Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 11-12-2005, 22.12.09   #1
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Lightbulb l'eterno attimo...l'attimo eterno

se dell'attimo abbiamo la cognizione del tempo..... com'è che salta fuori che un'attimo dura per l'eternità?
L'eterno non è concepibile, umanamente, considerandolo non tangibile.
tammy is offline  
Vecchio 11-12-2005, 22.23.52   #2
autunno1
è qui
 
Data registrazione: 23-10-2005
Messaggi: 0
Ciao, Tammy,
secondo il mio modesto parere l'attimo eterno non esiste, come giustamente hai detto tu, che l'eteno non è concepibile. Di conseguenza, non è concepibile nemmeno l'attimo eterno.

Però l'attimo eterno, l'ho possiamo "creare" noi, ovvero ci sono attimi che ( ci sembra ) durano di più, altri meno.
Ma forse, sono già OT?
autunno1 is offline  
Vecchio 12-12-2005, 20.29.41   #3
urano22
Ospite
 
Data registrazione: 05-11-2005
Messaggi: 13
Re: l'eterno attimo...l'attimo eterno

Citazione:
Messaggio originale inviato da tammy
se dell'attimo abbiamo la cognizione del tempo..... com'è che salta fuori che un'attimo dura per l'eternità?
L'eterno non è concepibile, umanamente, considerandolo non tangibile.

Non è che l'attimo diviene eterno proprio perché lo possiamo "contare"? Ho scritto in altro post (stando al fatto che in natura "nulla si distrugge" - compreso l'attimo -) che "forse" c'eramo all'attimo iniziale e ci saremo (se ci sarà) anche a quello finale; il "restante" costituisce il riempitivo per colmare l'eterna domanda:"ma Dio chi l'ha creato", o meglio Dio si starà domandando da quale attimo scaturisce?
urano22 is offline  
Vecchio 12-12-2005, 21.13.27   #4
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Re: Re: l'eterno attimo...l'attimo eterno

Citazione:
Messaggio originale inviato da urano22
Non è che l'attimo diviene eterno proprio perché lo possiamo "contare"?
Nel senso che: dù palle a stare nel "qui ed ora"?


P.S. Autunno1 (nick "caldo")
non sei O.T. "l'attimo" è probabile che lo misuriamo proprio nel momento del piacere e/o dispiacere, quindi:

è l'attimo eterno legato al benessere o malessere del momento?
e quanto è "eterno" quel preciso momento?



Ultima modifica di tammy : 12-12-2005 alle ore 21.14.36.
tammy is offline  
Vecchio 12-12-2005, 21.34.36   #5
autunno1
è qui
 
Data registrazione: 23-10-2005
Messaggi: 0
Ho sempre "catalogato" gli attimi in: chiusi, socchiusi ed aperti.
(son particolare io ) (comunque mi riferisco alla poesia)

L'attimo eterno del benessere "dura" di più, invece quello del malessere si ricorda di più, perchè è più voilento.
Probabilmente, noi siamo capaci a prolungare la durata del attimo "eterno", grazie al ricordo dello stesso. Non so se è chiaro quello che ho scritto, ma vorrei sperare di si

autunno1 is offline  
Vecchio 13-12-2005, 10.10.29   #6
klara
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-06-2005
Messaggi: 455
Citazione:
Messaggio originale inviato da autunno1
.......
L'attimo eterno del benessere "dura" di più, invece quello del malessere si ricorda di più, perchè è più voilento.
..........

...come,come?...fortunello...a me sembra l'esatto opposto...attimi dolorosi durano di piu',sembrano non finire mai,al momento...quelli felici,puff...durano meno...rimane una felice nostalgia di essi...facciamo cambio?

,klara
klara is offline  
Vecchio 13-12-2005, 10.27.12   #7
autunno1
è qui
 
Data registrazione: 23-10-2005
Messaggi: 0
Ciao, Klara,

L'attimo doloroso "dura" sempre un attimo, né più né meno, ma si ricorda per sempre, per tutta la vita, l'uomo (in generale) è più portato a trattenere nella memoria l'attimi più tristi.

Gli attimi di benessere sono rarissimi (per me ) ed io li faccio "durare" di più perché sono consapevole (ahimè) che possono anche non farmi più visita.


autunno1 is offline  
Vecchio 13-12-2005, 18.13.11   #8
urano22
Ospite
 
Data registrazione: 05-11-2005
Messaggi: 13
Re: Re: Re: l'eterno attimo...l'attimo eterno

Citazione:
Messaggio originale inviato da tammy
Nel senso che: dù palle a stare nel "qui ed ora"?


