il paradiso terrestre)……

Rodi

Non credo sia un'illusione cercare di cambiare qualcosa... in fondo l'umanità qualche passo in avanti lo ha fatto!


Non mi sento di condividere la tua convinzione. L’umanità, secondo mè, sta andando verso il precipizio scivolando su un pericoloso piano inclinato.

maxemil

Quindi ben venga il "sogno se serve ad affrontare la realtà", ma quando il sogno vogliamo trasformarlo in realtà, tutto si fa più difficile e...pericoloso..


Questo è un altro punto importantissimo. I mali dell’insana visione non sono solo quello di volere trasformare una visione in realtà, ma anche quello di volere a tutti i costi imporre la visione agli altri. La certezza assoluta del visionario di essere nel giusto e la successiva coercizione sull’umanità per affermare quel “giusto”.

P.S. questa volta non dormivo!!! Oh si?

Attilio

Secondo me è peggio perdersi dietro l'insana visione del modello di vita "perverso" che non cercare altre vie d'uscita, diverse ed alternative e magari incomplete ma più conformi al nostro modo di pensare.


Se hai la forza e la possibilità di voltare le spalle ai valori di questa società per vivere una vita tua più semplice, integrata, serena, vera e bella….. hai tutta la mia stima. (Direi, senza ironia, che sei prossimo all’illuminazione, perché non sei più nella posizione di lasciarti condizionare dal mondo.)

P.S. tranquillo Attilio puoi trasformarti in Van Lagh quando vuoi….. ma sei sicuro che ti convenga?


Cmq, mi accorgo che fatico a comunicare esattamente il fulcro di ciò che vorrei esprimere….. forse questa sera sono in un angolazione strana. Anche questo potrebbe essere oggetto di un 3d. A voi sembra di parlare con un unico Van Lag mentre a mè sembra che ogni volta che mi metto alla tastiera sono un Van Lag diverso….. Accidenti, non è così….. sono un Van Lag diverso praticamente in continuazione….. cioè quello di inizio post è diverso da quello di ora….
Secondo voi è più reale vedere un Van Lag unico, con la sua bella cassettina di idee, di valori, di credenze, (non i mobili della cucina), di gioie e di dolori, o è più reale vedere tanti Van Lag, (in divenire), ciascuno disconnesso dall’altro?

Quali dei due VanLag è vero e quale è una visione? Voi che leggete, siete dei monoliti statici o degli esseri in divenire in continua mutazione?
Il filo conduttore …. Cioè l’io, l’io sono ….. cos’è?

La visione insana è anche la percezione che noi abbiamo di noi stessi. La nostra auto immagine…..

Per adesso mi ritiro ….. un saluto ed un grazie a tutti….

VanLag is offline  
Vecchio 07-02-2004, 20.14.20   #39
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Un Chimico...

Oggi mentre camminavo per strada, ripensavo a questa discussione, all'isana visione, alle verità parziali, alla scienza, alle illusione, alla befana e a non farmi investire dalle macchine.
Ad un certo punto mi sono accorta che intanto (fai una cosa sola alla volta se vuoi farla bene, mi dicevano) canticchiavo.
E mi sono accorta che secondo me il testo della canzone che cantavo è estremamente pertinente.
Faccio un copiaincolla.

Maxemil, se ci fai caso questa canzone parla esattamente della differenza che c'è tra un sogno irrazionale ed uno irrazionale... poi, se ti va e se c'è tempo, ne parliamo meglio.

ciao

Un Chimico
Fabrizio De Andrè

Solo la morte m’ ha portato in collina
un corpo fra i tanti a dar fosforo all’aria
per bivacchi di fuochi che dicono fatui
che non lasciano cenere, non sciolgon la brina.
Solo la morte m’ ha portato in collina.

Da chimico un giorno avevo il potere
di sposar gli elementi e farli reagire ,
ma gli uomini mai mi riuscì di capire
perché si combinassero attraverso l’amore.
Affidando ad un gioco la gioia e il dolore.

Guardate il sorriso guardate il colore
come giocan sul viso di chi cerca l’amore:
ma lo stesso sorriso lo stesso colore
dove sono sul viso di chi ha avuto l’amore.
Dove sono sul viso di chi ha avuto l’amore.

Che strano andarsene senza soffrire ,
senza un volto di donna da dover ricordare.
Ma è forse diverso il vostro morire
voi che uscite all’amore che cedete all’aprile.
Cosa c’è di diverso nel vostro morire.

Primavera non bussa lei entra sicura
come il fumo lei penetra in ogni fessura
ha le labbra di carne i capelli di grano
che paura, che voglia che ti prenda per mano.
Che paura, che voglia che ti porti lontano.

Ma guardate l’idrogeno tacere nel mare
guardate l’ ossigeno al suo fianco dormire:
soltanto una legge che io riesco a capire
ha potuto sposarli senza farli scoppiare.
Soltanto una legge che io riesco a capire.

Fui chimico e, no, non mi volli sposare.
Non sapevo con chi e chi avrei generato:
son morto in un esperimento sbagliato
proprio come gli idioti che muoion d’amore.
E qualcuno dirà che c’è un modo migliore.
Fragola is offline  
Vecchio 07-02-2004, 22.32.26   #40
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375

Van Lagh

Se hai la forza e la possibilità di voltare le spalle ai valori di questa società per vivere una vita tua più semplice, integrata, serena, vera e bella….. hai tutta la mia stima.

P.S. tranquillo Attilio puoi trasformarti in Van Lagh quando vuoi….. ma sei sicuro che ti convenga?


Guarda, la voglia di voltare le spalle ai tanti valori che sento falsi è enorme tutti i giorni. Ma è proprio quella forza che umanamente mi manca, non sono un virtuoso.
Però ho imparato a guardare in faccia a quello che sento: anche se non ho la forza di seguire la via indicata dalle mie sensazioni la tengo comunque sempre presente. Chissà... un passo per volta...

Non so se mi conviene, l'ho fatto per un attimo e basta e non mi sono trovato granchè pentito...

Fragola

Oggi mentre camminavo per strada, ripensavo a questa discussione, all'isana visione, alle verità parziali, alla scienza, alle illusione, alla befana e a non farmi investire dalle macchine.


Allora eri tu quella di cui parlavano al telegiornale, che ha bloccato il traffico cittadino senza autorizzazioni creando più disagi degli scioperi Alfa Romeo...

Mi piace De' André, questa non la sapevo. A dirla tutto non ho capito bene il nesso con l'argomento, la rileggerò ancora.
Attilio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it