Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 03-03-2004, 13.10.21   #21
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Mi hai dato una definizione del termine "oggettivo" ma non quella del termine "scientifico".
Quindi non mi hai detto in che modo i due termini potrebbero essere sinonimi.

La mia domanda non mira a contraddire la tua risposta, ma poichè non condivido quello che hai scritto (cioè la coincidenza di questi due termini) ti chiedo di definirli entrambi.

La definizione chiara dei termini è il presupporto di qualsiasi costrutto filosofico. E questa avrebbe l'assurda pretesa di essere una discussione di epistemologia.

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 04-03-2004, 00.45.53   #22
leibnicht
Ospite abituale
 
L'avatar di leibnicht
 
Data registrazione: 06-09-2003
Messaggi: 486
Quid melius ?

La descrizione di Popper è, prima che neutrale od oggettiva, semplicemente realistica.
Il punto è: possiamo aspirare a qualche forma o presunzione di certezza che sappia convincerci di più ?
Ogni uomo di scienza ammette che i fondamenti su cui è prestabilito il suo sapere non poggiano sulla roccia dell'assolutezza, ma sull'instabile densità del presumibile, del sensato e del ragionevole.
Esiste qualcos'altro di meno pericoloso, più saggio e più pratico tra le credenze in cui ci è possibile confidare ?
Se questo è ciò che volevi fomentare citando Popper, cara Fragola, io te lo esplicito palesemente (sebbene il senso del pensiero di Popper risulti, in generale, tanto poco oscuro e così coerente da lasciare costernati i teorici dell'ermeneutica...).
Non tutti giudicano Popper il più autorevole tra gli epistemologi attuali, ma io concordo con te.
Tra gli altri ebbe il pregio di impegnarsi seriamente nello studio delle scienze "dure", con la fatica che ciò comporta, e, unico, credo, tra i filosofi del novecento, di aver saputo mettere in difficoltà per circa ventiquattr'ore un intero congresso di fisici teorici, al principio degli anni '30, proponendo un Gedankenexperiment sulla teoria dei quanti...
Popper era un genio, capace di buon senso. Pochi e rari, e talmente insoliti da sfuggire ad ogni tipologia, sono gli uomini così.
Un abbraccio per averlo citato.
leibnicht is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it