Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 30-05-2005, 13.00.42   #11
Jack Sparrow
Pirate of the Caribbean
 
L'avatar di Jack Sparrow
 
Data registrazione: 23-05-2005
Messaggi: 363
io il 12 giugno andrò a votare 4 si;

non posso essere sicuro di essere nel giusto, ma se è vero che ognuno debba assumersi le proprie responsabilità è giusto che si decida dopo un'attenta riflessione e si vada a votare: si o no.

è sbagliato non andare a votare perchè il referendum è il più importante strumento di democrazia diretta che possediamo, e il vaticano compie un'atto poco serio suggerendo di non andare a votare;

...

per quanto riguarda le MOTIVAZIONI dei miei si... il ragionamento è semplice:

il mio metro di giudizio è uno solo: più felicità per il maggior numero possibile di persone!! (e dunque meno sofferenza)

è vero che l'embrione è una potenziale vita (a differenza di un singolo gamete), ma è anche vero che la cura della sofferenza di milioni di persone vale il sacrificio di una potenziale vita!

non si uccide nessuno!

si prendono due cellule (i gameti) e li si usano per alleviare le sofferenze di tante persone che invece sono davvero nate o nasceranno...

l'embrione che viene impiantato, quello si che deve essere tutelato a tutti gli effetti come una vita umana che sta per nascere, ma non gli embrioni creati e usati per la ricerca...

ma tutto ciò, ovviamente, IMHO
Jack Sparrow is offline  
Vecchio 30-05-2005, 14.08.52   #12
FalcoAntonio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-08-2002
Messaggi: 128
LEGGE 19 Febbraio 2004, n. 40

Ricordo il nome della legge:
Norme in materia di procreazione medicalmente assistita.

E indico un sito 8"di parte avversa") in cui è possibile leggerla:
http://www.comitatoscienzaevita.it/lalegge.php

Ricordo le prime frasi relative alle finalità:

Al fine di favorire la soluzione dei problemi riproduttivi
derivanti dalla sterilita' o dalla infertilita' umana...


Ambito molto specifico di "necessità" e ristretto (come da me già citato altrove)

Bye
FalcoAntonio is offline  
Vecchio 30-05-2005, 22.24.21   #13
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
Messaggio originale inviato da FalcoAntonio
Non ho altro da aggiungere, se non la constatazione delle differenze di opinione profonde e radicali, tanto che mi pare inutile ribadire e continuare ad argomentare (almeno con te): non sto qui per convincere qualcuno.

Un saluto

non so, falcoantonio, se davvero ci siano queste profonde divergenze d'opinione: se ti riferisci all'"omicidio", lì è stata più che altro una provocazione, e infatti se hai letto i precedenti post puoi constatarlo. inoltre non ho un'opinione cristalizzata, solitamente.
r.rubin is offline  
Vecchio 30-05-2005, 22.30.01   #14
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Re: attenti a non essere capziosi o intelletualmente disonesti...

Citazione:
Messaggio originale inviato da FalcoAntonio
Anche se si vietasse in Italia (sede del Vaticano) qualsiasi tipo di "manipolazione" embrionale, ciò non fermerebbe il mondo...

questo è il fatto più realistico, al di là di tutto.



Citazione:
Le proibizioni dogmatiche e irrazionali sono destinate a generare solamente ingiustizia, avversione, ostilità e "capitolazione finale".

beh, guarda, davvero è meglio che io e te non ci parliamo perchè siamo su linee veramente divergenti.
se leggi, senza fette di prosciutto sugli occhi, i miei discorsi di prima, non troverai dogmi e irrazionalità.


Citazione:
Rimaniamo strettamente coerenti al tema della procreazione terapeutica, separandolo dalle degenerazioni reali e potenziali, ma anche da quelle strumentali.
Saluti

ma senti un attimo: ma tu conosci vagamente il principio elementare dell'immaginare le conseguenze future delle proprie azioni?
strumetali poi??? ma guardati tu và, distorgi quello che dico tanto che sembra che hai letto un'altro sito!

saluti e a mai più.
r.rubin is offline  
Vecchio 30-05-2005, 23.16.40   #15
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Re: Re: sulla fecondazione assistita e le problematiche connesse (per un confronto razionale)

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Il dubbio è questo: - metti che io veda, come tè, nell’embrione fecondato, un qualche cosa di diverso e di più significativo, di un semplice inizio di vita, proprio perché ne vedo e ne penso il potenziale. Devo comunque essere cosciente che stò guardando, non il dato oggettivo, ma una mia proiezione. Cioè quel seme fecondato che diventerà foresta è nella mia visione non nella realtà, perché nella realtà c’è solo un seme fecondato, cioè qualche cosa di più simile ad un fagiolo che ad un essere umano compito.

