Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 13-06-2004, 23.25.44   #11
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
giusto
epicurus is offline  
Vecchio 14-06-2004, 07.04.07   #12
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
il dubbio e' segno di non conoscenza....non toglie il fatto che serve come stimolo per progredire. Ciao
neman1 is offline  
Vecchio 14-06-2004, 16.09.34   #13
Rocco
Ospite abituale
 
L'avatar di Rocco
 
Data registrazione: 14-05-2004
Messaggi: 301
Lightbulb caro Zara.....

Innanzitutto benvenuto su questo forum anche da parte mia e piacere di leggere questa tua interessante domanda.

Io credo che spesso il dubbio sia un alleato indispensabile.

Ciò nonostante , esso se diviene assillante e costante può assumere i connotati di un qualcosa di controproducente.

In definitiva credo che il "leggittimo" dubbio allarghi in maniera fertile i nostri orizzonti.

Qualche volta questo legittimo dubbio può essere accompagnato da una sensazione di vulnerabilità , che possiamo confondere con la debolezza , anche perchè magari stentiamo a riconoscerci nella "massa " e quindi perciò tendiamo a sentirci maggiormente insicuri.

Niente paura ! La vulnerabilità apre molto spesso le porte della saggezza.

Non dimentichiamoci che a volte , in talune situazioni , gli eccessi di sicurezza possono essere persino fatali o addirittura mortali.



Un caro saluto Rocco
Rocco is offline  
Vecchio 21-06-2004, 10.58.07   #14
Zarathustra83
Ospite
 
L'avatar di Zarathustra83
 
Data registrazione: 05-12-2003
Messaggi: 24
Caro Rocco,
credo che più di tutti tu abbia saputo capire dove volessi arrivare con la mia domanda..
La mia condizione di Zetetes mi pone purtroppo in una condizione psicologica non proprio rosea...è tipico di chi vuole vedere oltre l 'apparenza in un mondo dominato dall' apparenza...e spesso mi sono chiesta ( sn una ragazza..) se quello di dubitare fosse davvero l'atteggiamento giusto...ma come te penso che sia la condizione di ogni uomo onesto intellettualmente ovviamente cercando di non sconfinare troppo nella mancanza di certezza ( cosa che purtroppo mi capita spesso)...e poi( ne approfitto per rispondere a chi dice che il dubbio è sintomo di non conoscenza) penso che chi dubita non sia per ignoranza ma perchè ,sapendo, vuole sapere di più ...
Ti ringrazio molto di avermi dato il benvenuto in questo splendido forum, uno dei pochi in cui valga veramente la pena di registarsi( non sto facendo pubblicità occulta.. )
Un caro saluto anche a te.
Zarathustra83 is offline  
Vecchio 21-06-2004, 11.04.03   #15
Zarathustra83
Ospite
 
L'avatar di Zarathustra83
 
Data registrazione: 05-12-2003
Messaggi: 24
Cara Iris,
ma ti sei mai chiesta se in fondo esistano davvero delle certezze da raggiungere nella vita?
E se il senso della vita non fosse aLtro che cercare qualcosa che non c'è animati solo dalla speranza che ci sia?
e cosa intendi tu per chiare decisioni?
Ciao e grazie per la risposta
Zarathustra83 is offline  
Vecchio 21-06-2004, 11.42.19   #16
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
!!!

X Zarathustra83

"E se il senso della vita non fosse aLtro che cercare qualcosa che non c'è animati solo dalla speranza che ci sia?"

***
Se questo è vero, non avrebbe più senso il dubbio.

Ammesso anche che non esista alcuna verità assoluta, ma soltanto piccole verità, temporanee, ogni volta che devo rimettere in discussione atteggiamenti e convinzioni precedenti, per poterle sostituire con delle nuove, molto spesso si dubita; ci si chiede se, per es., sia eticamente giusto abrogare una legge, educare in un modo anzichè in un altro... E' chiaro che poi non si può passare una vita a dubitare; non potremmo realizzare mai niente; ma ciò che è valido adesso può non esserlo domani, e può persino tornare "di moda" ciò che avevamo abbandonato. Questo fa parte della cosiddetta ciclicità.

Poi ci sono i "grandi" dilemmi, e sono tutt'altra cosa. Forse ti riferivi più a questi. Parli del senso della vita, al di là del significato che ognuno di noi può darle. Anche in questo caso è lecito dubitare, ma fino a quanto? Passare una vita a porsi domande in questo senso non porta molto lontano. E cosa potrebbe far svanire il dubbio? La fede? E se nonostante gli anni passati a dubitare, si continua ancora sulla via del dubbio, vuol dire che non vogliamo arrenderci, che in fondo qualcosa in noi ci dice che "vogliamo" credere.
A volte far cadere il dubbio non significa avere certezze, ma porsi serenamente sulla strada della propria evoluzione, lasciando cadere domande spesso inutili per vederre dove ci porterà la via che abbiamo intrapreso.
Agora is offline  
Vecchio 21-06-2004, 21.17.02   #17
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
x Agora

è ovvio che a livello sociale/operativo bisogna prendere delle decisioni, ma da un punto di vista filosofico è, a mio parere, tutta un'altra cosa...
epicurus is offline  
Vecchio 22-06-2004, 08.18.40   #18
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
!!!

X epicurus

Hai ragione. Tuttavia ritengo che un buon filosofo debba saper stare coi piedi per terra. Platone e Pitagora non si sono limitati a scrivere o a discutere delle loro idee, ma hanno rischiato la vita per realizzarle. E di dubbi ne avevano anche loro.
Forse alla filosofia moderna non è rimasto altro che il dubbio?
Agora is offline  
Vecchio 23-06-2004, 11.59.44   #19
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
comunque...

penso che la filosofia contemporanea analitaca abbia superato il muro del dubbio assoluto.
epicurus is offline  
Vecchio 26-06-2004, 11.49.34   #20
Zarathustra83
Ospite
 
L'avatar di Zarathustra83
 
Data registrazione: 05-12-2003
Messaggi: 24
x epicurus
e in che modo la flilosofia analitica ha superato il muro del dubbio assoluto?
Scusa la mia ignoranza ma mi paicerebbe saperne un po di piu....
Zarathustra83 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it