Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 23-02-2006, 20.54.02   #1
cibelli
Ospite
 
Data registrazione: 12-02-2006
Messaggi: 23
mio paradosso sulla realtà

faccio la mia riflessione corretta o meno che sia.....

La realtà è fatta di sensi e tutto ciò che esiste dipende dai sensi,senza sensi ,non esiste la vita,l'essere è sensi.

Dunque l'oggetto,le case,gli uomini ,tutto è creazione dei sensi,ma se così fosse come faccio io a distinguere una casa da un cane, un oggetto dall'altro....
Allora mi chiedo deve esistere qualcosa di base che mi faccia creare questa differenza,ma "qualcosa" è essere e l'essere è fatto di sensi.....ma allora si ripete il ciclo perchè la distinzione tra gli oggetti come fa ad esistere se non esiste un "qualcosa " su cui i sensi creano la distinzione
cibelli is offline  
Vecchio 23-02-2006, 22.06.23   #2
spensierata-mente
Ospite abituale
 
L'avatar di spensierata-mente
 
Data registrazione: 30-01-2006
Messaggi: 43
eh si....

questi circoli viziosi....
chi vuol far quadrare i cerchi....
chi vuol far quadrare i conti...
chi vuol corregger i loop....
qualcuno accenda la luce!
spensierata-mente is offline  
Vecchio 23-02-2006, 23.05.15   #3
sarpina
luna e terra
 
L'avatar di sarpina
 
Data registrazione: 22-11-2003
Messaggi: 148


Ciò che scrivi mi fa pensare al buon vecchio Locke:l'intelletto non è una tabula rasa, ci sono sensazione e riflessione:l'intelletto raccoglie le sensazioni date dai sensi e le elabora attraverso il pensare, il dubitare ,il ragionare ,cioè le azioni compiute dall'intelletto sulla "materia" fornita dalle sensazioni.Anche Kant in seguito dirà qualcosa di simile:i fenomeni, cioè gli oggetti dell'esperienza, diventano la base della conoscenza perchè rielaborate dalle strutture dell'intelletto,la differenza è la famosa "rivoluzione copernicana" ,cioè il fatto che non sia il soggetto ad adattarsi all'oggetto ,ma sia l'oggetto che in qualche modo si adatta alle condizioni di pensabilità proprie del soggetto e comuni a tutti i soggetti.In questo modo si ottiene una conoscenza che è ancora basata sull'esperienza, cioè sui sensi, ma che può essere definita "intersoggettiva", cioè propria di tutto il genere umano, e quindi "universale" limitatamente al genere umano ,visto che il problema che si era posto a tutti i filosofi del tempo era come potesse essere universale e necessaria la conoscenza pur riferendosi all'esperienza soggettiva, cioè non universale.
La realtà non è sensi, quindi, per me.La realtà per noi uomini è la nostra conoscenza di essa attraverso sensi+strutture mentali,che ci permettono di fare la distinzione di cui tu parli. Ma cosa sia la realtà "vera assoluta"al di là della nostra percezione ,della nostra conoscenza di essa ,chi può saperlo?
sarpina is offline  
Vecchio 23-02-2006, 23.16.28   #4
Pensierostupendo
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 26-01-2006
Messaggi: 230
Ragazzi stiamo parlando dei 5 sensi?..Se si sono puliti?
Pensierostupendo..
Pensierostupendo is offline  
Vecchio 23-02-2006, 23.22.20   #5
Pensierostupendo
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 26-01-2006
Messaggi: 230
Intendevo dire purificati..nel senso della nostra individualitä corrotta da molti atteggiamenti..abitudini..scuo le di pensiero.
percezzioni dalla nostra nascita ad oggi..o meglio quello che ci hanno detto essere giusto o moralmente giusto...
E noi abbiamo accettato tutto passivamente?.. Oppure lo abbiamo accettato con un aproccio critico?
Pensierostupendo
Pensierostupendo is offline  
Vecchio 23-02-2006, 23.23.19   #6
sarpina
luna e terra
 
L'avatar di sarpina
 
Data registrazione: 22-11-2003
Messaggi: 148
eh?
sarpina is offline  
Vecchio 23-02-2006, 23.25.03   #7
Pensierostupendo
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 26-01-2006
Messaggi: 230
Sarpina ho detto qualcosa che non vä?
Pensierostupendo
Pensierostupendo is offline  
Vecchio 23-02-2006, 23.28.01   #8
sarpina
luna e terra
 
L'avatar di sarpina
 
Data registrazione: 22-11-2003
Messaggi: 148
ah ,scusa, mentre scrivevo hai chiarito...qui non si tratta di morale o scuole di pensiero...si tratta di qualcuno che si è chiesto questa cosa prima di noi e ha dato una risposta che mi sembra logicissima, perciò la condivido...continuiamo a parlare di lenti con cui si guarda la realtà...qui è la stessa identica cosa ,solo detta i modo più complicato...e solo che si parla delle lenti proprie di tutto il genere umano ,non di quelle del singolo ,ma non cambia nulla.
sarpina is offline  
Vecchio 23-02-2006, 23.37.57   #9
Pensierostupendo
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 26-01-2006
Messaggi: 230
Infatti.. ritornando al tema centrale del post..possiamo dire che esistono diversi tipi di realtä, ognuno di noi vive la propria realtä individuale..poi ce' quella collettiva..dire quale sia quella giusta e' molto difficile..considerando che nessuno ha la veritä in tasca.. perö un paragone esiste se considerassimo il grande libro..non scritto della natura..con le sue leggi le sue stagioni i suoi ritmi perfetti..
Se noi aplicassimo le leggi naturali per analogia..otterremo dei risultati.. Attenzione perö a non confondere le leggi naturali con il moderno ecologismo..che e' tuttaltra cosa.
Pensierostupendo
Pensierostupendo is offline  
Vecchio 24-02-2006, 11.14.40   #10
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
l'oggetto di ogni percezione si può ridurre a semplice differenza.

Se ci riflettete bene noterete che gli stessi sensi non sono altro che una differenziazione (o particolarizzazione, discretizzazione) ulteriore dello stesso concetto di differenza.
z4nz4r0 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it