Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 03-03-2006, 11.59.59   #31
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Grazie Dunadan, ti sei espresso in modo chiaro

Se la domanda è "qual'è la causa prima?" allora forse la domanda -- anche se molto problematica -- ha un senso (e quindi una risposta). ma se vai a cercare un generico 'perchè' senza specificare che tipo di perchè vai cercando allora sono ancora nella condizione di non conoscere la domanda che tu mi vuoi proporre.

devi darmi atto che 'il motivo di qualcosa' (o il suo perchè) ha molti sensi, quindi ti chiederei di chiarimi cosa vuoi chiedermi.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 03-03-2006, 14.14.01   #32
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
Grazie Dunadan, ti sei espresso in modo chiaro

Se la domanda è "qual'è la causa prima?" allora forse la domanda -- anche se molto problematica -- ha un senso (e quindi una risposta).
Certamente, alla fin fine, salendo nella scala delle cose che esistono... arriviamo fino alla "causa prima".
Uomo->SpecieUmana->Natura->Mondo->Universo->"Dio"(o "causa prima".

Quindi, in fondo, le mie domande sul senso delle cose, ci porta su su fino alla causa prima...

Citazione:
ma se vai a cercare un generico 'perchè' senza specificare che tipo di perchè vai cercando allora sono ancora nella condizione di non conoscere la domanda che tu mi vuoi proporre.
devi darmi atto che 'il motivo di qualcosa' (o il suo perchè) ha molti sensi, quindi ti chiederei di chiarimi cosa vuoi chiedermi.
Possiamo porre la domanda "quale è la causa prima", ma a mio parere possiamo anche porre direttamente la domanda "quale motivo ha l'esistenza?", che a me non sembra generica.

Non sto parlando del ruolo che il singolo soggetto/oggetto assolve nei confronti di cosa ha intorno, sto parlando invece del motivo per cui il mondo materiale esiste.

Allora, riformulo: "indago sul motivo per cui esiste il mondo materiale, quindi sul possibile ruolo che l'esistenza di tutto questo <<materiale in movimento>> deve assolvere".
Questa credo che sia una domanda precisa.
Nel caso che non vi sia nessun "Ruolo", bene, allora mi concentrerei sul motivo per cui esiste tutto questo "materiale in movimento" che non ha nessun ruolo(obiettivo).
Poi si può anche indagare sulla possibile esistenza di un mondo immateriale...ma per ora pensiamo a quello materiale !


Certamente... la domanda diretta sulla Causa prima risponderebbe anche alle mie domande.
Però la mia non è una generica domanda sull'esistenza o meno di Dio, è una domanda sul perchè c'è il "materiale in movimento" e sul ruolo che un possibile Dio ha dato alla "materia in movimento" che ha creato.

Per farmi intendere... hai presente l'idea che il mondo sia come un orologio e Dio un orologiaio? Ecco, io mi chiedo a cosa serve l'orologio.
A sapere l'ora?

Sei ancora dubbioso? Mi interessa la tua opinione.

Ultima modifica di Dunadan : 03-03-2006 alle ore 14.18.03.
Dunadan is offline  
Vecchio 05-03-2006, 12.20.56   #33
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Per me il senso della vita è:
conoscere me stesso
conoscere gli altri
conoscere la realtà che mi circonda,
attraverso un processo continuo di evoluzione,
allo scopo di arrivare in fondo a conoscere Dio.
Come ci arrivo? Vivendo a pieno le esperienze che la vita mi mette davanti tramite le emozioni e cercando di capire con la mente il significato delle varie esperienze. Insomma usando il cuore e la mente…questo processo porta alla crescita interiore = purificazione dei pensieri, e alla crescita esteriore = purificazione delle parole ed azioni. Il risultato è: SEMPRE MAGGIORE CONSAPEVOLEZZA, VERITA’, ENERGIA, POTERE (autentico), AMORE, GIOA, ARMONIA, ECC.

Gianfry
Gianfry is offline  
Vecchio 05-03-2006, 12.37.32   #34
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Che noia, tutti questi vostri sensi della vita totalmente arbitrari...

Ma andate nel forum di psicologia !
Dunadan is offline  
Vecchio 05-03-2006, 14.37.02   #35
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Non sto parlando del ruolo che il singolo soggetto/oggetto assolve nei confronti di cosa ha intorno, sto parlando invece del motivo per cui il mondo materiale esiste.

