Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 06-04-2002, 14.05.33   #1
bataki
Ospite abituale
 
L'avatar di bataki
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 53
Lightbulb La verità è...

Ho notato che in questo forum la parola piu' ricorrente è quella che molti disconoscono, che altri ritengono inutile o contradditoria in se, la cui ricerca puo' divenire fonte di autodivinazione o,per contro, di autocommiserazione: la verità, ma cos'è (o almeno cosa non è!) questa sconosciuta?
E' forse ricerca di un nocciolo duro in cui l'essere consiste o forse contemplazione di una realtà che si presenta già come è o,ancora, produzione di senso su un essere di per sè inconsistente o, da ultimo, Rivelazione di senso?
E,poi, che valore ha per voi conoscere la "verità"? Morale, di mero gioco intellettuale fine a se stesso, di salvazione,di realizzazione personale o di emancipazione?

vediamo cosa ne esce fuori...

bataki is offline  
Vecchio 06-04-2002, 14.20.08   #2
angelo
Ospite
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 7
..cos'è la Verità?

nessuno, credo, può evitare di chiedersi cosa sia la verità.
ognuno dà la sua risposta da cui, poi, deriverà il suo modo di essere, di agire, di rapportarsi a sè e agli altri, di concepire la realtà, di immaginare la società e le sue interrelazioni.
Grosso modo (senza la presunzione di essere completo) credo che siano tre le risposte possibili:
c'è una verità;
non c'è alcuna verità;
ci son tante verità;
io credo che ci sia una Verità, che è Cristo che è Via, Verità e Vita.
Rispetto e mi inchino ad ogni altra ed anche opposta soluzione, conoscendo quanta sofferenza e quanta riflessione mi ci è voluta per giungere alla mia risposta (fatica perchè la mia ragione si convincesse che c'è Altro che la supera e la comprende e che non può essere lei a spiegare tutto perchè non è stata lei a precedere la realtà)
angelo is offline  
Vecchio 06-04-2002, 14.22.54   #3
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
La verità è ciò che è davvero, per me verità e realtà sono concetti quasi coincidenti.
Cerco la verità per poter agire in mabniera significativa, perchè se vedo le cose come stanno davvero poi la possibilità di sbagliare diminuisce, in ogni campo: spirituale e materiale.
Non so quanto un uomo possa arrivare a comprendere la VERITA', che di per sè penso che non sia è buona nè cattiva, nè bene nè male, solo è. L'uomo invece ha desideri, ed in essi è ostacolato o avvantaggiato dalla realtà che lo circonda, per cui penso che non ne avrà una visione obiettiva: a questo proposito c'è chi dice che bisogna abbandonare i propri desideri pe conoscere la verità, e forse ha ragione, ma come ho detto io voglio conoscerla per poter meglio assecondarli, i miei desideri, e quindi il gioco per ME non vale la candela.
Io tendo quanto più mi riesce alla ricerca della verità per raggiungere degli obiettivi, e nel frattempo magari trovo nuovi scopi, scopro che i vecchi non valevano granchè etc.
Non mi va di sprecare la vita, e conoscere la realtà può aiutare.
784 is offline  
Vecchio 06-04-2002, 15.24.36   #4
Morfeo
 
Messaggi: n/a
Morfeo Pensiero (23,12)

"Maestro cos'è la verità? " Gli fu chiesto

Ed Egli rispose loro : "Ancora con 'sta Verità? Ma c'avete problemi seri voi eh? Vabbeh, ve lo dico...

La verità presuppone che ci sia anche il suo opposto la <non-verità>

E se c'è una verità ed una non-verità allora ci sarà anche chi è d'accordo con una e chi è d'accordo con l'altra...

Ergo per stabilire quale delle due parti ha ragione c'è bisogno di un giudice...

Ma visto che giudici in natura non ne esistono, consegue che non c'è né verità né non-verità...

Tutto scorre e fesso chi non se ne accorge...

Contenti adesso?"

Loro si guardarono l'uno l'altro con aria interrogativa ( così cioé ?!?! ) e se ne andarono via ancora più perplessi di prima...

Ma così è.
 
Vecchio 06-04-2002, 16.08.53   #5
bataki
Ospite abituale
 
L'avatar di bataki
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 53
Fides VS principium non contradictionis

Curioso... cercare una Verità in Natura?? E magari cercarci pure i quadrangoli e le ipotenuse, oppure un fiume che scorre impetuoso o un fuoco inestinguibile ...


Non sei forse tu che scorri prima del fiume e del fuoco? Non sei forse tu piu' vecchio di dio?

