Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 15-02-2004, 17.59.04   #1
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
la filosofia ingenua

Perchè ho dato un tale titolo a questa discussione?
Perchè io amo la filosofia ma allo stesso tempo odio discussioni dove questa vuole per forza spiegare tutto senza far tesoro delle conoscenze di altre discipline.

Esempio più lampante fra tutti:
Si perde delle ore a discutere filosoficamente sull'esistenza dell'anima quando, se si studiasse un po' di psicologia, si capirebbe immediatamente che l'anima non è altro che la coscienza che emerge dal cervello. da sinapsi, da neuroni.

Micca per niente al primo anno di filosofia all'università c'è da superare un esame di psicologia generale ove si mette in chiaro, accettato scientificamente, che la mente umana e la coscienza NON HANNO NULLA DI ULTRATERRENO. e che pensare il contrario significa fare "psicologia ingenua".

Allora, il risultato della filosofia ingenua quale è?
E' una filosofia allo stesso livello dei dogmi religiosi.

La filosofia moderna invece, nel periodo in cui più di tutti i periodi della storia è possibile avere risposte scientifiche, dovrebbe essere una disciplina multidisciplinare.

Il ""filosofo"" di oggi è colui che va di pari passo con la scienza, colui che si stacca dai dogmi.

Non perdiamoci in false credenze.
Filosofo non vuol dire per forza "mistico".

ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 15-02-2004, 18.42.09   #2
lelle 79 ;o)
Ospite abituale
 
L'avatar di lelle 79 ;o)
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 114
Re: la filosofia ingenua

Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Si perde delle ore a discutere filosoficamente sull'esistenza dell'anima quando, se si studiasse un po' di psicologia, si capirebbe immediatamente che l'anima non è altro che la coscienza che emerge dal cervello. da sinapsi, da neuroni.

Micca per niente al primo anno di filosofia all'università c'è da superare un esame di psicologia generale ove si mette in chiaro, accettato scientificamente, che la mente umana e la coscienza NON HANNO NULLA DI ULTRATERRENO. e che pensare il contrario significa fare "psicologia ingenua".

Innanzitutto premetto che non prendo come oro colato quello viene definito "accettato scientificamente", sarebbe troppo comodo e troppo ingenuo, anche perchè poi salta fuori il solito Galilei della situazione, che c'impara che la terra non è piatta!
(l'ho scritto apposta "c'impara", lo dico a scanso di ecquivoci)
Sul fatto che: "l'anima non è altro che la coscienza che emerge dal cervello. da sinapsi, da neuroni", ti dico solo che a MIO MODESTISSIMO PARERE lo ritengo un discorso da Dr. Frankenstein.
Personalmente non mi pongo il problema di capire cos'è l'anima, la considero come un sentimento, ossia difficilissima da spiegare quanto facile da riconoscere, inoltre, preferisco capire come "sfruttarla" al meglio.

Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Non perdiamoci in false credenze.

Su questo in linea di massima ti dò ragione, infatti ribadisco, non prendiamo per buono tutto ciò che viene detto da "fonti autorevoli".

