Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 26-02-2006, 18.54.50   #1
Ateo
Non lo so...o forse si...
 
L'avatar di Ateo
 
Data registrazione: 19-02-2006
Messaggi: 46
Dubbi

- Perché ci sono le dimensioni? Voglio dire perché esistono, non quando sono nate ma perché ci sono? È forse una stupida domanda data dalla nostra fame di conoscenza, quindi priva di significato oppure è una domanda con possibilità di risposta o almeno sensata?

- Dove e come la materia diventa pensiero? È davvero possibile che tanti pallini uniti e disuniti creino il pensiero intelligente o centra qualcos’altro? Quanto gli animali si rendono conto?

- Abbiamo davvero bisogno tutti quanti di qualcuno da amare o è solo frutto della debolezza o della abitudine o della trappola genetica per perpetuare una specie? Quanto le emozioni possono contare? Perché tutte le forme di vita, anche le più elementari puntano solo alla sopravvivenza? È cisì importante vivere? Perché? L’inconsco ha qualche risposta (in generale)? Abbiamo raggiunto il massimo livello di evoluzione?

- Il mondo esterno ci influenza moltissimo, se riuscissimo a staccarci del tutto da ciò cosa cambierebbe?

- Nella vita possiamo avere qualche certezza oltre quella di esistere adesso e qui?

- Ricordo che non ho citato Dio, di solito al centro di dibattiti di questo genere, solo perché io non ci credo.

- Cosa succederebbe se avessimo tutte le risposta alle nostre domande?

- Esistono altre domande a questo livello?
Ateo is offline  
Vecchio 27-02-2006, 13.07.43   #2
Ateo
Non lo so...o forse si...
 
L'avatar di Ateo
 
Data registrazione: 19-02-2006
Messaggi: 46
Dio

Ecco la Risposta.

Non leggere ciò, se hai paura di non credere più in dio.
C’è gente che passa tutta la vita a temere una cosa che neanche conosce, il “finire”, il “non essere”, il “dopo morte”. Ho detto e ho sentito dire che non ci sono certezze a riguardo ma tutti i pensatori nel loro profondo sanno che le certezze esistono. I popoli impauriti da ciò, hanno inventato cose assurde come “dio” o altre cose simili. La verità è che dopo la morte si finisce, ma non bisogna prenderla male. Se la prendiamo male è solo perché sin da bambini ci hanno detto che è una cosa negativa. Se ti dicono che prima di nascere non esistevi, non ti interessa e non ricordi cose negative giusto? Ma se ti dicono che dopo morto non esisterai allora ti viene l’ansia. Tu “sei stato” e “sei” e ti è bastato per pensare a tutto quello che meritava di essere pensato. Se passassi tutta l’eternità esistendo diventeresti matto, insomma meglio pensare di finire no? Una vita senza tempo non è vita perché il tempo c’entra sempre e ovunque. A questo punto avrai in mente delle domande al quale nessun uomo potrebbe rispondere (sogni, inizio di tutto…), ma io si: non siamo fatti per capire tutto, almeno per il momento, un giorno, forse, la fisica ci riuscirà.
Se non credi a ciò che ho scritto è solo perché sei ancora troppo condizionato. Se rifletti a lungo ti renderai conto che ho ragione e che non devi temere nulla.
Per avere una prova finale basta ipotizzare per un attimo questo:
se per qualche motivo assurdo la gente non volesse vivere dopo la morte, avrebbe allora la certezza di finire.
Ma la gente vuole vivere dopo la morte e non ha la certezza di ciò, ma anzi è piena di dubbi.
Io non credo negli altri ma in questo caso, in questo esempio, ti fanno capire tutto.
Non si può dire che hai trovato veramente la pace finchè non ti stacchi dai sogni e dall'immaginazione.
Beato chi non si aspetta nulla, perchè non sarà mai deluso.
È inutile che passi tutta la vita a cercare, tanto avrai la risposta, e se non l’avrai allora significa che non valeva la pena cercarla.
Chi insegnerà all'uomo a morire, gli insegnerà a vivere.
Dopo aver visto un bel film, dopo aver ascoltato una bella canzone, dopo che sei stato innamorato*, riesci a volte a essere certo dell’esistenza di dio. Non lasciare che le emozioni prevalgono sulla ragione, ma lascia che entrino in contrasto. Le emozioni hanno creato e seguono il titanismo. Se proprio ti devi attaccare a qualcosa attaccati alle tre frasi qui di seguito.
Soltanto gli sciocchi e i morti non cambiano opinione.
Un tizio dice: “Solo gli imbecilli non hanno dubbi.”, e un altro: “Ne sei proprio sicuro?”, e il tizio “Non ho alcun dubbio!”
Si parla tanto del bello che è nella certezza; sembra che si ignori la bellezza più sottile che è nel dubbio. Credere è molto monotono, il dubbio è profondamente appassionante. Stare all'erta, ecco la vita; essere cullato nella tranquillità, ecco la morte.
Sai, riguardo il mio discorso, sono sicuro di quello che ho detto e ne sono ancora convinto ma sento che fermarsi così non sarebbe la cosa giusta da fare. Io voglio continuare a cercare. Con questo non sto dicendo che sono cambiato. Io sento che il nostro “Io” cambia di momento in momento e siamo sempre persone diverse, io so che il mio Io di adesso è quello giusto ma non posso Finire così, quindi continuo a cercare perché se ci sarà qualcosa non potrò arrivare impreparato. Bisogna saper cercare.
Questo non è giusto. Questo non è neppure sbagliato.

