Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 12-02-2004, 14.44.20   #1
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
sulla scienza

Dunque la base empirica delle scienze oggettive non ha in sé nulla di "assoluto". La scienza non posa su un solido strato di roccia. L’ardita struttura delle sue teorie si eleva, per così dire, sopra una palude. È come un edificio costruito su palafitte. Le palafitte vengono conficcate dall’alto, giù nella palude: ma non in una base naturale o "data"; e il fatto che desistiamo dai nostri tentativi di conficcare più a fondo le palafitte non significa che abbiamo trovato un terreno solido. Semplicemente, ci fermiamo quando siamo soddisfatti e riteniamo che almeno per il momento i sostegni siano abbastanza stabili da sorreggere la struttura.

(K. Popper, Logica della scoperta scientifica)


Vedo molto, troppo spesso su questo forum contrapporsi due posizioni secondo me ugualmente nocive. Da un lato chi crede che la scienza possieda la verità, dall'altro che denigra la scienza perchè non è in grado di spiegare tutto.

Vi propongo una frase di Karl Popper, probabilmente il più grande filosofo della scienza.

Per il momento mi astengo da somministrarvi la mia opinione ...


ciao
Fragola is offline  
Vecchio 12-02-2004, 19.59.56   #2
Il Re
Ospite abituale
 
L'avatar di Il Re
 
Data registrazione: 29-01-2004
Messaggi: 120
in medio...

Anch'io non voglio esprimere la mia opinione... però vorrei formulare un pensiero.....hai mai letto l'Apocalisse di Giovanni? E' sostanzialmente il resoconto di una visione....pensa se Giovanni avesse avuto tutta la scienza di oggi, non credi che avrebbe reso la sua rivelazione un pò più comprensibile?
ciao
Il Re is offline  
Vecchio 12-02-2004, 21.13.01   #3
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Lightbulb E se.....

Per dire la stessa cosa del Re in un altro modo.... invece usasimmo tutta la scienza e la tecnologia (con tra le altre la sua potenza di calcolo ) di oggi per vedere cosa intendevano 2000...3000....4000..... e anche più anni fa?
Uno is offline  
Vecchio 12-02-2004, 21.59.52   #4
Il Re
Ospite abituale
 
L'avatar di Il Re
 
Data registrazione: 29-01-2004
Messaggi: 120
Re: accidenti...

Citazione:
Messaggio originale inviato da GiraSole
Per dire la stessa cosa del Re in un altro modo.... invece usasimmo tutta la scienza e la tecnologia (con tra le altre la sua potenza di calcolo ) di oggi per vedere cosa intendevano 2000...3000....4000..... e anche più anni fa?

accidenti Gira...sicuro che non mi copi gli appunti?
ciao
Il Re is offline  
Vecchio 13-02-2004, 00.21.00   #5
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: in medio...

Citazione:
Messaggio originale inviato da Il Re
Anch'io non voglio esprimere la mia opinione... però vorrei formulare un pensiero.....hai mai letto l'Apocalisse di Giovanni? E' sostanzialmente il resoconto di una visione....pensa se Giovanni avesse avuto tutta la scienza di oggi, non credi che avrebbe reso la sua rivelazione un pò più comprensibile?
ciao
Certamente più comprensibile alle persone del nostro tempo, assolutamente incomprensibile per quelle del suo, altrettanto criprica per quelle che vivranno tra 2000 anni, se ci saranno.
ciao
Fragola is offline  
Vecchio 13-02-2004, 00.24.02   #6
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: E se.....

Citazione:
Messaggio originale inviato da GiraSole
Per dire la stessa cosa del Re in un altro modo.... invece usasimmo tutta la scienza e la tecnologia (con tra le altre la sua potenza di calcolo ) di oggi per vedere cosa intendevano 2000...3000....4000..... e anche più anni fa?

Usare la scienza va benissimo! (magari senza costruire bombe all'idrogeno)
Il problema per me si pone quando la trasformiamo in una nuova fede credendo ciecamente che la scienza possieda la verità.

ciao

ps nessuno ha voglia di commentare la frase di Popper?
Fragola is offline  
Vecchio 13-02-2004, 01.05.20   #7
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Re: sulla scienza

Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
Dunque la base empirica delle scienze oggettive non ha in sé nulla di "assoluto". La scienza non posa su un solido strato di roccia. L’ardita struttura delle sue teorie si eleva, per così dire, sopra una palude. È come un edificio costruito su palafitte. Le palafitte vengono conficcate dall’alto, giù nella palude: ma non in una base naturale o "data"; e il fatto che desistiamo dai nostri tentativi di conficcare più a fondo le palafitte non significa che abbiamo trovato un terreno solido. Semplicemente, ci fermiamo quando siamo soddisfatti e riteniamo che almeno per il momento i sostegni siano abbastanza stabili da sorreggere la struttura.
(K. Popper, Logica della scoperta scientifica)

La scienza non ha niente di Assoluto, ma è l'unica base su cui possiamo fondare le nostre certezze (specifico "del momento" per non essere frainteso). L'uomo ha dei mezzi per comprendere tutto ciò che lo circonda, o meglio, per comprendere tutto ciò che può essergli utile; è solo atrraverso gli stessi che coglie la realtà che lo circonda. Le sue capacità di verificare le ipotesi derivano "dall'unione" dei mezzi attraverso i quali sperimenta la realtà (umana quindi); è solo attraverso questa unione di mezzi che può fare "la prova del nove", avere una visione più oggetiva del reale, e la scienza è ciò che deriva da questa "unione di mezzi". Al di là di questa "prova del nove", di questa dimostrazione logica umana, esiste solo l'ipotesi che rimane tale fino alla sua stessa dimostrazione, che la neghi o che la confermi, e come tale, non è da considerarsi nè certezza assouta nè certezza del momento, ma solo ipotesi, quel che è in quel momento per l'uomo.

Ciao, Marco .
Marco_532 is offline  
Vecchio 13-02-2004, 08.50.44   #8
bataki
Ospite abituale
 
L'avatar di bataki
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 53
Popper non dice nulla dei rapporti tra scienza e Verità. Ogni Verità presuppone infatti una morale e popper non è filosofo morale. Tratta l'attività scientifica aristotelicamente e tanto basta: a che serve la scienza? serve e basta, senza ulteriori implicazioni.
E fin qui dovremmo essere d'accordo. La scienza non dice nulla sul "senso" e quindi e inutile per la morale, consuetudine massimamente privata, al contrario della coralità scientifica.

Wittgenstein in questo è chiarissimo:
"Per una risposta che non si puo’ esprimere non si puo’ nemmeno formulare la domanda. Non c’è alcun enigma. Noi sentiamo che se tutte le possibili domande della scienza ricevessero un risposta i problemi della nostra vita non sarebbero nemmeno sfiorati. Certo, allora non rimane alcuna domanda; è questa la risposta.
Il problema della vita si risolve quando svanisce. L’inesprimibile puo’ soltanto mostrarsi e noi stiamo qui a discutere delle possibilità di questo mostrarsi." (Tractatus logicus-filosoficus).

ciao!
bataki is offline  
Vecchio 13-02-2004, 09.22.06   #9
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Citazione:
Messaggio originale inviato da bataki
L’inesprimibile puo’ soltanto mostrarsi e noi stiamo qui a discutere delle possibilità di questo mostrarsi." (Tractatus logicus-filosoficus).

Questa é Filosofia che sposa la Spiritualità.
La Risposta é nel Vedere il ciò ché E'. Ineffabile, Eterno, Infinito.
II discutere...sperimentare, creare e dimostrare appartengono da un altro piano di Coscienza.

Condivido la posizione di Popper riguardo alla "relatività" della scienza.

Mirror is offline  
Vecchio 13-02-2004, 09.26.39   #10
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Mah.... a parte la possibilità di impantanarsi (è anche il bello/brutto del forum ) in un'altra discussione con le opposte "curve da stadio", e la "tribuna centrale" che per la destra sarà troppo a sinistra, e per la sinistra sarà troppo a destra (non sto parlando di politica) a Marco direi che la "scienza ufficiale" è una possibilità e non completa, ma non è l'unica, a Bataki direi che con grande superbia penso che Wittgenstein ha ragione su tutto ma non sul fatto che se la scienza avesse tutte le risposte i problemi della vita non sarebbero sfiorati..... a meno che intendesse che in quel caso non esisterebbero per niente, Al Re non direi niente perchè so già che siamo d'accordo e all'ospite d'onore in quanto promotrice del discorso Fragola direi che condivido la frase di Popper in pieno, solo che ultimamente in una buona parte (non tutti per fortuna)dei casi ci si ferma non quando tutti sono sodisfatti ma solo finchè il promotore di una visione se è abbastanza importante.... accreditato... non lascia questa valle di lacrime (mamma che pessimista che sono stamattina, in realtà fa scena ma stavo scherzando.... sulla valle di lacrime )
Ciao a tutti
Uno is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it