Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 22-03-2005, 00.14.05   #1
notturnoindiano
Ospite
 
Data registrazione: 10-02-2005
Messaggi: 8
Dilemma sulla felicità

E' il tipo di persone con cui ci relazioniamo a determinare la nostra felicità......o è esattamente il contrario, ossia è la nostra capacità di essere felici ad attrarre un determinato tipo di persone con le quali impegnarci nel costruire relazioni?

Ultima modifica di notturnoindiano : 22-03-2005 alle ore 00.16.46.
notturnoindiano is offline  
Vecchio 22-03-2005, 14.33.21   #2
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Bella questa domanda...
Penso che siano vere entrambe le cose... relazionarsi con persone positive e solari aiuta a vedere le cose in positivo ed essere felici ed al tempo stesso il modo di vivere allegro e spensierato attrae a sé, quindi chi è così ha più facilità di instaurare rapporti umani.
Almeno credo...

Ciao
Neve
nevealsole is offline  
Vecchio 22-03-2005, 15.16.10   #3
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
niente mi rende più triste, depresso, inconsolabile, disperato, angustiato, cadaverico, insonne, inappetente (con grande desiderio di rifugiarmi in un igloo al polo nord per il resto della mia misarabile, inutile, sfurtunata fin dal dna, impossibile a viversi, immeritevole, eccetera, vita), dell'incontrarmi con una persona solare che sprizza energia e vitalità positiva e allegria ovunque intorno a sè, che mi schizza di giallo, esasperando la percezione del contrasto di cotanta gioia colla mia pelle grigia. non basteranno le mie lacrime a lavarmi, il ricordo sarà indelebile, e me tapino mi annienterà per sempre!
r.rubin is offline  
Vecchio 23-03-2005, 14.31.44   #4
il pensiero
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-10-2004
Messaggi: 1,265
“Noi, per essere felici relazionalmente...

a) dovremo selezionare accuratamente i nostri simili
or
b) dobbiamo dimostrarci infelici per non perdere la nostra privacy.”

P.S. Cosa s’intende per felicità?
il pensiero is offline  
Vecchio 31-03-2005, 14.20.12   #5
animabella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-03-2005
Messaggi: 50
dualismo... che dio me ne liberi!

dinuovo... dualismo...
mi sgomenta... mi impressiona come ormai il dualismo sia entrato nel notro pensiero come paradigme di interpretazione di ogni nostro quesito... sempre "o... o..." . insomma veramente si è incapaci di comprendere la complessità ? tutto deve essere ridotto ad un dualismo... che lascia contiunamente resti dietro di se .. o che almeno vorrebbe.. visto che tali domande si ripropongono continuamente e ciò e indizio che la teoria che cerca di rispondere non è adatta a guarire il sintomo.... che si manifesta nella domanda? a volte è proprio vero la risposta credo sia nella domanda stessa.. in questo caso notturno penso di poter affermare ( a mio parere) che il quesito da risolvere non sia il fine della domanda ma ciò che l'ha proposta nei termini dualistici.. fra A e B esiste sempre uno spazio interstiziale indefinibile .. ed è il luogo dell'analogia... dche si oppone ad una logica dualistica.. e si afferma in quella verità cnella quale... tramite queste parole forse non ci riconosceremo... ma sicuramente nella prassi ci ritroveremo inconsapevolmente.. forse per chi non se ne avvede.
ciao notturno...
animabella is offline  
Vecchio 05-04-2005, 12.32.49   #6
Granamir
Ospite abituale
 
L'avatar di Granamir
 
Data registrazione: 25-11-2004
Messaggi: 54
animabella ha colto perfettamente nel segno.
La domanda così come è posta prevede delle "soluzioni" che non ritengo idonee.
La felicità dipende da tante tante cose, dal nostro passato e da come lo abbiamo vissuto, dall'ambiente in cui siamo cresciuti/vissuti, dalle persone che ci sono vicine e anche un po' da quelle meno vicine, ma non dalla loro capacità di essere felici ma da quanto siamo felici noi standogli vicini, e infine dipende da noi stessi, da quanto siamo in grado di capire cosa veramente vogliamo e da quanto coraggio troviamo per ottenerlo.
La felicità è materia ardua e complessa, i filosofi ci ragionano sopra dalla notte dei tempi ... tanto complessa che probabilmente ho dimenticato qualcosa.
Granamir is offline  
Vecchio 07-04-2005, 13.24.53   #7
animabella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-03-2005
Messaggi: 50
granamir... granamir...
animabella is offline  
Vecchio 07-04-2005, 23.26.01   #8
Granamir
Ospite abituale
 
L'avatar di Granamir
 
Data registrazione: 25-11-2004
Messaggi: 54
Granamir is offline  
Vecchio 07-04-2005, 23.49.28   #9
animabella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-03-2005
Messaggi: 50
con ciò miaca abbiamo esurito la discussione? nessuno replica???
animabella is offline  
Vecchio 08-04-2005, 12.52.21   #10
Granamir
Ospite abituale
 
L'avatar di Granamir
 
Data registrazione: 25-11-2004
Messaggi: 54
... tu che ci dici sull'argomento?

Granamir is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it