*Ah l’amore, quanto ci sarebbe da dire… Ma io sarò sintetico e chiaro. L’amore è semplicemente sopravvalutato, non è chimicamente diverso da una scorpacciata di cioccolato. In una frase l’amore è: la trappola dell’inesistente per perpetuare la sofferenza.
Se tu, lettore, pensi che io sia pessimista, allora non hai capito e ti consiglio di rileggere con più attenzione. E ricorda che quelli che tu definiresti ottimisti non sono altro che “finzionisti”.

Vi chiedete perchè parlo di dio se non ci credo?
-Solo perchè mi piace questa favola.
Ateo is offline  
Vecchio 27-02-2006, 14.24.36   #3
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Re: Dio

Citazione:
Messaggio originale inviato da Ateo
Se non credi a ciò che ho scritto è solo perché sei ancora troppo condizionato.

Vedi, Ateo, io sono un ateo/agnostico ma quello che scrivi non mi dice molto. Se qualcuno leggesse ciò che hai scritto probabilmente non condividerebbe nulla, perchè nel tuo post non c'è nessuna traccia di argomentazioni. Guardi tutto dal lato psicologico (dici: "continui a credere x perchè ciò ti dona uno stato mentale che ti fa stare bene, mentre non-x ti donerebbe uno stato mentale che ti farebbe stare male"), senza mai spiegare filosoficamente perchè le altrui idee sono false.

L'amore non è diverso chimicamente da una scorpacciata di cioccolato? E cosa mai vorrebbe dire tale domanda? E' come se dicessi che essere ricco non è diverso fisicamente da essere un povero in canna, ma -- anche qui -- che sto dicendo? Nulla. Se parli di chimica, allora stai volontariamente cambiando discorso (e non più parlando d'amore), proprio come se parli di fisica non stai più parlando di ricchezza/povertà economica.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 27-02-2006, 15.21.20   #4
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Una domanda per l'Ateo:

Se affermi che non siamo fatti per capire tutto come fai a dire che dio (o chi per lui) non esiste?
Non pensi che il nostro misero ragionamento sia insufficiente per definire questa certezza?...in particolare per chi, come te, trova una sottile bellezza nel dubbio?

maxim is offline  
Vecchio 27-02-2006, 15.52.41   #5
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Re: Dio

Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
Se qualcuno leggesse ciò che hai scritto probabilmente non condividerebbe nulla, perché nel tuo post non c'è nessuna traccia di argomentazioni.

Ateo... non farci caso a Epic... ha un amore infinito per le argomentazioni...
Però, è giusto ricordarsi che siamo nel settore "filosofia" e che quindi una qualche argomentazione sarebbe utile e ben volentieri accettata... anche se in realtà è assolutamente inutile.