Ciao...
lelle 79 ;o) is offline  
Vecchio 15-02-2004, 18.55.37   #3
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Diciamo che tra tutte le fonti, quelle scientifiche sono le più "autorevoli" proprio perché basano la loro "autorevolezza" non su delle parole, bensì sui fatti, sulle prove e dimostrazioni.
Knacker is offline  
Vecchio 15-02-2004, 19.40.49   #4
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
xDunadan
Citazione:
la filosofia ingenua
Perchè ho dato un tale titolo a questa discussione?
Perchè io amo la filosofia ma allo stesso tempo odio discussioni dove questa vuole per forza spiegare tutto senza far tesoro delle conoscenze di altre discipline.
Esempio più lampante fra tutti:
Si perde delle ore a discutere filosoficamente sull'esistenza dell'anima quando, se si studiasse un po' di psicologia, si capirebbe immediatamente che l'anima non è altro che la coscienza che emerge dal cervello. da sinapsi, da neuroni.
Penso che il tuo sia un bell´esempio della "filosofia ingenua" dato che è espressione della pura superstizione.
Per primo, la "psico-logia", parola greca che significa "conoscenza dell´anima", studia appunto l´anima nel senzo ampio, e studia quindi telepatia, parapsicologia, precognizione, le funzioni cognitive ecc nonché esperienze spirituali di natura intuitiva, esperienze fuori il corpo e vicino la morte, e naturalmente le varie forme di funzioni psicologihe più comuni.
L´idea che la coscienza è risultato di attività cerebrale ha la sua radice nella scienza della biologia, sostenuta dall´industria dei farmaci.
Citazione:
Micca per niente al primo anno di filosofia all'università c'è da superare un esame di psicologia generale ove si mette in chiaro, accettato scientificamente, che la mente umana e la coscienza NON HANNO NULLA DI ULTRATERRENO. e che pensare il contrario significa fare "psicologia ingenua".
Se avesse seguito le lezioni, oppure ascoltato il proffessore più attentamente, avrebbe forse potuto imparare che il "mistero della vita", o della coscienza, non è ancora rivelato. (Oppure avresti dovuto cambiare scuola.)
Citazione:
Allora, il risultato della filosofia ingenua quale è?
E' una filosofia allo stesso livello dei dogmi religiosi.
La filosofia moderna invece, nel periodo in cui più di tutti i periodi della storia è possibile avere risposte scientifiche, dovrebbe essere una disciplina multidisciplinare.
Il ""filosofo"" di oggi è colui che va di pari passo con la scienza, colui che si stacca dai dogmi.
Non perdiamoci in false credenze.
Filosofo non vuol dire per forza "mistico".
Dunadan, sembra che la tua sia anche un bell´esempio di una "filosofia allo stesso livello dei dogmi religiosi", dato che esprimi idee completamente infondate, senza qualsiasi prova.
La psicologia studia la coscienza, e tutta la struttura psichica dell´uomo. Ci sono tante indicazioni che la coscienza può esistere indipendemente del corpo fisico. Io sono convinto che questo studio col tempo porterà alla comprenzione della struttura psichica che esiste dietro il corpo fisico e lo guida. Penso che sia di poca importanza se la denomiamo "anima" no. Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 15-02-2004, 20.31.14   #5
lelle 79 ;o)
Ospite abituale
 
L'avatar di lelle 79 ;o)
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 114
Citazione:
Messaggio originale inviato da Knacker
Diciamo che tra tutte le fonti, quelle scientifiche sono le più "autorevoli" proprio perché basano la loro "autorevolezza" non su delle parole, bensì sui fatti, sulle prove e dimostrazioni.

Ciao Knacker!

Scusa, ma se una fonte basa la propria autorevolezza sui fatti, non importa che sia scientifica o meno. Oppure no?
Io credo proprio di sì!

Ciao Ciao
lelle 79 ;o) is offline  
Vecchio 15-02-2004, 20.57.06   #6
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
la multidisciplinarietà dovrebbe, secondo me, insegnare che esistono modi assolutamente diversi per spiegare gli stessi fenomeni. Il contesto di riferimento modifica il modo in cui il fenomeno viene "tradotto"... ma, sempre per me, nessuna traduzione corrisponde al fenomeno ("fiore" non è un fiore ..non ricordo chi lo diceva, ma sono daccordo con lui)
r.rubin is offline  
Vecchio 16-02-2004, 09.45.00   #7
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando
Penso che il tuo sia un bell´esempio della "filosofia ingenua" dato che è espressione della pura superstizione.
Ah

Citazione:
Per primo, la "psico-logia", parola greca che significa "conoscenza dell´anima"
SI, è importante capire l'origine delle parole, ma allo stesso tempo è anche importante aggiornarsi su cosa è oggi la pscologia, che non è scienza dell'anima.

Citazione:
la psicologia studia appunto l´anima nel senzo ampio, e studia quindi telepatia, parapsicologia, precognizione, le funzioni cognitive ecc nonché esperienze spirituali di natura intuitiva, esperienze fuori il corpo e vicino la morte, e naturalmente le varie forme di funzioni psicologihe più comuni.
Dai troppa importanza a telepatia e chiaroveggenza... esperienze esterne al corpo... spiriti. le metti in prima fila, questi sono soprattutto i campi di interesse dei medici più truffaldigni...
metti pure in prima fila lo studio delle scienze cognitive senza dimenticare le neuroscienze.