alle altre domande rispondo un altro giorno.

l'embrione è un "grumo di cellule".
ma questo è solo parte del dato oggettivo.
il dato oggettivo è più ampio, e comprende anche il codice genetico che è, realmente, oggettivamente, in quel grumo di cellule, codice che è potenzialità reale di sviluppo (o no?).
il scorgere la potenzialità dell'embrione, è un dato oggettivo, scientifico, come depone l'attualità reale del suo codice genetico, l'attualità reale del suo potenziale, non certo una "proiezione", una fantasia irrealistica.
semmai probabilistica, questo sì.

un muratore sta con la cazzuola in mano e un grumo di mattoni davanti: ne ho visti molti in questa situazione, la previsione è che, poco a poco, alzerà quel muro, quella casa.
la previsione è data nel presente dei dati della percezione attuale e in base alle conoscenze pregresse.

ovviamente, potrà essere che per la fatica il muratore non riesca a costruirsi la casa, probabilità 50%.
potrà essere anche il contrario però, probabilità 50%.
fatto sta che se io prelevo il muratore e lo chiudo in un freezer, di sicuro non costruirà la sua casa, probabilità 100%.

in questo modo, chiudendo nel freezer il muratore, io decreto l'impossibilità della casa, che finchè il muratore stava nella sua situazione naturale, era una possibilità 50%.
rendo impossibile il possibile.

questo è decidere il futuro della casa 100%.

(non so, è illogico?
a me sembra di una logica lampante, però ammetto i miei limiti intellettivi, posso sbagliare.
desiderei in questo caso la dimostrazione dell'errore)
r.rubin is offline  
Vecchio 31-05-2005, 09.36.03   #16
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
lo taglio giù a fette anche per falcoantonio, che fatica a distinguere i dogmi dalla logica.

riferimento:
r.rubin:
--------------------------------------------------------------------------------
[u]di uccidere: embrioni,[u] e strettamente collegato a questi, feti. ]
--------------------------------------------------------------------------------

falcoantonio:
Ovviamente, la tua affermazione (uccidere embrioni) ha radici dogmatiche e, o assolutistiche.

-------------------------------

ovviamente falcoantonio, tu dai del dogmatico a chi non la pensa come te... altrimenti avanti, provati a confutare questa semplcie lineare logica tesi, se riesci sono felice di cambiare idea, se non ci tenti probabilmente..

specifico prima, visto che poi ci si arrovela sulle parole, che "omicidio" è concettualmente sbagliato, si può assassinare, per definizione solo una persona.



e l'embrione non è una persona.
ma nemmeno un grumo di cellule.
per la scienza è un "grumo", e dicendo così afferma che è "nessuno", e -non si può fare del male a nessuno-

la confutazione è immediata e logica.
non è "nessuno", ma un "potenzialmente qualcuno", cosa ben diversa, così come (se il passaggio analogico non è troppo ostico) è diverso un cadavere da una persona addormentata: apparentemente si assomigliano, ma la differenza sta nella potenzialità che ha uno di svegliarsi, e l'altro non l'ha.

dire che non si fa niente ad un'embrione quando gli si fa qualcosa, perchè sarebbe far qualcosa a nessuno, quindi, è un'idiozia: gli si impedisce di svegliarsi.

avanti, attendo confutazioni, non sono altro che felice di cambiare idea se mi si spiega diversamente.
r.rubin is offline  
Vecchio 31-05-2005, 09.41.03   #17
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
Messaggio originale inviato da Jack Sparrow
il mio metro di giudizio è uno solo: più felicità per il maggior numero possibile di persone!! (e dunque meno sofferenza)

è vero che l'embrione è una potenziale vita (a differenza di un singolo gamete), ma è anche vero che la cura della sofferenza di milioni di persone vale il sacrificio di una potenziale vita!

non si uccide nessuno!

non si uccide nessuno, concordo, ma si impedisce a qualcuno di nascere, che è copsa diversa dal "non far niente a nessuno".

la tua opinione non mi dispiace, ma la logica sottostante sì.

significa, infatti, sacrificare delle possibili vite per far vivere meglio quelle esistenti.
per la stessa logica però, potrei legittimare lo sfruttamento incondizionato delle risorse della terra a favore dei viventi-ora, ipotecando la possibilità dei posteri di vivere.

lo so, sembra astruso, ma il concetto è lo stesso.
r.rubin is offline  
Vecchio 31-05-2005, 09.51.01   #18
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Re: Re: sulla fecondazione assistita e le problematiche connesse (per un confronto razionale)

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
(Il dilemma sulla legittimità di scegliere per altri).