Citazione:
Se non credi a ciò che ho scritto è solo perché sei ancora troppo condizionato. Se rifletti a lungo ti renderai conto che ho ragione e che non devi temere nulla.
Effettivamente, noto che la tua mente è ancora troppo condizionata per poter percepire Dio...


Elia
Elijah is offline  
Vecchio 27-02-2006, 16.37.50   #6
Ateo
Non lo so...o forse si...
 
L'avatar di Ateo
 
Data registrazione: 19-02-2006
Messaggi: 46
Allora, tanto per comiciare mi fa piacere che qualcuno non la pensa come me. Poi quando ho detto che non siamo fatti per capire tutto intendevo dire che non possiamo capire le cose più serie, come per esempio le domande che ho fatto all'inizio. L'idea di dio è molto improbabile, certo non impossibile. Ma secondo te, ti sarebbe venuta in mente questa idea se non te la avrebbe detta nessuono? comunque io ho provato a dire qualcosa per farvi svegliare un po'! nel caso fossi io il dormiente provate a svegliarmi voi.
Ateo is offline  
Vecchio 27-02-2006, 16.45.09   #7
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da Ateo
ti sarebbe venuta in mente questa idea se non te la avrebbe detta nessuono?

a me non sarebbe mai venuta in mente la Meccanica Quantistica se nessuno me ne avesse parlato, ma ciò non toglie che la MQ sia una buona teoria fisica. quello che volevo dirti è che tu ti fermi solo sull'aspetto psicologico, ma questo è insifficiente: quando hai dimostrato che l'uomo crede in dio per paura e educazione, non hai ancora dato una motivazione per cambiare la credenza.

capisci quello che voglio dirti? io sono ateo/agnostico, quindi condivido probabilmente alcune credenze con te, ma l'importante non sono tanto le tesi sostenute, ma le giustificazioni.


epicurus

P.S. ah, Elia, ormai mi conosci come le tue tasche
epicurus is offline  
Vecchio 27-02-2006, 16.54.52   #8
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Citazione:
Messaggio originale inviato da Ateo
Allora, tanto per comiciare mi fa piacere che qualcuno non la pensa come me. Poi quando ho detto che non siamo fatti per capire tutto intendevo dire che non possiamo capire le cose più serie, come per esempio le domande che ho fatto all'inizio. L'idea di dio è molto improbabile, certo non impossibile. Ma secondo te, ti sarebbe venuta in mente questa idea se non te la avrebbe detta nessuono? comunque io ho provato a dire qualcosa per farvi svegliare un po'! nel caso fossi io il dormiente provate a svegliarmi voi.

Ma io condivido molto di quello che hai scritto. La conclusione alla quale sei arrivato (cioè la non esistenza di dio) mi ha lasciato un pò perplesso.
Però già vedo che pensi sia improbabile ma non impossibile...


maxim is offline  
Vecchio 27-02-2006, 17.41.40   #9
Ateo
Non lo so...o forse si...
 
L'avatar di Ateo
 
Data registrazione: 19-02-2006
Messaggi: 46
Per comiciare ho detto che l'esistenza di dio non è impossibile, perchè niente è impossibile, ma la maggior parte delle cose sono molto improbabili. Anche le cose che ritieni più sicure possono essere slolo illusioni. la nostra percezione ci influenza troppo. inoltre ricordo che non ci sono e non ci saranno mai prove dell'inesistenza di dio, e se tu sei davvero convinto nessuno ti potrà mai far cambiare idea. la frase sulla meccanica q. è vera ma non centra col discorso, tanto per dire, la avresti potuta inventare tu, no? e saresti diventato una celebrità......ma se avessi inventato dio saresti diventato un folle.
Ateo is offline  
Vecchio 27-02-2006, 17.49.13   #10
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da Ateo
la frase sulla meccanica q. è vera ma non centra col discorso

c'entra eccome. volevo solo farti vedere che non basta dire "tu credi in dio perchè la tua formazione te l'ha imposto o perchè non sei forte a sufficienza per accettare l'assenza di un punto di riferimento o per etc." per argomentare contro il teismo, proprio come non basta dire "tu credi alla MQ solamente perchè sei nato in questo periodo e in questo luogo" perchè la MQ risulti delegittimizzata.
epicurus is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it