Questo il credente (colui che vuole l'esistenza di Dio e qiundi lo pone colla forza) lo sa molto bene...poi c'è chi dice di non credere eppure quanta fiducia è nelle sue parole!
bataki is offline  
Vecchio 07-04-2002, 11.00.21   #6
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
per Angelo

Caro Angelo, spiegheresti a una non cattolica cosa significa sapere che Gesù è la verità?
Grazie
Willow is offline  
Vecchio 07-04-2002, 11.59.08   #7
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Io sono d'accordo con Angelo: la verità penso che sia una sola.
Non penso però che debba necessariamente dipendere da Dio o simili.
Io ne ho una visione, ciascuno poi un'altra, ma tutti guardiamo alla stessa cosa anche se la vediamo in modi diversi.
784 is offline  
Vecchio 07-04-2002, 17.07.07   #8
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
La Verità credo sia come un fiore che sboccia sotto i nostri occhi e noi non riusciamo a vederlo. La rincorriamo continuamente ma mai potrà essere nostra. Anche se Gesù fosse entrato nella Verità, questa apparterrebbe a Lui e non a noi. Lui non può farcene dono, dobbiamo essere noi a rincorrerla seguendo, comprendendo le Sue Parole.
Noi siamo come passeri che non possono certo ingoiare una pagnotta di pane, ma possono solo becchettarne le briciole.
Eppure briciola dopo briciola noi ci nutriamo di essa.
Verità e Realtà (quella di questo mondo) non so se sono la stessa cosa. Perché neppure la Realtà noi possiamo comprendere completamente.
Ciao
Mary is offline  
Vecchio 07-04-2002, 19.08.51   #9
Claudio
Ciò che è, è!
 
L'avatar di Claudio
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 202
veritàrealtà

Noi stessi siamo dentro una realtà che non possiamo comprendere proprio perché ci siamo dentro.
Almeno intellettualmente non è comprensibile, possiamo solo viverla così come ci si presenta.

La nostra comparsa in questa realtà ci sembra una cosa strana? Eppure è il normale svolgersi della verità. Non essendo come gli animali che non si fanno di questi problemi esistenziali e vivono per sopravvivere, noi abbiamo il tempo di lambiccarci il cervello, ma per arrivare dove?
Forse proprio al... non farsi problemi e vivere in pace con il Tutto.

Quello che disturba più di ogni altra cosa, ma al quale siamo legati di più è proprio l'"IO", quella bestia che ci fa credere di essere separati dalla realtà.

La realtà e la verità non sono formulabili dalle parole o da una filosofia.
La Verità non la trovi in nessuna chiesa o religione.
La vita, il respiro, il battito del cuore, non si attivano perché uno ci ha ragionato su, ma solo per un principio insondabile di cui l'intero Universo è costituito.
Verità/realtà.

"La realtà non è né soggettiva né oggettiva, non è né mente né materia, né spazio né tempo. Queste divisioni hanno bisogno di qualcuno, di un centro cosciente separato in cui svilupparsi. Ma la realtà è tutto e niente, comprende tutto ed esclude tutto, è la pienezza e la vacuità, è consistenza assoluta e paradosso assoluto. Non puoi parlarne, puoi solo perderti in essa."

"La gente impara qualsiasi cosa le venga insegnata. Ma nessuno bada a che cos'era prima di imparare qualcosa. Tutto quello che dimenticate non può essere eterno; non può essere la verità. E' questa la ragione per cui non potete dimenticare la vostra vera natura e quindi non potete ricordarvela. Qualunque cosa dimentichiate, non è la verità."
Sri Nisargadatta Maharaj

Nell'allegato: la verità viene da dentro, come la bellezza. Non c'è verità senza bellezza.
Immagini allegate
Tipo file: jpg grassa con fiori32.jpg (31.7 KB, 70 visite)
Claudio is offline  
Vecchio 07-04-2002, 19.58.52   #10
bataki
Ospite abituale
 
L'avatar di bataki
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 53
Tu puoi considerare il binomio realtà\verità o come inscindibilmente legato, senza alcuno scarto trai due termini oppure all'interno della dinamica oggetto\soggetto conoscente.
Nel primo caso dirai che INTUISCI la realtà che si presenta cosi' com'è ed è quindi verità. Ma per poter giustificare l'intuizione devi ricorrere o alle idee platoniche oppure ad un ente sussumente universale (dio o Natura) con cui legittimi la consistenza (che puo' essere finita, infinita o entrambe, importa soltanto la legittimazione).
Nel secondo caso,invece, se mantieni dio come principio logico avrai la convinzione che la verità è verosimiglianza (come per Mary), ovvero una retta che si prolunga all'infinito verso la verità in sè senza pero' mai raggiungerla (altrimenti incorreresti nel paradosso dell'ente finito dotato di coscienza infinita) . Se invece togli come principio logico dio sarai tu a produrre incessantemente verità su un essere del tutto privo di fondamenti o statuti. La verità diviene un "volere la verità", una fede, un credere del tutto indipendenti che sussistono solo secondo il loro grado di sollievo arrecato alla primigenia condizione umana dell' esser-gettato. E sollivo è ricerca di fondamenta che pero' non possono piu' essere assolute e arroccate sulla matafisica ma immanenti e coincidenti con la Storia individuale, con la Memoria. Ben venga da questo punto di vista la fede in Cristo (parlo per me!), una fede che pero' deve essere cosi' efficace e prepotente da poter fare a meno della teologia e fondarsi unicamente sull'individuo che ne è garante ricomponendo cosi' l'antica frattura ontologica tra uomo e Dio (evidentissima nel discorso di Mary). Insomma è possibile raggiungere il fideismo attraverso il nichilismo? Io non solo do risposta affermativa, ma credo sia anche l'unica via percorribile.
bataki is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it