Genericamente parlando, nelle scelte di bene e male che riguardano i singoli individui, (come aborto, eutanasia etc…) la mostruosità, più che nella scelta fatta, che può essere sbagliata, mi sembra generata dall’imposizione dall’esterno. Prendi l’eutanasia e pensa ad un “terzo” esterno che si arroga il diritto di costringere un malato terminale di cancro alle ossa, a vivere, senza nessun rispetto per la sua volontà, per il suo sentire, per il suo dolore, per la sua libertà e per le sue scelte.

allora, se il ragionamento precedente è chiaro: l'embrione non è "nessuno" ma un "potenzialmente qualcuno", quindi, gettandolo nel cesso è scorretto dire che "non si fa niente a nessunO" ma invece si "fa qualcosa a un potenzialmenete qualcuno", ossia gli si impedisce di sviluppare le sue possibilità.

ne consegue che la libertà di scelta di cui parli non rientra affatto nelle libertà -personali-, pregiudicando l'esistenza di altre persone.

non rientra nemmeno nelle libertà individuali la diagnosi preimpianto e l'aborto terapeutico: anche per un altro motivo oltre il precedente: difatti, le conseguenze di queste scelte sono di portata sociale, e non individuale: un'esempio dovrebbe bastare a metterlo in chairo.. eliminando ogni persona malformata, con handicap, il mondo futuro potrebbe essere privo di queste persone, con cui io quotidianamente mi intrattengo sulla via

l'eutanasia per me non c'entra.
la suprema libertà dell'essere umano, che è libertà di vivere la sua vita, comprende la possibilità di togliersela: ora, qualunque persona libera può saltare giù dal decimo piano, se una persona è immobilizzata magari in un letto d'ospedale e non può farlo, bisogna accordargli questa possibilità.
r.rubin is offline  
Vecchio 31-05-2005, 10.09.18   #19
FalcoAntonio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-08-2002
Messaggi: 128
Non ti arrabbiare !

Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin
questo è il fatto più realistico, al di là di tutto.


beh, guarda, davvero è meglio che io e te non ci parliamo perchè siamo su linee veramente divergenti.
se leggi, senza fette di prosciutto sugli occhi, i miei discorsi di prima, non troverai dogmi e irrazionalità.

https://www.riflessioni.it/forum/show...pagen umber=2

Rif
27-05-2005 09:59 Tu affermi:

(…)
beh, se è così, vedo una bella contraddizione.

tua e di tutti i fautori della deregolamentazione del "privato", in nome del -rispetto per gli altri-, che comprenderebbe la libertà di uccidere: embrioni, e strettamente collegato a questi, feti.
(…)


L'affermazione "uccidere gli embrioni" mi pare sia la prova che a contraddirsi sei proprio tu.

E' una (rispettabile) concezione dogmatica, poiché può essere ucciso solo un essere nato, un individuo formato, secondo una visione non dogmatica ugualmente rispettabile.

Citazione:
ma senti un attimo: ma tu conosci vagamente il principio elementare dell'immaginare le conseguenze future delle proprie azioni?
strumetali poi??? ma guardati tu và, distorgi quello che dico tanto che sembra che hai letto un'altro sito!

saluti e a mai più. [/b]

Concordo sul principio della cautela, ma qui si parla (ripeto) di procreazione medicalmente assistita per coppie sterili; qui si intende "produrre" embrioni per far nascere nuovi individui, non per giocarci sopra...

Non è il caso di prendersela più di tanto, comunque.
Ti saluto.

Ultima modifica di FalcoAntonio : 31-05-2005 alle ore 10.21.25.
FalcoAntonio is offline  
Vecchio 31-05-2005, 10.54.27   #20
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Re: Non ti arrabbiare !

Citazione:
Messaggio originale inviato da FalcoAntonio

L'affermazione "uccidere gli embrioni" mi pare sia la prova che a contraddirsi sei proprio tu.

E' una (rispettabile) concezione dogmatica, poiché può essere ucciso solo un essere nato, un individuo formato, secondo una visione non dogmatica ugualmente rispettabile.

scusa, vuoi tentare di leggere il post, quattro post sopra, potrai notare quanto dogma c'è nella mia argomentazioen.


Ultima modifica di r.rubin : 31-05-2005 alle ore 10.57.14.
r.rubin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it