Citazione:
L´idea che la coscienza è risultato di attività cerebrale ha la sua radice nella scienza della biologia, sostenuta dall´industria dei farmaci.
Questo che dici mi fa capire molte cose su come la pensi.
Vale di più la tua fantasia? vale di più la tua credenza rispetto a qualche verità scientifica?

Citazione:
Se avesse seguito le lezioni, oppure ascoltato il proffessore più attentamente, avrebbe forse potuto imparare che il "mistero della vita", o della coscienza, non è ancora rivelato. (Oppure avresti dovuto cambiare scuola.)
Avesse? parli di me?
Sai quale è il peggior problema di chi vive di dogmi? Che è rimasto fermo a centinaia di anni indietro, continua a chiedersi "l'anima è eterna?", continua a chiedersi "l'anima è buona?", continua a chidersi "che fine farà la mia anima?" tutto ciò evitando DI INFORMARSI, evitando di venire a sapere che quella cosa che odia tanto che è la scienza in realtà ha già decretato la non esistenza dell'anima. Ha paura di saperlo.

La scienza potrebbe essere un'illusione?
Non mi stancherò mai di rispondere a questa questa domanda in questo modo: "la scienza più essere un'illusione, ma il fantasticare può essere 1.000.000.000.000.000.000 più illusivo".

Citazione:
Dunadan, sembra che la tua sia anche un bell´esempio di una "filosofia allo stesso livello dei dogmi religiosi", dato che esprimi idee completamente infondate, senza qualsiasi prova.
un po' hai ragione, però verso la fine della frase mi esci dicendo che non ho alcuna prova... e sai che non è vero.
Sei tra quelli che descrivo più sopra, che ha paura di trovare delle risposte. Scappi dalle risposte e ami dire che l'uomo non può provare nulla.
Se dall'universo non avessimo ancora scattato foto della terra forse, senza offesa, non accetteresti nemmeno che la terra è tonda e diresti in giro "non avete alcuna prova, dite cose infondate".

Citazione:
La psicologia studia la coscienza, e tutta la struttura psichica dell´uomo. Ci sono tante indicazioni che la coscienza può esistere indipendemente del corpo fisico. Io sono convinto che questo studio col tempo porterà alla comprenzione della struttura psichica che esiste dietro il corpo fisico e lo guida. Penso che sia di poca importanza se la denomiamo "anima" no. Ciao

Questa è la frase che più di tutte ironicamente amo e che mi fa tanto ridere: "Ci sono tante indicazioni che la coscienza può esistere indipendemente del corpo fisico."
La più grande FALSITà, la più grande ILLUSIONE, la più grande CREDENZA, SPERANZA, VIAGGIO MENTALE e così via....
Umn, ma lasciamo pure perdere quel che penso io della tua frase, rispondi però a questa domanda: "vale di più questa frase figlia di una credenza o valgono di più i resoconti di scienziati che hanno dimostrato il contrario"?


Ora, mi è stata fatta un'osservazione, cioè che io dò come certezza una scienza che può illuderci, OK, in parte è vero !
però, dopo che NULLA HA MAI DIMOSTRATO CHE LA VITA CONTINUA DOPO LA MORTE, CHE NULLA HA MAI DIMOSTRATO CHE ESISTE VITA AL DI FUORI DEL CORPO, ha senso filosofeggiare attorno alla possibile continuazione dell'anima dopo la vita? Ha senso fare filosofia perdendo tempo ancora in queste cose che sono state spiegate? Non è meglio fare un tipo di filosofia più moderna? , EVOLUTA?
Forse, come molti molti di voi la pensano, la filosofia sta sopra a tutto, mette in dubbio tutto, mette in dubbio la scienza. Diciamoc he questo lo credo anche io.

Stiamo però attenti, con questa scusa (che la filosofia mette in dubbio tutto) di NON FARE I MISTICI che danno più importanza alle proprie illusioni e fantasie rispetto alla scienza.

La scienza non vale nulla? LE FANTASIE ANCORA MENO.


ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 16-02-2004, 10.41.44   #8
lelle 79 ;o)
Ospite abituale
 
L'avatar di lelle 79 ;o)
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 114
Ciao Dunandan!
Vorrei che gentilmente mi spiegassi una cosa, tu dici:
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan


Sai quale è il peggior problema di chi vive di dogmi? Che è rimasto fermo a centinaia di anni indietro, continua a chiedersi "l'anima è eterna?", continua a chiedersi "l'anima è buona?", continua a chidersi "che fine farà la mia anima?" tutto ciò evitando DI INFORMARSI, evitando di venire a sapere che quella cosa che odia tanto che è la scienza in realtà ha già decretato la non esistenza dell'anima. Ha paura di saperlo.

NULLA HA MAI DIMOSTRATO CHE LA VITA CONTINUA DOPO LA MORTE, CHE NULLA HA MAI DIMOSTRATO CHE ESISTE VITA AL DI FUORI DEL CORPO, ha senso filosofeggiare attorno alla possibile continuazione dell'anima dopo la vita? Ha senso fare filosofia perdendo tempo ancora in queste cose che sono state spiegate? Non è meglio fare un tipo di filosofia più moderna? , EVOLUTA?
Forse, come molti molti di voi la pensano, la filosofia sta sopra a tutto, mette in dubbio tutto, mette in dubbio la scienza. Diciamoc he questo lo credo anche io.

Quindi tutto ciò che la scienza non riesce a spiegare non eseste?
Sono queste le tue certezze?

Poi dici:

Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan

Se dall'universo non avessimo ancora scattato foto della terra forse, senza offesa, non accetteresti nemmeno che la terra è tonda e diresti in giro "non avete alcuna prova, dite cose infondate".

Ma allora anche tu che dici che: "non esiste alcuna prova, dite cose infondate".
Scusa, solo perchè non esiste una prova scientifica che spiega il fenomeno, dobbiamo dare per scontato che non esista?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan

Rispondi però a questa domanda: "vale di più questa frase figlia di una credenza o valgono di più i resoconti di scienziati che hanno dimostrato il contrario"?

Valgono di più i fatti!

Esempio: immagino saprai che la scienza ufficiale ha preso le distanze dagli esperimenti che riguardano la fusione fredda?
Siccome nessuno sà ancora riprodurre il fenomeno alla perfezione, ignorano comunque gli effetti creati dagli esperimenti che hanno ottenuto successo!
Forse l'avevo già scritto, ma anche i gluoni non sono mai stati visti, eppure la comunità scientifica dà per scontato non solo l'esistenza,ma anche le propietà! Ciò nonostante tutte le prove fatte, danno come risultato zero! Non ti sembra strano?
Forse i tempi non sono maturi, e dobbiamo aspettare per conoscere le risposte!

Ciao!

Ultima modifica di lelle 79 ;o) : 16-02-2004 alle ore 10.45.12.
lelle 79 ;o) is offline  
Vecchio 16-02-2004, 11.15.04   #9
ariella
Ospite
 
Data registrazione: 15-01-2004
Messaggi: 18
Le tue argomentazioni, dunandan, si basano sull’assunto che l’anima coincida con la coscienza.
Ti chiedo: sicuro che coincidano?
Quindi una persona “incosciente” non ha anima? Ad esempio una persona in coma, che non ha più coscienza, piuttosto che un cerebroleso, che non ha consapevolezza di se stesso, o un folle, o un embrione, o un anziano affetto da alzahimer …o, in fondo, tutto noi durante il sonno, o uno svenimento, o una qualsiasi forma di mancanza di coscienza.
Io non so cosa sia l’anima, ma credo che sia scorretto impostare l’equazione anima= coscienza senza adeguate prove e argomentazioni.
Ancora di più se si impostasse l’equazione anima=mente.
ciao
ariella is offline  
Vecchio 16-02-2004, 11.36.46   #10
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Ciao Dunadan
Citazione:
-Stiamo però attenti, con questa scusa (che la filosofia mette in dubbio tutto) di NON FARE I MISTICI che danno più importanza alle proprie illusioni e fantasie rispetto alla scienza.
La scienza non vale nulla? LE FANTASIE ANCORA MENO.