Allora, riformulo: "indago sul motivo per cui esiste il mondo materiale, quindi sul possibile ruolo che l'esistenza di tutto questo <<materiale in movimento>> deve assolvere".
Questa credo che sia una domanda precisa.
Nel caso che non vi sia nessun "Ruolo", bene, allora mi concentrerei sul motivo per cui esiste tutto questo "materiale in movimento" che non ha nessun ruolo(obiettivo).
Poi si può anche indagare sulla possibile esistenza di un mondo immateriale...ma per ora pensiamo a quello materiale !

[...]
Per farmi intendere... hai presente l'idea che il mondo sia come un orologio e Dio un orologiaio? Ecco, io mi chiedo a cosa serve l'orologio.
A sapere l'ora?

Sei ancora dubbioso? Mi interessa la tua opinione.

ora capisco meglio la tua idea, grazie solitamente la domanda "Qual è il senso della vita" va intesa come "qual è il mio ruolo nell'universo, e quello delle altre persone? che progetto c'è per noi?".

tu, invece, interpreti tale domanda come "perchè esiste questo universo?". a questa domanda, per la quale c'è un topic apposito, la risposta che diedi è:

Citazione:
epicurus:
quando noi vogliamo capire il perchè di qualcosa, ciò può avere più sensi, comunque -- in generale -- voler sapere il perchè di qualcosa richiede la creazione di un modello esplicativo entro quale collocare quel qualcosa: cioè, collocare quel qualcosa in un quadro concettuale più generico. e allora forse è qui la soluzione: un quadro concettuale più generico di uno che preveda l'intero universo non può esistere, e per questo la domanda non ha risposta, quindi non è una domanda.

per chiarirmi meglio, prendiamo quanto dici sull'orologio: "hai presente l'idea che il mondo sia come un orologio e Dio un orologiaio? Ecco, io mi chiedo a cosa serve l'orologio.
A sapere l'ora?"


il perchè di un qualcosa (o il "a che serve") deve sempre essere limitato da qualcosa: quando io chiedo "a che serve quall'attrezzo?", io devo collocare la domanda in un contesto e fermarmi alla discorso sulle azioni e intenzioni umane. cioè risponderò "questro attrezzo serve (all'uomo) per fare delle buche". se io invece voglio estendere il perchè (o il "a che serve") all'infinito, senza possibilità di contestualizzarlo, allora la domanda perde il proprio senso. la domanda sulla funzionalità dell'attrezzo che mi hai indicato perde senso e io non posso che risponderti "non capisco".


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 05-03-2006, 17.04.10   #36
Jack Sparrow
Pirate of the Caribbean
 
L'avatar di Jack Sparrow
 
Data registrazione: 23-05-2005
Messaggi: 363
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Per farmi intendere... hai presente l'idea che il mondo sia come un orologio e Dio un orologiaio? Ecco, io mi chiedo a cosa serve l'orologio.
A sapere l'ora?
e chi dice che "debba servire a qualcosa"??

questo mi sembra un modo di ragionare cercando di adattare la logica umana all'universo...
potrebbe benissimo esistere senza motivo (che, se il rasoio di Ockham non mi inganna, mi pare anche la cosa più probabile)

saluti
Jack Sparrow is offline  
Vecchio 05-03-2006, 19.34.07   #37
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Re: ..qualè il "senso della vita"?...

Citazione:
Messaggio originale inviato da kant
....mi chiedo oggi....qualè il vero significato del "Senso della vita"?..ormai nominato da tutti come se fosse un vero e proprio slogan...ma in fondo ci aiuta a capire molto....????..........

Salve,
se è vero che si vive una volta sola e che non esiste nè reincarnazione nè vita eterna,allora la vita è totalmente priva di senso e sfido chiunque a dimostrarmi il contrario in modo razionale e senza slogan pubblicitari.

Kantai,il reincarnato, da attore -cantante argentino degli anni-20
kantaishi is offline  
Vecchio 06-03-2006, 08.34.15   #38
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Re: Re: ..qualè il "senso della vita"?...

Citazione:
Messaggio originale inviato da kantaishi

Salve,
se è vero che si vive una volta sola e che non esiste nè reincarnazione nè vita eterna,allora la vita è totalmente priva di senso e sfido chiunque a dimostrarmi il contrario in modo razionale e senza slogan pubblicitari.

Kantai,il reincarnato, da attore -cantante argentino degli anni-20

Non è vero.
E' sbagliato dire che non c'è un senso. E' corretto dire che quel senso potrebbe non andare bene a tutti.
Come affermavo in un post precedente la sola domanda di questo 3D è "ragion sufficiente" per dare un senso alla vita.