P.S. Autunno1 (nick "caldo")
non sei O.T. "l'attimo" è probabile che lo misuriamo proprio nel momento del piacere e/o dispiacere, quindi:

è l'attimo eterno legato al benessere o malessere del momento?
e quanto è "eterno" quel preciso momento?



Se puoi mi spieghi meglio?

Per quanto mi concerne, intendevo dire che l'attimo può essere l'insieme di un "qualcosa" che ci appartiene solo se stabiliamo la scaturigine, altrimenti potrebbe restare una conseguenza vissuta malgrado il benessere o il malessere che sono e restano misure il cui calibro potrebbe essere identico a quello di un cane (qualche passo indietro sulla via dell'evoluzione rispetto agli umani) che ci scodinzola perché vuole far sapere che è riconoscente, e ci è riconoscente perché tentiamo di interpretare le sue esigenze, quindi ci ama di più, e per riflesso ci costringe ad innamorarci dell'amore che riusciamo a dargli. oppure ci far star male se non possiamo portarlo a fare pipì al tempo (attimo) che gli spetta poiché da noi comunque imposto.
Se giri il rapporto (verso l'alto) può darsi che ti ritrovi dinanzi ad una risposta o ad un'altra domanda.

Ultima modifica di urano22 : 13-12-2005 alle ore 18.16.23.
urano22 is offline  
Vecchio 13-12-2005, 22.20.03   #9
pierfraxxxx
Ospite
 
Data registrazione: 05-03-2004
Messaggi: 38
io ho vissuto attimi eterni vedendo il tempo come l'incertezza del tutto, e mi concedevo solo a loro come fossero pianeti nello spazio profondo distanti anni luce uno dall'altro..

Poesie uniche nelle quali il cuore batteva a mille e vivevo passato presente e futuro in un unico istante vedendo questa bellissima bolla di sapone sospesa nello spazio cosmico, viverla senza affogare nei ricordi..

Poi ho capito che le certezze esistono e sono solo stato uno fortunato... non mi sono preso l'AIDS
pierfraxxxx is offline  
Vecchio 14-12-2005, 23.48.56   #10
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Re: Re: Re: Re: l'eterno attimo...l'attimo eterno

Citazione:
Messaggio originale inviato da urano22
Se puoi mi spieghi meglio?

Per quanto mi concerne, intendevo dire che l'attimo può essere l'insieme di un "qualcosa" che ci appartiene solo se stabiliamo la scaturigine, altrimenti potrebbe restare una conseguenza vissuta malgrado il benessere o il malessere che sono e restano misure il cui calibro potrebbe essere identico a quello di un cane (qualche passo indietro sulla via dell'evoluzione rispetto agli umani) che ci scodinzola perché vuole far sapere che è riconoscente, e ci è riconoscente perché tentiamo di interpretare le sue esigenze, quindi ci ama di più, e per riflesso ci costringe ad innamorarci dell'amore che riusciamo a dargli. oppure ci far star male se non possiamo portarlo a fare pipì al tempo (attimo) che gli spetta poiché da noi comunque imposto.
Se giri il rapporto (verso l'alto) può darsi che ti ritrovi dinanzi ad una risposta o ad un'altra domanda.

nò non posso
non sono in grado di fornire spiegazioni sull'attimo eterno. Sono io, me medesima, che si e vi poneva la domanda e leggendo una parte, a me comprensibile, del tuo precedente post:
Citazione:
Non è che l'attimo diviene eterno proprio perché lo possiamo "contare"?

e la parola "contare" l'ho compresa proprio nel suo significato di quantificare un qualcosa che definiamo tempo, quindi, l'eterno è quantificabile nel tempo? io non penso non avendo l'eterno una dimostrabilità pratica.
Per questo m'è venuta la battutina "nel senso che dù palle stare qui"? per fare un esempio, cioè diventa eterno un' infinità di attimi definiti noiosi o belli a seconda delle circostanze che noi viviamo e, per quel che capisco del tuo ultimo post, quantifichi l'eterno proprio come una serie di attimi concatenati tra loro (più o meno, credo), ma per me, l'attimo, è quantificato in una frazione di secondo, un istante, ma l'eterno mi pare non sia proprio possibile "contarlo". Non sò quanto possa essere stata chiara, non sò nemmeno io cosa, effettivamente, voglio raggiungere con questo maldestro trhead, m'è venuto così... sentendo spesso affermazioni tipo: "è stato un attimo eterno" "ho vissuto un attimo eterno" ecc.ecc.
da cui tutto stò mal di testa
tammy is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it