Come ho detto in altri interventi sono convinto che solo attraverso la scienza, cioè mediante l´analisi logica della realtà, si poù arrivare a una vera comprenzione della vita e della coscienza.
È giusto che ci sono tanti uomini che "credono" in "fenomeni psichiche" che non esistono, e che in realtà sono espressione di superstizione. Basta visitare i siti internet della new-age ecc per vedere che questo è vero.
Però questo fatto non significa che la natura dell´uomo non comprende una struttura psichica o spirituale. Non significa che non esiste qualcosa oltre il corpo fisico, qualcosa che finora è più o meno sconociuto per noi.
L´uomo ha cominciato a lasciare lo stadio mentale dove la sua l´opinione del mondo si basava sulla cieca fede e sulla superstizione. Con lo sviluppo dell´intelligenza siamo sempre di più in grado di analizzare e comprendere i processi fisici della natura.
Ma qui si deve capire che ciò non significa che il mondo fisico è tutto che esiste. Non esistono motivi per trarre una tale conclusione.
Non è giusto dire che il corpo fisico è tutto l´uomo, e che il mondo fisico è tutto l´universo, visto che in realtà non abbiamo mai visto il mondo fisico in sè. Quello che chiamiamo "il mondo fisico" è in realtà la reazione dell´incontro fra le energie esteriore (la luce ecc) e le energie dei nostri sensi. Questa reazione costituisce quello che chiamiamo il "mondo fisico". Ma questo "mondo" esiste in realtà dentro la nostra psiche o "anima". Così come fanno i ricordi o gli immagini mentali.

In realtà non possiamo "uscire" dalla coscienza, cioè la nostra percezione del mondo è sempre qualcos´altro dello stesso mondo fisico. Tutta la nostra esperienza della vita è quindi un fenomeno psichico. La materia esiste naturalmente ma non è quello che sembra d´essere.

Qui inserisco una parte d´un altro mio intervento che forse non hai letto:
Fatto sta che tutta la material fisica è espressione di movimenti logici, guidati in cicli, e questi movimenti creano la base perché l´esperienza della vita è possible. Siccome i movimenti dell´universo sono logici, e la logica può esistere solo come funzione o risultato di una coscienza, la quale a sua volta può esistere solo come facoltà di un essere vivente, diventa chiaro che tutto l´universo è vivente, e che tutto che esiste nell´universo sono manifestazione di coscienza.
Però la coscienza non è visibile direttamente per gli occhi fisici. Ma si rivela indirettamente attraverso i movimenti o i fenomeni logici fisici nell´universo. E siccome la coscienza non è identica alla materia fisica, deve conseguentemente esistere al ”fuori” di questa materia.
La ragione perché dev´essere così è che un “movimento” non può muovere se stesso. Non abbiamo mai visto che una pietra, una bicicleta, una macchina ecc si hanno mossi da se stesso. Ed un “movimento”, in se stesso, non può neanche percepire niente. Quindi siccome esistono i movimenti, che non possono muovere se stessi o sperimentare la vita, e siccome ciò nondimeno l´esperienza della vita esiste, deve necessariamente esserci qualcos´altro della materia che è in grado di muovere la materia, e percepire questi movimenti, sotto forma dell´esperienza della vita.
Così si arriva alla conclusione che esiste qualcosa oltre la material, e che è questo fattore che è "vivente", e lo possiamo dare il nome “anima”, anche se forse non sia il nome completamente giusto. Poi quando vediamo che l´uomo, e tutti gli altri esseri viventi, si trovano in un processo evolutivo, da uno stato primitivo in uno stato più evoluto, diventa chiaro che deve essere quello dietro la material fisica, che percepisce i movimenti e crea la vita, che si evolve.
Siccome esiste una scala d´evoluzione deve essere qualcuno che l´usa. E l´unica “cosa” che può usarla, cioè evolversi, è l´essere vivente che si manifesta attraverso la materia. Il fatto che ancora non conosciamo la struttura psichica dietro la materia fisica non significa che non esiste. Per veramente capire la natura della struttura psichica dietro il corpo fisico si deve naturalmente essere aperto per la possibilità che esiste, e studiarla.

Ma è chiaro che una persona che sta bene con le spiegazioni materialistiche, e che non vede l´illogico nelle ipotesi materialistiche, non ha neanche bisogno di capire perché gli uomini si trovano su diversi livelli evolutivi riguardo alla morale, all´umanità, e alle facoltà o talenti entro vari campi ecc.
Se si sta bene con l´idea che tutto è risultato di un big bang, cioè il caos totale, non si vede che infatti niente nella natura è caos, ma segue leggi precisi.
ciao
Rolando is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it