Uno dei sensi della mia vita potrebbe essere quello di ritornare nella terra, diventare cibo per larve e vermi in modo tale da entrare nel ciclo continuo ed eterno della vita. Come vedi un senso c'è. Quindi...anche se a qualcuno non potrebbe risultare di suo gradimento...un senso ci sta lo stesso.

Tocca a te ora dimostrarmi che sai ballare e cantare il tango argentino.
maxim is offline  
Vecchio 06-03-2006, 09.37.55   #39
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
ora capisco meglio la tua idea, grazie solitamente la domanda "Qual è il senso della vita" va intesa come "qual è il mio ruolo nell'universo, e quello delle altre persone? che progetto c'è per noi?".
tu, invece, interpreti tale domanda come "perchè esiste questo universo?".
Certo, è la mia concezione materialistica che mi spinge a pensare che io, come singolo soggetto, ho senso solo come pezzettino di una specie. Il materiale di cui sono fatto non ha un senso speciale, ha lo stesso valore di una pietra.

Citazione:
a questa domanda, per la quale c'è un topic apposito, la risposta che diedi è:
quando noi vogliamo capire il perchè di qualcosa, ciò può avere più sensi, comunque -- in generale -- voler sapere il perchè di qualcosa richiede la creazione di un modello esplicativo entro quale collocare quel qualcosa: cioè, collocare quel qualcosa in un quadro concettuale più generico. e allora forse è qui la soluzione: un quadro concettuale più generico di uno che preveda l'intero universo non può esistere, e per questo la domanda non ha risposta, quindi non è una domanda.
E' un ragionamento pretenzioso, che tu stesso non applichi ogni volta che parli, ad esempio, di Dio.
Tutta la filosofia si pone domande simili, poi un giorno arriva Epicurus e dice che per fare una domanda su qualcosa dobbiamo conoscere interamente quella cosa.
Ma ciò non ha senso, perchè la domanda nasce proprio dove ci sono dubbi, altrimenti non avremmo da porci nessuna domanda.

Allora, ti pare che io abbia descritto l'universo? Ti pare che io pretenda di dire "l'universo è fatto così", NO, io parto dal dubbio, nel dubbio mi accorgo di vivere in un ambiente, nel dubbio mi chiedo: "come sarà questo ambiente nella sua interezza?" Non lo so. Non so nemmeno dove sono i confini dell'ambiente. Di quell'ambiente so solo una piccola porzione.
Come seconda domanda mi pongo: "qualsiasi forma esso abbia, perchè esiste questo ambiente? "
Allora arriva uno di nome Epicurus che mi dice: "non ha senso la tua domanda, non puoi chiederti il perchè esiste un ambiente che non conosci nel suo insieme".

E' pretenzioso, ritenere che uno che veda un pezzo di fotografia strappato in 2, non possa chiedersi il perchè esiste quel pezzo di fotografia (che forse in passato era legato a un altro pezzo) solo perchè non ha mai visto la fotografia intera.

Io non conosco l'Universo, chiamo universo ciò che "presumo" essere esteso al di là di quello che vedo.
Vuoi dire che non possi farmi domande sull'estensione al di là di quello che vedo perchè non posso avere certezze che esista qualcosa al di là di quello che vedo?

Può darsi che non esista nulla al di là di quello che vedo, può darsi che esista ma è molto più diverso di quello che penso, ma la mia domanda "che senso ha l'esistenza del materiale/ambiente che vedo e che forse si estende in modi che non conosco" non potrai mai dire che non ha senso.

Ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 06-03-2006, 09.42.29   #40
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
Messaggio originale inviato da Jack Sparrow
e chi dice che "debba servire a qualcosa"??

questo mi sembra un modo di ragionare cercando di adattare la logica umana all'universo...
potrebbe benissimo esistere senza motivo (che, se il rasoio di Ockham non mi inganna, mi pare anche la cosa più probabile)

saluti

Emn, devo citare me stesso (nel mex che tu stesso hai quotato) o puoi andare te a rileggere il messaggio?

Ok, cito me stesso:
"Nel caso che non vi sia nessun "Ruolo", bene, allora mi concentrerei sul motivo per cui esiste tutto questo "materiale in movimento" che non ha nessun ruolo(obiettivo)."

Il bello, è che io stesso ho parlato del fatto che pretendere un motivo, può essere una pretesa del modo di ragionare umano...

Ultima modifica di Dunadan : 06-03-2006 alle ore 09.43.44.
Dunadan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it